ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Ella & John - The Leisure Seeker

    ELLA & JOHN - THE LEISURE SEEKER

    Dalla 74. Mostra del Cinema di Venezia - Paolo Virzi' debutta nel suo primo .... [continua]

    L'ora più buia

    L'ORA PIU' BUIA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Gennaio 2018) - VINCITORE di 1 Golden Globe .... [continua]

    L'ultima discesa

    L'ULTIMA DISCESA

    New Entry - Tratto dalla vera esperienza estrema vissuta dal campione olimpico di hockey .... [continua]

    Oltre la notte

    OLTRE LA NOTTE

    New Entry - VINCITORE di un Golden Globe 2018 come 'Miglior Film Straniero' .... [continua]

    Halloween Returns

    HALLOWEEN RETURNS

    New Entry - USA: Dal 19 Ottobre; ITALIA: Dal 25 Ottobre .... [continua]

    Tutti i soldi del mondo

    TUTTI I SOLDI DEL MONDO

    Tra i più attesi!!! - Ridley Scott racconta la vera storia del rapimento, avvenuto .... [continua]

    Il ragazzo invisibile: Seconda generazione

    IL RAGAZZO INVISIBILE: SECONDA GENERAZIONE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - A due anni dal debutto, torna Il ragazzo invisibile con il .... [continua]

    Jumanji - Benvenuti nella giungla

    JUMANJI: BENVENUTI NELLA GIUNGLA

    Sequel del celebre film di Joe Johnston del 1995 che vedeva protagonista l'indimenticabile Robin Williams, .... [continua]

    La ruota delle meraviglie

    LA RUOTA DELLE MERAVIGLIE

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Nel nuovo film di Woody Allen per la .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > The Greatest Showman

    THE GREATEST SHOWMAN

    Ancora al cinema - Categoria 'film da non perdere'!!! - Tra i più attesi!!! - Hugh Jackman veste i pani dello showman americano Barnum, fondatore del circo che diventò il famoso itinerante Ringling Bros. e Barnum & Bailey Circus - RECENSIONE - Dal 25 Dicembre

    "When audiences came to experience a P.T. Barnum spectacle, they were completely transported out of the ordinary, and we try to do the same in this film in a contemporary way... A big idea in the film is that your real wealth is the people that you surround yourself with and the people who love you. Barnum pulled people together who the world might otherwise have ignored. And by bringing each of these people into the light he created a family who were always going to be there for each other. In the course of the film, Barnum almost loses both his real family and his circus family – but then you watch him discover that the most important thing he can do is bring them both back together again"

    "Quando il pubblico è venuto a provare uno spettacolo di Barnum è stato completamente trasportato fuori dall'ordinario, e cerchiamo di fare lo stesso in questo film in modo contemporaneo... Una grande idea nel film è che la tua vera ricchezza sono le persone con cui ti circondi e le persone che ti amano. Barnum ha riunito le persone che altrimenti il mondo avrebbe potuto ignorare. E portando ciascuna di queste persone nella luce ha creato una famiglia che sarebbe sempre stata lì, gli uni per gli altri. Nel corso del film, Barnum perde quasi la sua vera famiglia e la sua famiglia circense - ma poi lo guardi scoprire che la cosa più importante che può fare è riportarle entrambe di nuovo indietro (recuperarle entrambe)"
    Il regista Michael Gracey

    (The Greatest Showman; USA 2017; Biopic drammatico musicale; 139'; Produz.: Chernin Entertainment/Twentieth Century Fox Film Corporation; Distribuz.: 20th Century Fox)

    Locandina italiana The Greatest Showman

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: The Greatest Showman

    Titolo in lingua originale: The Greatest Showman

    Anno di produzione: 2017

    Anno di uscita: 2017

    Regia: Michael Gracey

    Sceneggiatura: Michael Arndt, Jenny Bicks e Bill Condon

    Soggetto: La storia di P.T. showman americano Barnum, fondatore del circo che diventò il famoso itinerante Ringling Bros. e Barnum & Bailey Circus.

    The Greatest Showman è un musical originale ispirato alla vita di P.T. Barnum (Hugh Jackman). Barnum era un visionario che dal nulla creò il "Greatest Show on Earth (il più grande spettacolo del mondo)", uno show incentrato sulla celebrazione della vita secondo un'immaginazione ad ampio spettro tale da conquistare il pubblico di tutto il mondo.

