ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Eternals

    ETERNALS

    16. Festa del Cinema di Roma (14-24 Ottobre 2021) (Film di chiusura) - Angelina .... [continua]

    Caro Evan Hansen

    CARO EVAN HANSEN

    16. Festa del Cinema di Roma-Alice nella città (14-24 Ottobre 2021) - Nell'adattamento cinematografico .... [continua]

    C'mon C'mon

    C'MON C'MON

    16. Festa del Cinema di Roma (14-24 Ottobre 2021) .... [continua]

    Tutti ne parlano

    TUTTI NE PARLANO

    16. Festa del Cinema di Roma (14-24 Ottobre 2021) - In anteprima mondiale a .... [continua]

    Belfast

    BELFAST

    16. Festa del Cinema di Roma-Alice nella città (14-24 Ottobre 2021) - Kenneth Branagh .... [continua]

    La vita che verrà - Herself

    LA VITA CHE VERRÀ - HERSELF

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dalla 15. Festa del Film di Roma - .... [continua]

    Midnight in the Switchgrass

    MIDNIGHT IN THE SWITCHGRASS

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Bruce Willis di nuovo alle prese con .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Le verità

    LE VERITA'

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Già Film d' Apertura alla 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal regista giapponese Hirokazu Koreeda (Un affare di Famiglia) un nuovo dramma con Catherine Deneuve, Juliette Binoche ed Ethan Hawke - Dal 10 Ottobre

    "... Cosa rende una famiglia una famiglia? La verità o le bugie? E cosa scegliere tra una crudele verità e una dolce bugia? Sono le domande che non ho mai smesso di pormi facendo questo film. Spero che chiunque lo veda colga l'opportunità per trovare la propria risposta".
    Il regista e co-sceneggiatore Kore-Eda Hirokazu

    (La vérité (The Truth); FRANCIA/GIAPPONE 2019; Drammatico; 107’; Produz.: 3B Productions in co-produzione con: Bun-Buku e France 3 Cinéma in associazione con: MI Movies e con la partecipazione di Garidi Films; Distribuz.: BIM Distribuzione)

    Locandina italiana Le verità

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Le verità

    Titolo in lingua originale: La vérité (The Truth)

    Anno di produzione: 2019

    Anno di uscita: 2019

    Regia: Hirokazu Koreeda

    Sceneggiatura: Hirokazu Koreeda e Léa Le Dimna

    Cast: Catherine Deneuve (Fabienne Dangeville)
    Juliette Binoche (Lumir)
    Ethan Hawke (Hank)
    Clémentine Grenier (Charlotte)
    Manon Clavel (Manon Lenoir)
    Alain Libolt (Luc Garbois)
    Christian Crahay (Jacques)
    Roger Van Hool (Pierre)
    Ludivine Sagnier (Amy)
    Laurent Capelluto (Giornalista)
    Jackie Berroyer (Chef del ristorante)
    Sébastien Chassagne (Regista del film)
    Helmi Dridi (Autista di Fabienne)
    Virgile M'Fouilou (Venditore d'arte africana)

    Musica: Alexei Aigui

    Costumi: Pascaline Chavanne

    Scenografia: Riton Dupire-Clément

    Fotografia: Eric Gautier

    Montaggio: Hirokazu Koreeda

    Makeup: Céline Planchenault (trucco); Romain Marietti e Jean-Jacques Puchu (parrucco)

    Casting: Kris Portier de Bellair

    Scheda film aggiornata al: 28 Febbraio 2021

    Sinossi:

    In breve:

    Il film racconta una storia di famiglia, che si sviluppa principalmente in una casa, dove i personaggi vivono fra menzogne, orgogli, rimpianti, tristezze, gioie e riconciliazioni. Fabienne (Catherine Deneuve) è una star del cinema francese circondata da uomini che la adorano e la ammirano. Quando pubblica la sua autobiografia, la figlia Lumir (Juliette Binoche) torna a Parigi da New York con il marito (Ethan Hawke) e la figlia. L'incontro tra madre e figlia si trasformerà velocemente in un confronto: le verità verranno a galla, i conti saranno sistemati, gli amori e i risentimenti confessati.

    Synopsis:

    About a stormy reunion between a daughter and her actress mother, Catherine, against the backdrop of Catherine's latest role in a sci-fi picture as a mother who never grows old.

    Fabienne is a star; a star of French cinema. She reigns amongst men who love and admire her. When she publishes her memoirs, her daughter Lumir returns from New York to Paris with her husband and young child. The reunion between mother and daughter will quickly turn to confrontation: truths will be told, accounts settled, loves and resentments confessed.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Io sono un’attrice, non posso dire la verità. Sono le mie memorie, potrò scegliere cosa dire e cosa no!

    La prima volta del regista giapponese Hirokazu Koreeda (Palma d’oro a Cannes 2018 per Un affare di famiglia) alle prese con un film non in lingua madre. Ma La vérité (The Truth) ha in qualche modo un motivo di ritorno sul piano tematico: quei legami familiari sondati ogni volta su diversi registri al punto da risultare un motivo firma della sua opera. Questa volta, il co-protagonismo è affidato al cinema stesso: nel film i set di ripresa agli Studios, la lettura dei copioni e un grappolo di motivi sotterranei ad essi correlati, rappresentano la spina dorsale su cui si arrampicano i personaggi, trovandosi al contempo a fare i conti con il proprio passato in un presente barcollante, passando proprio attraverso legami e dinamiche di famiglia non facili. Incredibile anche solo a pensarsi,

    ma ci sono persone che si ritrovano a fare piroette da funambolismo tra la vita reale e l’arte della recitazione: tra verità e finzione. E per una volta il titolo italiano del film centra il punto meglio della lingua originale, scegliendo il plurale piuttosto che il singolare, appellandosi a Le verità.

