ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Jumanji - The Next Level

    JUMANJI - THE NEXT LEVEL

    Aggiornamenti freschi di giornata! (15 Dicembre 2019) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 .... [continua]

    Playmobil: The Movie

    PLAYMOBIL:THE MOVIE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (15 Dicembre 2019) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 31 .... [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni torna al .... [continua]

    Last Christmas

    LAST CHRISTMAS

    Dal 19 Dicembre .... [continua]

    Il terzo omicidio

    IL TERZO OMICIDIO

    Dal 19 Dicembre

    "In primo luogo, volevo rappresentare in modo corretto il lavoro di ....
    [continua]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Ancora al cinema - Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Un milione di modi per morire nel West

    UN MILIONE DI MODI PER MORIRE NEL WEST: SETH MACFARLANE (TED) QUESTA VOLTA SI INVENTA UN MILIONE DI MODI PER TENTARE UNA PARODIA WESTERN. E TANTO PER GIOCARE SULL'EFFETTO SORPRESA, A BORDO DELLA SUA STESSA BARCA CARICA UNA SFUGGENTE AMANDA SEYFRIED, E PERSINO UN CATTIVISSIMO LIAM NEESON ED UNA PIU' CHE CONTURBANTE CHARLIZE THERON

    RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by SCOTT FOUNDAS (www.variety.com) - Dal 16 OTTOBRE

    La parola al regista, co-sceneggiatore e attore Seth Macfarlane:

    VIDEO-INTERVIEW

    La parola all'attore Liam Neeson:

    VIDEO-INTERVIEW

    La parola a Charlize Theron, al resto del cast e di nuovo alla regia:

    VIDEO-INTERVIEW collettiva

    (A Million Ways to Die in the West; USA 2014; Commedia western; 116'; Produz.: Media Rights Capital; Distribuz.: Universal Pictures International Italy)

    Locandina italiana Un milione di modi per morire nel West

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Un milione di modi per morire nel West

    Titolo in lingua originale: A Million Ways to Die in the West

    Anno di produzione: 2014

    Anno di uscita: 2014

    Regia: Seth MacFarlane

    Sceneggiatura: Seth MacFarlane, Alec Sulkin e Wellesley Wild

    Cast: Charlize Theron (Anna)
    Seth MacFarlane (Albert)
    Amanda Seyfried (Louise)
    Liam Neeson (Clinch)
    Giovanni Ribisi (Edward)
    Neil Patrick Harris (Foy)
    Sarah Silverman (Ruth)
    Christopher Hagen (George Stark)
    Wes Studi (Cochise)
    Matt Clark (Vecchio cercatore)
    Evan Jones (Lewis)
    Aaron McPherson (Ben)
    Rex Linn (Sceriffo)
    Brett Rickaby (Charlie Blanche)
    Alex Borstein (Millie)
    Cast completo

    Musica: Joel McNeely

    Costumi: Cindy Evans

    Scenografia: Stephen J. Lineweaver

    Fotografia: Michael Barrett

    Montaggio: Jeff Freeman

    Effetti Speciali: Werner Hahnlein (supervisore effetti speciali); Blair Clark e Umesh Shakya (supervisori effetti visivi)

    Makeup: Svetlana Britt, Danlee Winegar e Karla Muenze

    Casting: Sheila Jaffe

    Scheda film aggiornata al: 25 Ottobre 2014

    Sinossi:

    IN BREVE:

    La mutevole fidanzata (Amanda Seyfried) di un pecoraro codardo (Seth MacFarlane) decide di lasciarlo per un altro uomo dopo che lui si è tirato indietro ad un duello. Una misteriosa e bella donna (Charlize Theron) appena giunta in città lo aiuterà a ritrovare coraggio, e i due si innamoreranno. Il contadino dovrà mettere alla prova il suo coraggio appena ritrovato quando il marito di lei, un noto fuorilegge (Liam Neeson), arriverà in cerca di vendetta.

