ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    I Am Patrick Swayze

    I AM PATRICK SWAYZE

    New Entry - Il doc televisivo in omaggio a Patrick Swayze, star di .... [continua]

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Jurassic World

    JURASSIC WORLD: VENTIDUE ANNI DOPO GLI EVENTI DI JURASSIC PARK, ISLA NUBLAR ORA DISPONE DI 'JURASSIC WORLD', UN PARCO COMPLETAMENTE FUNZIONANTE , COME ORIGINARIAMENTE PREVISTO DA JOHN HAMMOND

    THE BEST OF 'CINEMA SOTTO LE STELLE' (Cinema all'aperto - Estate 2015) - RECENSIONE ITALIANA in ANTEPRIMA e PREVIEW in ENGLISH by SCOTT FOUNDAS (www.variety.com) - Dall'11 GIUGNO

    "Jurassic World è quasi come vedere Jurassic Park diventare vero. In Jurassic World volevamo realizzare questo sogno: avere un parco a tema veramente funzionante dedicato al miracolo di creare dinosauri dal DNA. Questa è la realizzazione del sogno di Michael Crichton, che è poi diventato il sogno di John Hammond. E questo speriamo diventi il sogno che il pubblico ha sempre voluto vedere"
    Il produttore esecutivo Steven Spielberg

    "Una parte di quello che mi spinge in questo lavoro è l’idea che sto rappresentando una generazione di persone che sono cresciute con i film di Steven e vogliono che questo tipo di storie continuino a venir raccontate... Sappiamo che non vogliamo un altro film dove le persone scappano via dai dinosauri e urlano; questo è già stato fatto e anche molto bene. Pensavo che quello che il pubblico vuole, e so cosa vuole Steven, è prendere questo brillante concetto di base e vedere dove si può arrivare con esso – espanderlo, aprirlo, mentre si riporta il pubblico in un luogo già familiare"
    Il regista Colin Trevorrow

    (Jurassic World; USA 2015; Avventura Sci-Fi; 124'; Produz.: Amblin Entertainment/China Film Co./Legendary Pictures in associazione con Universal Pictures; Distribuz.: Universal Pictures International Italy)

    Locandina italiana Jurassic World

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Jurassic World

    Titolo in lingua originale: Jurassic World

    Anno di produzione: 2015

    Anno di uscita: 2015

    Regia: Colin Trevorrow

    Sceneggiatura: Colin Trevorrow e Derek Connolly

    Soggetto: Dall'omonimo romanzo omonimo di Michael Crichton, ecco il IV capitolo di Jurassic Park.

    PRELIMINARIA - GENESI E SVILUPPO:

    Restato in cantiere per tredici anni, e noto in questo lasso di tempo come Jurassic Park IV, il film doveva essere distribuito definitivamente il 4 giugno 2014, ma la sua uscita è stata rimandata all'anno seguente a causa di divergenze tra la Universal Pictures e gli sceneggiatori. Dopo la regia dei primi due film, Steven Spielberg rimane come produttore esecutivo, mentre la direzione è stata affidata a Colin Trevorrow.

    Cast: Chris Pratt (Owen Grady)
    Bryce Dallas Howard (Claire Dearing)
    Vincent D'Onofrio (Vic Hoskins)
    Irrfan Khan (Simon Masrani)
    Ty Simpkins (Gray Mitchell)
    Nick Robinson (Zach Mitchell)
    Jake Johnson (Lowery Cruthers)
    Omar Sy (Barry)
    BD Wong (Dr. Henry Wu)
    Judy Greer (Karen Mitchell)
    Lauren Lapkus (Vivian)
    Brian Tee (Hamada)
    Katie McGrath (Zara)
    Andy Buckley (Scott Mitchell)
    Eric Edelstein (Supervisore al Paddock)
    Cast completo

