ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto

    COME UN GATTO IN TANGENZIALE - RITORNO A COCCIA DI MORTO

    New Entry - Al via le riprese a ROMA (della durata di 8 settimane) .... [continua]

    Falling

    FALLING

    New Entry - Esordio alla regia per Viggo Mortensen, qui anche sceneggiatore e musicista .... [continua]

    The Georgetown Project

    THE GEORGETOWN PROJECT

    New Entry - 2021 .... [continua]

    Dear Evan Hansen

    DEAR EVAN HANSEN

    New Entry - Nell'adattamento cinematografico di Stephen Chbosky tratto dall'acclamato musical di Broadway Julianne .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > A Single Man

    A SINGLE MAN: ESORDIO ALLA REGIA 'RIVELAZIONE' DELL'EX STILISTA DI GUCCI, TOM FORD. IL SUO 'UOMO SOLO' E' UNO STRAORDINARIO COLIN FIRTH NEL RUOLO PIU' ALTO DELLA SUA CARRIERA

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dalla 66. Mostra del Cinema di Venezia - Vincitore del Premio Queer Lion Award 2009 - COPPA VOLPI a COLIN FIRTH - BAFTA 2010 - VINCITORE come 'MIGLIOR ATTORE' (COLIN FIRTH)

    "Ho letto per la prima volta il libro 'A Single Man' di Christopher Isherwood all'inizio degli anni '80, e sono rimasto commosso dall'onesta e semplicità della storia. A quell'epoca avevo poco più di vent'anni. Tre anni fa, dopo aver cercato il progetto giusto da sviluppare come mio primo film, mi sono ricordato che avevo pensato spesso a questo romanzo e al suo protagonista, 'George'. L'ho ripreso in mano e l'ho riletto. Ora che mi sto avvicinando ai cinquant'anni, il libro mi ha parlato in modo completamente diverso. Si tratta di una storia profondamente spirituale, che descrive la giornata di un uomo che non riesce a immaginare il proprio futuro. E' una storia universale che parla del riconciliarsi con il senso di isolamento che proviamo tutti, e dell'importanza di vivere nel presente e di capire che le piccole cose della vita sono in realtà le grandi cose della vita".
    Il regista e cosceneggiatore Tom Ford

    (A Single Man USA 2009; drammatico; 99'; Produz.: Artina Films/Depth of Field/Fade to Black Productions; Distribuz.: Archibald Enterprise Film)

    Locandina italiana A Single Man

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: A Single Man

    Titolo in lingua originale: A Single Man

    Anno di produzione: 2009

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Tom Ford

    Sceneggiatura: Tom Ford e David Scearce

    Soggetto: Dal romanzo di Christopher Isherwood, Un Uomo solo (1964).

    Cast: Colin Firth (George)
    Julianne Moore (Charlotte)
    Matthew Goode (Jim)
    Jinnifer Goodwin (Signora Strunk)
    Nicholas Hoult (Kenny)
    Paulette Lamori (Alva)

    Musica: Abel Korzeniowski

    Costumi: Arianne Phillips

    Scenografia: Dan Bishop

    Fotografia: Eduard Grau

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    1962: una giornata qualunque. George (Colin Firth), professore inglese e omosessuale, insegna in California. George ha da poco appreso che il suo compagno di vita Jim (Matthew Goode), è deceduto in un incidente stradale. Oltre a fare i conti senza preavviso con questo dolore, George si ritrova anche a combattere con l'intolleranza del suo vicino di casa, che sembra avere qualche problema ad approvare la sua omosessualità. Unico suo sostegno, l'amica di sempre Charlotte (Julianne Moore) e l'improvviso interesse che sembra mostrare verso di lui il giovane studente Kenny (Nicholas Hoult).

    IN DETTAGLIO:

    Ambientato a Los Angeles nel 1962, all'apice della crisi dei missili cubani, A Single Man (Un uomo solo) è la storia di George Falconer, un professore d'università inglese di 52 anni (Colin Firth) che cerca di trovare un significato alla sua vita dopo la morte del partner di lunga data, Jim (Matthew Gode). George si sofferma sul passato e non riesce a immaginare il proprio futuro, mentre lo seguiamo attraverso una giornata in cui una serie di eventi e di incontri lo portano a decidere se la sua vita abbia un significato dopo la morte di Jim. George viene consolato dalla più cara amica Charley (Julianne Moore), una attraente donna di 48 anni che si sta a sua volta interrogando sul proprio futuro. Un giovane studente di George, Kenny (Nicholas Hoult), che sta cercando di riconciliarsi con la sua vera natura, segue ossessivamente George in quanto lo sente uno spirito affine.

