ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (19 Ottobre 2019) - Il grande ritorno al cinema di .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a Venezia 76. .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella Città - .... [continua]

    Terminator - Destino oscuro

    TERMINATOR - DESTINO OSCURO

    Ancora al cinema - Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Dobbiamo parlare

    DOBBIAMO PARLARE: LA CARNEFICINA AFFETTIVA IN SALSA ITALIANA TARGATA SERGIO RUBINI

    RECENSIONE - Dal 19 NOVEMBRE

    "Avevo in mente di raccontare le parole, la loro pericolosità. L'idea nasce da uno spunto di commedia: in un attico nel centro di Roma vive in affitto una coppia di intellettuali. Una sera mentre i due si accingono ad uscire si ritroveranno di fatto sequestrati per il resto della serata perché all’improvviso irrompono in casa i loro migliori amici, in piena crisi coniugale. Sono due borghesi benestanti e realizzati nel lavoro. Il loro legame sta andando in frantumi perché lei ha scoperto che lui la tradisce e arriva dai due amici perché la aiutino a ricomporre i suoi guai, seguita poco dopo dal Prof con una diversa versione dei fatti. Il progressivo tentativo di tirar fuori la verità provocherà una sorta di contagio che avvolgerà anche gli altri due amici: la notte, farà emergere una lunga fila di recriminazioni e rancori inattesi in entrambe le coppie e si trasformerà in una sorta di showdown di un'amicizia, della coppia borghese prima, della coppia di intellettuali poi. 'Dobbiamo parlare' è l'incipit più temuto nei discorsi di ogni coppia, è quella frase tipica, più del mondo femminile, che prelude al momento in cui ci si deve chiarire, è qualcosa che terrorizza perché annuncia che dovranno venir fuori le parole e con esse le verità sottaciute fino ad allora. Questa nottata di parole alla fine trasforma i nostri personaggi, o perlomeno alcuni di loro, a tal punto che con l’inizio del nuovo giorno si ritroveranno completamente diversi. Ma dobbiamo parlare o tacere e starcene muti come pesci? Forse se si avesse la forza di parlare di meno e abbandonarsi di più alla naturalità delle emozioni senza paura e senza nasconderle le cose sarebbero più semplici"
    Il regista, co-sceneggiatore e co-soggettista Sergio Rubini

    (Dobbiamo parlare; ITALIA 2015; Commedia; 101'; Produz.: Palomar e Nuovo Teatro con RAI Cinema in associazione con BNL; Distribuz.: Cinema di Valerio De Paolis)

    Locandina italiana Dobbiamo parlare

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Dobbiamo parlare

    Titolo in lingua originale: Dobbiamo parlare

    Anno di produzione: 2015

    Anno di uscita: 2015

    Regia: Sergio Rubini

    Sceneggiatura: Sergio Rubini, Carla Cavalluzzi e Diego De Silva

    Soggetto: Sergio Rubini, Carla Cavalluzzi e Diego De Silva.

    Cast: Fabrizio Bentivoglio (Alfredo)
    Isabella Ragonese (Linda)
    Maria Pia Calzone (Costanza)
    Sergio Rubini (Vanni)

    Musica: Michele Fazio

    Costumi: Patrizia Chericoni

    Scenografia: Luca Gobbi

    Fotografia: Vincenzo Carpineta

    Montaggio: Giogiò Franchini

    Effetti Speciali: Corrado Rizzo

    Scheda film aggiornata al: 23 Dicembre 2015

    Sinossi:

    Dobbiamo parlare: è questo l’incipit più temuto nei discorsi di ogni coppia…. Vanni, cinquant’anni, è uno scrittore affermato. Linda, trenta, collabora nell’ombra ai suoi romanzi. Hanno un attico in affitto, nel centro di Roma. Forti del loro amore, al matrimonio hanno preferito la convivenza. I loro migliori amici, invece, Costanza e Alfredo detto il Prof (un famoso cardiochirurgo) sono sposati, benestanti, e gestiscono il loro matrimonio come una SpA. Una sera, il Prof e Costanza irrompono in casa di Vanni e Linda. Costanza ha scoperto che Alfredo ha un’amante. Parte così una lunga fila di recriminazioni che durerà per tutta la notte, e farà emergere rancori inattesi in entrambe le coppie. Quale delle due, l’indomani mattina, in quell’attico divenuto un campo di battaglia, resterà in piedi?

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    SERGIO RUBINI SI AVVENTURA IN UNO 'SPAGHETTI CARNAGE' INSIEME A FABRIZIO BENTIVOGLIO, ISABELLA RAGONESE E MARIA PIA CALZONE. ED E' UNA COMMEDIA ALL'ITALIANA CHE PAGA PEGNO AL TEATRO

    Sergio Rubini rapina Roman Polanski (il Carnage passato per la 68. Mostra del Cinema di Venezia portandosi a casa il piccolo trofeo del Leoncino d'Oro dell'Agiscuola). Entrambi pagano pegno alla piece teatrale da cui sono stati ispirati: la 'piece comedy' di Yasmina Reza Le Dieu du Carnage. Il 'Dio della carneficina' sono le parole. Non quelle non dette, sottaciute negli oscuri viadotti del silenzio di convenienza. Piuttosto le parole, ahimè, alla fine dette. Anzi, non propriamente dette, bensì vomitate a raffica in una sorta di esplosione vulcanica con tanto di lava e lapilli, da incenerire il destinatario. Esplose perché compresse a lungo in quanto consapevolmente scomode e urticanti, troppo scomode per essere accettate di buon grado. E l'animo nobile scomparve dietro una

    fitta cortina di cafonerie senza più freni inibitori! La bile incendiaria arroventò l'orgoglio e la sensibilità personali ma, giacché chi è senza peccato scagli la prima pietra...

