ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (6 Dicembre 2019) - Dopo quattro anni di attesa Checco .... [continua]

    Il terzo omicidio

    IL TERZO OMICIDIO

    New Entry - Dal 19 Dicembre

    "In primo luogo, volevo rappresentare in modo ....
    [continua]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile personaggio creato e interpretato da .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Home Page > Movies & DVD > L'incredibile vita di Norman

    L'INCREDIBILE VITA DI NORMAN

    RECENSIONE - Dal 28 Settembre

    "La narrazione dell’Ebreo cortigiano segue una struttura classica. Un ebreo incontra un uomo che alla fine diventerà un uomo di potere, ma lo incontra in un momento in cui la sua resistenza è fiaccata. Gli fa un dono o un favore, e quando l’uomo giunge al potere porta l’ebreo nella sua corte. L’ebreo diventa un suo consigliere di fiducia, finché non si ritrova vittima di invidie e ostilità. A quel punto, il Duca, il Re o chiunque sia non ha problemi a sbarazzarsi di lui: è diventato un peso ed è facile sbarazzarsi di un ebreo... Norman sa che se non ha qualcosa da offrire, nessuno avrà un buon motivo per continuare a frequentarlo. È molto triste immaginare che una persona possa pensare questo di se stessa, o anche solo percepirlo a livello istintivo senza averne la piena consapevolezza... Norman fa di tutto per essere nel posto giusto al momento giusto, e riuscire a sedersi, ma non sgomita mai abbastanza e finisce sempre senza sedia. Ho tenuto bene in mente questa immagine, mentre giravo il film, non tanto nella costruzione e nella coreografia della scena, ma per rendere l’umore e l’atmosfera giusti... La preghiera cantata alla fine dice: ‘Che Iddio ricompensi coloro che si occupano lealmente dei bisogni della comunità, che possa risparmiar loro la malattia e conservarli in salute, e perdonarli di tutti i loro peccati’. Norman merita rispetto, e il nostro perdono".
    Il regista e sceneggiatore Joseph Cedar

    "La storia di un uomo, ebreo newyorchese, che non è nessuno ma vorrebbe sedere alla tavola dei grandi, millanta grandi amicizie, vuole a tutti costi arrivare a essere qualcuno, qualcosa. È anche un film 'politico', ci sono degli accenni al processo di pace in Medioriente, un film particolare, difficile da sintetizzare, una delle sceneggiature più insolite che abbia mai portato sullo schermo".
    L'attore Richard Gere

    (Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer (già 'Oppenheimer Strategies'); USA/ISRAELE 2015; Thriller politico; 117'; Produz.: Fábrica de Cine/Oppenheimer Strategies; Distribuz.: Lucky Red)

    Locandina italiana L'incredibile vita di Norman

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    Short Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: L'incredibile vita di Norman

    Titolo in lingua originale: Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer (già 'Oppenheimer Strategies')

    Anno di produzione: 2015

    Anno di uscita: 2017

    Regia: Joseph Cedar

    Sceneggiatura: Joseph Cedar

    Cast: Richard Gere (Norman Oppenheimer)
    Michael Sheen (Phillip Cohen)
    Dan Stevens (Bill Kavish)
    Steve Buscemi (Rabbi Blumenthal)
    Charlotte Gainsbourg (Alexandra 'Alex' Green)
    Josh Charles (Arthur Taub)
    Isaach De Bankolè (Jacques)
    Harris Yulin (Jo Wilf)
    Lior Ashkenazi (Micha Eshel)
    Yehuda Almagor (Duby)
    Neta Riskin (Hanna)
    Jay Patterson (Amos Chertoff)
    Jonathan Avigdori (Lior Keshet)
    Andrew Polk (Marty Schiff)
    Doval'e Glickman (Ron Maor)
    Cast completo

    Musica: Jun Miyake

    Costumi: Michelle Matland

    Scenografia: Kalina Ivanov e Arad Sawat

    Fotografia: Yaron Scharf

    Montaggio: Brian A. Kates

    Makeup: Natalie Young

    Casting: Jodi Angstreich, Laura Rosenthal e Hila Yuval

    Scheda film aggiornata al: 19 Ottobre 2017

    Sinossi:

    In breve:

    L'ebreo Norman Oppenheimer (Richard Gere) è un uomo solitario che fa amicizia con un politico in un momento complicato della sua vita. Tre anni dopo, il politico diventa il leader politico più influente del mondo, trasformando radicalmente la vita di Norman sia in positivo sia in negativo.