    Musica: Michael Giacchino

    Costumi: April Ferry e Daniel Orlandi

    Scenografia: Ed Verreaux

    Fotografia: John Schwartzman

    Montaggio: Kevin Stitt

    Effetti Speciali: Michael Meinardus (supervisore effetti speciali); Tim Alexander (supervisore effetti visivi)

    Makeup: Vivian Baker (capo dipartimento makeup); Mary L. Mastro (capo dipartimento acconciature)

    Casting: John Papsidera

    Scheda film aggiornata al: 23 Agosto 2015

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Sono passati ventidue anni e Isla Nublar si popola nuovamente; la lussureggiante isola ospiterà finalmente, come John Hammond aveva a suo tempo progettato, un parco per famiglie a tema dinosauri: la notorietà del parco inizia però presto a diminuire, così come le sue visite. Per risolvere il problema, i proprietari decidono di aprire una nuova, grandiosa attrazione. Ma tra le minacciose ombre dell'Isla Nublar, l'imprevisto è in agguato.

    IN DETTAGLIO:

    Ventidue anni dopo gli eventi di Jurassic Park, Isla Nublar ora dispone di un parco a tema di dinosauri completamente funzionante e calamita di milioni di turisti: il Jurassic World, proprio come il sogno originale dell'ormai deceduto magnate John Hammond, costruito sui resti del parco originale. L'apertura ufficiale è avvenuta nel 2005 con ben 98.120 visitatori nel primo mese.
    Questo nuovo parco non è gestito più dalla InGen, ma dalla Masrani Corporation, che acquistò la suddetta società nel 1998. Tra i membri dello staff del parco, Owen è colui che conduce ricerche comportamentali sui Velociraptor.
    Passati alcuni anni dall'apertura, il numero di turisti in visita al Jurassic World inizia a calare: dopo un iniziale interesse suscitato a livello globale e una conseguente affluenza da record per i primi anni, il mondo si è abituato al concetto che esiste un parco in cui i dinosauri vivono e possono essere ammirati, nessuno ne ha paura e il parco è diventato sempre meno interessante per il pubblico.
    Nel 2015, ovvero dieci anni dopo l'apertura del Jurassic World, per rimediare al calo di turisti e attrarre nuovamente l'attenzione del pubblico, gli scienziati riescono a creare l'Indominus rex, abbreviato in I-rex, un nuovo tipo di dinosauro ibrido geneticamente modificato, utilizzando DNA di vari dinosauri esistenti. Sarà proprio questo nuovo predatore a sfuggire al controllo del parco e, nonostante la sicurezza di cui si vanta l'organizzazione, ci saranno terribili incidenti e gravi ripercussioni sui visitatori e sugli abitanti preistorici dell'isola.

    SHORT SYNOPSIS:

    Twenty-two years after the events of Jurassic Park (1993), Isla Nublar now features a fully functioning dinosaur theme park, Jurassic World, as originally envisioned by John Hammond. After 10 years of operation and visitor rates declining, in order to fulfill a corporate mandate, a new attraction is created to re-spark visitor's interest, which backfires horribly.

    Commento critico (a cura di GABRIELE OTTAVIANI)

    Il classico blockbuster ipervitaminico infarcito di citazioni cinematografiche ed effetti speciali – in tutta onestà spettacolari, anche grazie al 3D – più o meno alla stessa stregua del tacchino il Giorno del Ringraziamento. Questo è, in estrema sintesi, Jurassic World. Che certo non ha, ma forse sarebbe anche ingiusto aspettarselo, la forza dirompente, tale da renderlo un punto di riferimento nell’immaginario collettivo, di Jurassic Park, della cui saga, se così si può chiamare, questo può essere considerato il quarto capitolo (il terzo diversamente utile, a nostro avviso…). Ma comunque, tutto sommato, si lascia guardare.

