ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Moonfall

    MOONFALL

    Aggiornamenti freschi di giornata! (21 Gennaio 2022) - Dopo Independence Day e The Day .... [continua]

    Ennio

    ENNIO

    New Entry - Dal 17 Febbraio .... [continua]

    La fiera delle illusioni-Nightmare Alley

    LA FIERA DELLE ILLUSIONI-NIGHTMARE ALLEY

    Guillermo del Toro adatta per il grande schermo il romanzo omonimo di William Lindsay Gresham .... [continua]

    Macbeth

    MACBETH

    Il nuovo film di Joel Coen con Frances McDormand e Denzel Washington - Dal 14 .... [continua]

    Above Suspicion

    ABOVE SUSPICION

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal 2 Novembre - (Internet) .... [continua]

    Un'ombra sulla verità

    UN'OMBRA SULLA VERITA'

    New Entry - Da Aprile .... [continua]

    Aline-La voce dell'amore

    ALINE-LA VOCE DELL'AMORE

    New Entry - Dal Festival di Cannes 2021 - Valérie Lemercier, in veste .... [continua]

    Are You There God? It's Me, Margaret

    ARE YOU THERE GOD? IT'S ME, MARGARET

    New Entry - Rachel McAdams, Kathy Bates alle prese con la scelta religiosa di .... [continua]

    House of Gucci

    HOUSE OF GUCCI

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Lady Gaga veste i panni di Patrizia .... [continua]

    Being the Ricardos

    BEING THE RICARDOS

    Javier Bardem e Nicole Kidman fanno rivivere sul grande schermo la celebre coppia comica televisiva .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > A White White Day - Segreti nella nebbia

    A WHITE WHITE DAY - SEGRETI NELLA NEBBIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 Ottobre - Il cineasta islandese Hlynur Pàlmason torna sul grande schermo con un’opera seconda ricca e articolata, premiata come 'Miglior Film' al 37° Torino Film Festival; 1 Nomination agli European Film Awards per il 'Miglior Attore Protagonista' a Ingvar Sigurdsson, vincitore del 'Rising Star Award' al Festival di Cannes; Designato dall’ISLANDA agli OSCAR® 2020 come MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

    "'A White, White Day - Segreti nella nebbia' riguarda due tipi di amore: l'amore che hai per i tuoi figli o nipoti, che è semplice, puro e incondizionato e poi un altro tipo di amore, un amore che hai per il tuo partner, il tuo amante o moglie. È qualcosa di completamente diverso, è più complesso, intimo, animalesco e qualcosa di unico che non hai con nessun altro. (...) Ritengo che il film sia una storia d'amore e odio allo stesso tempo perché i pensieri più belli sono spesso vicini a quelli più oscuri. Le persone che ami e adori spesso sperimentano i tuoi lati peggiori e il confine tra amare qualcuno e odiare qualcuno è molto sottile"
    Il regista Hlynur Pàlmason

    (Hvítur, hvítur dagur (A White White Day) ; ISLANDA/DANIMARCA/SVEZIA 2019; Thriller mistery; 109'; Produz.: Join Motion Pictures in co-produzione con: Film i Väst, Snowglobe, Hobab ; Distribuz.: Trent Film)

    Locandina italiana A White White Day - Segreti nella nebbia

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: A White White Day - Segreti nella nebbia

    Titolo in lingua originale: Hvítur, hvítur dagur (A White White Day)

    Anno di produzione: 2019

    Anno di uscita: 2021

    Regia: Hlynur Pàlmason

    Sceneggiatura: Hlynur Pálmason

    Cast: Ingvar Sigurðsson (Ingimundur)
    Ída Mekkín Hlynsdóttir (Salka)
    Hilmir Snær Guðnason (Olgeir)
    Sara Dögg Ásgeirsdóttir (Moglie di Ingimundur)
    Björn Ingi Hilmarsson (Trausti)
    Elma Stefanía Ágústsdóttir (Elín)
    Haraldur Stefansson (Stefán)
    Laufey Elíasdóttir (Ingibjörg)
    Sigurður Sigurjónsson (Bjössi)
    Arnmundur Ernst Björnsson (Hrafn)
    Sverrir Þór Sverrisson (Sveppi)

