ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Rhythm Section

    RHYTHM SECTION

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Novembre 2019) - Questa 'spy story' al femminile doveva .... [continua]

    The Report

    THE REPORT

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Dal Sundance Film Festival 2019; dal .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre .... [continua]

    The Duke

    THE DUKE

    New Entry - 2020 .... [continua]

    Terminator - Destino oscuro

    TERMINATOR - DESTINO OSCURO

    Ancora al cinema - Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La Bella e la Bestia

    LA BELLA E LA BESTIA: VINCENT CASSEL E LÉA SEYDOUX NELLA RILETTURA DELLA CLASSICA FIABA FIRMATA DAL REGISTA CHRISTOPHE GANS (SILENT HILL)

    Dalla 64. Berlinale - RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 27 FEBBRAIO

    "Non ho cercato di fare un remake di Cocteau, ma piuttosto un nuovo adattamento del racconto... Ci sono dei film francesi per i quali un remake è inconcepibile. 'Amanti Perduti', per esempio, è un prodotto chiuso, finito, serrato. Al contrario, 'La Bella e la Bestia' è intriso di cose non dette, di bianchi, di spazi volontariamente lasciati da parte da Cocteau. Quando mi sono imbattuto nel racconto di Madame de Villeneuve, notavo ogni volta i passaggi che Cocteau aveva tralasciato. Il mercante, ad esempio, non lo interessava molto, serve appena ad introdurre la Bestia. Allo stesso modo, la personalità delle due sorelle e le origini della maledizione del principe non attiravano quasi per nulla la sua attenzione. Una risposta, una sola in tutto e per tutto, ci spiega questa maledizione ('I miei genitori non credevano alle fate, e queste li hanno puniti'). Cocteau lascia molte porte aperte, ed io mi ci sono infilato con la mia versione".
    Il regista e co-sceneggiatore Christophe Gans

    (La Belle & la Bête; FRANCIA/GERMANIA 2014; Thriller romantico-fantasy; 110'; Produz.: Pathé/Eskwad/Studio Babelsberg; Distribuz.: Notorious Pictures)

    Locandina italiana La Bella e la Bestia

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: La Bella e la Bestia

    Titolo in lingua originale: La Belle & la Bête

    Anno di produzione: 2014

    Anno di uscita: 2014

    Regia: Christophe Gans

    Sceneggiatura: Christophe Gans e Sandra Vo-Anh

    Soggetto: Adattamento dell'omonimo romanzo di Madame Gabrielle-Suzanne Barbot de Villeneuve: una storia d'amore magica e simbolica già portata diverse volte sullo schermo.

    Mentre nell'immaginario moderno la storia della bella che si innamora della bestia è legata a un famoso film d'animazione targato Disney, il lavoro di Gans raccoglie l'eredità della versione cinematografica realizzata nel 1946 da Jean Cocteau ma si sofferma su aspetti che il maestro francese - basandosi su un breve testo di dieci pagine - ha volutamente sottovalutato, come ad esempio la figura del mercante, la personalità delle due sorelle di Belle e le origini della maledizione della bestia, proponendo una personalissima versione del regista.

    Cast: Vincent Cassel (Il Principe/La Bestia)
    Léa Seydoux (La Bella)
    André Dussollier (Il Mercante)
    Myriam Charleins (Astrid)
    Eduardo Noriega (Perducas)
    Audrey Lamy (Anne)
    Sara Giraudeau (Clotilde)
    Jonathan Demurger (Jean-Baptiste)
    Nicolas Gob (Maxime)
    Louka Meliava (Tristan)
    Yvonne Catterfeld (La Principessa)
    Richard Sammel (Il Gestore)

    Musica: Pierre Adenot

    Costumi: Pierre-Yves Gayraud

    Scenografia: Thierry Flamand

    Fotografia: Christophe Beaucarne

    Montaggio: Sébastien Prangère

    Effetti Speciali: Till Hertrich e Monty Ploch

    Makeup: Valerie Thery-Hamel (per Léa Seydoux)

    Scheda film aggiornata al: 03 Aprile 2014

    Sinossi:

    1810. Belle (Léa Seydoux) è una dei sei figli di un mercante che, caduto in disgrazia, ha perso ogni suo possedimento e ricchezza. A differenza delle altre sorelle, Belle è una ragazza dai modi gentili, umile e dotata di buon cuore che non ha mai dato peso al denaro. La sorte di Belle però è nelle mani del padre che stringe un redditizio accordo con la Bestia (Vincent Cassel), un orribile uomo maledetto in cerca di amore e redenzione che vive in un immenso castello. Quella che comincia come una storia di obblighi e costrizioni dettati dal materialismo e dal denaro si trasformerà presto in una grande storia d'amore, capace di vedere e spingersi oltre le apparenze.

    Commento critico (a cura di FRANCESCO ADAMI)

    La bella e la Bestia (La Belle et la Bête) è un film diretto dal regista de Il Patto dei Lupi, Christophe Gans e intensamente interpretato da Léa Seydoux (Midnight in Paris, La vita di Adele) e Vincent Cassel (Il cigno nero, A Dangerous Method). La narrazione è ambientata nel 1810: un mercante caduto in disgrazia, dopo il naufragio delle sue navi, si rifugia in campagna con i suoi sei figli. Tra di loro c’è la più
    giovane, Belle. Il mercante scopre il regno magico della Bestia che lo condannerà a morte per avergli rubato una rosa, destinata proprio a Belle. Sentendosi responsabile della terribile sorte che si abbatte sulla sua famiglia, Belle decide si sacrificarsi al posto del padre. Al castello della Bestia, però, l'attende una vita faticosa, che alterna momenti di magia, allegria e malinconia. Ogni sera, all’ora di cena, Belle e la Bestia s’incontrano, cercano di conoscersi come

    due estranei diversi: Belle, armata del suo carattere coraggio, lottando contro le peripezie e con il cuore sempre aperto, scoprirà un nuovo amore.