    Trama: due fratelli, un bambino piuttosto sveglio e un classico adolescente, vengono mandati dai genitori, abbastanza in crisi, a passare qualche giorno dalla zia materna, Claire (Bryce Dallas Howard, membro di un cast che non è nemmeno malaccio: Vincent D’Onofrio, Omar Sy, Irrfan Khan…) che gestisce un parco di divertimenti da ventimila e più visitatori al

    giorno in un’isola costaricana. Per l’appunto, Jurassic World. La tecnologia della de-estinzione ha fatto miracoli, ma si vogliono sempre nuove attrazioni. E così, si gioca con la genetica. Può esistere idea più infausta? No? Ecco, appunto. Si prende un po’ del genoma del T. rex, qualche sequenza di DNA di Velociraptor, citosina e adenina dalle seppie, timina e guanina dalle raganelle, varie ed eventuali e viene fuori una creatura che ovviamente non è molto contenta di starsene in gabbia a fare da bersaglio per gli obiettivi delle macchine fotografiche del pubblico pagante. E così inizia una corsa contro il tempo per evitare – ma meglio sarebbe dire limitare – la strage.

    C’è chi vuole che abbiamo sempre presenti la nostra piccolezza di esseri umani di fronte all’universo e chi non ha rispetto per gli esseri viventi e vuole farne delle armi, c’è chi pensa alla natura e chi solo ai

    soldi, chi è sincero e chi fa il doppio e triplo gioco. Ma alla fine tutti i nodi vengono al pettine. E poi, naturalmente, c’è l’eroe. Owen Grady. È stato in Marina, addestra dinosauri, ha il volto e il fisico di Chris Pratt, è buono e bravo e riesce a sbrinare anche il cuore di Claire, che ogni tanto, forse stimolata dalla bella mimica dei rettiloni, cambia – come il suo sodale, del resto – persino espressione. E corre sui tacchi come nemmeno la buon’anima di Florence Griffith-Joyner…

    Secondo commento critico (a cura di SCOTT FOUNDAS, www.variety.com)

    MICHAEL CRICHTON AND STEVEN SPIELBERG'S TEST-TUBE DINOSAURS GET A CRITIC-PROOF REBOOT THAT'S FUN FOR A WHILE, BUT NOT A PATCH ON THE ORIGINAL.

    “No one’s impressed by a dinosaur anymore,” notes one character early on in “Jurassic World,” and it’s easy to imagine the same words having passed through the lips of more than one Universal Studios executive in the years since Michael Crichton and Steven Spielberg’s 1993 “Jurassic Park” shattered box-office records, along with the glass ceiling for computer-generated visual effects. Two decades and two lackluster sequels later, producer and studio have spared few expenses in crafting a bigger, faster, noisier dinosaur opus, designed to reclaim their place at the top of the blockbuster food chain. What they’ve engineered is an undeniably vigorous assault of jaw-chomping jolts and Spielbergian family bonding that nevertheless captures only a fraction of the original film’s overflowing awe and wonderment. Which should still be

    more than enough to cause a T-Rex-sized ripple effect at the summer multiplex turnstile.

    If the first “Jurassic Park” served as a game-changing harbinger of the CGI-era tentpole movie (as well as the movie-as-theme-park-attraction-as-movie), “Jurassic World” can be seen as a self-aware commentary on the difficulties of sustaining a popular franchise in an age when spectacular “event” movies are the rule more than the exception. The galloping gallimimus herd and screen-filling T-rex head of ’93 now seem almost as quaint as the stop-motion ape of the 1933 “King Kong” after the VFX breakthroughs of “Lord of the Rings,” “Avatar” and the two “Planet of the Apes” movies (whose writer-producers, Rick Jaffa and Amanda Silver, share “Jurassic World” screenplay credit with director Colin Trevorrow and Derek Connolly). And when “Jurassic World” begins, a similar dilemma faces the operators of the eponymous theme park, which, after rocky start, is running incident-free on that

    doomed Costa Rican isle of Isla Nublar, where it has become a full-fledged, Disney-like resort, complete with luxury Hilton hotel (one of the many brands seemingly unfazed by placing its products in a movie about a literal tourist trap).