    In dettaglio:

    Se chiedi a Norman Oppenheimer quale sia il suo mestiere la risposta sarà “se le serve qualcosa io gliela trovo!”. Con una delle migliori interpretazioni di sempre, Richard Gere è Norman, un navigato affarista di New York alla disperata ricerca di attenzioni e amicizie che possano cambiargli la vita. La sua è una corsa continua a soddisfare i bisogni degli altri nella speranza di trovare un giorno rispetto e riconoscimento da sempre desiderati. Quando viene eletto Primo Ministro un uomo a cui anni prima Norman aveva fatto un favore, quel giorno che tanto aveva desiderato sembra finalmente arrivato. Ma sarà davvero come lo immaginava? L’incredibile vita di Norman è una commedia intelligente e profonda sull’importanza delle relazioni e sul bisogno di contare col quale prima o poi tutti nella vita facciamo i conti.

    Short Synopsis:

    Norman Oppenheimer is a small time operator who befriends a young politician at a low point in his life. Three years later, when the politician becomes an influential world leader, Norman's life dramatically changes for better and worse.

    Norman Oppenheimer (Gere) only wants to matter. Living a lonely life in the shadow of power and money, he uses any angle or connection to put himself in a position of significance. He is an opportunist, just not a very good one. Until he finally bets on the right horse by buying a pair of expensive shoes for Micha Eshel (Ashkenazi), a lowly Israeli politician. When Micha becomes Prime Minister, Norman finds himself in the center of a geopolitical drama beyond anything he could have imagined. Using his small-time skills, Norman tries to solve a growingly complex puzzle with big-time implications. This everyman’s journey is filled with the comedy, drama, and tragedy of a man propelled out of anonymity yet ultimately too small to ever be valued.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    La voce fuori campo che parla in prima persona rivelandoci la sua idea di come fare affari, e come farli fare ad altri, è l'autentica anima di un tragico autoritratto: quello di Norman Oppenheimer, una sorta di 'faccendiere' newyorchese di basso profilo al di là delle ostentate apparenze. Della rovinosa conclusione della sua vicenda non si fa certo mistero. Il sottotitolo de L'incredibile vita di Norman che compare di lì a poco sul grande schermo - "La moderata ascesa e il tragico crollo di un moderatore di New York" - anticipa il personaggio stesso che compare subito dopo. Da tergo, e a ruota in un primissimo piano obliquo, a svelare l'immenso interprete che soprattutto negli anni della sua maturità professionale non manca di essere Richard Gere. Intensi ed ammalianti, sempre più sofisticati e in punta di sfida, i suoi ritratti in celluloide dipinti con l'infinito caleidoscopio di sfumature pescate nel

    mare di un'introspezione che non conosce né limiti né confini, là dove l'orizzonte resta sempre un obiettivo inappagato, una meta mai raggiunta, uno sguardo rivolto verso approdi invisibili ad occhio nudo. Era così per il clochard George de Gli invisibili e lo è oggi per L'incredibile vita di Norman. Un personaggio che apre il varco all'altro, in un certo senso, ed è persino curioso che la regia di Oren Moverman del primo sia presente pure nel secondo, per quanto dirottata sulla poltrona della produzione. Un'aura di stile che sembra apporre lo stesso sigillo ai due personaggi, entrambi tragicamente profondi, sostanzialmente soli e, per l'appunto, invisibili, a dispetto dei diversi modi di affannarsi nella scalata per la sopravvivenza, nel bel mezzo del caos metropolitano che li circonda.

