ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (16 Dicembre 2019) - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    Jumanji - The Next Level

    JUMANJI - THE NEXT LEVEL

    Aggiornamenti freschi di giornata! (15 Dicembre 2019) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 .... [continua]

    Playmobil: The Movie

    PLAYMOBIL:THE MOVIE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (15 Dicembre 2019) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 31 .... [continua]

    Last Christmas

    LAST CHRISTMAS

    Dal 19 Dicembre .... [continua]

    Il terzo omicidio

    IL TERZO OMICIDIO

    Dal 19 Dicembre

    "In primo luogo, volevo rappresentare in modo corretto il lavoro di ....
    [continua]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Ancora al cinema - Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Burn After Reading - A prova di spia

    BURN AFTER READING - A PROVA DI SPIA: CLOONEY ANCORA SULLA SCIA DEI FRATELLI COEN. CON LA SWINTON QUESTA VOLTA LO SEGUONO ANCHE PITT E MALKOVICH. ED E' COMMEDIA TRA L'ECCENTRICO E LO SPINTO, SPRUZZATA DI SATIRA

    Dalla 65. Mostra del Cinema di Venezia

    "Il film racconta la storia di persone che attraversano la tipica crisi di mezza età, che sia professionale, personale o sessuale e tutto questo s'intreccia con questioni di sicurezza nazionale. Ed è questo che rende il film una favola politica. La trama tocca la CIA e il mondo delle palestre e del fitness a tutti i costi, e racconta cosa succede quando questi due mondi si incrociano e si scontrano; gli appuntamenti via Internet sono una specie di ciliegina sulla torta".
    Il regista, sceneggiatore e produttore Joel Coen

    "Diciamo che si tratta di una commedia, un genere che conosciamo bene. Ma è il mondo di Washington, e della politica, degli intrighi e delle spie che è totalmente sconosciuto per noi... Non siamo riusciti ad avere i diritti sul romanzo originale di Allen Drury e quindi quel film non è stato distribuito. Anche questo film, come 'Advise and Consent', parla dell'incontro/scontro tra politica e melodramma ed é la nostra personale versione del genere cinematografico alla Tony Scott/Jason Bourne ma senza le esplosioni".
    Il regista, sceneggiatore e produttore Ethan Coen

    "Nonostante l'ambientazione a Washington, in realtà il film racconta la storia di persone incredibilmente cretine che fanno delle cose estremamente stupide che hanno a che fare con il sesso ed altro. La cosa che rende tutto ciò ancora più interessante è che non si tratta di politici. Non appena mi hanno convocato, sapevo che avrei accettato. Dopo tutto stiamo parlando dei fratelli Coen che ti offrono sempre dei ruoli che il pubblico non sa che tu puoi interpretare. Mi hanno detto di aver scritto la parte pensando a me, e questo mi preoccupa parecchio… I Coen danno sempre ai miei personaggi qualcosa che crea una frenetica ossessione: in 'Fratello dove sei', erano i capelli: in 'Prima ti sposo, poi ti rovino', erano i denti; in 'Burn After Reading - A prova di spia', si tratta… Beh, lo scoprirete da soli".
    L'attore George Clooney

    (Burn After Reading USA 2008; commedia; 95'; Produz.: Mike Zoss Productions/Working Title Films; Distribuz.: Medusa)

    Locandina italiana Burn After Reading - A prova di spia

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Burn After Reading - A prova di spia

    Titolo in lingua originale: Burn After Reading

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2008

    Regia: Joel e Ethan Coen

    Sceneggiatura: Joel e Ethan Coen

    Cast: George Clooney (Harry Pfarrer)
    Frances McDormand (Linda Litzke)
    Brad Pitt (Chad Feldheimer)
    John Malkovich (Osborne Cox)
    Tilda Swinton (Katie Cox)
    Richard Jenkins (Ted Treffon)
    Elizabeth Marvel (Sandy Pfarrer)
    David Rasche (Agente della CIA)
    J.K. Simmons (Funzionario della CIA)
    Olek Krupa (Krapotkin)
    Michael Countryman (Alan)
    Kevin Sussman (Tuchman Marsh Man)
    J.R. Horne (Avvocato divorzista)
    Hamilton Clancy (Peck)
    Armand Schultz (Olson)