    Musica: Edmund Finnis; Sonoro: Lars Halvorsen

    Costumi: Nina Grønlund

    Scenografia: Hulda Helgadóttir

    Fotografia: Maria von Hausswolff

    Montaggio: Julius Krebs Damsbo

    Makeup: Katri ne Tersgov

    Scheda film aggiornata al: 17 Novembre 2021

    Sinossi:

    In breve:

    Un’intrigante storia di vendetta e amore incondizionato, avvolta dalle nebbie e dai ghiacci islandesi. In questo paesaggio spettrale vive Ingimundur (Ingvar Sigurdsson), capo di polizia in congedo dopo la scomparsa della moglie in un inspiegabile incidente stradale. Quando viene ritrovata una scatola con alcuni effetti personali della donna, Ingimundur inizia a sospettare che lei lo tradisse con un uomo del posto. Lentamente la ricerca della verità diventa ossessione e l'uomo inizia a mettere in pericolo se stesso e i propri cari.

    Synopsis:

    An off duty police begins to suspect a local man for having had an affair with his recently dead wife. Gradually his obsession for finding out the truth accumulates and inevitably begins to endanger himself and his loved ones.

    In a remote Icelandic town, an off duty police chief begins to suspect a local man for having had an affair with his wife, who recently died in a car accident. Gradually his obsession for finding out the truth accumulates and inevitably begins to endanger himself and his loved ones. A story of grief, revenge and unconditional love.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    In quei giorni dove tutto è bianco e non c’è alcuna differenza tra la terra e il cielo, allora i morti possono parlare con noi che siamo ancora in vita

    Lo si capisce subito, fin dai primissimi fotogrammi, il tocco d’autore. Il cineasta islandese Hlynur Pàlmason abbraccia letteralmente una storia molto intima del protagonista principale, partendo dall’evento che lo ha sconvolto. Ma non è tanto la storia ambientata in una remota cittadina nel cuore dell’Islanda, già eccentrica di per sé, quanto il tocco di stile delle riprese, tocco inconfondibilmente nordico, in grado di parlare efficacemente più con i silenzi e le intriganti ambientazioni che con le parole. Ma la poesia amara dei sentimenti, repressi e compressi in una elegiaca introspezione del protagonista, non esclude tutta la violenza possibile derivata da rabbia e frustrazione, quando certi ‘segreti’ sbucano dalla nebbia, inaspettati e dolorosi come lame. Un qualcosa che non si può più

    combattere ma neppure accettare di buon grado.

    Palmason si affida ad un piano sequenza, il primo di molti altri - uno tra vari motivi firma del lessico cinematografico suo proprio - per narrare l’evento principe dello sconvolgimento di Ingimundur (Ingvar Sigur..sson), capo di polizia in congedo dopo la scomparsa della moglie. Si tratta però comunque di una narrazione espressa per sottrazione, lasciando allo spettatore il compito di arrivare ai fatti per deduzione. In tutta calma, confidando nella dilatazione temporale. Dopo il piano sequenza iniziale, in cui un’auto che la m. d. p. segue da tergo fino alla caduta, Palmason ci affascina con un altro piano sequenza unico nel suo genere, in cui la mutevolezza della luce nelle diverse ore solari e notturne, scandisce il tempo, nei giorni che passano e che dominano un caseggiato, dalle sembianze più prossime ad un magazzino che ad un’abitazione. Il silenzio sovrasta l’arcana ripresa, spesso da

    una certa distanza, quasi a voler sbirciare con discrezione, scorci di vita privata.