    Sembra tra l'altro che il moderno personaggio in campo abbia insospettabili radici antiche. E' quanto rivelato dal regista Joseph Cedar (Orso d’argento per Beaufort), che

    qui riscrive oggi "una favola archetipica che si tramanda da millenni nella storia e nella letteratura: quella dell'ebreo cortigiano". Una narrazione, si dice, "che risale ai tempi della Bibbia: basti pensare alla storia di Giuseppe e il Faraone. Altri personaggi – come lo Shylock di Shakespeare nel Mercante di Venezia, Fagin nell’Oliver Twist di Dickens e Leopold Bloom nell’Ulisse di Joyce – non seguono gli stessi percorsi, ma rivelano tratti comuni".

    Un destino già scritto dunque, per il Norman del nostro Richard Gere, sempre più canuto e tanto più illuminato. Interprete fondamentale per rendere intrigante ed irresistibile una parabola vitale dal grafico altalenante sul filo della sopravvivenza, prima che inizi l'inevitabile discesa, rovinando in picchiata, in caduta libera, sui cocci lasciati da lui stesso per strada, nell'invasiva ossessione permanente di rendersi indispensabile, di offrire servigi, bugia dopo bugia, saltando di persona in persona: nipote (il Phillip Cohen di Michael Sheen), rabbino

    (Rabbi Blumenthal di Steve Buscemi) o politico (il Micha Eshel di Lior Ashkenazi) che sia. Un tracciato cadenzato come una partitura musicale (quella che sovente soverchia i dialoghi nel film) o come una sceneggiatura da pièce teatrale, ripartita in atti: 'Un piede nella porta', 'il cavallo giusto', e così via, con intermezzi ironici quanto lungimiranti del tipo 'tre anni dopo e dopo molti altri piccoli favori'. Le immagini per una sorta di corto surreale nel film, danno anche conto della fervida immaginazione e dell'anima sognatrice di Norman, al galoppo sulla pista dell'ambizione, quella di potersi affrancare da pasti di fortuna a base di cracker e surrogati in scatola, mentre qualcuno consuma ostriche e champagne in una suite d'albergo. Atti la cui scenografia si alimenta anche di una sorta di rinnovato e dinamico split screen senza cornici, allo scopo di dar vigore al respiro delle interrelazioni e della posta in gioco

    sul campo. Un tocco che fa onore alla regia di Joseph Cedar, mentre la Alex di Charlotte Gainsbourg attende il suo turno per attivare il ruolo di 'ago della bilancia' nelle sorti di Norman, personaggio incredibile più della sua stessa vita, continuamente alla ricerca di risposte da offrire a chi neppure le chiede. Il paradosso si appunta su un finale che si fa strada sulle note di un Miserere che sembra implorare redenzione per chi forse, a conti fatti, la merita davvero.




    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)







    Trailer italiano:

    Perle di sceneggiatura


    Pressbook:

    Pressbook Completo in Italiano de L INCREDIBILE VTA DI NORMAN

    Links:

    • Richard Gere

    • Michael Sheen

    • Steve Buscemi

    • Charlotte Gainsbourg

    • Dan Stevens

    1| 2

    Galleria Video:

    L'incredibile vita di Norman - trailer

    L'incredibile vita di Norman - trailer (versione originale) - Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer (già 'Oppenheimer Strategies')

    L'incredibile vita di Norman - clip 'Ma dov'eri finito?'

    L'incredibile vita di Norman - clip 'Che cosa le serve?'

    L'incredibile vita di Norman - clip 'Il negozio di scarpe'

    L'incredibile vita di Norman - clip 'Applausi'

    L'incredibile vita di Norman - clip 'Non potrebbe andare meglio'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e lan McKellen recitano .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (6 Dicembre 2019) - Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Western Stars

    WESTERN STARS

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tratto dall’omonimo album uscito nell’estate del .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Midway

    MIDWAY

    Quelli che... ci fermano a TRAILER e CLIP - Al pubblico l'ardua sentenza - .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella .... [continua]