ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Schindler's List - La lista di Schindler

    SCHINDLER'S LIST

    25° Anniversario: Dal 24 al 27 Gennaio - Liam Neeson nazista dal cuore d'oro, .... [continua]

    La favorita

    LA FAVORITA

    12 Nominations ai BAFTA 2019; VINCITORE del GOLDEN GLOBE 2019 'Migliore Attrice in .... [continua]

    L'uomo dal cuore di ferro

    L'UOMO DAL CUORE DI FERRO

    Dal pluripremiato romanzo HHhH di Laurent Binet, l'incredibile storia vera del “Macellaio di Praga” Reinhard .... [continua]

    Se la strada potesse parlare

    SE LA STRADA POTESSE PARLARE

    VINCITORE del GOLDEN GLOBE 2019 alla 'Migliore Attrice Non Protagonista' (Regina King) - 3 .... [continua]

    Aquaman

    AQUAMAN

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE in ANTEPRIMA - .... [continua]

    Ralph Spacca Internet

    RALPH SPACCA INTERNET

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 1° Gennaio .... [continua]

    Bohemian Rhapsody

    BOHEMIAN RHAPSODY

    Ancora al cinema - VINCITORE di 2 GOLDEN GLOBES 2019 al 'Miglior Film .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La Befana vien di notte

    LA BEFANA VIEN DI NOTTE

    RECENSIONE - Dal 27 Dicembre

    "Tutte le donne sono delle supereroine per le cose che devono affrontare. Inoltre questa insegnante ha una missione importante: far capire ai suoi studenti la necessità di stare in gruppo, di far squadra perché da soli non ci si fa. La battuta contro il maschilismo che privilegia Babbo Natale l’ho scritta io. Lo sceneggiatore mi ha chiesto di dire la mia e io ho voluto offrire questa Befana femminista che ce l’ha con Babbo Natale che raccoglie solo glorie, è testimonial della bibita gassata più famosa al mondo mentre alla Befana non hanno offerto neppure la pubblicità del lassativo ed è sempre stata lasciata un passo indietro perché femmina"
    L'attrice Paola Cortellesi

    (La Befana vien di notte; ITALIA/SPAGNA 2018; Commedia fantasy; 98'; Produz.: Lucky Red con RAI Cinema in coproduzione con Morena Films (Spagna) sostenuto da IDM Südtirol - Alto Adige; Distribuz.: Universal Pictures e Lucky Red)

    Locandina italiana La Befana vien di notte

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: La Befana vien di notte

    Titolo in lingua originale: La Befana vien di notte

    Anno di produzione: 2018

    Anno di uscita: 2018

    Regia: Michele Soavi

    Sceneggiatura: Nicola Guaglianone

    Soggetto: Nicola Guaglianone

    Cast: Paola Cortellesi (Paola/La Befana)
    Stefano Fresi (Mr. Johnny)
    Fausto Maria Sciarappa (Giacomo)
    Diego Delpiano (Ivan)
    Cloe Romagnoli (Sveva)
    Francesco Mura (Riccardo)
    Odette Adado (Emilia)
    Jasper Gonzales Cabal (Giuseppe)
    Robert Ganea (Leo)
    Giovanni Calcagno (Igor)
    Giuseppe Lo Piccolo (Smilzo)
    Luca Avagliano (Gino)

    Musica: Andrea Farri - Edizioni Musicali Sony / ATV Music Publishing (Italy) - canzone originale 'Mondovisione' interpretata da Federica Carta

    Costumi: Francesco Ceo

    Scenografia: Massimo Santomarco

    Fotografia: Nicola Pecorini

    Montaggio: Antonio Concilio

    Effetti Speciali: Fabio Traversari (supervisore)

    Makeup: Cristina Amadio

    Casting: Stefania Rodà

    Scheda film aggiornata al: 21 Gennaio 2019

    Sinossi:

    Paola (Paola Cortellesi) è una maestra di scuola elementare con un segreto da nascondere: bella e giovane di giorno, di notte si trasforma nell’eterna e leggendaria Befana! A ridosso dell’Epifania, viene rapita da un misterioso produttore di giocattoli. Il suo nome è Mr. Johnny (Stefano Fresi) e ha un conto da saldare con Paola che, il 6 Gennaio di vent’anni prima, gli ha inavvertitamente rovinato l’infanzia…

    Sei compagni di classe assistono al rapimento e dopo aver scoperto la doppia identità della loro maestra decidono di affrontare, a bordo delle loro biciclette, una straordinaria avventura che li cambierà per sempre. Tra magia, sorprese e risate, riusciranno a salvare la Befana?

