ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Lost and Found in Paris

    LOST AND FOUND IN PARIS

    New Entry - La storia degli anni giovanili dell'attore Rupert Everett, qui in veste .... [continua]

    Confini e dipendenze

    CONFINI E DIPENDENZE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Gary Oldman ricercatore e professore universitario alla ricerca della .... [continua]

    La fiera delle illusioni-Nightmare Alley

    LA FIERA DELLE ILLUSIONI-NIGHTMARE ALLEY

    Guillermo del Toro adatta per il grande schermo il romanzo omonimo di William Lindsay Gresham .... [continua]

    Ennio

    ENNIO

    New Entry - Dal 17 Febbraio .... [continua]

    The Tender Bar

    THE TENDER BAR

    RECENSIONE - Un romanzo di formazione prende vita in celluloide per George Clooney che dirige .... [continua]

    The King's Man - Le origini

    THE KING'S MAN - LE ORIGINI

    Prequel del film Kingsman - Secret Service - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 5 Gennaio
    [continua]

    West Side Story

    WEST SIDE STORY

    VINCITORE di 3 Golden Globes: 'Miglior film commedia o musicale'; 'Migliore attrice in un .... [continua]

    C'era una truffa ad Hollywood

    C'ERA UNA TRUFFA AD HOLLYWOOD

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Un sentiero di ritorno affollato tra Robert De Niro, Morgan Freeman, .... [continua]

    Don't Look Up

    DON'T LOOK UP

    CelluloidPortraits ha eletto Don't Look Up a FILM DELL'ANNO 2021 - RECENSIONE - .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    Uscita su Infinity Premiere dal 17 al 23 Luglio - Il quasi novantenne regista Clint Eastwood scova e pone sotto i riflettori un clamoroso caso di mala giustizia con la vera storia di Richard Jewell, una guardia di sicurezza che lavorando per la AT&T, evitò l'esplosione di una bomba alle Olimpiadi del 1996 ad Atlanta, trovandosi ingiustamente diffamato dai media e dallo stesso governo che da eroe finirono per considerarlo un sospettato rovinandogli la vita - RECENSIONE - Uscito al cinema il 16 Gennaio

    Tom Shaw (Jon Hamm): "Allora Richard, ecco che faremo"
    Dan Bennet (Ian Gomez): "Ci serve un campione della sua voce"
    Tom Shaw: "Deve dire questa frase al telefono: 'C'è una bomba al Centennial Park. Avete trenta minuti'"

    Tom Shaw: "Si sospetta sempre di chi trova la bomba, come di chi trova il cadavere"

    Kathy Scruggs (Olivia Wilde): "Richard Jewell rispecchia il profilo dell'attentatore solitario: un bianco frustrato, aspirante poliziotto, che vorrebbe diventare un eroe"

    Watson Bryant (Sam Rockwell): "Smettila di essere il loro migliore amico"
    Richard Jewell (Paul Walter Hauser): "Mi è stato insegnato a rispettare le autorità"
    Watson Bryant: "Le autorità vogliono farti a pezzi"

    Watson Bryant: "Lo accusano due delle forze più potenti del mondo: il governo degli Stati Uniti e i media!"

    (Richard Jewell; USA 2019; Drammatico; 129'; Produz.: 75 Year Plan Productions, Appian Way, Misher Films, The Malpaso Company e Warner Bros.; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana Richard Jewell

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Short Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Richard Jewell

    Titolo in lingua originale: Richard Jewell

    Anno di produzione: 2019

    Anno di uscita: 2020

    Regia: Clint Eastwood

    Sceneggiatura: Billy Ray

    Soggetto: Basato sull'articolo American Nightmare - The Ballad of Richard Jewell di Marie Brenner apparso su "Vanity Fair".

    Preliminaria - Premi e riconoscimenti:

    2020 - Premi Oscar

    Candidatura per la migliore attrice non protagonista a Kathy Bates

    2020 - Golden Globe

    Candidatura per la miglior attrice non protagonista in un film a Kathy Bates

    2019 - National Board of Review Awards

    Migliori dieci film dell'anno
    Miglior attrice non protagonista a Kathy Bates
    Miglior performance rivelazione a Paul Walter Hauser

    Cast: Paul Walter Hauser (Richard Jewell)
    Sam Rockwell (Watson Bryant)
    Kathy Bates (Bobi Jewell)
    Jon Hamm (Tom Shaw)
    Olivia Wilde (Kathy Scruggs)
    Nina Arianda (Nadya)
    Eric Mendenhall (Eric Rudolph)
    Dylan Kussman (Bruce Hughes)
    Wayne Duvall (Richard Rackleff)
    Mike Pniewski (Brandon Walker)
    Charles Green (Dr. W. Ray Cleere)
    David Shae (Ron Martz)
    Beth Keener (Donna incinta)
    Ian Gomez (Agente Dan Bennet)
    Kelly Collins Lintz (Mrs. Braden)
    Cast completo

