ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Fabrizio De André e PFM. Il concerto ritrovato

    FABRIZIO DE ANDRÉ E PFM. IL CONCERTO RITROVATO

    Il 17-18-19 Febbraio .... [continua]

    Il richiamo della foresta

    IL RICHIAMO DELLA FORESTA

    Dal 20 Febbraio

    "'Il Richiamo della Foresta' è entrato a far parte del grande ....
    [continua]

    Bad Boys for Life

    BAD BOYS FOR LIFE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (18 Febbraio 2020) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 20 .... [continua]

    Cattive acque

    CATTIVE ACQUE

    In questo 'legal thriller green' sull'ambiente di Todd Haynes, ispirato da una storia vera, Mark .... [continua]

    Cats

    CATS

    Trasposizione contemporanea del celebre musical di Broadway - Dal 20 Febbraio .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE 4 Premi OSCAR 2020: Miglior film; Miglior film .... [continua]

    Figli

    FIGLI

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea nell'ultimo film di .... [continua]

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    Ancora al cinema - Il quasi novantenne regista Clint Eastwood scova e pone sotto .... [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - VINCITORE di un [continua]

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Il richiamo della foresta

    IL RICHIAMO DELLA FORESTA

    Dal 20 Febbraio

    "'Il Richiamo della Foresta' è entrato a far parte del grande canone narrativo americano per un buon motivo. Parla ai lettori in molti modi diversi. È la grande storia di un viaggio ricco di avventure nella tradizione di Robert Louis Stevenson. Descriveva ai lettori alcuni luoghi del Nord America di cui avevano sentito parlare, ma che avevano visto soltanto in alcune immagini e fotografie. In America, c’era stata una vera e propria mania nei confronti della Corsa all’Oro del Klondike. I giornali pubblicavano continuamente articoli su questo argomento e i lettori non ne avevano mai abbastanza. La gente non aveva la minima idea che la Corsa all’Oro fosse stata costruita sulle spalle dei cani... È la storia di un cane adolescente che cresce e diventa adulto. Nella vita di ogni cane, c’è un momento in cui bisogna imparare a proteggere se stessi, il proprio branco e il proprio umano. E dentro di loro si nasconde l’istinto del lupo: in alcuni cani è più presente, ma tutti loro possono trovarlo se vengono spinti nella giusta direzione. E poi c’è un cane come Buck, che deve vivere esperienze dure e terribili per trovare questo istinto dentro di sé... ... secondo me sarebbe stato fantastico permettere al pubblico di capire esattamente cosa stesse pensando il protagonista senza utilizzare dei dialoghi. Volevamo vedere se saremmo riusciti a raccontare visivamente la storia di Buck. Non avevamo bisogno che parlasse, così come non avevamo bisogno di una voce narrante. Dovevamo riuscire a far capire con chiarezza l’obiettivo di Buck in ogni scena e in ogni momento: in questo modo, il pubblico sarebbe riuscito a seguire la storia. Buck incontra alcuni esseri umani meravigliosi interpretati da attori incredibili, che non sono i protagonisti ma servono ad arricchire la sua storia... Per me, il rapporto tra Buck e Thornton rappresenta il cuore della storia. Sono due creature che si trovano in un posto a cui non appartengono. Entrambi provengono da una vita che amavano e di cui sentono la mancanza, ma a cui non possono tornare. Buck prospera e diventa la versione migliore di se stesso, ma Thornton è un uomo spezzato. Quando incontra Buck, adorabile e pieno di vita e amore, Thornton non può fare a meno di affezionarsi a lui e così inizia a guarire"
    Lo sceneggiatore Michael Green

    "Penso che questa storia abbia resistito per oltre 100 anni perché, come tutta la grande letteratura, possiede alcuni elementi universali. È incentrata sulla perdita, sul superamento di una perdita, sulla propria casa e sull’idea di essere strappati via da essa, ma soprattutto sul concetto di trovare una versione migliore e più forte di noi stessi. Dal punto di vista emotivo e tematico, la nozione centrale è l’idea che una creatura innocente, che non si lascia mai abbattere dagli eventi negativi, sia in grado di tirare fuori il meglio da tutti noi. E questo migliora la vita di chiunque. Ogni persona viene migliorata dall’incontro con Buck e credo che questo sia un elemento incredibilmente potente dal punto di vista emotivo"
    Il produttore Erwin Stoff

