ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    New Entry - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Ghostbusters: Legacy

    GHOSTBUSTERS: LEGACY

    New Entry - Si tratta del terzo capitolo dell'omonima saga, inaugurata nel 1984 con .... [continua]

    My Salinger Year

    MY SALINGER YEAR

    New Entry - .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Ancora al cinema - Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è ....
    [continua]

    Cena con delitto - Knives Out

    CENA CON DELITTO - KNIVES OUT

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 37. Torino Film Festival .... [continua]

    Spie sotto copertura

    SPIE SOTTO COPERTURA

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Playmobil: The Movie

    PLAYMOBIL:THE MOVIE

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 31 Dicembre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > San Andreas

    SAN ANDREAS: DWAYNE JOHNSON, CARLA GUGINO E PAUL GIAMATTI IN PRIMA LINEA NEL 'DISASTER MOVIE' DI BRAD PEYTON

    RECENSIONE ITALIANA in ANTEPRIMA e PREVIEW in ENGLISH by ANDREW BARKER (www.variety.com) - Dal 28 MAGGIO

    "Questo film è diverso da qualunque altro lavoro abbia fatto in passato. Richiedeva più esigenze a causa degli elementi enormi presenti e inoltre doveva centrare l’onestà del tono. Ho voluto che i personaggi fossero veri, così che il pubblico potesse ammirarli dal loro punto di vista come fossero loro stessi dietro la macchina da presa, ma ad una distanza di sicurezza. Perché, anche se le scene d’azione sono di grande impatto, nel cuore di ogni storia ci sono le persone che amiamo... Il motivo per cui mi sono appassionato a questo film è perché dopo tre settimane dal mio trasferimento a Los Angeles, c’è stato il terremoto a Northridge. Non avevo mai provato quel tipo di tremore, trovarsi nel mezzo di un grande terremoto è stata un’esperienza terribile e potente allo stesso tempo. Ti fa sentire piccolo ed insignificante. La Faglia di Sant’ Andrea mi ha sempre affascinato, sul serio, nonostante io sia cresciuto a Miami, lontano 3000 miglia. Credo sia qualcosa di cui la gente sia a conoscenza, coscienziosamente o meno. È lo spirito del tempo".
    Il regista Brad Peyton

    (San Andreas; USA 2015; Thriller drammatico; 104'; Produz.: Warner Bros./Village Roadshow Pictures/New Line Cinema/Flynn Picture Company; Distribuz.: Warner Bros Pictures Italia)

    Locandina italiana San Andreas

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: San Andreas

    Titolo in lingua originale: San Andreas

    Anno di produzione: 2015

    Anno di uscita: 2015

    Regia: Brad Peyton

    Sceneggiatura: Carlton Cuse

    Soggetto: Storia di Andre Fabrizio e Jeremy Passmore.

    Cast: Alexandra Daddario (Blake)
    Carla Gugino (Emma)
    Dwayne Johnson (Ray)
    Paul Giamatti (Lawrence Hayes)
    Colton Haynes (Joby)
    Ioan Gruffudd (Daniel Reddick)
    Archie Panjabi (Serena)
    Kylie Minogue (Beth Riddick)
    Vanessa Ross (Residente nella zona del disastro)
    Will Yun Lee (Dr. Kim Park)
    Matt Gerald (Harrison)
    Art Parkinson (Ollie)
    Hugo Johnstone-Burt (Ben)
    Jackie Dallas (Sopravvissuta al terremoto)
    Ken Watanabe (Uomo d'affari giapponese)
    Cast completo

    Musica: Andrew Lockington

    Costumi: Wendy Chuck

    Scenografia: Barry Chusid

    Fotografia: Steve Yedlin

    Montaggio: Bob Ducsay

    Effetti Speciali: Brian Cox (supervisore effetti speciali); Katherine Rodtsbrooks, Colin Strause e Greg Strause (supervisori effetti visivi)

    Casting: Deborah Aquila e Tricia Wood

    Scheda film aggiornata al: 30 Giugno 2015

    Sinossi:

    IN BREVE:

    In California, in seguito ad un terremoto di magnitudo 9 scatenato dal risveglio della famigerata faglia di Sant’Andrea, un pilota di elicotteri, specializzato in ricerca e salvataggio, e la sua ex moglie intraprendono un viaggio da Los Angeles a San Francisco per cercare di trarre in salvo la loro unica figlia. Proprio quando penseranno di essersi lasciati il peggio alle spalle, capiranno invece che il peggio è solo all’inizio.

    SHORT SYNOPSIS:

    In the aftermath of a massive earthquake in California, a rescue-chopper pilot makes a dangerous journey across the state in order to rescue his estranged daughter.