    Dal >Press-Book< di A Single Man

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    UN’OPERA ASSOLTAMENTE SPIAZZANTE PER REGIA ED INTERPRETAZIONE. MAI PRIMA D’ORA UN TEMA DI PROBLEMATICA ESISTENZIALISTA DI RISONANZA SOCIO-MORALE COME L’OMESSUALITA’ AVEVA PERCORSO GLI INCONSUETI BINARI DI PROFONDA SPIRITUALITA’ E UNIVERSALITA’ INCORNICIATI DA SIFFATTA ELETTIVA SENSIBILITA’ ARTISTICA E POETICA. ONORI AL MERITO ALLA IMPECCABILE REGIA-RIVELAZIONE DI TOM FORD E ALL’INTERPRETAZIONE ASSOLUTAMENTE SOPRA LE RIGHE DI COLIN FIRTH
    E’ un destino comune ad ogni essere umano, e dunque universale, quello di interrogarsi sul proprio futuro. Ma se a farlo è un omosessuale la riflessione il più delle volte si complica oltre ogni prevedibile confine. Nel caleidoscopio dei numerosi pregi che fanno di questo A Single Man - opera prima di Tom Ford, ex stilista innovativo delle maison di moda Gucci e Yves Saint Laurent - un vero capolavoro di cinematografia contemporanea, si appunta proprio il carattere di universalità che scarta in un modo assolutamente inedito dal film di militanza.
    Nell’ormai fitta e persino

    inflazionata galleria di ritratti in celluloide sull’omosessualità, legittimamente mirata a reclamare la rivendicazione di parificazione dei propri diritti, era difficile fino ad oggi poter scampare a quella sorta di ostentazione che passa attraverso reiterati e non di rado stucchevoli clichè. Bene, quando andrete a vedere A Single Man scordatevi tutto questo, anzi, dimenticatevi proprio che il nostro protagonista sia omosessuale e con sguardo e cuore aperti ponetevi di fronte a questo personaggio per scoprire semplicemente un essere umano: nello specifico una persona straordinaria di grande e sofisticata sensibilità, di una bellezza interiore sconvolgente, capace di guardare ai suoi simili ed interagire con loro, sia pure con un certo disagio e ritrosia compresse ben motivate, come irrorato da una sorta di fascinazione e persino abbagliato dalla potenza irradiante di un’opera d’arte vivente.
    E se Colin Firth che ha interpretato il personaggio, questo George Falconer, professore di college inglese di mezza età,

    in maniera letteralmente strabiliante, illuminando di luce propria un cammino prioritariamente interiorizzato, di pura e viscerale introspezione, non sarà possibile scindere interpretazione da una spiazzante regia, puntuale come un orologio svizzero nel far volteggiare la m. d. p. in un caleidoscopio di carezzevoli sguardi in soggettiva diretta che corrono romanticamente spesso su scorci di anatomie umane per esaltarne la bellezza scultorea in modo da lasciar trasparire quella interiore. Uno sguardo umano di rara sensibilità, tipico dell’artista, sia egli scultore, pittore o… stilista di moda, trasferito alla radice nel profondo del nostro personaggio.

    Perciò non è un caso che lo stesso regista abbia suggerito di guardare a questo ‘uomo solo’ come al protagonista di una storia profondamente spirituale’. E’ di questo che si tratta in effetti. Ed è forse nel tentativo di restare fedeli a questo proposito che qui ci si ferma al pensiero, ad un certo modo di vedere e sentire

    da parte del protagonista, non sentendo alcuna necessità di far visualizzare allo spettatore qualsivoglia esternazione ‘concreta’. Il tocco più nobile ed elevato poeticamente, cavalcando un lirismo assolutamente nitido e privo di edulcoranti, con cui un regista poteva guardare al tema dell’omosessualità e all’amore in genere, ma non solo. Tocco che lo spiazzante finale di questo desueto ‘iter’ di solitudine e crescita personale - fatto anche di una grande, profonda ed autentica amicizia, ed è questo il binario interattivo di una fantastica Julianne Moore – punta sul potenziale interscambiabile di una storia fondamentalmente aperta sulla porta universale di una sorta di epifania. Quel genere di epifania che, se si è fortunati, può raggiungerci anche in extremis per illuminarci su quanto certi attimi speciali, di particolare comunione con se stessi e con gli altri, rappresentino di fatto le grandi cose della vita.

    Links:

    • Tom Ford (Regista)

    • Julianne Moore

    • Colin Firth

    • Matthew Goode

    • Nicholas Hoult

    • 66. Mostra: Lido di Venezia 11 settembre 2009 PRESS CONFERENCE & DINTORNI: A SINGLE MAN di TOM FORD (Interviste)

    • IL CACCIATORE DI GIGANTI - INTERVISTA a NICHOLAS HOULT (Jack) & ELEANOR TOMLINSON (Principessa Isabelle) (Interviste)

    1 | 2

    Galleria Video:

    A Single Man - trailer.flv

    A Single Man - trailer (versione originale).flv

    A Single Man - trailer (versione originale) - ovazione alla 66. Mostra del Cinema di Venezia.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Gauguin - Voyage de Tahiti

    GAUGUIN - VOYAGE DE TAHITI

    New Entry - Dal 17 Settembre

    "Questo film nasce dalla mia scoperta di ....
    [continua]

    Il giorno sbagliato

    IL GIORNO SBAGLIATO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (20 Settembre 2020) - Un thriller psicologico per Russell Crowe .... [continua]

    Aspettando i barbari

    ASPETTANDO I BARBARI

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Tenet

    TENET

    Tra i più attesi!!! - Dal 26 Agosto - "Questo film non parla di .... [continua]

    Balto e Togo - La leggenda

    BALTO E TOGO - LA LEGGENDA

    RECENSIONE - Dal 3 Settembre

    "Il percorso che abbiamo attraversato per creare 'Balto e ....
    [continua]

    Volevo nascondermi

    VOLEVO NASCONDERMI

    Di nuovo al cinema dal 15 Agosto - Dalla Berlinale 2020: VINCITORE dell'Orso .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 19 Agosto

    "Dopo 'Monsters University', volevo fare qualcosa di ....
    [continua]