ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Le strade del male

    LE STRADE DEL MALE

    New Entry - USA: Dal 16 Settembre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Benedetta follia

    BENEDETTA FOLLIA

    RECENSIONE - Carlo Verdone regista, sceneggiatore e attore nella sua ultima commedia ambientata nel centro storico di Roma e che ha come co-protagonista, tra le altre, Ilenia Pastorelli (Lo chiamavano Jeeg Robot) - Dall'11 Gennaio

    "Per la prima volta in un mio film porto in scena la Roma del centro storico. È il più femminile dei miei film. Avvertivo il bisogno di duettare con un gruppo di attrici. Infatti avrò un cospicuo numero di interpreti femminili al mio fianco in questo film, alcune delle quali sono alla loro prima esperienza su un set. Lavorare con delle donne mi consente di essere spesso più in difficoltà, e questo mi permette di rendere maggiormente sul set"
    Il regista, sceneggiatore e attore Carlo Verdone

    (Benedetta follia; ITALIA 2018; Commedia; 109'; Produz.: Aurelio De Laurentiis & Luigi De Laurentiis; Distribuz.: Filmauro di Luigi e Aurelio De Laurentiis)

    Locandina italiana Benedetta follia

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Benedetta follia

    Titolo in lingua originale: Benedetta follia

    Anno di produzione: 2018

    Anno di uscita: 2018

    Regia: Carlo Verdone

    Sceneggiatura: Carlo Verdone

    Soggetto: Carlo Verdone.

    Cast: Carlo Verdone (Gugliemo)
    Ilenia Pastorelli (Luna)
    Lucrezia Lante della Rovere (Lidia)
    Maria Pia Calzone (Ornella)
    Paola Minaccioni (Raffaella)
    Elisa Di Eusanio (Letizia)
    Francesca Manzini (Adriana)
    Piero Concilietti (Adamo)
    Anna Ferraioli (Katia)
    Ciro Scalera (Carmine)
    Margherita Di Rauso (Antonietta)
    Valentina D’Ulisse (Silvana)
    Federica Fracassi (Rita)

    Musica: Michele Braga, Tommy Caputo e Lele Marchitelli

    Costumi: Tatiana Romanoff

    Scenografia: Giuliano Pannuti

    Fotografia: Arnaldo Catinari

    Montaggio: Pietro Morana

    Makeup: Alessandra Venzi

    Scheda film aggiornata al: 14 Febbraio 2018

    Sinossi:

    Lui (Carlo Verdone) è Guglielmo, uomo di specchiata virtù e fedina cristiana immacolata, proprietario di un negozio di articoli religiosi e alta moda per vescovi e cardinali. Uno di quelli che "una moglie è per sempre". Se non fosse che la sua Lidia (Lucrezia Lante della Rovere), devota consorte per 25 anni, decide di mollarlo proprio nel giorno del loro anniversario, stravolgendo il suo mondo e tutte le sue certezze. Ma poi nel suo negozio arriva un'imprevedibile candidata commessa: Luna (Ilenia Pastorelli), una ragazza di borgata sfacciatissima e travolgente - volenterosa ma altrettanto incapace - e adatta a lavorare in un negozio di arredi sacri come una cubista in un convento. Da quel giorno niente sarà più come prima: Luna lo iscrive a "Tinder", la app più hot del momento, e Guglielmo, single allo sbaraglio, scoprirà il sorprendente mondo degli appuntamenti al buio e gli esilaranti tentativi di donne disposte a tutto pur di trovare l'anima gemella. E visto che la realtà supera l'immaginazione, le vite di Guglielmo e Luna avranno dei risvolti totalmente inaspettati. Perché anche le vie dell'amore sono infinite.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Se non fosse l'ennesimo film 'bonaccione' - e pure volgarotto và! - ci sarebbe da preoccuparsi! Che, per rivisitare la propria persona in termini meno noiosi e ruffiani - soprattutto con il clero - occorre una botta da ectasy non programmata? Certo che se tua moglie (la Lidia di Lucrezia Lante della Rovere) ti lascia per un'altra donna andando in crisi di identità, qualcosa di sbagliato devi pure averla fatta! E dire che gli inizi non potevano essere più romantici! Carlo Verdone ritrae il suo personaggio Guglielmo negli anni di gioventù, con tanto di moto e bandana mentre tenta di 'rimorchiare' la sua futura moglie in auto. La musica sovrasta quel che si dicono, ma tra i bacetti da lui inviati al mittente in vista, e il gentile rifiuto di lei tradito dal canonico labiale 'ma che vuoi?!' - nella realtà oggi suonerebbe sicuramente l'allarme 'molestie!' - è tutto molto

    chiaro! Ma il nostro caro giovinastro insiste, facendo il gradasso - noi toscani diremmo il 'bischero'! - sulla moto, finché non sopraggiunge la prima curva e al contempo la nostra prima risata. Romantico no?! Il bello però arriva 25 anni dopo...