    Ispirato al testo omonimo di Madame di Villeneuve che attinge la sua ispirazione dalla mitologia greco-latina, si assiste ad una storia dai caratteri napoleonici in un mondo pieno di colori, di tenebra e luce: proprio questa caratteristica è connessa ad una specie di totale rinascimento, sia nell'aspetto che nella trama. Notevole l'elaborazione grafica e coloristica del film che aiuta con la sua atmosfera da fiaba ad elaborare la storia d'amore e di distanze etiche, tutto grazie anche alle interpretazioni di due grandi attori francesi e allo stile proprio di questa nazione, che sa raccontare in modo peculiare le storie d'amore e nate nel territorio patriottico.

    Il film è stato girato completamente in studio e gli ambienti sono stati costruiti in larga parte negli studios di Babelsberg, vicino

    Berlino, noti nella storia del cinema per essere stati location di film come Metropolis di Fritz Lang. La produzione ha impiegato poco tempo a girare il film, circa 57 settimane, grazie all'utilizzo di un
    metodo comune per molti film americani ma poco diffuso tra quelli europei, ossia quello di usufruire di postazioni di postproduzione in spazi adibiti adeguatamente accanto ai set, in modo da poter lasciare il set per andare a verificare l’assemblaggio
    di una scena girata il giorno prima, pertanto verificare i giornalieri e iniziare il montaggio sin da subito. François Baranger, il collaboratore artistico del film, ha sostituito tutti i green-screens del film, non con immagini digitalizzate, bensì attraverso immagini dipinte, un po' come si fa nei cartoni animati, tenendo conto di tutti gli effetti di cambiamento di prospettiva indotti dalle panoramiche o dai movimenti della camera.

    Per quanto riguarda l'interpretazione di Vincent Cassell nel ruolo della Bestia, la sua

    performance è stata registrata in due tempi: dapprima sul set, indossando il costume di scena interagiva con Belle, ossia con l'attrice Lea Seydoux, e in seguito si è dovuto sottoporre ad una sorta di postsincronizzazione facciale e pertanto rifare la sua performance senza muoversi, di fronte a molte
    cineprese, esattamente come aveva fatto Brad Pitt per Lo strano caso di Benjamin Button di David Fincher. L'aspetto della Bestia è stato realizzato materialmente e poi elaborato in modo digitale attraverso delle scansioni che hanno poi reso possibile modificare la sua immagine e donargli delle espressività ancora più dettagliate,
    dunque il digitale e gli effetti visivi sono stati utilizzati al fine di migliorare la creazione che, altrimenti, sarebbe stata molto meno realistica.

    Lo scenografo Thierry Flamand ha lavorato molto accuratamente nel realizzare le ambientazioni completamente ricostruite in studio, come il salone d’ingresso, la sala da pranzo, la camera di Belle, il
    rifugio della Bestia, il

    cottage interno e la sua facciata, ispirandosi allo stile manuelino, una transizione portoghese tra il Gotico e il Rinascimento. Un altro grande lavoro è stato svolto dalla costumista Pierre Yves Gayraud che ha realizzato con i suoi collaboratori numerosi costumi anche attraverso temi cromatici molto precisi per i vestiti che la Bestia donava a Belle: il primo abito avorio, il secondo blu, poi verde e infine rosso. Anche il costume del Principe che si trasforma in quello della Bestia - quando il suo corpo si modifica per un effetto di morphing - si converte di conseguenza, non per un effetto in digitale ma in modo reale: dunque è stato fatto un grosso lavoro
    anche per evidenziare al meglio l'effetto. La bella e la bestia è in definitiva una fiaba che si svolge in un'ambientazione storica che fa viaggiare ed innamorare di questa vorticosa storia d'amore.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Notorious Pictures e Francesca Ornato (Ornato Comunicazione).

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di LA BELLA E LA BESTIA
    ENGLISH PRESSBOOK of THE BEAUTY AND THE BEAST

    Links:

    • Vincent Cassel

    • Eduardo Noriega

    • Léa Seydoux

    • SONO IL NUMERO QUATTRO INTERVISTA all'attore ALEX PETTYFER (Interviste)

    • LA BELLA E LA BESTIA - INTERVISTA al regista CHRISTOPHE GANS (Interviste)

    • LA BELLA E LA BESTIA - INTERVISTA all'attore VINCENT CASSEL (Interviste)

    • LA BELLA E LA BESTIA - INTERVISTA all'attrice LÉA SEYDOUX (Interviste)

    Altri Links:

    - Sito ufficiale

    1| 2

    Galleria Video:

    La Bella e la Bestia - trailer

    La Bella e la Bestia - trailer (versione originale) - La belle & la bête

    La Bella e la Bestia - spot TV

    La Bella e la Bestia - clip 'Arrivo del Mercante al Castello'

    La Bella e la Bestia - clip 'La corsa sul ghiaccio'

    La Bella e la Bestia - clip 'Il permesso della Bestia'

    La Bella e la Bestia - clip 'La casa in campagna'

    La Bella e la Bestia - clip 'La prima cena'

    La Bella e la Bestia - clip 'Una rosa per una vita'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del Cinema di Cannes - RECENSIONE .... [continua]

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Edward Norton si fa .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 .... [continua]

    The Irishman

    THE IRISHMAN

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre .... [continua]