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Non solo favola, e non solo per piccini! E la maestra di giorno, befana di notte, di Paola Cortellesi vi conquisterà!

    E’ una Befana moderna quella di Paola Cortellesi in La befana vien di notte di Michele Soavi (regista, sceneggiatore e attore di cui serve ricordare il background di regia in seconda unità di Tenebre, Phenomena e Opera di Dario Argento, così come de Le avventure del barone di Münchausen e I fratelli Grimm e l’incantevole strega di Terry Gilliam). Una bella maestrina dei nostri giorni in una scuola dell’Alto Adige, scuola a sua volta con problemini contemporanei: di integrazione tra bimbi di diversa nazionalità e colore, contaminata da deleteri effetti di bullismo. Una bella favola rivisitata e corretta principalmente a misura di bambino. Ma l’adulto non la troverà banale, anzi, piuttosto curata, gustosa e più che appagante sul piano di interpretazioni doc: Paola si sta facendo una delle attrici (oltre

    che intrattenitrici televisive) tra le più versatili e lungimiranti, non disdegnando di affacciarsi dalla finestra dell’interpretazione per creare di persona sull’idea di base, a cominciare dalla scrittura per cinematografia. Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani ha fatto da apripista e ora il dado è tratto per Paola Cortellesi, riguardo ad affinare passi di sceneggiatura e particolari battute dei suoi personaggi. Prendiamo ad esempio la sua befana: l’invidia biliosa verso Babbo Natale, figura a sua detta privilegiata dall’alto della sua comoda slitta tirata da renne e pubblicità glamour, mentre a lei, scomodamente a cavallo di una scopa - che incita neanche fosse un equino al galoppo! - non hanno affidato neppure quella di un lassativo! “Maschilisti!” tuona urticata dal disgusto per questo dato di fatto. E’ la stessa voce fuori campo di Paola tradotta nella maestra/befana a commentare qua e là dove più serve - “Non invecchiare porta tanti

    vantaggi ma anche tante privazioni e l’amore è una di queste” - ma il nervo narrativo, pur elementare almeno in copertina, si lascia seguire con piacere fino all’assunto morale che tifa per il ‘gioco di squadra’ ed il conseguente motto ‘l’unione fa la forza’: ‘perché là fuori è un inferno e da soli non si può fare tanta strada’. Così insegna la maestra di giorno - con un fidanzato che non può evidentemente sposare - e così la pensa la Befana di notte mentre fa il suo dovere di befana, con a casa un vero e proprio ‘Quartier Generale’ operativo, reso scenograficamente come un antico bazar stracarico di elementi che raccontano la sua storia nei secoli. Perché naturalmente è così che il personaggio della Befana di Paola Cortellesi è stato concepito: maestra giovane e carina di giorno, befana, brutta… come la befana, appunto, di notte. Befana che ha d’altra parte

    tutta la simpatia da vendere di Paola, che occhieggia da sotto una maschera assolutamente rispettosa dell’espressione.

    Ma la befana può commettere errori?! Quella di Paola ne commette uno clamoroso, tale da innescare la storia del più improbabile dei rapimenti: il suo. Dietro il complotto c’è il giocattolaio Johnny di Stefano Fresi, malvagio come frutto del risultato di un’infanzia disgraziata e frustrante, proprio a causa della befana e di quel suo errore involontario. La scena dell’incidente notturno col cane in una casa mentre infila nella calza il regalo richiesto, presente nella sua lista, è una delle più divertenti, mentre nel frattempo la ricerca della maestra scomparsa da parte dei suoi scolari - tra la città fantasma, la ‘bici-nave’ i droni-libellula e molto d’altro - inanella non poche citazioni cinematografiche. Si dice delle sequenze della pressa che rievocano sotto certi aspetti la fiera della carne di A.I. – Intelligenza Artificiale così come

    delle befane giocattolo con all’interno la polverina che uccide, eredi delle maschere del carpenteriano Halloween. E già la luna piena attraversata dall’ombra nera della befana ricorda molto da vicino la bici del bambino con E.T. nel cestino, icona visiva diventata pure logo della casa di produzione Amblin Entertainment fondata dallo stesso Steven Spielberg insieme ai produttori Kathleen Kennedy e Frank Marshall. Mentre il precedente inseguimento con le bici in corsa richiama alla memoria il piccolo Forrest Gump di Robert Zemeckis.