    "'Il Richiamo della Foresta' è completamente incentrato su un personaggio costretto ad affrontare eventi inaspettati. Tutti noi sappiamo che la vita può riservare degli imprevisti. Le sfide inaspettate possono distruggerti o fortificarti, e questo è proprio quello che accade a Buck. Invece di farsi sconfiggere da questi imprevisti, Buck va avanti e alla fine trova un
    posto a cui appartiene. Buck non si limita soltanto a sopravvivere: riesce ad avere la meglio, mantenendo comunque intatto il suo carattere gentile. Raffigura perfettamente ciò che tutti noi dobbiamo affrontare nella vita. Saremo sempre costretti a fare i conti con l’incertezza, con tanti cambiamenti inaspettati e altre cose di questo tipo. Pur essendo un classico della letteratura per ragazzi, non è assolutamente una fiaba. È un’intensa storia di sopravvivenza e perseveranza. Non importa se siamo giovani o vecchi: penso che tutti noi abbiamo affrontato esperienze di questo tipo. Questa storia possiede un senso di realismo che tutti gli spettatori riconosceranno, identificandosi in essa. Penso che questa storia abbia resistito per questo motivo. È la storia di un personaggio che scopre una forza che non sapeva di possedere
    "
    Il regista Chris Sanders

    (Call of The Wild; USA 2019; Avventura di animazione; 119'; Produz.: 3 Arts Entertainment, Twentieth Century Fox, Twentieth Century Fox; Distribuz.: 20th Century Fox)

    Locandina italiana Il richiamo della foresta

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Short Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Il richiamo della foresta

    Titolo in lingua originale: Call of The Wild

    Anno di produzione: 2019

    Anno di uscita: 2020

    Regia: Chris Sanders

    Sceneggiatura: Michael Green

    Soggetto: Il richiamo della foresta (The Call of the Wild) è un romanzo breve d'avventura dello scrittore statunitense Jack London pubblicato nel 1904.

    Prima della sua pubblicazione in forma di romanzo breve nel 1903, la saga d’avventura di Jack London, incentrata su un cane di nome Buck, fu pubblicata a puntate sulla rivista “The Saturday Evening Post”. Tradotto in 47 lingue, il romanzo non è mai finito fuori stampa, diventando un esempio duraturo della letteratura classica americana.

    Preliminaria - trama del romanzo:

    Il romanzo è ambientato inizialmente in California, nella soleggiata Santa Clara Valley, nel 1897. Il cane Buck, figlio di un maschio sanbernardo e di una madre pastore scozzese, ha l'aspetto di un lupo, un portamento regale, e vive nella fattoria di un magistrato, il giudice Miller. Inizia la "corsa all'oro del Klondike", aumenta la richiesta di cani da slitta, unico mezzo di locomozione nella gelata estremità settentrionale del continente americano, e pertanto Buck viene venduto dal giardiniere del suo padrone a un losco e brutale trafficante, il quale lo maltratta e lo rinchiude in una cassa affinché sia trasportato da una nave tra i ghiacci del Klondike.

    Affidato a un brutale addestratore di cani («l'uomo dal maglione rosso»), Buck conosce la «legge della zanna e del bastone»: picchiato selvaggiamente, aggiogato a una muta guidata dal cane Spitz e costretto infine a diventare cane da slitta. Buck impara a difendersi dagli altri cani; uccide anzi Spitz e diventa capo della muta. Cambia padroni, ma non diminuiscono i maltrattamenti. Dopo essere stato al servizio di tre cercatori d'oro litigiosi e incapaci, Buck sta per essere ucciso, ma viene salvato dal cercatore d'oro John Thornton. Scoppia l'amore di Buck per il suo salvatore, che salva più volte da situazioni pericolose e infine gli fa vincere una grossa somma in una scommessa, tirando da solo una slitta con un carico di mille libbre.

    La vincita permette a Thornton di recarsi a est, in cerca di una miniera abbandonata ai margini di una foresta. Qui Buck comincia a sentire «il richiamo della foresta»: vi si addentra, incontra altri lupi, uccide un alce. Quando ritorna all'accampamento scopre che Thornton e compagni sono stati uccisi dagli indiani Yeehats. Buck li vendica, scagliandosi contro gli Yeehats; poi il richiamo della foresta si fa dentro di lui sempre più irresistibile. Buck decide quindi di vivere nella foresta insieme a un branco di lupi, di cui diventerà il capo.