    Commento critico (a cura di ROSS DI GIOIA)

    Prevedere i terremoti è il sogno segreto di ogni sismologo che si rispetti. Quando il dottor Lawrence (Paul Giamatti) pensa di esserci riuscito, ecco che uno sciame sismico lungo una faglia mai rilevata in precedenza, nei pressi della diga di Hoover del Nevada, attraversa il confine per attivare la famigerata Faglia di Sant'Andrea in California. L’evento è talmente deflagrante che squassa la terra fino a raggiungere Los Angeles e San Francisco. Ma non è che l’inizio: il modello matematico messo a punto da Lawrence mostra come stia per arrivare un altro terremoto di magnitudo 9 in California… e proprio San Francisco vi finirà nell’epicentro. Ed è proprio per questo che il pilota di elicotteri di soccorso Ray (Dwayne Johnson), dopo aver tratto in salvo la (quasi ex) moglie Emma (Carla Gugino) da morte certa, si dirige con lei verso la città del Golden Gate per tentare di trovare la loro

    unica figlia.

    Diciamo la verità: quante volte siete andati al cinema per vedere la (ennesima) fine del mondo? Chi vi scrive tante, tantissime volte. E ci torna sempre volentieri. Anche se è costretto a lasciare fuori dalla sala il senso del reale, a cedere alla più bieca delle sospensioni dell’incredulità e potrebbe anticipare perfino a che minutaggio avverrà o sarà svelata praticamente ogni svolta narrativa. Ecco, tutto ciò accade con pacifica tranquillità anche per i circa 100 minuti di San Andreas. Un calderone di già visto, dalla terra che si spacca in due come un cracker alla caduta del “simbolo” (stavolta tocca alle lettere della mitica scritta HOLLYWOOD crollare una ad una come tessere del domino), dal viaggio dell’eroe alla bandiera stelle e strisce che sventola sulle macerie fumanti che in qualunque modo si stanno già sgombrando per passare alla ricostruzione… Insomma, niente di nuovo da registrare sul fronte del “disaster

    movie”.

    Tutto ciò necessariamente sottolineato, va comunque detto che il film di Brad Peyton è consigliatissimo a chi ama questo genere di cinema. Se è vero come è vero, infatti, che mancano le innovazioni (tranne quelle tecniche, che migliorano di volta in volta, effetto speciale dopo effetto speciale) San Andreas scorre via però veloce, forte di un ritmo senza sosta che porta lo spettatore diritto al centro dell’azione e ce lo lascia a lungo, seguendo la stucchevole ragazzina che si diverte a fare MacGyver tra telefoni fissi e cassette degli attrezzi, così come Johnson-Gugino che mettono da parte 'la guerra dei Roses' per il bene della pargola dispersa (e tralasciamo pure le colpe del precedente dramma famigliare che in qualche modo vengono infine mondate). Un terremoto di apocalittico divertimento senza pretese che ti fa venire la voglia, una volta tornati a casa, di consultare il sito dell’Istituto Nazionale di Geofisica

    e Vulcanologia a caccia di consigli utili su come salvarsi in caso di una scossa assassina!

    Secondo commento critico (a cura di ANDREW BARKER, www.variety.com)

    CALIFORNIA CRUMBLES SPECTACULARLY IN AN ACTION MOVIE THAT QUICKLY DEGENERATES FROM BLISSFULLY STUPID TO FATALLY STUPID.

    Of the many charges that can be levied against Brad Peyton’s “San Andreas,” false advertising is not one of them. The disaster pic promises nothing more than the complete CGI destruction of California as foregrounded by Dwayne Johnson’s jackfruit-sized biceps, and it delivers exactly that. After providing some blissfully stupid B-movie thrills for its first hour, the film suffers from spectacle overkill (you know what’s cooler than an apocalyptic earthquake? Two apocalyptic earthquakes … and a tsunami) and a fatal lack of invention in its second, more concerned with toppling buildings one by one than ever drumming up a lick of suspense about the fates of those inside them. Still, “San Andreas” boasts an undeniable sort of pre-verbal lizard-brain appeal that should make it a strong earner, especially in territories far removed from the

    titular fault line.

    Hewing much closer to Roland Emmerich’s teenage symphonies to Shiva than to the more conscientious disaster-pic approach of Juan Antonio Bayona’s “The Impossible,” “San Andreas” is the kind of film that can imply the violent deaths of millions of innocent people without batting an eye, just so long as the five or six Californians who matter make it out with only cuts and bruises. The recent earthquake in Nepal might make that proposition a bit dicier, offering a reminder that catastrophic natural disasters aren’t exactly, well, fun. (The film was forced to retool some of its marketing materials as a result.) But as thoroughly cheesy and mindless as it is, “San Andreas” certainly isn’t glib about its central calamity, and no one is lining up expecting documentary realism anyway.

    In any case, the five or six characters whose lives matter are as follows. Ray (Johnson) is a hulking, heroic

    helicopter pilot who segued from flying missions in Afghanistan to performing search-and-rescue operations in Los Angeles. His soon-to-be-ex-wife, Emma (Carla Gugino), has shacked up with uber-rich building developer Daniel (Ioan Gruffudd), who is busy constructing the tallest, sturdiest skyscraper in San Francisco (this bit of information may be useful later). Ray and Emma have a college-aged daughter named Blake (Alexandra Daddario), who thumbs a ride up to the Bay Area on Daniel’s private jet, where she meets cute with fumbling, flustering British twentysomething Ben (Hugo Johnstone-Burt) and his obnoxious, wisecracking younger brother, Ollie (Art Parkinson).

