ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Nest - L'inganno

    THE NEST - L'INGANNO

    New Entry - Dal 14 Maggio on demand su: Sky Primafila, Chili, Google Play, .... [continua]

    Those Who Wish Me Dead

    THOSE WHO WISH ME DEAD

    New Entry - Adattamento cinematografico del romanzo di Michael Koryta diretto da Taylor Sheridan .... [continua]

    I See You

    I SEE YOU

    New Entry - Helen Hunt protagonista in un horror per Adam Randall (iBoy, Level .... [continua]

    Fatman

    FATMAN

    New Entry - I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Nella commedia di Eshom e .... [continua]

    Morgan

    MORGAN

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un essere artificiale a rischio pone un .... [continua]

    L'amico del cuore

    L'AMICO DEL CUORE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 18 Marzo .... [continua]

    Radioactive

    RADIOACTIVE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Il film di Marjane Satrapi è dedicato .... [continua]

    Dopo il matrimonio

    DOPO IL MATRIMONIO

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Nel remake americano dell'omonimo dramma scandinavo (2006) .... [continua]

    Nomadland

    NOMADLAND

    Oscar 2021 - 6 Nominations: Miglior film; Miglior regista (Chloé Zhao); Miglior attrice (Frances .... [continua]

    Il processo ai Chicago 7

    IL PROCESSO AI CHICAGO 7

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - In streaming online su Netflix dal 16 .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > L'intervista > I LOVE SHOPPING - INTERVISTA alla scrittrice SOPHIE KINSELLA

    L'INTERVISTA

    I LOVE SHOPPING - INTERVISTA alla scrittrice SOPHIE KINSELLA

    23/02/2009 - Nella nuova commedia romantica I LOVE SHOPPING, Isla Fisher nella veste della protagonista Becky Bloomwood, è una bellissima, irrefrenabile, giovane, spendacciona compulsiva. Sogna di lavorare per un giornale di moda; invece si impiega come giornalista finanziaria per una pubblicazione di Luke Brandon (Hugh Dancy). Apparentemente Becky e Luke hanno poco, se non nulla, in comune, ma è inevitabile che gli opposti si attraggano, scoppierà dunque la scintilla.

    Il film è basato sui libri estremamente popolari di SOPHIE KINSELLA (la quale descrive se stessa come una “spendacciona mite”). La scrittrice descrive le gioie ed i pericoli dello spendere e spandere – ed il puro divertimento che offre il nuovo film...
    La scrittrice e suo marito Henry vivono a Londra con i loro tre bambini: Freddy di 12 anni, Hugo di 11 e Oscar di 3.
    Dall’aspetto altro e magro e dai capelli scuri lunghi, KINSELLA si presenta in modo affascinante e grazioso alla sua intervista a Beverly Hills. L’autrice veste abiti di Paul Smith - camicetta color crema di seta con a bordo un laccetto nero, abbinata a pantaloni neri di raso. I suoi sandali infradito incastonati sono di Beverly Feldman per la Russell and Bromley. Appropriatamente, sulla suola delle scarpe un’iscrizione dice: “troppo non è abbastanza”.
    Come le ho viste ho capito subito che dovevo indossarle per quest’intervista” - dice KINSELLA ridendo - “Mi stavano parlando”.

    BEVERLY HILLS - INTERVISTA a SOPHIE KINSELLA:

    Qual è stata l’ispirazione per la sua storia?

    S. KINSELLA: "Ero solita spendere soldi e finire con l’amnesia quando mi arrivava ogni mese il conto della VISA; ed è stato questo ciò che mi ha ispirato per la creazione di questo personaggio. Arrivavo a dire “E questo cos’è? Cosa sto vedendo? Non mi ricordo proprio di essere andata in quel negozio a comprare quella cosa”. È quell’atteggiamento di totale negazione che abbiamo tutti noi. Dicevo a mio marito: 'Io non ci sono mai andata in quel negozio, ma di che parlano?' ed era lui a rammentarmi 'ricordi che sei stata tu a comprare quello?' per poi io avere quella sensazione di sprofondamento. È stato questo il punto di partenza per Becky, questa ragazza pazza che adora lo shopping. Ne ho visto il lato potenzialmente comico. La maggior parte dell’ispirazione è venuta dal mio modo di pensare sullo shopping, l’emozione e l’entusiasmo".

    C’è un poco di lei stessa nell’eroina Becky?

    S. KINSELLA: "Abbiamo entrambe la stessa ‘logica’ quando andiamo a fare shopping, pensiamo allo stesso modo. È l’idea dell’affare, cui è difficile resistere: ‘Due per uno’, per esempio per gli idratanti. È un qualcosa che faccio sempre. Quando Becky dice ‘l’idratante è un prodotto principale’ sono io che parlo, ne ho bisogno, è essenziale.”

    Quanto sono resi bene i libri nel film?

    S. KINSELLA: "Penso che il film è eccezionale e rende lo shopping nella commedia, il tutto in modo molto visivo e penso che Isla fa un lavoro sbalorditivo nel rendere le qualità di Becky”.

    Come pensa che riesca a portare il personaggio in vita?

