ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Dolittle

    DOLITTLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il regista e sceneggiatore Stephen Gaghan (script di 'Traffic' e script .... [continua]

    Judy

    JUDY

    Tra i più attesi!!! - Oscar 2020 - Due Nominations: 'Miglior Attrice' (Renée .... [continua]

    Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 - Dal 30 Gennaio .... [continua]

    Mulan

    MULAN

    New Entry - Dal 25 Marzo .... [continua]

    Emma

    EMMA

    New Entry - Il film segna il debutto sul grande schermo della regista Autumn .... [continua]

    Nightmare Alley

    NIGHTMARE ALLEY

    New Entry - Guillermo del Toro firma la regia del remake di un .... [continua]

    Ava

    AVA

    New Entry - Jessica Chastain assassina per Tate Taylor (Ma, La ragazza del treno) .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    New Entry - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Star Wars: L'ascesa di Skywalker

    STAR WARS: L'ASCESA DI SKYWALKER

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE in ANTEPRIMA - .... [continua]

    Jumanji - The Next Level

    JUMANJI - THE NEXT LEVEL

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La gente che sta bene

    LA GENTE CHE STA BENE: DOPO IL SUCCESSO DI 'BENVENUTO PRESIDENTE', CLAUDIO BISIO TORNA NEI PANNI DI UN VERO 'BASTARDO' PER FRANCESCO PATIERNO (IL MATTINO HA L'ORO IN BOCCA, COSE DELL'ALTRO MONDO)

    RECENSIONE - Dal 30 GENNAIO

    "Nonostante ci siano tante particolarità nostrane (nel film Abatantuono parla di 'nuovo modello dell’uomo italiano' per definire gli squali che si muovono nel mondo degli affari), penso che la storia sia fondamentalmente universale. La differenza? Mentre per l’America il sogno consiste nell’arrivare, per l’italiano il sogno risiede nel galleggiare, nell’arrangiarsi. In questo senso, il personaggio di Bisio non vuole stare bene ma convincere gli altri di stare bene".
    Il regista Francesco Patierno

    (La gente che sta bene; ITALIA 2013; Dramedy; 105'; Produz.: Madeleine/Colorado Film e RAI Cinema; Distribuz.: 01 Distribution)

    Locandina italiana La gente che sta bene

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: La gente che sta bene

    Titolo in lingua originale: La gente che sta bene

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2014

    Regia: Francesco Patierno

    Sceneggiatura: Federico Baccomo, Federico Favot, Francesco Patierno e Marco Pettenello

    Soggetto: Tratto dall’omonimo romanzo di Federico Baccomo Duchesne edito da Marsilio.

    Cast: Claudio Bisio (Umberto Maria Dorloni)
    Margherita Buy (Carlita)
    Diego Abatantuono (Patrizio Azzesi)
    Jennipher Rodríguez (Morgana)
    Laura Baldi (Lorena)
    Matteo Scalzo (Giacomino)
    Carlotta Giannone (Martina)
    Carlo Buccirosso (Maresciallo dei Carabinieri)

    Musica: Umberto Montesanti (fonico)

    Costumi: Eva Coen

    Scenografia: Tonino Zera

    Fotografia: Maurizio Calvesi

    Montaggio: Renata Salvatore

    Scheda film aggiornata al: 14 Febbraio 2014

    Sinossi:

    IN BREVE:

    L’Avvocato Umberto Maria Dorloni (Claudio Bisio) è uno che ce l’ha fatta e ormai non guarda più in faccia nessuno. Per lui crisi, tasse e precarietà sono solo un altro titolo di giornale. Quello che conta sono i ricevimenti, le interviste, il successo ad ogni costo. Ad un passo dal trionfo, però, quel mondo così perfetto inizia sgretolarsi e a mostrare tutti i suoi risvolti oscuri. Ma l’avvocato Dorloni non cederà tanto facilmente la sua fetta di paradiso e in una lotta sempre più frenetica per riconquistare il suo posto sulla vetta, si troverà a colpire e a essere colpito, a tradire e a essere tradito in un percorso imprevedibile sull’orlo del precipizio che, in una spirale davvero tragicomica, tra battute fuori luogo e donne fatali, squali e insidie, inganni e batoste, lo porterà alla scoperta di un nuovo se stesso.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    I LUPI DELLA FINANZA MADE IN ITALY NELLA RICETTA DI FRANCESCO PATIERNO (IL MATTINO HA L'ORO IN BOCCA, COSE DELL'ALTRO MONDO): TRA CRISI FINANZIARIA ED AMBIZIONI PROFESSIONALI CHE SCHIACCIANO OGNI RAPPORTO UMANO E AFFETTI FAMILIARI IN NOME DI UNA IRRINUNCIABILE SCALATA AL SUCCESSO. ED ECCO A VOI IL NUOVO SQUALO SENZA SCRUPOLI, L'AVVOCATO CLAUDIO BISIO CHE GIOGIONEGGIA SUL FILO DELLA COMMEDIA PRIMA DI IMPANTANARSI NELLA SUA STESSA MELMA (DIEGO ABATANTIONO) E DARE CORPO AL DRAMMA VERO, SUONANDO CORDE CHE POTREBBERO ARRIVARE A SORPRENDERVI. TRA I NUOVI TAGLIATORI DI TESTE ALL'INSEGNA DEL 'CHIODO SCHIACCIA CHIODO', IL RISCATTO DI DONNE (LA CARLITA DI MARGHERITA BUY) IN GRADO DI TOLLERARE A LUNGO, PRIMA DI RIUSCIRE A FAR ESPLODERE QUELLA BOMBA AD OROLOGERIA CHE E' IL VERO TALENTO, QUELLO IN GRADO DI SGONFIARE OGNI IPOCRISIA E MEDIOCRITA' E DI DARE UN SENSO AUTENTICO ALLA FATIDICA SECONDA CHANCE

    Siamo in piena crisi, e anche il cinema

    offre un frutto dall'albero di una sensibilità che non se la sente di aspettare tardive primavere (semmai arriveranno) prima di germogliare di nuovo. Così ecco che con La gente che sta bene, spunta l'interessante ritratto che della crisi, con i suoi lupi di piazza affari, inscena il regista e scrittore napoletano Francesco Patierno (Il mattino ha l'oro in bocca, Cose dell'altro mondo), ridendo e scherzando come un disinvolto Pulcinella della celluloide, cangiante nella sua anima da Pierrot. Del resto, "combattere, con spirito allegro e generoso, contro tutte le avversità e le durezze nella vita di tutti i giorni", fa parte, per definizione, proprio del carattere napoletano di Pulcinella. Tratto dall'omonimo romanzo di Federico Baccomo (già autore di Studio illegale da cui è nato il film di Umberto Carteni), La gente che sta bene di Patierno affresca la crisi economica e finanziaria mixando ironia infuocata a registri drammatici a tutto

    tondo.

    Licenziare un collega indolcendogli la pillola, spingendo 'il trombato' di turno - per usare il termine dello stesso Avvocato Dorloni interpretato da Claudio Bisio - a vedere il lato positivo della cosa, le molteplici e nuove opportunità del mercato del lavoro da cogliere là fuori - è una di quelle 'menzogne' d'ufficio che ci suonano familiari in quanto universalmente riconoscibili. Basta rammentarsi del tagliatore di teste per professione Ryan Bingham incarnato da George Clooney in Tra le nuvole (Up in the Air, 2009) di Jason Reitman o alle fiction tv d'autore nordamericane come Mad Men, Californication e The Office. Ma se a fare il tagliatore di teste è Claudio Bisio, l'ironia non può mancare, sia pure amara e pesante, come quando sventola come 'premura sua' al collega che sta licenziando il fatto di aver aspettato il giorno del suo compleanno per comunicargli la notizia, perché così la sera esce, sia

    distrae e non ci pensa). Il classico bastardo arrivato ai vertici della carriera, ottenendo tutto non facendosi alcun scrupolo pur di ottenerlo, neppure con la famiglia, con cui sta poco e nel modo più scorretto: logorroico fino alla nausea si parla addosso, non ascolta nessuno e non si accorge dei bisogni di chi gli sta attorno, a cominciare dalla bella moglie Carlita (Margherita Buy), pure illustre avvocato che non esercita per fare la casalinga ed occuparsi dei due problematici figli. Le cose per il nostro rapace avvocato inizieranno a cambiare rotta quando un suo collega e superiore lo pagherà con la stessa moneta, e in nome del "basso coefficiente di profitto" sarà a sua volta licenziato. Nella sfortuna, la fortuna di imbattersi in un uomo di potere, potenziale chiave di svolta per un indispensabile riscatto professionale, peggiore di lui (il Patrizio Azzesi di Diego Abatantuono). Numerosi i pali contro cui

    si ritroverà a sbattere prima di farsi davvero male e ritrovare un pò di senno.