    La Fabienne di Catherine Deneuve è per l’appunto una di queste persone, eccentriche, ciniche, invidiose di una gioventù perduta e di glorie artistiche da star, dal carattere urticante ed estremamente avida di continue attenzioni, come può esserlo solo un’attrice alle ultime battute della sua lunga e gloriosa carriera. Si sa che è quella la fase dei bilanci e il momento più opportuno per scrivere e pubblicare un’autobiografia di memorie personali. Ed ecco che su questo input narrativo compaiono all’orizzonte la figlia Lumir di Juliette Binoche, che avrebbe voluto fare l’attrice e invece fa la sceneggiatrice, con il marito Hank

    di Ethan Hawke (attorucolo televisivo di serie B) - un ruolo di supporto al dittico madre-figlia, nonché una sorta di preambolo per argomentare sulle ambizioni frustrate di un attore, incline all’alcool, nonché facile bersaglio delle frecciatine della suocera. A completare la famigliola in arrivo a Parigi dagli Stati Uniti c’è la piccola Charlotte (Clémentine Grenier), abbastanza sveglia come sa esserlo, in effetti, gran parte dei bambini statunitensi dediti alla recitazione fin da piccoli. La nonna la si conosce più per fama che per esperienza diretta e la bambina sembra essere l’unica con cui Fabienne/Deneuve sappia essere benevola, forse per smorzare i sensi di colpa dei suoi doveri di madre del tutto mancati nei confronti della figlia (Lumir/Binoche).

    E’ proprio la lettura dell’autobiografia della star Fabienne/Deneuve, giunta alla stagione autunnale della propria esistenza, a far affiorare, come un rigurgito fuori tempo massimo, menzogne, orgogli, rimpianti, tristezze e gioie a grappolo. E

    anche la riconciliazione, tutt’altro che scontata, per questa inconsueta famiglia nata e cresciuta a pane e cinema, attraverserà il sottile filo che identifica la vita reale con la finzione, laddove si può persino arrivare a rubare emozioni vere dalla vita per migliorare la performance della recitazione. Non sfuggirà allo spettatore quanto il soggetto di recitazione sui set riesca a flirtare con gli affetti veri della vita reale.
    Come su un palcoscenico teatrale l’epicentro narrativo si consuma dunque in ambito domestico, con ben poche escursioni fuori porta, fatta eccezione per i set di ripresa o di lettura del copione. Così per una volta, la città di Parigi da sempre protagonista, deve restarsene fuori cedendo il passo alla ben poco allegra brigata, dove l’unico umorismo possibile è quello dello sfuggente sarcasmo proprio delle battute poste in bocca alla Deneuve per la sua conflittuale Fabienne: un classico per lei se solo si pensa

    al suo ruolo di Suzanne Pujol nel Potiche di Ozon. Fabienne, una che riesce ad uscirsene con battute come questa: “meglio essere una buona attrice che una buona madre e una buona amica”. Una di cui troverete interessante scoprire come e perché ha ottenuto il Premio Cesar! E una che non riesce a scusarsi se non con un testo scritto da declamare!

    E la sceneggiatura a quattro mani, dello stesso regista Hirokazu Koreeda con Léa Le Dimna, la fa da padrona come la giusta dose di sale in una pietanza da chef, per ordire la tessitura dell’auto dichiarata riflessione di fondo che il film dovrebbe suscitare nello spettatore:

    "... Cosa rende una famiglia una famiglia? La verità o le bugie? E cosa scegliere tra una crudele verità e una dolce bugia? Sono le domande che non ho mai smesso di pormi facendo questo film. Spero che chiunque lo veda

    colga l'opportunità per trovare la propria risposta".


    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)









    trailer ufficiale:



    clip 'Benvenuto':



    clip 'La strega':



    clip 'Azione':



    clip 'Madre e figlia':

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di LE VERITA'

    Links:

    • Hirokazu Koreeda (Regista)

    • Ethan Hawke

    • Juliette Binoche

    • Catherine Deneuve

    1 | 2

    Galleria Video:

    Le verità - trailer

    Le verità - trailer (versione originale sottotitolata in inglese) - La vérité (The Truth)

    Le verità - clip 'Benvenuto'

    Le verità - clip 'La strega'

    Le verità - clip 'Azione'

    Le verità - clip 'Madre e figlia'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    A White White Day - Segreti nella nebbia

    A WHITE WHITE DAY - SEGRETI NELLA NEBBIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il cineasta islandese Hlynur Pàlmason torna sul grande schermo con un’opera .... [continua]

    Dream Horse

    DREAM HORSE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 1 Luglio .... [continua]

    The Last Duel

    THE LAST DUEL

    Venezia 78. - (Fuori Concorso) - Dal 14 Ottobre .... [continua]

    The Guilty

    THE GUILTY

    RECENSIONE - Remake statunitense dell'omonimo film danese già candidato agli Oscar 2019 come 'Miglior Film .... [continua]

    Cry Macho

    CRY MACHO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il novantunenne Clint Eastwood torna dietro e davanti la macchina da .... [continua]

    No Time To Die

    NO TIME TO DIE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - L'ultimo Bond con il volto di Daniel Craig ha .... [continua]

    Dune

    DUNE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Tra i più attesi!!! - 78. Mostra .... [continua]