    SHORT SYNOPSIS:

    As a cowardly farmer begins to fall for the mysterious new woman in town, he must put his newfound courage to the test when her husband, a notorious gun slinger, announces his arrival.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    QUANDO IL WESTERN COMICO TRAVALICA LA PARODIA, PUO' SUCEDERE DI TUTTO, MA PROPRIO DI TUTTO! ED ANCHE PER IL WESTERN SI PUO' PARLARE DI 'SPLATTER'!

    Quando il western indossa la sottoveste da parodia, le aspettative sono quelle di divertirsi parecchio, sull'onda di gag più o meno frizzanti, in un brindisi beneaugurante alla festa della dissacrazione del genere. E non vi è dubbio che vi siano almeno un milione di modi per farlo, tanto per parafrasare lo stesso titolo di questa sgangherata commedia western targata Seth Macfarlane a 360° (quello che ha fatto dell'orsacchiotto Ted il baluardo del successo popolare in celluloide). Lo sapeva bene Robert Aldrich quando scelse, al contrario di Macfarlane, una certa raffinatezza, per il suo Scusi dov'è il West?. Così come lo sapevano Terence Hill e Bud Spencer, protagonisti rustici, grossolani e iridescenti per contrapposizione, sempre al centro di storielle 'popolane', il cui condimento sul piatto di portata

    di un para-western da strapazzo, sapeva esaltarne il gusto con le canoniche sequenze climax all'insegna del 'botte da orbi', forti di lauti pasti non certo a base di spinaci, bensì di abbondantissime tegamate di fagioli. Beh, i fagioli, ammiccanti, non mancano neppure nel western di Macfarlane, ma non sono loro a render pan per focaccia nelle situazioni più a rischio.

    Un milione di modi per morire nel West è un vero e proprio - consapevolmente coltivato in vivaio tale e quale a come fiorisce - 'splatter' di genere: volgare, scurrile, kitsch, o, per meglio dire, 'trash'. Eppure, incredibile a dirsi, il tutto non è gratuito, anzi, si direbbe avere un preciso senso logico. Eh si, perchè il nostro protagonista, tradotto dallo stesso Macfarlane nel fallimentare allevatore di pecore Albert Stark, una sorta di allocco che potrebbe vincere il Premio Oscar per incapacità ed inettitudine praticamente in ogni cosa, sa di trovarsi

    nel posto sbagliato (Arizona) al momento sbagliato (1882), ma soprattutto, sa di odiare tutto ciò che rappresenta il western: quello dell'iconografia trasmessa sulle migliaia di metri di tutta la celluloide trionfalmente girata negli anni proprio dal cinema americano ma non solo. Così, camuffato dietro la maschera dell'equivalente dello 'scemo' del paese, avrà modo di far franare come birilli i più iconici luoghi comuni del classico western, a suon di pesanti picconate alimentate da scurrile dissacrazione, sia pure attraverso una più che strampalata cavalcata tra paesaggi mozzafiato, romantici tramonti e più che improbabili innamoramenti.

    Volete un parametro esemplare del livello a cui ci troviamo? Ricordate il celebre duello tra Indiana Jones e il saracino ne I predatori dell'Arca perduta durato pochi secondi? E ricordate il motivo per cui Harrison Ford faceva risolvere rapidamente al suo mitico personaggio la cosa, con un fulmineo colpo di pistola? Scena umoristica quanto provvidenziale soluzione per

    una pesante dissenteria che andava mietendo molte vittime sul set, Harrison Ford incluso. La storiella ha fatto il giro del pianeta e visto che Seth Macfarlane in Un milione di modi per morire nel West era a quanto pare particolarmente in vena, dissacratoria intendo, provate solo ad immaginare il peggio di quel che ha potuto, su questo registro: la parodia della citazione ha partorito un duello saltato proprio per colpa di una dissenteria, qui provocata per conto di terzi. Non mi chiedete il come e il dove perché non trovo le parole, o, per meglio dire, non voglio trovarle, non posso, mi vergogno troppo. Quel che succede in quella sequenza è indescrivibile! Per non dire inguardabile!