    Cast: Hugh Jackman (P.T. Barnum)
    Rebecca Ferguson (Jenny Lind)
    Zac Efron (Phillip Carlyle)
    Michelle Williams (Charity Barnum)
    Zendaya (Anne Wheeler)
    Austyn Johnson (Caroline Barnum)
    Cameron Seely (Helen Barnum)
    Paul Sparks (James Gordon Bennett)
    Keala Settle (Lettie Lutz)
    Fredric Lehne (Mr. Hallett)
    Yahya Abdul-Mateen II (WD Wheeler)
    Diahann Carroll (Joice Heth)
    Natasha Liu Bordizzo (Deng Yan)
    Tina Benko (Mrs. Winthrop)
    Kristoffe Brodeur (Stagehand)

    Musica: John Debney, Benj Pasek e Justin Paul

    Costumi: Ellen Mirojnick

    Scenografia: Nathan Crowley

    Fotografia: Seamus McGarvey

    Makeup: Nicki Ledermann (direzione); Roberto Baez e Etzel Ecleston; Pamela S. Westmore (per Hugh Jackman); Angela Levin (per Michelle Williams)

    Casting: Tiffany Little Canfield e Bernard Telsey

    Scheda film aggiornata al: 09 Gennaio 2018

    Sinossi:

    Numeri poderosi e coreografie sgargianti si mescolano nello spettacolo ottocentesco che prende il nome di 'The Greatest Showman', il biopic musicale con Hugh Jackman nei panni dell'abile intrattenitore di folle P.T. Barnum. L'astuto impresario circense, entrato in affari col giovane Phillip (Zac Efron), ha per le mani il rivoluzionario progetto di un'enorme circo a tre piste, con quattro palcoscenici e ventimila posti a sedere. Gli ambiziosi uomini d'affari si lanciano con entusiasmo nella realizzazione del sontuoso spettacolo, che porta in scena nuove acrobazie e fenomeni da baraccone mai visti prima, finché entrambi non si infatuano di due giovani stelle del palcoscenico, incantevoli nelle rispettive esibizioni.

    Phillip si perde tra i volteggi e le giravolte della sensuale trapezista Anne (Zendaya), mentre Barnum viene stregato dal dolce canto dell'artista Jenny Lind (Rebecca Ferguson), la timida soprano nota al pubblico come "usignolo svedese", per la voce cristallina che arriva dritta al cuore.

    Synopsis:

    Inspired by the imagination of P.T. Barnum, The Greatest Showman is an original musical that celebrates the birth of show business and tells of a visionary who rose from nothing to create a spectacle that became a worldwide sensation

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Più che un biopic, una mirabilante ode ai sogni!

    Non si era visto un musical tanto elettrizzante dai tempi di Mamma mia!. Un fiume in piena che travolge lo spettatore fin dalle prime battute, in cui ci si chiede: 'ma, se questo è l'inizio, che succede dopo?' La meta sembra ormai raggiunta! E poi scorgi un bambino con le scarpe rotte dinanzi ad una vetrina e capisci che ha sognato ad occhi aperti. Si, perché The Greatest Showman più che un biopic vuole essere una meravigliosa ode ai sogni. Un'ode sfavillante, sensazionale, emotivamente esplosiva, dalla potenza inarrestabile e contagiosa. Tanto che ad un certo punto ci accorgiamo di trovarci sullo stesso binario sconnesso di quel bambino, il figlio di un sarto destinato a diventar orfano di lì a poco, e di conseguenza costretto ad arrabattarsi in ogni modo. Ma il tratto d'infanzia è breve e funzionale alla genesi della realizzazione del

    personale sogno del personaggio in questione: l'astuto impresario circense P. T. Barnum. Un'alzata di cappello lo rivela ormai adulto ed ha tutto il travolgente flusso di charme e talento di Hugh Jackman, un attore che ha chiaramente Broadway nel sangue. Flusso che ancora gli scorre spedito nelle vene. Praticamente un incanto! Voce, recitazione e danza si fanno una subliminale proiezione dell'anima e di quell'ostinata aspirazione a fare del sogno una realtà. Aspirazione tipica di chi intende osare proprio perché venuto dal nulla e, soprattutto, dalla costante mortificazione della propria identità, in particolare da parte della società benestante, puntualmente ipocrita e razzista in ogni epoca. Ma come ogni musical che si rispetti, se ben congegnato, deve avere un respiro rigorosamente corale. E se The Greatest Showman non tradisce quel respiro, portandolo in vetta, lo deve ad un lavoro di squadra inimmaginabile, che onora la debuttante regia di Michael Gracey in