    Business is booming at Jurassic World, yes, but in the tourism business as in Hollywood, stasis is a kind of death. The public — and, moreover, generous corporate sponsors — want ever more bang (and teeth) for their buck, observes the no-nonsense Claire (Bryce Dallas Howard), a loyal corporate flack who oversees park operations for Simon Masrani (Irrfan Khan), the Indian billionaire who inherited Isla Nublar from the late John Hammond (Richard Attenborough). So it’s time for a little razzle-dazzle cooked up by ex-Hammond geneticist Dr. Henry Wu (BD Wong, the sole “Jurassic Park” cast member to reprise his role here): a new, hybrid dinosaur breed known as Indominus rex (or, more

    precisely, Verizon Wireless Indominus rex), made from T-rex DNA and whatever else tumbled into the gene splicer. Will these people never learn? Not as long as the thrill-seeking public keeps queuing up for more.

    Bits of dinosaur DNA isn’t all that’s been recombined here, and if you’ve ever seen a “Jurassic Park” movie (or maybe any movie), it doesn’t take much guesswork to figure out that all of man’s state-of-the-art structural engineering will fail and Indominus rex will get to stretch her mighty legs all over Isla Nublar. The roles of the obligatory imperiled children are filled this time by Claire’s two visiting nephews — a surly hormonal teen (Nick Robinson) and his geeky, dino-obsessed younger brother (Ty Simpkins) — whose parents are (per the Spielberg norm) in the throes of divorce. In lieu of Pete Postlethwaite’s big game hunter from “The Lost World,” “Jurassic World” gives us Vincent D’Onofrio as

    a jingoistic military type who envisions using dinosaurs as battlefield soldiers. And standing in for Sam Neill’s eminently practical paleontologist Dr. Alan Grant, we get Chris Pratt as the sardonic ex-Navy man Owen Grady, who’s spent years not-quite-taming a pack of captive velociraptors (the “Jurassic” films’ most intelligent and lethal predators). They don’t quite eat out of Grady’s hands just yet, but at least they don’t bite (or bite off) the hands that feed them.

    Pratt is effortlessly engaging here, doing a minor-key variation on the stoner-surfer Indiana Jones routine he deployed to fine effect in last summer’s “Guardians of the Galaxy” (a more inventive, risk-taking studio movie than this one). He certainly gets more to do than Howard, whose part is like a third-generation xerox of the high-strung damsels-in-distress played by Kathleen Turner in “Romancing the Stone” and Kate Capshaw in “Indiana Jones and the Temple of Doom.” Then again,

    the “Jurassic” films have never exactly been rich on the human side — perhaps the key point that kept even the original film, for all its technical wizardry, from fulfilling Spielberg’s stated desire to create a “land-based ‘Jaws.’”

    What it lacked in character, however, “Jurassic Park” more than made up for in ingenious booby traps and hairsbreadth escapes, several of which now rank among the iconic moments in modern action-fantasy cinema (an angry T-rex treating a Mercedes SUV like a matchbox car; two velociraptors cornering their human prey in an industrial kitchen). “Jurassic World” doesn’t produce any such memorable set pieces, but it’s generally a more imaginative work than “The Lost World” and (especially) the woeful, Joe Johnston-directed “Jurassic Park III,” which both found unduly contrived ways of returning key characters to the very dinosaur-infested isles they swore they would never revisit, while adding new characters so unlikable that they could

    scarcely be devoured quickly enough.

    Trevorrow, who turned heads when he was handed the “Jurassic” reins (after having directed only the modestly charming, Amblin-esque time-travel romance “Safety Not Guaranteed”), gives the movie a warmer, brighter touch, closer in feel to the original film, especially in its central sibling rivalry and the portrait of a childless adult (Howard here, Neill there) whose parental instincts are awakened by dino-trauma. But he’s far less adept at staging big action (which tends to be more frantic than thrilling), and some of the movie’s best ideas remain oddly underdeveloped, like unhatched eggs. Having seeded the promising notion of rampaging dinos turned loose on the unsuspecting public (a la the final moments of “The Lost World”), “Jurassic World” ultimately makes little of it, relegating most of the action to the park’s interior, far from the madding crowd. Ditto the Indominus rex’s nifty adaptive camouflaging ability. And

    only late in the day (too late) does the movie arrive at the tantalizing, “Godzilla”-like suggestion that, sometimes, man and monster might find themselves united against a common enemy.

