ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > The Constant Gardener. La cospirazione

    Dalla 62a Mostra : THE CONSTANT GARDENER. LA COSPIRAZIONE

    I bellissimi di ‘CelluloidPortraits’

    L'opportunità di affrontare alcune industrie farmaceutiche era solo uno degli elementi che mi hanno spinto a dirigere 'The Constant Gardener'. Un altro è stata l'opportunità - la scelta - di girare in Kenya. Ed è anche, fondamentalmente, una storia d'amore molto originale; un uomo che sposa una donna più giovane, ma è dopo la sua morte che si innamora veramente di lei e la va a cercare. E' una bellissima storia con un tocco di esistenzialismo.”.
    Il regista Fernando Meirelles

    The Constant Gardener, Inghilterra, Germania, Kenia 2005; drammatico; Durata:128’; Produz.: Focus Features; Distribuz. in Italia: BIM Distribuzione

    Locandina italiana The Constant Gardener. La cospirazione

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: The Constant Gardener. La cospirazione

    Titolo in lingua originale: The Constant Gardener

    Anno di produzione: 2005

    Anno di uscita: 2005

    Regia: Fernando Meirelles

    Sceneggiatura: Jeffrey Caine

    Soggetto: Tratto dall’omonimo romanzo di John Le Carré

    Cast: Ralph Fiennes (Justin Quayle)
    Rachel Weisz (Tessa Quayle)
    Danny Huston (Sandy Woodrow)
    Bill (Nighy)
    Pete Postlethwaite (Lorbeer)

    Musica: Alberto Iglesias

    Costumi: Odile Dicks-Mireaux

    Scenografia: Mark Tildesley

    Fotografia: César Charlone

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    “In una lontana area del Kenya del Nord, la brillante Tessa Quayle (Rachel Weisz), la più fervida attivista della regione, viene trovata brutalmente assassinata. Il compagno di viaggio di Tessa, un medico locale, è scomparso dalla scena e le prove puntano a un delitto passionale. Sandy Woodrow (Danny Huston), Sir Bernard Pellegrin (Bill Nighy) e altri membri dell’Alto Commissariato Britannico sono convinti che il vedovo di Tessa, il mite e passivo collega Justin Quayle (Ralph Fiennes) lascerà la faccenda nelle loro mani. Non hanno idea di quanto si sbagliano…
    L’equilibrio di Justin va in pezzi con la perdita della moglie. Erano due poli opposti la cui attrazione teneva unito il loro matrimonio; questo lo stimola ora ad agire con decisione per la prima volta nella sua vita e nella sua carriera di diplomatico. Assalito dal rimorso e infastidito dalle voci sulle infedeltà della moglie, Justin si lancia a testa bassa, determinato a riabilitare il nome della moglie e a “finire quello che aveva cominciato”. Partecipa ad un corso intensivo per conoscere l’industria farmaceutica, di cui Tessa stava per scoprire molti segreti, viaggia attraverso due continenti alla ricerca della verità. Presto scopre i confini di una vasta cospirazione che ha provocato vittime innocenti e che forse sta per inghiottire anche lui”.

    Dal >Press-Book< di The Constant Gardener

    Commento critico (a cura di Patrizia Ferretti)

    LO SCANDALO FARMACEUTICO APPUNTATO SU CAVIE AFRICANE SI INTRECCIA AD UN CAPITOLO ESISTENZIALISTA CHE SFOCIA NEL THRILLER: RALPH FIENNES NEI PANNI DI JUSTIN QUAYLE SI TRASFORMA DA QUIETO DIPLOMATICO A DETECTIVE IMPLACABILE PER AMORE DELLA DEFUNTA MOGLIE RACHEL WEISZ (TESSA QUAYLE), E DELLA VERITA'. COMMISTIONE DI GENERI PER UN EFFETTO D’INSIEME GLOBALE, DOVE IL FILO INTROSPETTIVO DELLA BELLA PERFORMANCE DI RALPH FIENNES, CHE NON DELUDE MAI, E’ SOLO UNO DEGLI INGREDIENTI DI UNA RICETTA DAL SAPORE UNICO, CHE DEVE ANCHE MOLTO AL COPROTAGONISMO DELLE MUSICHE E DEGLI SCENARI PAESISTICI RIVISITATI DAL REGISTA IN MODO DA RESTITUIRCI IL ‘RESPIRO’ DEL CONTINETE NERO

    Non è certo la prima volta che un film scopre le carte su qualche scandalo dell’industria farmaceutica, mossa innanzitutto - sempre e comunque - da scopi di massima amplificazione del proprio lucro. In questo caso, il regista Meirelles parla di sperimentazione farmacologica indebita, applicata su cavie umane, di soggetti africani,

    si dice, già condannati da AIDS o tubercolosi. La realizzazione del film è operazione che sorprendentemente sembra aver trovato l’appoggio dal Governo Britannico - malgrado in seno a questa storia non faccia certo una bella figura - perché consapevole del denaro che questa sorta di denuncia attraverso la celluloide avrebbe portato in Africa.