    Meanwhile, a Cal Tech seismologist (Paul Giamatti), prone to muttering science-y gibberish under his breath while drawing lots of diagrams, heads off to Nevada to study a recent flurry of “mini-quakes.” These jolts give him the data he needs to predict future earthquakes — “something-something magnetic pulses mumble-mumble” — moments before a sudden trembler takes out

    the Hoover Dam. He’s just arrived back in Pasadena to put his theories into practice when the entire San Andreas fault lights up with warning signs, indicating the Big One is imminent.

    Well aware that it isn’t the science that’s bringing butts into the seats, director Peyton makes the most of this first cataclysm. As the assembled characters dodge debris and do lots of screaming — the quake demolishes L.A. and San Francisco simultaneously — Peyton shows us both the computer-scaled chaos (well rendered, if indistinguishable from the similar destruction present in every disaster pic and comicbook film of the past half-decade) as well as some glimpses at more immediate epicenters. It’s the little details that are more memorable, such as the unaware, airborne Ray glancing down to see a freeway interchange silently crumble, or a long tracking shot through a luxury rooftop lounge as Emma pushes past frantic waitresses and

    flaming kitchen staff in search of safety.

    (Shot partially in Australia, the film carves out a strange cameo role here for Aussie pop star Kylie Minogue: After “Holy Motors,” “San Andreas” is Minogue’s second consecutive film in which she appears for a single scene, then promptly falls off a roof.)

    Ray plucks Emma from the top of a crumbling building in his chopper, while Ben and Ollie pull Blake from a crumbling parking garage. (For all the screenplay’s attempts to make Blake the resourceful survivalist of her little band, she’s still invariably the one getting saved.) After learning that Blake is temporarily safe, Ray and Emma resolve to head up to San Francisco to rescue her themselves.

    With the earthquake having passed, it’s here that the film ought to stir up some novel perils to test and develop its characters, and the aftermath of an earthquake should provide plenty of dangers — gas

    leaks, explosions, fires, riots, slightly worse traffic, etc. Instead, the film simply doubles down on its initial gambit, as Giamatti’s scientist discovers that the biggest, most devastating quake in American history is merely a precursor for a bigger, more most-devastating quake that could turn California into Arizona Bay at any moment.

    Thanks to this lack of tension — when two major world cities lie in ruins, it’s hard to get too worked up over the danger of the rubble re-collapsing — the film drifts off in its last hour. Ray and Emma have a few quiet moments together, though they’re largely wasted dealing with the recriminations of a needless backstory. Meanwhile, Blake and Ben develop a nervous sort of romance as they trudge through the streets, with Blake losing a new article of clothing at every aftershock. Bay Area natives will surely chuckle at some of the geographic oddities here, as

    the trio consult a map to find their way from Chinatown to Coit Tower, a landmark that ought to be easily visible simply by looking up.

    Daddario maintains a bright screen presence, and she manages to keep her half of the narrative afloat well enough, yet Johnson is the main attraction. Best utilized when he’s allowed to arch his famous right eyebrow at the tumult unfolding around him, Johnson affects a more solemn, Stallonian presence here, and he’s as solid an action hero as ever. Still, one can almost sense the actor breathing a sigh of relief when, after parachuting into the infield of AT&T Park with Emma, he gets to quip, “It’s been a while since I got you to second base.” The line is dumb, forehead-slapping, and totally out of sync with the rest of “San Andreas.” It’s also the best thing in it.

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di SAN ANDREAS

    Links:

    • Paul Giamatti

    • Carla Gugino

    • Dwayne Johnson

    • Will Yun Lee

    Altri Links:

    - Sito ufficiale
    - Pagina Facebook

    1 | 2 | 3 | 4 | 5

    Galleria Video:

    San Andreas - trailer 3

    San Andreas - trailer

    San Andreas - trailer 2

    San Andreas - trailer (versione originale)

    San Andreas - clip 'Prima che si rompa'

    San Andreas - clip 'Pronto a tagliare'

    San Andreas - clip 'Fidati di me'

    San Andreas - clip 'Via dalla diga!'

    San Andreas - clip 'State giù'

    San Andreas - clip 'Emma'

    San Andreas - clip 'Sotto il tavolo'

    San Andreas - clip 'L'evento non si è concluso'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui 'Miglior Film' - Dal 37° Torino .... [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Tra i più attesi!!! - Nel nuovo adattamento del romanzo di Louisa May Alcott .... [continua]

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Dopo quattro anni di attesa Checco Zalone colpisce ancora, questa volta giocando al raddoppio: come .... [continua]

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    RECENSIONE - Da 72. Cannes - Dal 2 Gennaio

    "Dopo 'Io, Daniel Blake', ....
    [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni .... [continua]

    Jumanji - The Next Level

    JUMANJI - THE NEXT LEVEL

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Star Wars: L'ascesa di Skywalker

    STAR WARS: L'ASCESA DI SKYWALKER

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE in ANTEPRIMA - La celebre saga volge al .... [continua]