    Un giorno bianco, bianco… cavalli sulla neve, immagini fisse finché, con una ripresa sempre a campo lungo, in piena notte la voce di una bambina non rompe il silenzio: “nonno, puoi accendere la luce?. E’ così che ha inizio la storia a doppio binario di Ingimundur/Sigurðsson: una storia di amore incondizionato per sua nipote Salka (Ida Mekkín Hlynsdóttir) - di cui conosciamo pian piano il resto della famiglia - e di vendetta, prima silente, poi esplosiva, non appena scopre che sua moglie morta nell’incidente lo aveva tradito con un altro uomo. Inizia da qui, per questo vedovo taciturno, nonno affettuoso, una parabola di inderogabile ricerca della verità fin nei dettagli, e, al contempo, inevitabile sofferenza interiore. Dapprima metabolizzata all’apice dell’introspezione, poi con rabbia violenta che sfiora venature melodrammatiche, prima che la piccola nipote intervenga paradossalmente a far

    rientrare tutto negli argini, non solo senza edulcoranti, anzi, con immagini forti sul piano scenico ed oltremodo significative su quello simbolico significante. Fatta eccezione per la situazione tragicomica inserita con la seduta psichiatrica on line, A White White Day rimane un dramma a tutto tondo di marca prettamente nordica. Un cinema di meditazione insomma, con dei brani da manuale, in cui l’azione è circoscritta come uno strappo su un abito già logoro, ma che consente comunque di esser ricucito e salvato dalla deriva dell’immondizia. Come la parabola esistenziale di Ingimundur, che Sigur..sson eleva all’ennesima potenza di un’umanità disastrata dell’uomo comune, ma pur sempre in grado di tornare padrona di sé e di recuperare i brandelli più nobili della propria dignità, magari lasciando finalmente intravedere lacrime che, se ancora devono trovare il coraggio di sgorgare, fanno comunque la loro comparsa nella drammatica elegia dell’epilogo. Epilogo in cui il campo lungo osa,

    accorciandosi sempre più, per raggiungere finalmente un primissimo piano.

    Opera seconda del cineasta islandese Hlynur Pàlmason, A White White Day ha riscosso sufficienti consensi critici da guadagnarsi i meritati premi conseguiti: ‘Miglior Film’ al 37° Torino Film Festival; una Nomination agli European Film Awards per il ‘Miglior Attore Protagonista’ a Ingvar Sigurdsson, vincitore del Rising Star Award al Festival di Cannes.

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)






    trailer ufficiale:



    trailer ufficiale (V.O.) (sub ENG):



    clip 'La scatola':



    clip 'Dentro i ricordi':



    clip 'La stazione di polizia':



    clip 'Un nonno affettuoso':



    clip 'Non tirarsi mai indietro':

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di A WHITE WHITE DAY - SEGRETI NELLA NEBBIA

    Links:

    • Hlynur Pàlmason (Regista)

    1| 2

    Galleria Video:

    A White White Day-Segreti nella nebbia - trailer

    A White White Day-Segreti nella nebbia - trailer (versione originale) - Hvítur, hvítur dagur (A White White Day)

    A White White Day-Segreti nella nebbia - clip 'La scatola'

    A White White Day-Segreti nella nebbia - clip 'Dentro i ricordi'

    A White White Day-Segreti nella nebbia - clip 'La stazione di polizia'

    A White White Day-Segreti nella nebbia - clip 'Un nonno affettuoso'

    A White White Day-Segreti nella nebbia - clip 'Non tirarsi mai indietro'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il potere del cane

    IL POTERE DEL CANE

    VINCITORE di 3 Golden Globes 2022: 'Miglior Film Drammatico'; 'Miglior Regista (Jane Campion); 'Miglior .... [continua]

    La figlia oscura

    LA FIGLIA OSCURA

    Da Venezia 78. - Esordio alla regia di Maggie Gyllenhaal - RECENSIONE in ANTEPRIMA .... [continua]

    C'era una truffa ad Hollywood

    C'ERA UNA TRUFFA AD HOLLYWOOD

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Un sentiero di ritorno affollato tra Robert De Niro, Morgan Freeman, .... [continua]

    Don't Look Up

    DON'T LOOK UP

    CelluloidPortraits ha eletto Don't Look Up a FILM DELL'ANNO 2021 - RECENSIONE - .... [continua]

    The Tender Bar

    THE TENDER BAR

    RECENSIONE - Un romanzo di formazione prende vita in celluloide per George Clooney che dirige .... [continua]

    Fuga a Parigi

    FUGA A PARIGI

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Nomination alla 'Migliore Attrice in un Film .... [continua]

    The King's Man - Le origini

    THE KING'S MAN - LE ORIGINI

    Prequel del film Kingsman - Secret Service - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 5 Gennaio
    [continua]