    Musica: Arturo Sandoval

    Costumi: Deborah Hopper

    Scenografia: Kevin Ishioka

    Fotografia: Yves Bélanger

    Montaggio: Joel Cox

    Makeup: Kimberly Felix (direzione); Rachel Bongard e Chris Diamantides

    Casting: Geoffrey Miclat

    Scheda film aggiornata al: 27 Luglio 2020

    Sinossi:

    Il film Richard Jewell prende il titolo dal nome della guardia giurata che nel 1996, durante i giochi olimpici di Atlanta, salvò moltissime vite umane, scoprendo per primo la bomba piazzata nel Centennial Park e facendo evacuare rapidamente le persone presenti nel celebre parco della città della Georgia. Bastarono però pochi giorni per trasformare Jewell da eroe a sospettato numero 1 dell'FBI, che stava indagando sul fallito attentato. Diffamato dalla stampa e vilipeso dall'opinione pubblica, la vita dell'uomo andò in frantumi. Per dimostrare la sua innocenza, Richard Jewell (Paul Walter Hauser) decise di rivolgersi a Watson Bryant (Sam Rockwell) avvocato anti-establishment, il quale si ritrovò ad affrontare una causa al di sopra delle sue possibilità, ma deciso a ripulire il nome del suo cliente a ogni costo.
    Oltre ai due interpreti già citati, nel cast del film ritroviamo Kathy Bates nel ruolo di Bobi Jewell, madre di Richard, Jon Hamm in quello del capo della squadra investigativa dell'FBI, e Olivia Wilde nei panni di Kathy Scruggs giornalista del The Atlanta Journal-Constitution, principale quotidiano della città.

    Short Synopsis:

    American security guard, Richard Jewell (Paul Walter Hauser), heroically saves thousands of lives from an exploding bomb at the 1996 Olympics, but is unjustly vilified by journalists and the press who falsely report that he was a terrorist

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Novant’anni il prossimo 31 maggio, e Clint Eastwood non ha perso il suo ferreo ‘senso per la giustizia’, né, tantomeno, la sua ‘sensibilità per il cinema’. No di certo. Il Clint Eastwood regista ha preso il sopravvento sull’attore, ma i suoi cosiddetti ‘occhi di ghiaccio’, apparentemente velati dalla veneranda età, restano sostanzialmente gli stessi, limpidi e implacabili quando appuntati su questioni spinose a carattere sociale che gli stanno a cuore. E poco importa quanto e dove debba spulciare, o quanto debba guardarsi indietro nel tempo. Caso scovato, caso indagato. D’altra parte si sa che, mettendo il dito nella piaga, prima o poi qualcuno si lamenta. Ed è proprio questo il caso: un caso di mala giustizia in cui toppano il vero bersaglio sia organi governativi preposti all’ordine cittadino, sia la casta dei media che non resiste allo scoop a tutti i costi, mettendo alla gogna la persona sbagliata: Richard Jewell,

    per l’appunto. Aspirante poliziotto, Richard Jewell ha prestato servizio come guardia di sicurezza negli anni Novanta, ed è morto all’età di 44 anni per infarto, probabile effetto collaterale di diabete, obesità ma anche di uno stress sopra le righe causato da una vicenda che dalle stelle lo ha scaraventato alle stalle in men che non si dica. E il vecchio Clint ha voluto riesumare per l’appunto quella vicenda e porla sotto i riflettori per svergognare un ‘sistema’ indegno proprio nello svolgimento delle sue funzioni: arginare ingiustizie e criminalità.

    Il titolo del film porta per l’appunto il nome del protagonista. Non aggiunge altro, nessun orpello, perché la ricostruzione della storia di quest’uomo, parla da sola. Titolo scarno, asciutto dunque, sostanzialmente come lo svolgimento del film, in cui probabilmente calca solo un po’ la mano sull’’ingenuità del protagonista, così come sulla ‘spudoratezza’ della giornalista del “The Atlanta Journal-Constitution”, responsabile di dare il

    là a quella che si profilerà una vera e propria gogna mediatica, coniugata con una sconsiderata inchiesta da parte dell’FBI, con tanto di indebita perquisizione, pressanti ed insolenti interrogatori. Un fatto di cronaca rispolverato che ha causato non pochi pruriti, valevoli una querela al vetriolo all’indirizzo sia della Warner Bros che dello stesso regista Clint Eastwood, che, dal canto loro, non hanno mancato la controbattuta, rivendicando l’autenticità del loro racconto.

