ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    New Entry - USA: Dal 13 Dicembre .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (13 Ottobre 2019) - 14. Festa del Cinema di .... [continua]

    Charlie's Angels

    CHARLIE'S ANGELS

    Aggiornamenti freschi di giornata! (13 Ottobre 2019) - Il film è scritto, diretto e .... [continua]

    Black Bird

    BLACK BIRD

    New Entry - Da Dicembre

    "Ero a una cena con Christian Torpe, lo ....
    [continua]

    Military Wives

    MILITARY WIVES

    New Entry - 14. Mostra del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    The Report

    THE REPORT

    New Entry - In Pre-Apertura alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 .... [continua]

    Gli anni più belli

    GLI ANNI PIU' BELLI

    New Entry - Dal 13 Febbraio 2020

    "Con la sua meravigliosa canzone inedita ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Premonitions

    PREMONITIONS: ANTHONY HOPKINS E COLIN FARRELL SENSITIVI SU SPONDE CONTRAPPOSTE PER IL GIOVANE CINEASTA BRASILIANO AFONSO POYART. NE ESCE UN THRILLER SOPRANNATURALE E UNO SGUARDO VISIONARIO SUI GRANDI INTERROGATIVI ESISTENZIALI, SUL DESTINO E SUL DIRITTO DI SCELTA PER LA VITA O PER LA MORTE

    RECENSIONE - Dal 12 NOVEMBRE

    "Questo film è il perfetto equilibrio tra struttura, storia e personaggi forti. E' un intelligente mix di azione e forte impatto visivo. Ero particolarmente attratto dall'opportunità di esplorare il potenziale cinematografico della sceneggiatura e di osservare attraverso la mente di un personaggio con abilità psichiche, interpretato da Anthony Hopkins, e visualizzare ciò che vede... Entrambi i film ('2 Coelhos' e 'Premonitions') hanno anche azione, movimenti veloci, un’intensità visiva ritmata dal montaggio, e il secondo atto di 'Premonitions' pare un ottovolante... 'Premonitions' mi dà la possibilità di esplorare i personaggi più di quanto abbia fatto prima. E’ il viaggio intimo di tre personaggi - Clancy, Joe e Katherine - e le componenti emotive delle loro storie sono i maggiori punti di forza del film".
    Il regista Afonso Poyart

    (Solace; USA 2015; Thriller del mistero; 101'; Produz.: Eden Rock Media in associazione con FilmNation Entertainment/Flynn Picture Company/New Line Cinema/Silver Reel/Venture Forth; Distribuz.: Lucky Red)

    Locandina italiana Premonitions

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Premonitions

    Titolo in lingua originale: Solace

    Anno di produzione: 2015

    Anno di uscita: 2015

    Regia: Afonso Poyart

    Sceneggiatura: Sean Bailey e Ted Griffin

    Soggetto: Scritto da Ted Griffin.

    Cast: Jeffrey Dean Morgan (Agente Joe Merriwether)
    Colin Farrell (Charles Ambrose)
    Anthony Hopkins (John Clancy)
    Abbie Cornish (Agente Katherine Cowles)
    Marley Shelton (Laura Merriwether)
    Xander Berkeley (Mr. Ellis)
    Matt Gerald (Agente Sloman)
    Kenny Johnson (David Raymond)
    Janine Turner (Elizabeth Clancy)
    Jose Pablo Cantillo (Agente Sawyer)
    Sharon Lawrence (Mrs. Ellis)
    Autumn Dial (Emma Clancy)
    Angela Kerecz (Prostituta)
    Joshua Close (Linus Harp)
    Jordan Woods-Robinson (Jeffrey Oldfield)

    Musica: BT

    Costumi: Denise Wingate

    Scenografia: Brad Ricker

    Fotografia: Brendan Galvin

    Montaggio: Lucas Gonzaga

    Effetti Speciali: David Fletcher (coordinatore effetti speciali); Randy Goux (supervisore effetti visivi)

    Makeup: Nikoletta Skarlatos (capo dipartimento makeup)