    Musica: Carter Burwell

    Costumi: Mary Zophres

    Scenografia: Jess Gonchor

    Fotografia: Emmanuel Lubezki

    Scheda film aggiornata al: 10 Gennaio 2016

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Un ex agente della CIA (John Malkovich) perde i manoscritti delle sue memorie. Le preziose carte finiscono in mano a due impiegati di una palestra. Credendo si tratti di documenti segreti, i due uomini (Clooney e Pitt) tentano di vendere le pagine al miglior offerente per potersi pagare il loro sogno di felicità: una serie di interventi di chirurgia plastica.

    IN ALTRE PAROLE:

    Ozzie Cox (John Malkovich) è un ex agente della CIA che sta cercando di scrivere un libro. Ma un giorno la sua fidanzata Linda (Frances McDormand) lascia il dischetto con le bozze in palestra ed i documenti vengono rubati dall'allenatore Chad Feldheimer (Brad Pitt) che intende così ricattare Cox. La CIA, visto il contenuto scottante degli scritti, chiama a quel punto il killer Harry Pfarrer (George Clooney) per… risolvere il disastro.

    IN DETTAGLIO:

    L'analista Osborne Cox (John Malkovich) giunge al quartier generale delle CIA, a Arlington, per una riunione super segreta ma purtroppo per lui, il segreto viene svelato immediatamente: è stato estromesso dalla CIA. Cox non prende troppo bene la notizia e tornato nella sua casa di Georgetown si dedica alle sue memorie e all'alcol, non necessariamente in questo ordine. Sua moglie Katie (Tilda Swinton) è sconcertata anche se non è molto sorpresa della notizia: ha da tempo una relazione clandestina con Harry Pfarrer (George Clooney), uno sceriffo federale sposato e sta pensando di lasciare il marito per lui.
    Intanto, alla periferia di Washington, D.C., in un mondo apparentemente lontano anni luce, la dipendente della palestra Hardbodies Fitness Centers, Linda Litzke (Frances McDormand) non riesce proprio a concentrarsi sul suo lavoro: non fa che pensare all'agognato intervento di chirurgia estetica e confida i suoi sogni al fiducioso collega Chad Feldheimer (Brad Pitt). Linda sa bene che il direttore della palestra, Ted Treffon (Richard Jenkins) si strugge per lei sebbene questi sappia che Linda organizza appuntamenti via Internet con altri uomini.
    E quando un CD contenente del materiale scottante relativo alle memorie dell'analista della CIA finisce per caso nelle mani di Linda e Chad, la coppia è disposta a tutto pur di sfruttare al meglio quel tesoro. Ma come dice Ted con apprensione: "Da tutto questo non può venire nulla di buono", le cose si complicano parecchio e sfuggono al controllo di tutti, producendo una serie di esilaranti e oscuri incontri.