    Il racconto avviato con preliminari scorci di quotidianità, in cui Richard Jewell (Paul Walter Hauser) passa dal rigore di servizio come guardia di sicurezza, ai video giochi, occasione in cui conosce l’avvocato Watson Bryant di Sam Rockwell, che gli sarà al fianco di lì a poco, quando si vedrà incastrato in guai seri, per ciò che non ha commesso. Un tratteggio del protagonista fondamentale per capire che si tratta di una persona con problemi, e non solo perché vive a casa

    con la madre (la Bobi Jewell di Kathy Bates plurinominata proprio per questo ruolo) in età adulta. Problemi in cui rientrano l’eccesso di zelo o la mancanza di controllo, nonché un’ingenuità che ne limita la credibilità. Ed Eastwood non si fa problema se, seguire nelle sue dinamiche rallentate Richard Jewell, significa rallentare anche il passo del racconto, rendendolo a tratti un po’ fiacco. D’altra parte, controbilancia con la squisita comprensione del tutore legale di Rockwell, solerte, solidale e impeccabilmente professionale, nonché con la spudorata arroganza dell’arrivista per eccellenza - la giornalista Kathy Scruggs d cui sopra - ingrato ruolo di Olivia Wilde. Persona davvero disposta davvero a tutto – così almeno è nel film - pur di avere notizie inedite da accaparrarsi per prima. Ma la fretta, si sa, è cattiva consigliera, come avrà modo di constatare sulla propria pelle. Tutto si muove la sera del 27 luglio 1996, durante

    i giochi olimpici di Atlanta, quando la nostra guardia giurata Richard Jewell, scopre per caso uno zaino sospetto al Centennial Park. Si deve a lui la salvezza di moltissime persone, per la solerte evacuazione, e nell’immediato, è acclamato come eroe, salvo poi, una volta instillato il dubbio che possa essere lui stesso ad aver messo l’ordigno per far carriera, non lo si traspone sul ceppo inquisitorio con tutti gli annessi e connessi su cui fa perno il film di Eastwood.

    Eastwood si mostra più interessato a ridicolizzare, suscitando vera e propria indignazione, l’abuso di potere e l’assurdo comportamento in mancanza di prove certe, ai danni di un sospettato, che non a sostare più del dovuto sulla comprovata innocenza del protagonista, già in servizio come poliziotto quando sei anni dopo l’evento, il vero colpevole viene arrestato con tanto di confessione. Ma al di là della ‘riabilitazione’ di fronte all’opinione pubblica, resta

    il danno senza pari arrecato dall’establishment governativo e mediatico, alla luce del breve arco di tempo in cui si è conclusa la sfortunata vita del protagonista. Una macchia che nessun smacchiatore porterà mai via e che il vecchio Clint ci teneva ad illuminare ben bene affinché non potesse più restare nascosta.

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)





    trailer ufficiale:



    trailer (V.O.):

    Perle di sceneggiatura

    Tom Shaw (Jon Hamm): "Allora Richard, ecco che faremo"
    Dan Bennet (Ian Gomez): "Ci serve un campione della sua voce"
    Tom Shaw: "Deve dire questa frase al telefono: 'C'è una bomba al Centennial Park. Avete trenta minuti'"

    Tom Shaw: "Si sospetta sempre di chi trova la bomba, come di chi trova il cadavere"

    Kathy Scruggs (Olivia Wilde): "Richard Jewell rispecchia il profilo dell'attentatore solitario: un bianco frustrato, aspirante poliziotto, che vorrebbe diventare un eroe"

    Watson Bryant (Sam Rockwell): "Smettila di essere il loro migliore amico"
    Richard Jewell (Paul Walter Hauser): "Mi è stato insegnato a rispettare le autorità"
    Watson Bryant: "Le autorità vogliono farti a pezzi"

    Watson Bryant: "Lo accusano due delle forze più potenti del mondo: il governo degli Stati Uniti e i media!"

    Links:

    • Clint Eastwood (Regista)

    • Kathy Bates

    • Sam Rockwell

    • Jon Hamm

    • Olivia Wilde

    • Paul Walter Hauser

    • 'RICHARD JEWELL' di CLINT EASTWOOD - Dal 16 Gennaio 2020 al cinema (Anteprime)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Richard Jewell - trailer

    Richard Jewell - trailer (versione originale)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Barry Seal - Una storia americana

    BARRY SEAL - UNA STORIA AMERICANA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 14 Settembre

    "La storia ....
    [continua]

    150 milligrammi

    150 MILLIGRAMMI

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - NOMINATION ai CÉSAR 2017: 'Migliore Attrice' (Sidse Babett .... [continua]

    Macbeth

    MACBETH

    Il nuovo film di Joel Coen con Frances McDormand e Denzel Washington - Dal 14 .... [continua]

    Il potere del cane

    IL POTERE DEL CANE

    VINCITORE di 3 Golden Globes 2022: 'Miglior Film Drammatico'; 'Miglior Regista (Jane Campion); 'Miglior .... [continua]

    La figlia oscura

    LA FIGLIA OSCURA

    Da Venezia 78. - Esordio alla regia di Maggie Gyllenhaal - RECENSIONE in ANTEPRIMA .... [continua]

    Above Suspicion

    ABOVE SUSPICION

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 2 Novembre - (Internet) .... [continua]

    Belfast

    BELFAST

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - VINCITORE di 1 Golden Globe 2022 per la 'Migliore Sceneggiatura' .... [continua]