    Ed ecco un altro volo d'uccello sulla raccolta cocci di un matrimonio che ha preso di stantìo su cui si vuole più ridere e divertirsi che riflettere sul serio. E' pur sempre una commedia di Verdone, cui d'altra parte il pubblico è affezionato proprio perché irrimediabilmente 'buonista' ed epidermico. Così gli perdoniamo queste sue 'romanzate sexy sostitutive di un affetto che gli si va negando'. Mi viene in mente Leonardo Pieraccioni quando nel suo Fuochi d'Artificio, ad ogni incontro con una nuova ragazza chiedeva rapidamente "il conto!". Beh, al nostro Guglielmo/Verdone succede un pò la stessa cosa. I suoi sono incontri con le donne più improbabili, dalla ninfomane veneta, ad

    altre su cui è meglio sorvolare. Del resto la sequenza in trailer del cellulare riposto "nel posto più bello del mondo" in modalità vibrazione, parla da sola! E non avete ancora visto - o magari si! - che cosa il nostro Guglielmo - sempre riluttante, innocente ed impacciato nell'inevitabile imbarazzo - è 'costretto' ad usare come 'ricevitore' per il sopraggiungere di una importantissima telefonata! Eh, Benedetta follia è una commediola un pò sopra le righe in effetti. Volgarotta, appunto! E se non fosse per la bonaria paciosità di Carlo Verdone, suonerebbe semplicemente Kitsch! 'Romanzate sexy mai per responsabilità diretta', naturalmente!

    La responsabilità è riposta sulla sua 'spalla cinematografica' che è ovviamente donna: l'avvenente e giovane Luna - ora che ci penso anche una delle fiamme in Fuochi d'Artificio di Leonardo Pieraccioni si chiamava Luna! Ci deve essere una qualche 'mania cosmica' sconosciuta! - incarnata da Ilenia Pastorelli (Jeeg Robot) nel cliché

    dell'ennesima svampita borgatara romana tutta 'belle forme e dialetto', vestita di innocente sfrontatezza, quasi senza freni inibitori (che tanto ricorda certe cadenze della sua più matura collega Micaela Ramazzotti), è il tipo di ragazza d'oggi che sopravvive mangiando 'pane e app'. Che ci potrà mai fare una come Luna/Pastorelli, sopraggiunta in shorts e una bocca al bacio a chiedere lavoro nel negozio di arredi sacri di Guglielmo/Verdone?! L'evidente contrasto più di ottica che di età, le circostanze create ad hoc per suonare tragicomiche, inanellano una gag dopo l'altra, mentre la giovane cerca di rendersi utile suggerendo a Gugliemo - pasticcione, imbranato, superficiale e sprovveduto come pochi! - i contesti papabili per incontri amorosi, allo scopo di farlo uscire dalla crisi depressiva e dimenticare la moglie. Certo che 'caruccia' e disinvolta ma con la propensione ad attirare guai a calamita, con certi pregressi ancora pendenti da un palo di lap dance,

    proprio non immagineresti la famiglia 'bene' di provenienza di Luna! Così come d'altra parte non la puoi trovare idonea come commessa sostituta in un negozio di arredi sacri! Ma questo è proprio il bello della commedia.

    L'unica cosa seria, che non ti aspetteresti di trovare in una commedia di e con Carlo Verdone, è la sequenza del sogno del suo personaggio Guglielmo, per l'appunto sotto l'effetto dell'ecstasy. Un 'fuori programma' quasi autoriale che assume le sembianze di una sorta di video cortometraggio curato ad arte, dalla valenza metafisica. Una scheggia da varietà. Un immaginifico intermezzo da avant spectacle contemporaneo. Una finestra ad incastro che dà significato alla Benedetta follia del titolo. Una venatura 'surreale' che odora di quella malinconia celebrata qualche passo indietro con la ben nota canzone La stagione dell'amore di Franco Battiato, e che appartiene poi - non è certo un mistero! - alla personalità di Carlo Verdone nella

    vita reale. Beh, una cosa è certa, se temete l'avanzare dell'età, la solitudine e il declino dell'amore, non seguite l'esempio di Guglielmo! Almeno non è consigliabile inoltrarsi in analogo, labirintico e grottesco percorso, per arrivare a ritrovare l'evergreen interiore! Ma Carlo Verdone si sa, ama scherzare e far divertire, gigioneggiando sul ridicolo, e vederlo annaspare per non soccombere, fino a che non scorge la luce in fondo al tunnel - la sua, almeno al cinema, è sempre una visione positiva! - non dispiace quasi mai!

    Perle di sceneggiatura


    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di BENEDETTA FOLLIA

    Links:

    • Carlo Verdone (Regista)

    • Carlo Verdone

    • Paola Minaccioni

    1 | 2

    Galleria Video:

    Benedetta follia - trailer

    Benedetta follia - clip 'Barcone'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    The Turning

    THE TURNING

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dall'11 Agosto

    "Mi è piaciuto interpretare ....
    [continua]

    Volevo nascondermi

    VOLEVO NASCONDERMI

    Nuova uscita il 19 Agosto - Dalla Berlinale 2020: VINCITORE dell'Orso d'Argento al .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 19 Agosto

    "Dopo 'Monsters University', volevo fare qualcosa di ....
    [continua]

    Tenet

    TENET

    Dal 26 Agosto - "Partiremo dal punto di vista di un film di spionaggio, ma .... [continua]

    High Life

    HIGH LIFE

    Robert Pattinson, Mia Goth e Juliette Binoche protagonisti in un'avventura Sci-Fi diretta da Claire Denis .... [continua]

    The Old Guard

    THE OLD GUARD

    Dalla regista Gina Prince-Bythewood, Charlize Theron e Kiki Layne guidano un gruppo segreto di mercenari .... [continua]

    Lei mi parla ancora

    LEI MI PARLA ANCORA

    New Entry - INIZIO RIPRESE dal 3 Agosto 2020 - Pupi Avati torna dietro .... [continua]