    Preliminaria - Il film:

    Si tratta del quarto adattamento per il grande schermo del classico di Jack London (che vanta alcune trasposizioni televisive e persino una versione anime giapponese prodotta dalla Toei Animation negli anni '80) e viene considerato anche come il remake del film del 1935 con Clark Gable. Sulla falsa riga di quell'adattamento, anche stavolta il ruolo di John Thornton è più rilevante che nel romanzo originale anche se, a differenza del '35, la storia dell'arrivo di Buck nello Yukon è raccontata e fedelmente ripresa dal libro. Tuttavia, gran parte della trama ruota più attorno al rapporto tra l'uomo e Buck che non al solo cane, trasformando di fatto il testo di London nella base di quello che è a tutti gli effetti un 'buddy movie' uomo-animale.

    Cast: Harrison Ford (John Thornton)
    Karen Gillan (Mercedes)
    Dan Stevens (Hal)
    Omar Sy (Perrault)
    Bradley Whitford (Giudice Miller)
    Colin Woodell (Charles)
    Cara Gee (Françoise)
    Stephanie Czajkowski (Postmaster)
    Scott MacDonald (Dawson)
    Jean Louisa Kelly (Katie Miller)
    Wes Brown (Mountie)
    Terry Notary (Buck)
    Preston Bailey (Giovane)
    Alex Solowitz (Minatore)
    Michael Horse (Edenshaw)
    Cast completo

    Musica: John Powell

    Costumi: Kate Hawley

    Fotografia: Janusz Kaminski

    Montaggio: David Heinz e William Hoy

    Effetti Speciali: Jeremy Hays (supervisore)

    Makeup: Deborah La Mia Denaver (direzione); Jacqueline Fernandez, Cary Ayers, Ann Pala, Danny Wagner; Mike Smithson (per Harrison Ford)

    Casting: Denise Chamian

    Scheda film aggiornata al: 18 Febbraio 2020

    Sinossi:

    Basato sulla leggendaria avventura di Jack London, Il Richiamo della Foresta torna sul grande schermo con Twentieth Century Studios: storia di Buck, un cane dal cuore d’oro, la cui tranquilla vita domestica viene sconvolta quando viene improvvisamente portato via dalla sua casa in California e trapiantato nella natura selvaggia dello Yukon canadese durante la Corsa all’Oro degli anni 1890. Come nuova recluta di una squadra di cani da slitta, di cui in seguito diventerà il leader, Buck vive uno straordinario viaggio di formazione che lo porterà a trovare il suo vero posto nel mondo e a diventare padrone di se stesso.

    Un cane da slitta lotta per la sopravvivenza tra le intemperie della selvaggia Alaska.

    Short Synopsis:

    A sled dog struggles for survival in the Alaskan wild

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)

    trailer ufficiale:

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de IL RICHIAMO DELLA FORESTA

    Links:

    • Harrison Ford

    • Omar Sy

    • Dan Stevens

    • Karen Gillan

    1 | 2

    Galleria Video:

    Il richiamo della foresta - trailer

    Il richiamo della foresta - trailer (versione originale) - Call of The Wild

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Sonic - Il film

    SONIC - IL FILM

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 13 Febbraio

    "Mi sono assicurato che ci fossero alcune ....
    [continua]

    Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

    BIRDS OF PREY E LA FANTASMAGORICA RINASCITA DI HARLEY QUINN

    Una sorta di 'sequel-ma-non-proprio', piuttosto 'spin-off', al femminile di Suicide Squad con protagonista Margot Robbie .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Di nuovo al cinema dal 6 Febbraio 2020 - VINCITORE di 2 Premi OSCAR .... [continua]

    Judy

    JUDY

    Tra i più attesi!!! - VINCITORE Premio Oscar 2020, Golden Globe Awards .... [continua]

    Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 - RECENSIONE - Dal 30 .... [continua]

    Dolittle

    DOLITTLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il regista e sceneggiatore Stephen Gaghan (script di 'Traffic' e script .... [continua]

    1917

    1917

    RECENSIONE - Tra i più attesi!!! - OSCAR 2020: 10 Nominations: 'Miglior Film' .... [continua]