    Se d’altra parte il soggetto non è inedito, è comunque forse la prima volta che ad un tema così drammatico vi si intessano contemporaneamente altri generi, come la storia d’amore tra Justin Quayle (Ralph Fiennes) e Tessa Quayle (Rachel Weisz) che, paradossalmente, va ad intensificarsi dopo a morte di quest’ultima, e un thriller politico, vero e proprio giallo, con tutto il potere di fascinazione dato dall’alto livello di suspense e di trasformazione psicologico-esistenzialista del protagonista maschile, in seguito alla drammatica e misteriosa perdita e all’imput che lo sollecita, lo spinge, portandolo al massimo grado dell’ostinazione, verso la

    ricerca di una verità sotterranea che occhieggia da un groviglio di indizi e situazioni alquanto nebulose, non ultima, la ragione per cui sua moglie è stata brutalmente uccisa.

    In questa contaminazione di generi c’è anche spazio per la visualizzazione di un inedito volto del continente africano, con panoramiche mozzafiato, volutamente variopinte, con preciso richiamo ai colori tipici della gente locale, dei kenyoti in particolare, così come si può ben vedere nella sequenza del mercato, girata dal vero, con la gente del posto, rinunciando dunque alla possibilità di ricorrere a comparse. L’amalgama di questo complesso quanto avvincente intreccio segue le cadenze incalzanti, tamburellanti e altisonanti delle musiche scelte per interagire con la storia del film, con il risultato concreto di un effettivo coprotagonismo. E’ il respiro di una terra che qui si dota del un fascino particolare derivato da questa interazione tra cruda realtà e lo sguardo affettivo-artistico del regista.

    Su

    questo ibrido scenario si appunta inoltre un finale che proprio per la sua cifra stilistica non fa che aggiungere punti a favore di questa regia, indubbiamente tra le più dotate della cinematografia internazionale, con un effetto d’insieme globale, dove il tocco introspettivo dominante la bella prova di recitazione di Fiennes - che non delude mai - non è che uno degli ingredienti eletti per insaporire una ricetta unica.


    Commenti del regista

    Fernando Meirelles: "A prima vista Justin sembra molto passivo. E' un elegante gentiluomo inglese, un diplomatico educato che vive secondo delle regole. Non sa esattamente cosa faccia Tessa; a volte vorrebbe intervenire, ma non lo fa, non perchè sia debole ma perché ha un accordo con sua moglie, quindi vive anche secondo questa regola. Eravamo tutti interessati a capire perchè Tessa fosse attratta da Justin. Aveva bisogno di un'ancora e Justin garantiva al suo carattere passionale la lucidità che le mancava".

    Commenti dei protagonisti:

    Ralph Fiennes (Justin Quayle): "Justin è un giardiniere appassionato, i giardinieri hanno una calma interiore, a sensibiità di guardare quacosa nascere e germogliare e di averne cura per far sì che cresca e fiorisca. Per me questa è a chiave di Justin. perchè sposa una donna così schierata e passionae come Tessa? Penso che siano fatti l'uno per 'altra perchè gli opposti si attraggono... Per me, è una 'storia d'amore retrospettiva'. Ci sono due elementi equivalenti nel film. Da una parte, è un thriller politico sul comportamento illegale e sulla manipolazione da parte delle industrie farmaceutiche. Dall'altra c'è la relazione tra Justin e Tessa Quayle. Il viaggio di Justin ripercorre non solo quello che Tessa stava cercando; Justin investiga anche sul loro rapporto. Quest'uomo riscopre e ristabilisce la sua relazione con la moglie. E' una bellissima parte, perchè va dall'essere un uomo tranquillo e schivo all'essere qualcuno che è obbligato ad affrontare alcune verità abbastanza sul mondo abbastanza dure. Spero che il pubblico veda in lui la possibilità di un riscatto".

    Rachel Weisz (Tessa Abbott Quayle): "La storia d'amore e l'intrigo politico sono elementi strettamente collegati - l'uno non si verifica senza l'altro e questa caratteristica si trova sia nel romanzo di John Le Carré che nell'adattamento di Jeffrey Caine. Grazie all'amore per Tessa, Justin intraprende un viaggio di scoperta, durante il quale raggiunge un nuovo livello di coscienza di se stesso ma scopre anche un grande scandalo politico".

    Links:

    • Fernando Meirelles (Regista)

    • Rachel Weisz

    • Ralph Fiennes

    • Danny Huston

    1

    Galleria Video:

    constant_gardener.mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]