ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Last Duel

    THE LAST DUEL

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Da Venezia 78. - (Fuori Concorso) - Dal .... [continua]

    Eternals

    ETERNALS

    16. Festa del Cinema di Roma (14-24 Ottobre 2021) (Film di chiusura) - Angelina .... [continua]

    Belfast

    BELFAST

    16. Festa del Cinema di Roma-Alice nella città (14-24 Ottobre 2021) - Kenneth Branagh .... [continua]

    Dream Horse

    DREAM HORSE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 1 Luglio .... [continua]

    No Time To Die

    NO TIME TO DIE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - L'ultimo Bond con il volto di Daniel Craig ha .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Un boss in salotto

    UN BOSS IN SALOTTO: SUL BATTUTO CONTRAPPOSTO TRA NORD E SUD UN BOSS DOC COME ROCCO PAPALEO NEI PANNI DI ZIO CIRO E SUA SORELLA IN CELLULOIDE PAOLA CORTELLESI. LUCA ARGENTERO, ANGELA FINOCCHIARO ED ALE, COMPLETANO IL CAST DELLA NUOVA COMMEDIA 'FAMILIARE' DI LUCA MINIERO, PER RIFLETTERE SULLA CAMORRA, SULLA VITA E SU TUTTE LE FAMIGLIE IMPERFETTE, DIVERTENDOSI UN PO' E SCALDANDO I CUORI AL FOCOLARE DEL CALORE UMANO

    Seconde visioni - Cinema sotto le stelle: 'Summer 2014' - RECENSIONE - Dal 1° GENNAIO

    (Un boss in salotto; ITALIA 2013; Commedia; 102'; Produz.: Warner Bros./Cattleya con il sostegno di BLS–Film Fund & Commission dell’Alto Adige; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana Un boss in salotto

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Un boss in salotto

    Titolo in lingua originale: Un boss in salotto

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2014

    Regia: Luca Miniero

    Sceneggiatura: Luca Miniero

    Cast: Rocco Papaleo (Ciro Cimmaruta)
    Paola Cortellesi (Cristina d'Avola)
    Luca Argentero (Michele Coso)
    Saul Nanni (Vittorio Coso)
    Lavinia De Cocci (Fortuna Coso)
    Giselda Volodi (Vicina di casa)
    Ale (Carlo Manetti)
    Franz (Bidello)
    Angela Finocchiaro (Doriana Manetti)
    Marco Marzocca (Poliziotto)
    Massimo De Lorenzo (Ispettore)
    Salvatore Misticone (Professore d’inglese)
    Susanna Giaroli
    Nancy Gabriele

    Musica: Umberto Scipione

    Costumi: Eleonora Rella

    Scenografia: Monica Vittucci

    Fotografia: Federico Angelucci

    Montaggio: Valentina Mariani

    Scheda film aggiornata al: 12 Agosto 2014

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Cristina (Paola Cortellesi) è un’energica meridionale trapiantata in un piccolo centro del Nord dove è finalmente riuscita a costruirsi una vita e una famiglia perfette insieme al marito, Michele Coso (Luca Argentero), e ai loro due splendidi figli. Un giorno Cristina, convocata in Questura, scopre che suo fratello Ciro (Rocco Papaleo) - che non vede da 15 anni – è implicato in un processo di camorra e ha chiesto di poter trascorrere gli arresti domiciliari a casa sua. Cristina suo malgrado accetterà e da quel momento i suoi piani e l’ordinatissima routine dei Coso verranno letteralmente sconvolti dall’arrivo dello zio Ciro, un tipo tutto tatuaggi, catene d’oro e poco abituato alle buone maniere…

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    "Si dice sempre che Napoli deve cambiare, ma perché allora non cambiare anche Torino, Mantova, Rovigo, Aosta..." Massimo Troisi

    C'era una volta Salvatore, che dal profondo Sud era migrato al profondo Nord del Bel (che fu) Paese, e che, tanto per non lasciare traccia delle sue origini, per non farsi riconoscere per quel che era, si era cambiato il nome in Ivo: "con Salvatore qua non ti dan del lavoro, dai!", si giustificava in stretto dialetto milanese il tipo 'mediterraneo' tradotto in "finnico" - così come lo chiamava l'altro fratello rimasto al Sud - per scelta. I fratelli erano tre, tanti quanti ricreati per il grande schermo in tre opposti 'caratteri' da un insuperabile Antonio Albanese in La fame e la sete (1999).
    E c'è oggi Luca Miniero che pure si è fatto in tre: con i due precedenti Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord cui ora ha dato seguito con

    Un boss in salotto. Solo che il risultato non gode della stessa felicità qualitativa del trittico di Albanese, e questo a dispetto del successo al botteghino sull'onda dell'originale d'oltralpe francese che ha fatto da apripista alla versione italiana regalando a Miniero un benefico effetto 'eco'.