    Così, giacché anche i bastardi, sempre tronfi di vanagloria, avvezzi al più becero degli autoincensamenti celebrativi del loro bieco successo, impantanati nella loro stessa melma di bassezze e angherie a danno altrui, meritano una seconda chance, una possibilità di redenzione, Claudio Bisio, nei panni del suo lurido personaggio, mostra loro come si fa, la strada da imboccare per la salvezza personale e degli altri. Irridendolo il suo personaggio nella prima parte del film con tutta la comicità che lo contraddistingue, Bisio lo spinge a raschiare il fondo del barile della sua sporchissima coscienza, per farlo approdare sulla salvifica sponda dell'insperata consapevolezza: e questo succede quando il suo avvocato Dorloni, in un particolare momento, si specchia in un altro personaggio suo pari, se non peggio, interpretato con ironica disinvoltura da Diego Abatantuono. Solo allora prova ribrezzo

    e vergogna per se stesso prima che per l'altro. E' là che non c'è davvero più posto per la commedia o il dramedy ma solo per il dramma allo stato puro, registro sul quale Bisio riesce a trasformarsi toccando corde che potrebbero sorprendervi. E con questo avvocato, aspirante lupo della finanza di piazza affari - giacché del vero lupo non ha proprio la stoffa, o, per meglio dire, il pelo, ma solo il vizio - Bisio si fa dunque paladino del messaggio che Patierno ha impastato ne La gente che sta bene: mostrare la strada anche a tutti coloro che nella realtà del fare i bastardi hanno fatto la loro professione elettiva e che purtroppo, contrariamente all'iconico personaggio in questione, perseverano ad oltranza, continuando imperterriti nella follia come se nulla fosse.

    La domanda allora, appesa al lamo di una speranza già agonizzante da troppo tempo, è una sola: la vogliamo

    imboccare questa strada del rinsavimento o no? No, perché se qualcuno non lo sapesse, è bene dirlo: non esiste solo il 'sogno americano', esiste anche il 'sogno italiano', e gli italiani, come Patierno ci tiene a rimarcare tra le righe di questo film, soprattutto nel finale, non hanno nessuna intenzione di rinunciarvi: piuttosto ribaltano i ruoli in famiglia, si reinventano con la fantastica creatività che li contraddistingue, ma non rinunciano. Devono tenerlo bene a mente tutti i lupi bastardi che ancora ululano pensando di essere al sicuro nella foresta nera, pronti a sbranare nuove vittime per ingrassare ulteriormente i loro già lauti pasti, magari con festini vari, annessi e connessi - iconico quello del Patrizio Azzesi di Diego Abatantuono attorniato da belle ragazze, da sembrare un'istantanea al di fuori del set cinematografico in questione. Ogni riferimento, naturalmente, è puramente casuale, e comunque non è che uno dei tanti lurex che

    brillano sulla montagna di spazzatura che alimenta 'la gente che' (illegalmente e scandalosamente) 'sta bene'.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano 01 Distribution, Azzurra Nobile Scarafoni (Studio Nobile Scarafoni) e Maria Rosaria Giampaglia (QuattroZeroQuattro).

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO de LA GENTE CHE STA BENE

    Links:

    • Margherita Buy

    • Claudio Bisio

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    La gente che sta bene - trailer

    La gente che sta bene - clip 1

    La gente che sta bene - clip 2

    La gente che sta bene - clip 3

    La gente che sta bene - clip 4

    La gente che sta bene - clip 5

    La gente che sta bene - clip 6

    La gente che sta bene - clip 7

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Figli

    FIGLI

    RECENSIONE - Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea nell'ultimo film di Mattia Torre - Dal 23 .... [continua]

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    Il quasi novantenne regista Clint Eastwood scova e pone sotto i riflettori un clamoroso caso .... [continua]

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    RECENSIONE - Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui 'Miglior Film' - Dal [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Tra i più attesi!!! - Nel nuovo adattamento del romanzo di Louisa May Alcott .... [continua]

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Dopo quattro anni di attesa Checco Zalone colpisce ancora, questa volta giocando al raddoppio: come .... [continua]

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    RECENSIONE - Da 72. Cannes - Dal 2 Gennaio

    "Dopo 'Io, Daniel Blake', ....
    [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni .... [continua]