    Dal >Press-Book< di Burn After Reading - A prova di spia

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    NELLA SEGUITISSIMA CARRIERA DEI ‘COEN BROTHERS’ SPUNTA UNA NOVITA’: LA ‘SPY STORY’ ASSESTATA SULL’ONDA DEL ‘COMIC-DRAMA’. ‘BURN AFTER READING - A PROVA DI SPIA’ SI AFFERMA ANCHE PER UN CAST DI STAR BEN LIETE DI ESSERE DENUDATE, OGNUNO DELLA PROPRIA ICONA DOMINANTE RADICATA ABITUALMENTE NELL’IMMAGINARIO COLLETTIVO. NE ESCE FUORI UN MANIPOLO DI ‘UOMINI’ IMBRANATI QUANTO ESTREMAMENTE LIMITATI PERCHE’ INTRAPPOLATI OGNUNO ENTRO LE GRIGLIE DELLE RISPETTIVE MANIACALI OSSESSIONI: DA GEORGE CLOONEY (HARRY PFARRER), ROZZO E PIENO DI TIC NERVOSI AFFETTO DA SESSODIPENDENZA FINO AL RAGGIUNGIMENTO DEL ‘KITSCH’, SEGUITA ABITUALMENTE DA JOGGING, A BRAD PITT (CHAD FELDHEIMER) BULLO E VANESIO PALESTROMANE COME NON LO SI ERA MAI VISTO PRIMA. E CHE DIRE DEL GRANDE JOHN MALKOVICH (OSBORNE COX)? ALCOLIZZATO INCORONATO ‘EX’ PRATICAMENTE DA SUBITO: EX ANALISTA CIA ED EX MARITO ALLE PRESE CON DISCUTIBILI OBIETTIVI DI SOPRAVVIVENZA. INSOMMA, TUTTI MASCHI FALLITI DI CONTRO ALLE MANOVRE DEL VERO SESSO FORTE CHE QUI TRIONFA

    - SI FA PER DIRE - TUTTO AL FEMMINILE, SU PIANI BEN DIVERSI TRA LORO: DA TILDA SWINTON (KATIE COX), AD ELIZABETH MARVEL (SANDY PFARRER), E, A SUO MODO, FRANCES MCDORMAND (LINDA LITZKE). MA DIETRO NUMEROSE ESILARANTI SITUAZIONI ALIMENTATE DA UNA SCENEGGIATURA NON CERTO AVARA DI GAGS, SI CELA UNO SCENARIO IN CUI C’E’ BEN POCO DA RIDERE SE RAPPORTATO AGLI INVITABILI RISCONTRI CON LA REALTA’ DI TUTTI I GIORNI, E NON SOLO STATUNITENSE, LA’ DOVE MOLTE DI QUELLE SCIOCCHE OSSESSIONI (LA FORMA FISICA E L’AMORE IN OGNI MODO POSSIBILE, IL DENARO E LA GIUSTIZIA SOLO APPARENTE) FANNO SEMPRE PIU’ PARTE INTEGRANTE DELLE PRIORITA’ E DEL MEDIOCRE ‘MODUS VIVENDI’ DI GRAN PARTE DELLA COLLETTIVITA’, MASSIFICATA E ADDOMESTICATA AI PIU’ SQUALLIDI PARAMETRI. E VEDRETE COME, SULL’ONDA DELLA SATIRA, NON FANNO ECCEZIONE ALCUNE BRANCHE ISTITUZIONALI

    Sono sufficienti poche battute per accorgerci dell’aria che tira. Una panoramica satellitare per alcuni secondi e l’obiettivo killer

    della macchina da presa si fionda letteralmente sul particolare bersaglio. Ed è subito primissimo piano: di piedi maschili che freneticamente tacchettano il lucido pavimento, appropriato per una prestigiosa sede da ufficio. Il primo ad entrare in campo per quella che potrebbe definirsi una ‘spy-story comic-drama’, tra gli schioppettanti e strabilianti protagonisti-macchietta - tutti assolutamente irresistibili - è Osborne Cox, per gli intimi Ozzie (John Malkovich). La sequenza del suo licenziamento dal ruolo di analista CIA, che di per sé avrebbe dovuto essere drammatica, si trasforma in uno sketch. Così come la maggior parte delle cose serie in Burn After Reading – A prova di spia dei ‘Coen Brothers’, vengono trattate a colpi di humour, satira e sarcasmo. Mentre le star si mostrano simili alle pedine di una scacchiera, là dove ogni mossa va a centrare innumerevoli componenti trash del nostro vivere quotidiano contemporaneo, e non solo americano: dalla manìa ossessiva