    Eppure, Seth Macfarlane, non ancora soddisfatto del misfatto - mi si perdoni il bisticcio di parole in rima - si diverte a pasticciare ancora, unendo in matrimonio la parodia western con il surreale fantastico, approfittando

    della 'bevanda indigena' offertagli da un tribù di indiani e dei conseguenti 'stati di allucinazione' per ritrovare la via maestra, la fondamentale decisione da prendere: e che, potevano mancare gli indiani, dopo i saloon con bordello incorporato, le fiere e i balli di paese etc. etc.? Ma, dopo una fugace incursione persino nel musical, non vuole dimenticarsi di un altro spicchio di western, e di questo spicchio è troppo innamorato per poterlo infangare, per cui, gettata per un momento l'ascia dissacratoria, si concede un omaggio nostalgico all'unico capitolo di Ritorno al futuro ambientato nel vecchio West. Così, quando si apriranno le porte di quella vecchia rimessa, vi sorprenderete piacevolmente di chi vi troverete davanti. E quel momento sarà una condivisione assolutamente corale!

    Ora mi direte voi, che cosa ci fanno in un simil 'degrado' Liam Neeson, tradotto nel pistolero più temuto di frontiera - se si chiama Clinch non è certo

    un caso e nel film si 'splattera' letteralmente il riferimento a Clint Eastwood, quale icona per eccellenza del western d'autore, come se non si fosse capito! - accoppiato con una Charlize Theron tanto ironica e di mano lesta quanto di una bellezza mozzafiato!? Bellezza che nelle vesti pratiche e funzionali di Anna, quasi fuori contesto per l'inedita modernità che la distingue dalle altre, si mangia letteralmente a colazione la leziosa quanto opportunista Louise di Amanda Seyfried. Cosa ci fanno?! Ma se la spassano alla grande! Perchè non avrebbero mai immaginato di avere l'inedita opportunità di partecipare ad una 'farsa in salsa western' come questa, e invece, eccoli lì, a provocarci, per vedere se siamo abbastanza 'sportivi' da fare altrettanto: ci invitano alla loro 'festa goliardica' in costume e noi che facciamo? Decliniamo l'invito? Ma daai!!!

    Secondo commento critico (a cura di SCOTT FOUNDAS, www.variety.com)

    SETH MACFARLANE STEPS OUT OF THE TEDDY-BEAR SUIT FOR AN OVERLONG, UNINSPIRED COMIC WESTERN

    The saddles don’t blaze in “a million ways to die in the west,” and the pacing is limper than a three-legged horse. in following up his 2012 smash “ted” with a lavish comic western, seth macfarlane has delivered a flaccid all-star farce that’s handsomely dressed up with nowhere to go for most of its padded two-hour running time. pic faces a formidable box office duel in its opening frame against disney’s costly “maleficent,” but regardless of the outcome there, it won’t come within striking distance of “ted’s” $549 million global gold rush.

    while it may be too tall an order to expect macfarlane to deliver at the level of classic mel brooks (or quentin tarantino), “a million ways” fails to measure up to even its own creator’s high standard for nose-thumbing irreverence. indeed, from “family

    guy” to “ted,” we’ve come to expect the 40-year-old wunderkind to go for broke and, when he fails, to go down swinging (as in his valiant but misjudged paean to hollywood cleavage at the 2013 oscars). what you don’t expect from macfarlane is a genteel, weightless genre parody that, even with its de rigueur parade of dick and fart jokes, is unlikely to offend anyone born after the gunfight at the o.k. corral.

    But that’s exactly what macfarlane serves up in this tale of a nebbish sheep farmer who falls for a gorgeous moll and finds his inner gunslinger in the process. when we first meet him, macfarlane’s albert stark has just weaseled his way out of a gunfight in the 1880s frontier town of old stump, ariz., and been promptly dumped by girlfriend louise (amanda seyfried), who already has her doe eyes set on the town’s cocky “mustachery” impresario foy

    (neil patrick harris, the ends of his ’stache pomaded into airtight curls). so a disconsolate albert returns to the family homestead and tends to his disobedient flock, until chance brings him face to face with strapping new-girl-in-town anna (charlize theron), who fails to mention that she’s actually the wife of the most feared bandit for miles around, clinch leatherwood (liam neeson).