    Trevorrow has littered the film with sly callbacks to the original “Jurassic Park,” plus amusing nods to “Butch Cassidy and the Sundance Kid,” “The Birds” and many others. It’s fun enough while it lasts, but somehow, finally, all too much and not enough. The problem isn’t that dinosaurs have ceased to impress us, but that dinosaurs alone are not enough to sustain us in a sophisticated blockbuster culture that has, only just recently, given us the topsy-turvy emotional landscape of “Inside Out,” the determined desert fugitives of “Fury Road” and the all-too-human ape leader Caesar (of “Planet of the Apes”) — movies as bold in their storytelling and as rich in their emotional stakes as they are spectacular in their visual derring-do.

    “Jurassic World” starts out as a satire of bigger-is-better corporate groupthink only to become the very object of its scorn — a giant wind-up machine that’s all roar and precious little bite.

    The dinos themselves have rarely looked better than they do under the direction of VFX supervisor Tim Alexander, especially Indominous rex (arguably the movie’s most well-developed female character), and a new underwater beastie who’s like Shamu on steroids. Composer Michael Giacchino provides wall-to-wall pulse-pounding percussion, horns and strings, though the tunes most viewers will come out whistling are John Williams’ extensively recycled “Jurassic Park” themes.

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di JURASSIC WORLD
    BIOGRAFIE del CAST di JURASSIC WORLD

    Links:

    • Brian Tee

    • Omar Sy

    • Bryce Dallas Howard

    • Chris Pratt

    • Judy Greer

    • Vincent D'Onofrio

    • Jurassic World (BLU-RAY + DVD)

    • Jurassic World (BLU-RAY + DVD)

    Altri Links:

    - Sito ufficiale
    - Sito del parco
    - Pagina Facebook
    - Pagina Twitter

    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    Jurassic World - trailer 2

    Jurassic World - trailer

    Jurassic World - trailer (versione originale)

    Jurassic World - spot 'Big Game'

    Jurassic World - spot 'Epico'

    Jurassic World - spot 'Il controllo'

    Jurassic World - spot 'Viaggio'

    Jurassic World - spot 'Insieme'

    Jurassic World - spot 'Il meglio'

    Jurassic World - spot 'Benvenuti'

    Jurassic World - spot 'E' incredibile'

    Jurassic World - clip 'Owen scappa dal dinosauro'

    Jurassic World - clip 'Owen salva un lavorante'

    Jurassic World - clip 'I bambini trovano i dinosauri'

    Jurassic World - clip 'I bambini corrono'

    Jurassic World - clip 'Masrani vede l'Indominus'

    Jurassic World - clip 'Il controllo della nuova attrazione' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - intervista video al produttore Steven Spielberg e al regista Colin Trevorrow (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - intervista video a Chris Pratt 'Owen Grady' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - intervista video a Bryce Dallas Howard 'Claire Dearing' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - intervista video a BD Wong 'Dr. Henry Wu' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - intervista video a Ty Simpkins 'Gray' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Un primo sguardo' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Il diario giurassico di Chris Pratt: Frastornato' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Il diario giurassico di Chris Pratt: Fischiare' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Il diario giurassico di Chris Pratt: Introduzione agli stunt' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Il diario giurassico di Chris Pratt: Motocicletta' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Una nuova visione' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'Il consulente paleontologo Jack Horner parla del film' (versione originale sottotitolata)

    Jurassic World - featurette 'La torre di Jurassic World al Centro Commerciale Porta di Roma'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]