    e devastante della forma fisica ad ogni costo, con il ricorso più diffuso di quanto dovrebbe alla chirurgia estetica, oltre che naturalmente alla palestra e ai programmi televisivi, il poliedrico universo dei tradimenti a raffica seguendo svariate tecniche dove internet ha un ruolo tutt’altro che secondario per l’incontro della cosiddetta - si fa per dire - ‘anima gemella’. E su questo registro ne vedrete delle belle. Tutto da gustare poi l’opposto timbro femminile condotto rispettivamente da Tilda Swinton, consorte fedifraga di Cox (Malkovich) e Frances McDormand (Linda), alla ricerca dell’amore ideale con il supporto di Internet. E c’è infine l’eterno ‘bullismo’ senza tempo, di quelli che non muoiono mai, in cui si muovono, suonando diversi esilaranti tasti, George Clooney per il suo Harry Pfaffer, rozzo e nervoso a tal punto da essere pieno di tic, devoto e appassionato estimatore di sesso e jogging, e Brad Pitt per il suo Chad

    Feldhaimer, vanesio bullotto da palestra, pronto ad esibirsi con tutti i clichè del caso, a cominciare dall’acconciatura ma, soprattutto, con una girandola comportamentale risibile mai vista prima.
    Sul registro dei tradimenti a raffica si innesta peraltro l’amara sottotrama dell’’io so che tu sai che io so’, senza esclusione di colpi, con tanto di pedinamento ‘equivocato’, come avrete modo di scoprire da soli.
    L’aspetto più buffo, tra le tante banalità qui stilate ad hoc, sia a misura di personaggio che di situazione, si annida nella soluzione, pescata da quel guazzabuglio che saranno capaci di inscenare i nostri protagonisti, adottata da parte dell’Ambasciata Russa e della CIA. Le loro dinamiche di risoluzione di quello che si profila quale - è il caso di dirlo - caso nel caso, sono tutte un programma, assolutamente da non perdere.
    Quando si tratta di una commedia alla Coen, poi, non può mancare una spruzzata di noir, come il cacio

    sui maccheroni. E un ‘noir’ difatti ‘maccheronico’ sopraggiungerà a sorpresa a guastare la ‘festa’, paradossalmente con grande sollievo sia da parte della CIA che dell’Ambasciata Russa. Tutti ben felici, non sapendo bene come levare le gambe dal guaio del CD con il ‘memoriale’ che scotta raccolto per caso dal pavimento di una palestra, di aver trovato la soluzione che salvaguarda le apparenze. Soluzione degna di un improbabile revival in stile ‘metaforico western’, là dove ognuno dei protagonisti contribuisce inconsapevolmente all’autoeliminazione dal campo di ‘gioco’. Scacco matto! E’ a questo punto che la macchina da presa si ritrae allontanando l’obiettivo dal bersaglio particolare per tornare alla panoramica satellitare dell’inizio. In qualche altra parte del mondo potrebbe ricominciare un’altra ‘spy story’ sull’onda dell’idiozia galoppante.

    Commenti dei protagonisti:

    L'attore BRAD PITT (Chad Feldheimer):

    "Non immaginavo che il mio personaggio sarebbe stato un cretino totale che mastica gomme, tracanna Gatorade a più non posso, e ha il cervello bruciato a forza di ascoltare l'iPod. Il mio commento a Joel e Ethan, è stato: 'Ma è un cretino totale…'. Ma in fondo in fondo, ha un gran cuore… Per farla breve, potrei definirlo un arrampicatore sociale, una persona che tenta disperatamente di fare carriera".

    L'attore JOHN MALKOVICH (Osbourne Cox):

    "L'intera sceneggiatura ruota intorno al tentativo dei personaggi di cambiare loro stessi... Ozzie è un uomo sarcastico ed incredibilmente seducente. Ma il licenziamento lo getta in uno stato di agitazione e comincia a scrivere le sue memorie, cosa che gli riesce malissimo".