    Casting: Deborah Aquila e Tricia Wood

    Scheda film aggiornata al: 09 Dicembre 2015

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Quando l'Agente Speciale dell'FBI Joe Merriwether (Jeffrey Dean Morgan) si ritrova perplesso di fronte ad una serie di omicidi, decide di chiedere aiuto ad un suo ex collega in pensione, medico psicanalista e sensitivo, il dottor John Clancy (Anthony Hopkins). Il solitario Clancy, che ha smesso di praticare e si è appartato dal mondo dopo la morte di sua figlia e la successiva fine del suo matrimonio, non vuole avere niente a che fare con il caso, né usare le sue capacità. Ma, quando ha delle visioni molto violente della giovane collega di Joe, l'agente speciale dell'FBI Katherine Cowles (Abbie Cornish), cambia idea, pensando che queste possano essere anche una sorta di messaggio personale. Quando gli eccezionali poteri intuitivi di Clancy lo conducono sulle tracce di un sospettato, Charles Ambrose (Colin Farrell), ben presto, il medico si rende conto che il suo “dono” è nulla rispetto agli straordinari poteri di questo assassino in missione.

    SHORT SYNOPSIS:

    A psychic works with the FBI in order to hunt down a serial killer.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    "A VOLTE, I PIU' GRANDI ATTI DI AMORE, SONO I PIU' DIFFICILI DA COMPIERE"

    Il tam tam di un bip in sottofondo apre su un iride color del cielo in primissimo piano. Solo quella. Alcuni istanti prima di allargare il campo sul protagonista cui appartiene quello sguardo. Uno sguardo fisso. Immobile. Troppo immobile, perché senza vita. E' la prima scena del primo crimine di un fantomatico serial killer e della correlata indagine sul campo in corso da parte di una squadra dell'FBI. Quale eleganza di stile per l'inizio di un film! Un film che si direbbe un thriller come tanti, tra i tanti in cui l'FBI è una presenza costante, invadente, faccendona e arrogante. Invece non è affatto così. Perché quell'interessante movimento di macchina dell'inizio non è che una questione di stile. Lo stile incredibilmente maturo, da cineasta navigato, di un regista che, al contrario, il percorso fatto ad oggi lo

    classifica alle prime armi: il lungometraggio d'esordio, 2 Coelhos (2 Conigli), un fantastico mix d'azione e inventiva, elaborato a 360° dal giovane Afonso Poyart, che lo scrive, lo dirige, lo produce, lo monta e nel quale recita pure, diventa d'altra parte rapidamente un successo nella sua terra d’origine, il Brasile. E ora che con questo Premonitions è approdato come per incanto a dirigere un mostro sacro dell'interpretazione come Anthony Hopkins, cui ha affiancato in seconda Colin Farrell (Charles Ambrose), Jeffrey Dean Morgan (Agente Joe Merriwether) ed Abbie Cornish (Agente Katherine Cowles), si è già guadagnato la ribalta internazionale, con risultati che suggeriscono vivamente di tenerlo d'occhio.

    Le evidenti difficoltà nel dipanare la matassa del serial killer da parte della coppia di agenti FBI Joe/Morgan e Katherine/Cornish, conducono a quello che di lì a poco si mostrerà come il personaggio centrale, l'asse portante delle indagini, della storia, e delle riflessioni a carattere

    esistenziale di cui è intriso Premonitions e che Poyart ha reso così intrigante portando sul grande schermo la doppietta visiva di scelte contrapposte tra loro. Mai prima d'ora, pur non essendo una novità assoluta nel cinema, è stato reso così palpitante l'istante che determina la decisione di una persona di optare per una scelta piuttosto che per un'altra: una sorta di 'sliding doors' visivamente in carne ed ossa, per la vita e per la morte, pervaso da suggestive tinte di paranormale, che se la vedono spesso con i versi di opere teatrali, ad esempio come l'opera lirica La Boheme, qui intimamente legati a riflessioni esistenziali senza tempo, universali, e ancor più pulsanti per la contemporaneità, il nostro tempo, e il tempo vissuto dai protagonisti. Protagonisti che conoscono o conosceranno, a vario titolo personale, il dolore e la sofferenza. Ed è sorprendente vedere come in Premonitions i temi ingombranti di malattia,

    morte naturale ed eutanasia si intreccino tra loro nella tessitura di un comune thriller, rivestendolo di una luce altra, spettacolare e toccante. Una luce per certi versi sinistra che, in egual misura del destino, sa come trovarci e fare breccia nella nostra mente e nel nostro cuore, per depositare l'uovo della riflessione. Premonitions vi ammalierà e depositerà in ognuno di voi qualcosa su cui avete già riflettuto mille volte, ma su cui inevitabilmente tornerete a riflettere. Un qualcosa che molti altri film hanno fatto in maniera più diretta, affidandosi alla via unilaterale del genere drammatico che si fa subito riconoscere.