    Much of “a million ways” devotes itself to albert’s efforts to win back the hand of his erstwhile lady love, though it’s a measure of the movie’s lazy writing (by macfarlane and co-scribes alec sulkin and wellesley wild) that louise never materializes enough as a character for us to understand what drew albert to her in the first place. having impulsively challenged foy to a duel, the gun-shy albert gets a crash course in marksmanship from crack shot anna — a “raindrops keep falling on my head”-style montage during which

    one senses teacher and student developing more than a mere educational bond. and it’s largely thanks to the wonderfully loose, sassy theron that the film stays as engaging as it does for as long as it does. theron isn’t given much to do here, but she makes the most of it, which is more than can be said for giovanni ribisi and sarah silverman, who seem trapped in the ninth circle of comic hell as a virginal shoemaker and the prostitute girlfriend who refuses to sleep with him before their wedding night.

    Watching “a million ways,” it feels as if macfarlane fell in love with the idea of doing a comic western and decided he’d worry about the particulars as he went along, resulting in a disjointed series of sketches linked together by lovingly photographed monument valley panoramas. in one of the movie’s more inspired bits, albert quells a tense encounter

    with the apache leader cochise (wes studi) by demonstrating a mastery of the indian tongue, but macfarlane almost ruins the joke by following it up with a distended peyote dream sequence during which the movie veers perilously close to an ego-soaked vanity project.

    Periodically, macfarlane tries to gussy things up with off-color humor that simply feels off (like a “runaway slave” shooting gallery at the county fair) and a few gross-out gags that land with bigger thuds than the giant ice block that vividly crushes one character’s head into pulp. but nothing in the movie is quite so limiting as the presence of macfarlane himself in a lead role he proves ill fit to carry. in his first live-action lead, he lumbers through the film spouting dialogue that sounds like an extended standup riff about the horrors of the old west, all delivered with a modern, ironic-hipster smirk. the effect is

    not unlike that of seeing brooks or woody allen in their own historical comedies, where they continued to “do” their patented comic personas even when the setting was the napoleonic wars or the spanish inquisition. except that macfarlane, who rose to prominence as an ingenious voice actor, proves surprisingly bland in the flesh, and his unmodulated delivery eventually runs as dry as the desert sands.

    The movie benefits from an expensive period look courtesy of production designer stephen lineweaver and costume designer cindy evans (who dolls theron up in one particularly memorable green plaid number with an enormous bustle), though Macfarlane seems at a loss, visually, when he has to stage a barroom brawl or an elaborate folk-dancing sequence. michael barrett’s widescreen cinematography looks crisp by day, but has a somewhat milky, washed-out quality in the night scenes. a surfeit of unbilled celebrity cameos serves mainly to remind us what cool

    friends Macfarlane has.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Universal Pictures International Italy e Xister Pressplay.

    Links:

    • Charlize Theron

    • Liam Neeson

    • Ewan McGregor

    • Amanda Seyfried

    • Giovanni Ribisi

    • John Michael Higgins

    • Neil Patrick Harris

    • Christopher Lloyd

    • Seth MacFarlane

    • Sarah Silverman

    • Un milione di modi per morire nel West (BLU-RAY + DVD)

    Altri Links:

    - Pagina Facebook
    - Pagina Twitter

    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    Un milione di modi di morire nel West - trailer 2

    Un milione di modi di morire nel West - trailer

    Un milione di modi di morire nel West - trailer (versione originale) - A Million Ways to Die in the West

    Un milione di modi di morire nel West - featurette 'Il regista, sceneggiatore e interprete Seth MacFarlane presenta il film insieme a Ted' (versione originale sottotitolata)

    Un milione di modi di morire nel West - featurette 'Dietro le Quinte' (versione originale sottotitolata)

    Un milione di modi di morire nel West - Video Broll - Parte 1

    Un milione di modi di morire nel West - Video Broll - Parte 2

    Un milione di modi di morire nel West - Video Broll - Parte 3

    Un milione di modi di morire nel West - Video Broll - Parte 4

    Un milione di modi di morire nel West - Video Broll - Parte 5

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Che fine ha fatto Bernadette?

    CHE FINE HA FATTO BERNADETTE?

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dal 12 Dicembre

    "È un ritratto ....
    [continua]

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    RECENSIONE - Dal Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    RECENSIONE - Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]