    TILDA SWINTON (Katie Cox):

    "Ho delle battute fantastiche in questo film, tipo 'Basta con queste sciocchezze!' Katie sente di essere circondata da dei pazzi disordinati; c‟è l'ha con tutto e tutti. È delusa dal marito e dalla sua stessa vita".

    GEORGE CLOONEY (Harry Pfarrer):

    "Gli uomini che ho interpretato per Ethan e Joel formano quella che ho definito 'la trilogia dell'idiozia'. Quando stavamo cercando i costumi per il mio personaggio, ho chiesto a Mary Zophres se potevo indossare una catenina d‟oro. Con quella addosso, il look è perfetto. Sapevo esattamente come doveva sembrare il mio personaggio, con i pantaloni a vita alta… una specie di imbranato. Ho provato la spiacevole sensazione di essermi calato fin troppo bene nel mio personaggio. Ma poi quando ho visto Brad Pitt aggirarsi con quei pantaloncini stretch aderenti, sapevo che era tutto a posto".

    Altre voci dal set:

    La costumista MARY ZOPHRES (Riguardo al look di George Clooney e di Brad Pitt):

    "Come è possibile trasformare il George Clooney di Hollywood e del Lago Maggiore in un Harry Pfarrer qualsiasi che vive alla periferia di Washington D.C.? La barba che George si è fatto crescere, insieme alla catenina d'oro, sono state la vera chiave di volta. Per quanto riguarda il look di Harry, abbiamo deciso di mettergli una camicia scozzese con una giacca e dei pantaloni sportivi, ed ha funzionato... Dovevamo trasformare Brad in un pirla. Lyn ha creato un'acconciatura per Chad che prevede capelli dritti con una meche bionda e devo dire che questa da sola ha fatto parecchio. Per quanto riguarda la sua tenuta da ginnastica, non credo che abbiamo mai visto Brad al cinema in pantaloncini corti, e per la prima prova è arrivato magro e in perfetta forma, naturalmente. Ma i pantaloncini, insieme ai calzini e alle grosse e goffe scarpe da ginnastica, sono riusciti a farlo sembrare un vero farlocco imbranato. E poi c'è il vestito che Chad indossa quando glielo chiede Linda. Il problema con Brad è che anche i vestiti da quattro soldi sembrano magnifici se indossati da Brad, e quindi ne abbiamo dovuto creare uno che non fosse della sua taglia e che avesse un taglio da 'manager' e che fosse concepito per un uomo corpulento e robusto. Abbiamo aggiunto al tutto un‟orrenda cravatta di lana realizzata da noi per l'occasione e il risultato era perfetto: è veramente orrendo da guardare".

    Links:

    • Joel e Ethan Coen (Regista)

    • George Clooney

    • Brad Pitt

    • John Malkovich

    • Frances McDormand

    • Richard Jenkins

    • Tilda Swinton

    • J.K. Simmons

    • 65 Mostra: Lido di Venezia 27 agosto 2008 ROUND TABLE & DINTORNI: BURN AFTER READING (BURN AFTER READING - A PROVA DI SPIA) per la regia di JOEL E ETHAN COEN (Interviste)

    • 65 Mostra: Lido di Venezia 27 agosto 2008 PRESS CONFERENCE: BURN AFTER READING (BURN AFTER READING - A PROVA DI SPIA) per la regia di JOEL E ETHAN COEN (Interviste)

    1

    Galleria Video:

    burnafterreading.mov

    Burn After Reading (Versione Italiana).mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Star Wars: L'ascesa di Skywalker

    STAR WARS: L'ASCESA DI SKYWALKER

    Tra i più attesi!!! - La celebre saga volge al termine - Dal 18 .... [continua]

    Che fine ha fatto Bernadette?

    CHE FINE HA FATTO BERNADETTE?

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dal 12 Dicembre

    "È un ritratto ....
    [continua]

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    RECENSIONE - Dal Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    RECENSIONE - Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]