ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    Aggiornamenti freschi di giornata! (14 Dicembre 2019) - Da 72. Cannes - Dal .... [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni torna al .... [continua]

    Last Christmas

    LAST CHRISTMAS

    Dal 19 Dicembre .... [continua]

    Il terzo omicidio

    IL TERZO OMICIDIO

    Dal 19 Dicembre

    "In primo luogo, volevo rappresentare in modo corretto il lavoro di ....
    [continua]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Ancora al cinema - Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Benvenuti al Sud

    BENVENUTI AL SUD: NEL REMAKE MADE IN ITALY DELLA COMMEDIA FRANCESE CAMPIONE D'INCASSI 'GIU' AL NORD', CLAUDIO BISIO VIENE CATAPULTATO DA MILANO AL 'PROFONDO SUD' DI UN PAESINO DELLA CAMPANIA

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 1° OTTOBRE

    "'Benvenuti al Sud' ha rappresentato una sfida: cercare l'originalità non tanto nella storia, quanto nell'anima del film... L'importante era dare al film un'anima e una personalità proprie. Ma si tratta pur sempre di una versione italiana dello stesso film. Il regista Dany Boon s'è molto divertito in un cameo sul nostro set, è anche coproduttore di 'Benvenuti al sud'. Comunque il lavoro che abbiamo fatto sui cliché è diverso: quello verbale è stato solo accennato, mentre nella versione francofona era un elemento centrale del film. Ma a noi sembrava un po' scontato limitarsi a quello".
    Il regista e co-sceneggiatore Luca Miniero

    "Non nascondiamolo, in Italia i conflitti culturali esistono, la questione meridionale è ancora aperta. In questo senso, il mio è un personaggio è esemplare: un vero ignorante, ignora l'esistenza di altre realtà. Nel corso del film, però, lo è sempre meno: conoscere le diversità è l'unico modo per apprezzarle".
    L'attore Claudio Bisio

    (Benvenuti al Sud ITALIA 2010; commedia; 100'; Produz.: Medusa Film/Cattleya; Distribuz.: Medusa Film)

    Locandina italiana Benvenuti al Sud

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Benvenuti al Sud

    Titolo in lingua originale: Benvenuti al Sud

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Luca Miniero

    Sceneggiatura: Luca Miniero e Massimo Gaudioso

    Soggetto: Remake della geniale commedia francese Bienvenue chez le Ch'tis uscita come Giù al Nord in Italia. Il film è girato in provincia di Salerno, a Castellabate, parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano: le location si alternano tra il centro storico e suggestivi paesaggi marini.

    Cast: Claudio Bisio (Alberto)
    Alessandro Siani (Mattia)
    Angela Finocchiaro (Silvia)
    Valentina Lodovini (Maria)
    Nando Paone (Costabile Piccolo)
    Giacomo Rizzo (Costabile Grande)
    Teco Celio (Gran Maestro)
    Fulvio Falzarano (Mario)
    Nunzia Schiano (Signora Volpe)
    Alessandro Vighi (Chicco)
    Francesco Albanese (Centauro)
    Salvatore Misticone (Signor Scapece)
    Riccardo Zinna (Vigile)
    Naike Rivelli (Poliziotta)

    Musica: Umberto Scipione

    Costumi: Sonu Mishra

    Scenografia: Paola Comencini

    Fotografia: Paolo Carnera

    Montaggio: Valentina Mariani

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Alberto (Claudio Bisio), responsabile dell'ufficio postale di una cittadina della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia (Angela Finocchiaro), è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano. Anche fingersi invalido per salire in graduatoria. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un paesino della Campania, il che per un abitante del nord equivale a un vero e proprio incubo. Rivestito di pregiudizi, Alberto parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei “terroni” scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, Alberto scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia (Alessandro Siani), al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria (Valentina Lodovini). Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi dei vecchi amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe…

    Dal >Press-Book< di Benvenuti al Sud

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Considerata la partenza in veste di remake italiano della commedia francese campione d’incassi Bienvenue chez le Ch’tis, uscita in Italia come Giù al Nord, ci si poteva aspettare di peggio. Anche alla luce del fatto aggiuntivo che qui, con Benvenuti al Sud, il regista Luca Miniero con il suo cast tutto italiano doc, non ha fondamentalmente tradito in alcun modo la tessitura della storia originaria. Una tematica, quella della contrapposizione tra Nord e Sud - sia pure capovolta dalla versione francese a quella italiana - che evidentemente scarta dalla circoscrizione nazionale per spaziare sul pianeta dell’universalmente riconoscibile (purtroppo talvolta fino alle estreme conseguenze: basta pensare ai sudisti e nordisti americani!). Va da sé che il tema è trattato sui toni assolutamente leggeri e gustosi della commedia - così come doveva essere - ed è proprio così che Benvenuti al Sud vince la sua sfida! Quella che a detta dello