    minima parte. Non c'era d'altra parte bisogno di un comando dominante, quanto piuttosto di una sinergia collettiva, qui mantenuta straordinariamente dall'inizio alla fine da un collante speciale come la selezione di musica e canzoni che spingono la sceneggiatura, tradotta per lo più in partitura, verso un'impennata emotiva da muovere non di rado alla lacrime. Ed improvvisamente ci si rammenta di un fatto tutt'altro che trascurabile: che il regista Gracey ha consegnato la prima stesura dello script ad opera di Jenny Bricks nelle mani di Bill Condon (già autore di spicco per adattamenti cinematografici di svariati musical, tra cui Chicago e La bella e la bestia) ma soprattutto, che le canzoni di The Greatest Showman sono state scritte dal tandem Pasek & Paul, reduce dal Premio Oscar per City of Stars di La la Land, e composte da John Debney (nomination all'Oscar per La passione di Cristo). Non occorre aggiungere altro

    per descrivere il livello di sceneggiatura e partitura che nella maggior parte del film coincidono.

    Il soggetto del film, mentre attraversa la storia di Barnum e della sua terremotata ascesa sociale, tra un mega show circense e l'altro, rifiuti, false partenze e fallimenti, cavalca note problematiche, incluse storie d'amore tra giovani di diversa estrazione sociale o diversa pigmentazione della pelle: è il caso dello stesso Barnum/Jackman e di Charity (Michelle Williams), così come dell'attore drammatico Phillip Carlyle (Zac Efron) poi tradotto in impresario e della splendida trapezista di colore Anne (Zendaya). The Greatest Showman insegue il sogno del protagonista (Barnum/Jackman) non disgiunto dal sogno di ogni altro e lo esprime in musica, con canzoni che sprigionano rivendicazioni identitarie personali e sociali, capaci di insorgere e di scavare nell'animo con l'unica imbattibile arma di un 'mantra' che costeggia il musical per intero. "E penso a come potrebbe essere il mondo, una visione

    di quello che ho dentro. Servono solo milioni di sogni..." diventa per l'appunto il mantra pilota, vessillo di una vita e di un mondo migliori tutti da creare, da reinventare. La lanterna con i diversi fori che gira su se stessa come una trottola, proiettando una girandola di luci policrome, sa farsene il più suggestivo ed efficace portavoce in punta di metafora. Immagine vaga eppur corposa di tutti quei sogni ed aspirazioni, ostinatamente perseguiti, per amore e per dignità. Dignità, la parola chiave celebrata dal brano This is Me, eletto a colonna sonora del più 'grande show umano', alle prese con la rivendicazione del proprio se stesso, quello più profondo e nobile.
    The Greatest Showman celebra anche il modo in cui un padre riesce con la forza dell'immaginazione, prima ancora che con la realizzazione del sogno, a tutelare moglie e figlie, veicolandole lontano da povertà e sofferenza. Quel che aiuta a

    comprendere anche il temporaneo deragliamento per quella sua fame insaziabile di guadagnarsi il rispetto e il successo presso quell'alta società, incartapecorita entro una inesorabile cancrena di pregiudizi. Deragliamento che si appunta sulla spettacolare performance della soprano Jenny Lind, soprannominata 'usignolo svedese', reclutata non senza difficoltà per la sua fama europea già accreditata. Ed è anche l'occasione per la sua interprete Rebecca Ferguson di bucare letteralmente lo schermo per bellezza e bravura incommensurabili.

    Non si può fare a meno di osservare un curioso ed innegabile trade union, tra il The Greatest Showman di Michael Gracey e il Wonder di Stephen Chbosk . Due film che non potrebbero essere più diversi tra loro, e d'altra parte vicinissimi se considerati dal punto di vista della comune lotta contro le diversità umane. Aspetto esteriore, colore della pelle, malformazioni fisiche a più livelli, di consuetudine bollate come freak, che mentre rappresentano un problema nel sociale,

    sfociano in un tratto di distinzione in grado di far la differenza. La differenza che si traduce nell'essere finalmente accettati ed apprezzati quando si trova il modo di far valere un talento nascosto o un tratto interiore che può diventare un valore aggiunto anche per gli altri. In Wonder vincono l'amicizia e la solidarietà verso quel diverso che ha il volto deformato e l'anima grande, tanto quanto la sua intelligenza, del piccolo Auggie (Jacob Tremblay). In The Greatest Showman succede la stessa cosa espressa in tutt'altro modo e in tutt'altro contesto, dove freak e diversi a più livelli, rifiutati e nascosti persino dai rispettivi genitori, trovano nello spettacolo creato da Barnum, nel loro nuovo lavoro, una famiglia, legami di amicizia e di solidarietà che fortificano fino a farsi voce altisonante anche nella più ottusa delle società americane ottocentesche. Due belle storie ben raccontate che scaldano il cuore - e non

    solo perché è Natale! - e che fanno sognare pur restando con i piedi ben saldi nella realtà da vivere. Due esempi che ci invitano a riflettere per attivarsi nel modo più giusto ed accantonare definitivamente l'ottica del rifiuto a priori anche nella nostra contemporaneità odierna. Perché secondo l'eredità di pensiero lasciataci da Barnum: "L'arte più nobile è quella di rendere gli altri felici".