    Le parole sono da sempre l'arma più potente con cui ferire fino a 'uccidere' nell'animo una persona. E se le parole sono così importanti, in un film come questo - il titolo Dobbiamo parlare lo ribadisce - la sceneggiatura ne diventa la spina dorsale. Sergio Rubini lo sa bene che, insieme a Carla Cavalluzzi e Diego De Silva ne è l'autore fin dal soggetto. Stese delle solide basi, perché rinunciare all'irresistibile occasione di interpretare uno dei quattro personaggi chiave?! E guarda caso la scelta cade su uno che di parole non solo se ne intende, ma ne fa una vera e propria professione: il suo Vanni è difatti un affermato - anche se momentaneamente alquanto ingrippato - scrittore sulla cinquantina. La scena in cui

    rileva "un grandissimo ossimoro" in uno scambio di battute al vetriolo è troppo forte! E state bene attenti perché la sua è una comicità contagiosa... Almeno fino al momento in cui qualcosa sollecita un repentino cambio di umore nel nostro Vanni/Rubini: così colui che per la maggior parte del tempo si spende nelle vesti dell'unico, vero, paciere tra le parti, in una girandola di conflitti andata e ritorno, a un certo punto si irrita visibilmente ed esplode. Eh si, perché come grida lui stesso in un conato di paradossale giustificazione: "L'urlo è una forma di proto linguaggio... "

    Ma è veramente sempre lui a condurre le redini di intercalate sagge riflessioni? E' sua la voce fuori campo che avvia un primo approccio sull'ottica di vedere le cose? - "Date retta a me, le cose vanno viste dall'alto..." - e che chiude il sipario in un'atmosfera decisamente dolceamara che sbarra la

    strada all'happy ending? Vi siete chiesti che ci fa nella cover della locandina quell'inserto parafumettistico con protagonisti due pesci?... Ve ne accorgerete presto quando sarà data finalmente una risposta all'amletico punto di domanda: 'dobbiamo parlare o non dobbiamo parlare?' Che cosa fa bene all'amore? Prima però dovrete sorbirvi - ma sarà un piacere! - gli umoristici siparietti ben apparecchiati da Sergio Rubini e condivisi sulla scena con l'effervescente, nostrano, trio composto da Fabrizio Bentivoglio (il prof. Alfredo), Maria Pia Calzone (irresistibile nei panni della sua Costanza!), e Isabella Ragonese (l'anello più debole della catena, con Linda). Così, con Rubini in testa, il nostro quartetto diventa una roccaforte di comicità, pronta ad aprire le paratìe per inondarci di una vera e propria gragnola di battute cadenti, con cui si tiene il tempo meglio di un batterista. E una battuta incalza l'altra come bocconcini sfilettati a dovere prima di essere infilzati nell'asticella

    dello spiedino.

    Per essere divertente è divertente, non c'è che dire! Anche se non ci troviamo esattamente alla stessa altezza del quartetto allestito da Polanski nel suo Carnage che vedeva a confronto in una stanza, seguendo la ripresa in tempo reale, nientemeno che Kate Winslet, Jodie Foster, Christoph Waltz e John C. Reilly. Certo che in Dobbiamo parlare Sergio Rubini non si fa mancare il piatto portante della sua 'carneficina'. Diciamo allora che si tratta di una sorta di 'carneficina' tra 'noartri' (noialtri), all'italiana, appunto. Una sorta di 'spaghetti carnage'. Ma quel che c'è di bello è che, alla resa dei conti, non ci dispiace affatto! Anzi!

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano lo Studio PUNTO&VIRGOLA, Antonella Bartoli

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di DOBBIAMO PARLARE

    Links:

    • Sergio Rubini (Regista)

    • Sergio Rubini

    • INTERVISTA CON STEFAN RUZOWITZKY PER 'IL FALSARIO-OPERAZIONE BERNHARD' (Interviste)

    • DOBBIAMO PARLARE - INTERVISTA al regista, sceneggiatore e soggettista SERGIO RUBINI (Interviste)

    • X. Festa del Cinema (Roma, 16-24 Ottobre 2015) - Daily: mercoledì 21 ottobre - L’AMORE E LE SUE OMBRE NEL NUOVO FILM DI SERGIO RUBINI, 'DOBBIAMO PARLARE' (Speciali)

    1 | 2

    Galleria Video:

    Dobbiamo parlare - trailer

    Dobbiamo parlare - clip 'La pacchia'

    Dobbiamo parlare - clip 'La lite'

    Dobbiamo parlare - clip 'La stangata'

    Dobbiamo parlare - clip 'Il ballo'

    Dobbiamo parlare - clip 'Per Marco'

    Dobbiamo parlare - intervista video a Maria Pia Calzone 'Costanza' e Fabrizio Bentivoglio 'Alfredo'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    The Report

    THE REPORT

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Dal Sundance Film Festival 2019; dal .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del Cinema di Cannes - RECENSIONE .... [continua]

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Edward Norton si fa .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 .... [continua]

    The Irishman

    THE IRISHMAN

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni .... [continua]