    stesso Miniero non stava certo nella ricerca dell’originalità della storia quanto della sua ‘anima’. E in effetti Miniero, già navigato sul contrapposto Milano-Napoli con Incantesimo napoletano, è stato in grado di dotare Benvenuti al sud di un’anima sua propria, e questo malgrado l’’illustre precedente’ francese. Anima farcita di gag e leggerezza quanto si vuole ma non priva delle sue verità profonde, appuntate sui rapporti interpersonali, tra colleghi di lavoro, tra moglie (Silvia/Finocchiaro) e marito (Alberto/Bisio) e tra se stessi: Mattia (Alessandro Siani) combattuto tra la madre (Nunzia Schiano naturalizzata signora Volpe) e la bella Maria (Valentina Lodovini qui in punta di ruspante 'charme').

    Da ‘schifettoso nordista’ (assolutamente rigoroso nel pretendere la scansione corretta di ‘Nord’ di contro all’inaccettabile dialettale ‘Norde’) a simpaticamente e sinceramente solidale proprio con i famigerati ‘terroni’, secondo uno degli stereotipi su cui Benvenuti al Sud sguazza divertito perfettamente a suo agio come un pesce nell’acqua. E’ questo

    che rappresenta in maniera fluida e naturale Claudio Bisio con il direttore delle poste Alberto, personaggio che per certi versi sembra quasi assorbire su se stesso ‘la fame e la sete’ intese ‘albanesianamente’, anche se a rivestire fin dalle prime battute il ruolo di ‘nordista’ incallita con il mito della città di Milano ancorata agli stereotipi a grappolo è Silvia, la moglie di Alberto (Angela Finocchiaro). Claudio Bisio con il suo Alberto ha comunque l’opportunità di sperimentare - per il nostro affettivo divertimento - i due antipodi dell’Italia: quelli che, a dispetto dei preconcetti, qui radicati su quelli più gettonati dall’immaginario collettivo di stampo pre-garibaldino e bossiano (ma lui scherza!?), armonizzano sul filo dei valori e dei buoni sentimenti universali. Ovvio che usi e costumi sono le varianti sul tema del pentagramma della vita che, fatta eccezione per poche differite note, ci accomuna tutti. E sono proprio usi e costumi

    locali, oltre che i preconcetti standard di uno sguardo ‘alieno’, gli ingredienti di punta per ironizzare, scommettendo sulla risata spontanea dello spettatore: e se partenza ed approdo alla indesiderata destinazione sono tutto un programma, non vogliono esser da meno l’iniziale approccio, il lancio della spazzatura, la prima colazione, la conoscenza dei colleghi, dinamiche e rispetti di lavoro, i fraintendimenti sulle intenzioni, la ‘lezione’ di ‘lingua napoletana’ di fronte ad una caciaresca tavolata imbandita - ogni dialetto stretto finisce per essere una lingua a parte - o la consegna della posta finita nell'inevitabile ubriacatura con arresto.

    Insomma, “Vedi Napoli e poi muori!”, battuta stereotipata al contrario del reale significato dai ‘nordisti’, su cui Alberto (e più tardi anche Silvia) avrà modo di ricredersi. Ed è sicuro che Napoli (quella di provincia con il paesino di Calstellabate) incanterà ancora una volta sull’onda di musica e canzoni, del calore della buona tavola con i

    suoi eccessi (messi bene in luce anche dallo stesso Antonio Albanese proprio con La fame e la sete) capitanati da caffè, limoncello e pastiera, seguiti da sanguinaccio e salsicce come prima colazione: le colazioni intercontinentali potrebbero impallidire di fronte a quelle napoletane! Ma Napoli incanterà soprattutto per quell’anima di scanzonata, talora malinconica, poesia che aveva toccato il suo apice con l’indimenticabile Massimo Troisi, cui qui, soprattutto Alessandro Siani, a tratti, sembra quasi voler rendere omaggio. Poesia e una filosofia di vita che incontra forse la maggior profondità nel codice d’intesa tra madre e figlio, là dove per capirsi parlare non serve, basta ‘nu' poco di marsala’.

    Links:

    • Claudio Bisio

    • Angela Finocchiaro

    • Valentina Lodovini

    • Alessandro Siani

    • Naike Rivelli

    1

    Galleria Video:

    Benvenuti al Sud - trailer

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Che fine ha fatto Bernadette?

    CHE FINE HA FATTO BERNADETTE?

    Tra i più attesi!!! - Dal 12 Dicembre

    "È un ritratto davvero complesso ....
    [continua]

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    RECENSIONE - Dal Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    RECENSIONE - Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]