ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Radioactive

    RADIOACTIVE

    New Entry - Il film di Marjane Satrapi è dedicato alla vita rivoluzionaria e .... [continua]

    Nato il quattro luglio

    NATO IL QUATTRO LUGLIO

    New Entry - Nel capolavoro di Oliver Stone sulla guerra del Vietnam obiettivo puntato .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Registi > Sergio Leone

    Il cinema di Sergio Leone

    Giudizi critici

    Un appassionante unicum nell’intero Novecento cinematografico

    Lino Miccichè: “…il caso di Sergio Leone è unico al mondo: quello di un regista cinematografico, la cui filmografia non vede un solo titolo ambientato nella contemporaneità… e nel proprio paese… i sette lungometraggi la cui regia è firmata da Sergio Leone sono ambientati in un immaginario mondo antico (‘Il colosso di Rodi’), in un immaginario West statunitense (‘Per un pugno di dollari’, ‘Per qualche dollaro in più’, ‘Il buono, il brutto, il cattivo, ’C’era una volta il West’), in un immaginario Messico (‘Giù la testa’), o in un’immaginaria Chicago (‘C’era una volta in America’). Basterebbe questo a rendere il “caso Leone” un appassionante unicum nell’intero Novecento cinematografico, denso di rilevanti questioni critiche, di avvincenti questioni di poetica e di appassionanti questioni teoriche… Campione senza raffronti di un cinema raffinatamente “alessandrino”… il cinema di Leone non si propone mai come metafora del reale, ma come rievocazione metaforica di altre metafore…”.

    Lino Miccichè, in Il buono, il brutto, il cattivo di Sergio Leone (a cura di Angela Prudenzi e Sergio Toffetti), Fondazione Scuola Nazionale di Cinema (Quaderni della Cineteca), Roma 2000, p. 7)

    Un artista che pensava in grande

    Lietta Tornabuoni: “Sergio Leone, unico artista popolare tra i pochi registi italiani famosi nel mondo, era uno che pensava in grande. Non si arrendeva all’angustia, agli espedienti, al localismo e alle ambizioni borghesi spesso tipici del cinema nostro: alla sua vita, al suo personaggio, e al suo modo di lavorare voleva dare una dimensione epica, il senso d’una avventura smisurata e romantica…

    Lietta Tornabuoni, Pensava in grande, “Stampa sera”, 1° maggio 1989

    <- torna alla pagina principale di Sergio Leone

    Inception

    INCEPTION: MODERNISSIMO THRILLER AMBIENTATO NEI MEANDRI DELLA MENTE UMANA

    10° Anniversario: nuova uscita al cinema: il 17 Luglio 2020 - RECENSIONE IN ANTEPRIMA .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 22 Luglio .... [continua]

    La sfida delle mogli

    LA SFIDA DELLE MOGLI

    HAPPY 4 Luglio!!! - Al cinema: le uscite della settimana 29 Giugno-5 Luglio: .... [continua]

    Bombshell - La voce dello scandalo

    BOMBSHELL - LA VOCE DELLO SCANDALO

    Al cinema: le uscite della settimana 29 Giugno-5 Luglio: (dal 1° Luglio) - RECENSIONE .... [continua]

    High Life

    HIGH LIFE

    Robert Pattinson, Mia Goth e Juliette Binoche protagonisti in un'avventura Sci-Fi diretta da Claire Denis .... [continua]

    The Turning

    THE TURNING

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dall'11 Agosto

    "Mi è piaciuto interpretare ....
    [continua]

    Tenet

    TENET

    Dal 26 Agosto

    "Partiremo dal punto di vista di un film di spionaggio, ma ....
    [continua]