    Anche Un Boss in salotto mantiene il McGuffin dell'antitesi Sud-Nord che si risolve in fumo perché in realtà si mostra come un caleidoscopio di luoghi comuni ormai sfatati da tempo, con delle residue cadenze, rimembranze di tradizionali usi e costumi di antica origine che servono solo a nutrire la simpatia e il sorriso. E dunque anche in Un boss in salotto torna il tipo meridionale che rinnega le proprie origini trasferendosi al Nord cambiando nome e abitudini, dialetto compreso, cercando in ogni modo di far suoi alcuni degli stereotipi della nuova area di acquisizione. Solo che questa volta si tratta di una donna: la Carmela tradotta

    in Cristina da una Paola Cortellesi ormai in grado di reggere una storia quasi interamente sulle proprie spalle e di bucare lo schermo con un fascino felicemente maturato in bellezza e in talento. Con buona complicità di Rocco Papaleo, qui nelle vesti del fratello Ciro dato per morto dalla sorella di fronte alla sua famiglia, per la vergogna di non dover confessare la sua naturale attitudine ad entrare ed uscire dal carcere. La Cristina della Cortellesi si impone all'attenzione e ruba la scena a chiunque quale moglie e madre odiosamente pedante, con un'unica vocazione nella vita: mantenere viva e vegeta l'immagine pubblica della 'famiglia copertina', alimentata ogni santo giorno dai corroboranti input iniettati al marito, aspirante direttore di marketing (lo scarso Michele, qualità pienamente corrisposta dall'interprete Luca Argentero) e ai due figli (Vittorio e Fortuna), obbligati ad eccellere, rispettivamente, a scuola e nella danza, con tanto di rigorosa mise in

    tutù, per guadagnarsi l'agognato primo piano.

    Il capo ufficio di Michele, Carlo Manetti, e sua moglie Doriana, rispettivamente caratterizzati in opportune macchiette caricaturali da Ale ed Angela Finocchiaro - quest'ultima riprendendo in qualche modo le fila del motivo illustrato di recente da Luciana Littizzetto nell'Aspirante vedovo, già remake dell'originale Il vedovo di Dino Risi con Alberto Sordi e Franca Valeri - completano il quadretto di questa nuova farsa, tra il grottesco e il surreale, eppure indubbiamente in grado di strappare qualche risatina, così come di farci storcere il naso sullo stereotipo del 'gatto morto': già ci eravamo indispettiti di fronte al cattivo gusto dello stesso motivo tirato in ballo nel peggiore dei modi da Ezio Greggio con l'infelice Box Office 3D-Il film dei film, di contro all'elegante garbo proprio dell'equivoco con cui se ne era servito Roberto Benigni ne Il mostro.

    Come l'apparizione sulle scene del famigerato fratello Ciro/Papaleo -

    apparizione assolutamente mal digerita - riuscirà a ribaltare le cose, cancellando per sempre i falsi colori della 'famiglia copertina' per ridipingerla sulle tonalità di un nucleo vero, con i suoi pregi e difetti, riuscendo a far rinsavire la nostra Cristina-Carmela/Cortellesi, è meglio che andate a scoprirlo di persona, con un avvertimento: non lasciatevi prendere dalla curiosità di sapere qualcosa di più sul background di fratello e sorella, dei veri motivi, che risalgono all'infanzia e che hanno dato avvio ai rancori allontanandoli l'uno dall'altra, perché potrebbe essere il soggetto di un prossimo film, sicuramente non di questo.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Warner Bros. Pictures Italia, Azzurra Nobile Scarafoni (Studio Nobile Scarafoni) e Silvia Saba (SwService)

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di UN BOSS IN SALOTTO

    Links:

    • Angela Finocchiaro

    • Rocco Papaleo

    • Luca Argentero

    • Paola Cortellesi

    • Franz

    • Ale

    • Un boss in salotto (BLU-RAY + DVD)

    Altri Links:

    - Pagina Facebook
    - Pagina Twitter
    - Pagina Pinterest

    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    Un boss in salotto - trailer

    Un boss in salotto - spot TV

    Un boss in salotto - clip 'Balletto'

    Un boss in salotto - clip 'Cena'

    Un boss in salotto - clip 'Party'

    Un boss in salotto - clip 'Gatto'

    Un boss in salotto - clip 'Scuola'

    Un boss in salotto - clip 'Titoli di coda'

    Un boss in salotto - featurette 'Backstage: Rocco Papaleo'

    Un boss in salotto - featurette 'Backstage: Paola Cortellesi'

    Un boss in salotto - featurette 'Backstage: Luca Argentero'

    Un boss in salotto - featurette 'Backstage'

    Un boss in salotto - featurette 'Backstage: bambini'

    Un boss in salotto - featurette 'Musica'

    Un boss in salotto - featurette 'I numeri del boss'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La Famiglia Addams 2

    LA FAMIGLIA ADDAMS 2

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 Ottobre .... [continua]

    A White White Day - Segreti nella nebbia

    A WHITE WHITE DAY - SEGRETI NELLA NEBBIA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (27 Ottobre 2021) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 .... [continua]

    Rupture

    RUPTURE

    Dal 28 Ottobre .... [continua]

    La ragazza di Stillwater

    LA RAGAZZA DI STILLWATER

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Cannes 2021 - Matt Damon padre .... [continua]

    The Night House - La casa oscura

    THE NIGHT HOUSE - LA CASA OSCURA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal Sundance Film Festival 2020 in .... [continua]

    La vita che verrà - Herself

    LA VITA CHE VERRÀ - HERSELF

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 15. Festa del Film di .... [continua]

    Cry Macho

    CRY MACHO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il novantunenne Clint Eastwood torna dietro e davanti la macchina da .... [continua]