    S. KINSELLA: "Quello che adoro è il fatto che si possa vedere il suo percorso di pensiero nel suo volto quando è colta mentre desidera fortemente un vestito. Lo si può proprio scorgere con esattezza quello che le viene in mente, sei lì con lei. È così spiritosa, accattivante, e dolce. Nei libri non ho mai descritto come appare Becky, è una manovra voluta, in parte perché volevo che tutti potessero accostarsi a lei. Per me la cosa più importante riguardo Becky è ciò che ha dentro. Conosco così bene il suo pensiero e quando scrivo è quasi come se non stessi davanti a lei ma vedo invece il mondo attraverso i suoi occhi. Quindi per il film, è stato come una tabula rasa e per me non riguardava un’attrice avente attributi fisici particolari, ma la persona stessa. Riscontriamo il suo desiderio ardente per lo shopping, la sorprendiamo in situazioni stupide e capiamo perché fa quel che fa. Becky deve essere divertente ed Isla è divertente. Quando ho sentito che era stata scelta Isla, ho pensato ‘sì, fantastico’".

    Può parlarci del ‘foulard verde’ del film? Di quanto sia speciale ed importante?

    S. KINSELLA: "Il foulard verde nel film è speciale perché è così malleabile. C’è una scena in cui si scorge Rebecca attraverso il foulard e adoro questa scena, per il filtraggio della luce. Il foulard che utilizzano è favoloso, è un incredibile indumento con tanto movimento che le fluttua dietro. È un indumento importante perché è il primo motivo che lega Becky e Luke, quindi in termini romantici è importantissimo. La trama fuoriesce direttamente dal libro. Becky vuole i soldi per comprare il foulard e crea scompiglio durante eventi per cercare di acquistarlo e Luke finisce per darle i soldi. Si inventa la storia che lo doveva regalare ad una zia malata ma lui poi la scopre. Per me quella scena quando lui la ‘scova’ è magica, c’è un fremito”.

    C’erano degli abiti del film di cui si è innamorata?

    S. KINSELLA: "Li ho adorati tutti, gli abiti erano incredibili e tutti davano ispirazione. Mi sono piaciute molto le cinture. Dopo essere stata sul set del film, ho iniziato ad indossare cinture su tutto”.

    Cosa ha imparato della moda?

    S. KINSELLA: "Si comincia a vedere gli abiti sotto un’altra luce quando ci si trova in un set cinematografico, circondati da così tante mise. Ho usato ogni scusa possibile per indugiarmi nella roulette dei costumi, come potrà immaginare. Si vede come siano abili nel ricreare tutto un look dalla testa ai piedi. Che è completamente diverso da come mi comporto io. Apro semplicemente il mio armadio e comincio a tirare fuori la roba in modo disordinato per metterla insieme per farne un completo".

    Qual è il suo completo preferito per il film?

    S. KINSELLA: "Questa è una domanda difficile perché li adori tutti. Adoro il completo corto color porpora di Becky che lei indossa per la sua intervista presso la rivista Alette. È incredibile. Ma la il mio preferito è un vestito di lillà di Lanvin con una balza enorme che lei stringe con una cintura. Lo acquista da Barney’s e lo indossa in televisione insieme ad una collana meravigliosa".

    Ha potuto tenersi qualcosa del film?

    S. KINSELLA: "Sa, ho potuto portarmi via una borsetta campione della scena della svendita nel film. È una pochette rossa ed è stupenda".

    Come si sta preparando per la prima del film?

    S. KINSELLA: "Oh mio Dio, sto facendo Pilates di emergenza. Ho pensato oh no, sto sempre con il sedere seduto a mangiare biscotti tutto il giorno, meglio che inizi a fare qualcosa e prendere le redini della situazione, così per equilibrarmi un po’, mi sono trovata un istruttore personale. Per quanto riguarda la serata mi divertirò semplicemente. Ho in mente di indossare un abito bianco e nero attillato di Alexander McQueen; (per questo ho bisogno del Pilates) ed un’incantevole borsa di Alexander McQueen, con la bandiera del Regno Unito rosa. È davvero eccitante, al contrario di quello che mi è successo finora".

    Per concludere che consigli ha per i fanatici dello shopping?

    S. KINSELLA: "Acquista un piccolo regalo se senti il bisogno di fare shopping. Invece di comprare la borsa della Chanel, prendi il rossetto della Chanel; avrai comunque il marchio che ovviamente adoriamo e l’esperienza, che amiamo ugualmente. Recati ad un negozio gradevole, aggirati e gustalo nel suo insieme; poi dirigiti nel dipartimento trucco e acquista un ombretto piuttosto che tutto l’insieme. Puoi comunque sentirne l’euforia. Non c’è motivo di cercare di punto in bianco di smettere completamente di fare shopping".

    Nota: Si ringrazia Serena Barracane di Way to Blue.


     
    1

    <- torna all'elenco delle interviste

    Blood Father

    BLOOD FATHER

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 69. Festival del Cinema di .... [continua]

    The Song of Names - La musica della memoria

    THE SONG OF NAMES-LA MUSICA DELLA MEMORIA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal SAN SEBASTIÁN 2019 - Clive Owen .... [continua]

    Era mio figlio

    ERA MIO FIGLIO

    New Entry - RECENSIONE .... [continua]

    Land

    LAND

    Dal Sundance Film Festival 2021 - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Debutto alla regia per .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: 6 Nominations: 'Miglior Film Drammatico'; 'Miglior Attore in .... [continua]

    Sound of Metal

    SOUND OF METAL

    RECENSIONE - Oscar 2021: 6 Nominations: 'Miglior Film Drammatico; 'Miglior Attore Protagonista' a Riz .... [continua]

    The Mauritanian

    THE MAURITANIAN

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Golden Globes 2021 - VINCITORE di 1 Golden Globe ('Migliore .... [continua]