    Qua e là in The Greatest Showman c'è spazio anche per qualche scheggia umoristica. Ci sono cose che attraversano le epoche ma che evidentemente non cambiano mai. Lo scenario di The Greatest Showman muove da quel genere di povertà che lo accomuna allo stesso Les Misérables di Tom Hooper (2013), dove per l'appunto già trovavamo il 'benefattore' Hugh Jackman (Jean Valjean). La povertà che dilaga spinge alla ricerca di prestiti dalle banche, sempre generose come al solito. Anche una battuta come quella pronunciata da una donna incarognita

    proprio all'uscita di una banca (che può persino ricordare Roberto Benigni in un popolarissimo sketch comico) - "Andiamo via, questa banca presta i soldi solo a chi ce li ha" - riecheggia come l'inossidabile mantra di chi cambia il pelo ma non il vizio. E questo è difatti, ahimé, anche il nostro musical odierno. Da sempre 'le banche prestano soldi solo a chi ce li ha', ora più che mai, e non è neppure, soprattutto adesso, un gran bello spettacolo!







    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)













    The Greatest Showman - trailer 2:



    The Greatest Showman - trailer:



    The Greatest Showman - featurette 'L'Arte del Musical' (versione originale sottotitolata):



    The Greatest Showman - dietro le quinte - Episodio 1 (versione originale sottotitolata):



    The Greatest Showman - dietro le quinte - Episodio 2 (versione originale sottotitolata):



    The Greatest Showman - dietro le quinte - Episodio 3 (versione originale sottotitolata):



    The Greatest Showman - dietro le quinte - Episodio 4 (versione originale sottotitolata):



    The Greatest Showman - dietro le quinte - Episodio 5 (versione originale sottotitolata):

    Pressbook:

    ENGLISH PRESSBOOK of THE GREATEST SHOWMAN

    Links:

    • Michelle Williams

    • Hugh Jackman

    • Zac Efron

    • Rebecca Ferguson

    • Zendaya

    1 | 2 | 3 | 4 | 5

    Galleria Video:

    The Greatest Showman - trailer 2

    The Greatest Showman - trailer

    The Greatest Showman - trailer (versione originale)

    The Greatest Showman - featurette 'L'Arte del Musical' (versione originale sottotitolata)

    The Greatest Showman - featurette 'Dietro le quinte - Episodio 1' (versione originale sottotitolata)

    The Greatest Showman - featurette 'Dietro le quinte - Episodio 2' (versione originale sottotitolata)

    The Greatest Showman - featurette 'Dietro le quinte - Episodio 3' (versione originale sottotitolata)

    The Greatest Showman - featurette 'Dietro le quinte - Episodio 4' (versione originale sottotitolata)

    The Greatest Showman - featurette 'Dietro le quinte - Episodio 5' (versione originale sottotitolata)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Benedetta follia

    BENEDETTA FOLLIA

    RECENSIONE - Carlo Verdone regista, sceneggiatore e attore nella sua ultima commedia ambientata nel centro .... [continua]

    Come un gatto in tangenziale

    COME UN GATTO IN TANGENZIALE

    Ancora al cinema - Categoria 'film da non perdere'!!! - Antonio Albanese e .... [continua]

    COCO

    COCO

    Ancora al cinema - VINCITORE di un Golden Globe 2018 come 'Miglior Film .... [continua]

    The Greatest Showman

    THE GREATEST SHOWMAN

    Ancora al cinema - Categoria 'film da non perdere'!!! - Tra i .... [continua]

    Wonder

    WONDER

    Ancora al cinema - Categoria 'film da non perdere'!!! - Tra i .... [continua]

    Star Wars: Episodio VIII - Gli ultimi Jedi

    STAR WARS: EPISODIO VIII - GLI ULTIMI JEDI

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - Al timone dell'VIII° .... [continua]

    Assassinio sull'Orient Express

    ASSASSINIO SULL'ORIENT EXPRESS

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Kenneth Branagh dirige e interpreta (il mitico investigatore .... [continua]