    Una confezione ‘pane e cinema’ curata da ogni punto di vista dunque, incluse le notevoli musiche di Andrea Farri (Edizioni Musicali Sony/ATV Music Publishing) con l’inserto della canzone originale 'Mondovisione' interpretata da Federica Carta. Musiche protagoniste soprattutto in apertura e a conclusione di questa favola moderna, coronate da effetti visivi - il fondo nero con la pioggia di puntini colorati di diversa misura - interattivi con il testo, il cui

    ritornello finale risuona più o meno così: “siamo come pixel di tutti i colori… E’ un mondo in bilico… siamo come pixel di tutti i colori, siamo un gran casino ma in equilibrio”. Una sorta di ‘voce della luna’ che, mentre si rivolge ai bambini, non rinuncia a strizzare l’occhio agli adulti, ai quali questa befana moderna, burbera ma fondamentalmente di gran cuore, così come deve essere, ha pure qualcosa da dire. E la maestra che c’è dentro di lei le fa eco, con un sorriso che non rinuncia all’amorevole braccio forte. Così si direbbe che in La befana vien di notte di Michele Soavi, dietro una befana moderna ci stia una maestra all’antica, di quelle che ‘curano’ il bullismo con le parole accompagnate da un sano e perentorio scappellotto. Nella realtà dei fatti quella maestra sarebbe richiamata dal preside e sanzionata all’istante, e difatti, nella realtà il bullismo sembra

    avere la meglio, ahimé! Io sto con la maestra/befana di Paola, e voi?!

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)




    trailer ufficiale:



    clip 'La Befana (inizio film)':



    clip 'Bambini fresi':



    clip 'Maschilisti':



    clip 'Il matrimonio':



    clip 'Crederesti':

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de LA BEFANA VIEN DI NOTTE

    Links:

    • Paola Cortellesi

    1 | 2

    Galleria Video:

    La Befana vien di notte - trailer

    La Befana vien di notte - clip 'La Befana (inizio film)'

    La Befana vien di notte - clip 'Bambini fresi'

    La Befana vien di notte - clip 'Maschilisti'

    La Befana vien di notte - clip 'Il matrimonio'

    La Befana vien di notte - clip 'Crederesti'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Maria regina di Scozia

    MARIA REGINA DI SCOZIA

    RECENSIONE - La regista teatrale e direttrice del 'Donmar Warehouse' di Londra Josie Rourke, qui .... [continua]

    Glass

    GLASS

    Samuel L. Jackson, James Mcavoy e Bruce Willis sono i protagonisti dell'action thriller - che .... [continua]

    Benvenuti a Marwen

    BENVENUTI A MARWEN

    RECENSIONE - Steve Carell perde la memoria per Robert Zemeckis andando a ritrarre la storia .... [continua]

    City of Lies - L'ora della verità

    CITY OF LIES - L'ORA DELLA VERITÀ

    Dal XXVIII Noir in Festival (Milano-Como 3-9 Dicembre 2018) - Ispirato al personaggio realmente .... [continua]

    Vice - L'uomo nell'ombra

    VICE - L'UOMO NELL'OMBRA

    RECENSIONE - VINCITORE di un GOLDEN GLOBE al 'Migliore Attore in un Film Commedia .... [continua]

    Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

    VAN GOGH - SULLA SOGLIA DELL'ETERNITA'

    RECENSIONE - NOMINATION ai Golden Globe 2019 per il 'Miglior Attore in un Film .... [continua]

    Suspiria

    SUSPIRIA

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - VINCITORE del Premio Robert Altman Award agli .... [continua]