    In Premonitions Poyart intraprende un genere che normalmente non appartiene ad argomenti esistenziali di quella natura e come veicolo elettivo sceglie la speciale dote del sensitivo, del preveggente, su cui salire a bordo per arrivare all'identità del serial killer. E quel veicolo elettivo altri non è che il Dottor John Clancy

    di Sir Anthony Hopkins, un medico analista in pensione, già alle dipendenze dell'FBI, la cui conoscenza psichiatrica e la capacità di scavare nella mente di un assassino va oltre la sua formazione clinica, sforando, appunto nel soprannaturale. Da quando entra in scena, umbratile e solitario, con un grave lutto alle spalle, motivo per cui ha abbandonato il lavoro e causa della separazione dalla moglie, lo schermo si irradia della luce misteriosa e intensamente chiaroscurata che abita nei cunicoli più nascosti della mente. E il tandem tra interpretazione e regia diventa potente e indissolubile mentre cavalca i meandri una potente visionarietà che torna più e più volte a far campeggiare la compresenza di uno stesso personaggio con se stesso, in un frazionamento temporale di spettacolare emotività: di grande impatto psicologico e bellezza estetica ad esempio, è la sequenza che recupera gli ultimi brani di vita della vittima nella vasca da bagno,

    ricolma di fiori di orchidea.

    Ma cotanta raffinata eleganza formale non diluisce affatto i contenuti tremendamente scomodi e ingombranti per essere buttati giù in sol boccone. Contenuti che obbligano ad una lenta masticazione e ugualmente non assicurano mai una facile digestione. Soprattutto quando, sul tardi, sopraggiunge finalmente Charles/Farrell, ad offrirci le sue pillole di un'umanità che lotta con l'etica, la morale, la religione e rischiano di non trovare mai un accordo possibile. Può esistere la misericordia in un killer? E' una lotta tra le più cruente che non potrà mai portare sollievo, solo aggiungere altro dolore al dolore. Nel confronto tra il Charles di Farrell e il John di Hopkins sta l'anima del conflitto, il nocciolo della questione, e il confine di divisione tra parti contrapposte. 'Non puoi fare la parte di Dio' incalza John/Hopkins. Ma la risposta che gli giunge come contraltare da Charles/Farrell è affilata come un rasoio,

    forte, spiazzante, grondante tutto il dolore di un'umanità ferita: 'non mi interessa la parte di Dio. Per come sta operando non mi entusiasma granché'. Le linee di pensiero sembrerebbero tracciate, i giochi fatti, e invece lo stupendo finale, tremendo e potente come un terremoto, sempre in bilico sulla visionaria doppietta, rimescola le carte e ci scombussola al punto che trattenere le lacrime non è proprio più possibile.

    Perle di sceneggiatura

    "A volte, i piu' grandi atti di amore, sono i piu' difficili da compiere"

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Lucky Red e Marcello Bisceglie (QuattroZeroQuattro)

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di PREMONITIONS

    Links:

    • Afonso Poyart (Regista)

    • Colin Farrell

    • Anthony Hopkins

    • Abbie Cornish

    • Marley Shelton

    • Premonitions (BLU-RAY + DVD)

    1

    Galleria Video:

    Premonitions - trailer

    Premonitions - trailer (versione originale sottotitolata in francese) - Solace

    Premonitions - clip 'Chi sono?'

    Premonitions - clip 'Devi dirmi che cosa stai vedendo'

    Premonitions - clip 'Chi è Charles Ambrose?'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Le verità

    LE VERITA'

    Già Film d' Apertura alla 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - .... [continua]

    Gemini Man

    GEMINI MAN

    Dramma d'azione Sci-Fi diretto da Ang Lee (I Segreti di Brokeback Moutain, Vita di Pi), .... [continua]

    Non succede, ma se succede...

    NON SUCCEDE, MA SE SUCCEDE...

    Charlize Theron e Seth Rogen per la prima volta insieme nella commedia di Jonathan Levine .... [continua]

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Da Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo Django .... [continua]

    Yesterday

    YESTERDAY

    Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 Settembre .... [continua]

    Rambo: Last Blood

    RAMBO: LAST BLOOD

    Trentasette anni dopo il primo film, arriva il quinto capitolo del franchise cult con cui .... [continua]