ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sicario

    SICARIO: NUOVO SCENARIO DI VIOLENZA E DEPRAVAZIONE PER DENIS VILLENEUVE. CON EMILY BLUNT, BENICIO DEL TORO E JOSH BROLIN

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    Carol

    CAROL

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    The Sea of Trees

    THE SEA OF TREES

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    A Tale of Love and Darkness

    A TALE OF LOVE AND DARKNESS: DAL ROMANZO AUTOBIOGRAFICO DI AMOS OZ ALL'OPERA PRIMA ALLA REGIA DI NATALIE PORTMAN

    In 'PROIEZIONI SPECIALI' al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - .... [continua]

    Mia madre

    MIA MADRE: NANNI MORETTI PORTA SUL GRANDE SCHERMO LA PROIEZIONE DI UNO DEI PASSAGGI PIU' DRAMMATICI NELLA VITA DI UN UOMO, LA PERDITA DELLA PROPRIA MADRE: SUO ALTER EGO SULLA CELLULOIDE MARGHERITA BUY

    Ancora al cinema - IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes .... [continua]

    Irrational Man

    IRRATIONAL MAN: FILOSOFIA E TRIANGOLO AMOROSO SONO I REGISTRI QUI ALLACCIATI DA WOODY ALLEN, CON JOAQUIN PHOENIX IN SELLA A SERI DUBBI ESISTENZIALI. AD ASSISTERLO NELLA CAVALCATA EMMA STONE E PARKER POSEY

    FUORI CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    The Lobster

    THE LOBSTER: NELLA STORIA D’AMORE NON CONVENZIONALE, AMBIENTATA IN UN FUTURO DISTOPICO DOVE TROVARE UN PARTNER È UNA QUESTIONE DI VITA O DI MORTE, COLIN FARRELL E RACHEL WEISZ, DIRETTI DAL REGISTA GRECO YORGOS LANTHIMOS, QUI AL SUO ESORDIO IN UN LUNGOMETRAGGIO IN LINGUA INGLESE

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    Leviathan

    LEVIATHAN: ANDREY ZVYAGINTSEV (THE RETURN-IL RITORNO) CI PRESENTA IL GIOBBE DELLA CONTEMPORANEITA' NEL NUOVO CALVARIO CHE VEDE L'INDIVIDUO NELLA IMPARI LOTTA CONTRO IL POTERE CORROTTO. E NON SOLO DELLO STATO

    Dal 7 MAGGIO - RECENSIONE - NOMINATION agli OSCAR 2015 come 'MIGLIOR FILM STRANIERO' .... [continua]

    Cake

    CAKE: JENNIFER ANISTON VIRA SUL DRAMMA DOPO DECENNI DI COMMEDIA. AL SUO FIANCO SAM WORTHINGTON ED ANNA KENDRICK, MENTRE LA COMPIANTA MISTY UPHAM NELLE VESTI DI LIZ CI CONSEGNA IL SUO ULTIMO RUOLO COMPIUTO

    In Anteprima Europea al Capri Hollywood 2015 - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 7 .... [continua]

    The Gunman

    THE GUNMAN: SEAN PENN KILLER PENTITO A TU PER TU CON UN PASSATO DIFFICILE DA LASCIARSI ALLE SPALLE, ANCHE PER UN AMORE COME JASMINE TRINCA

    RECENSIONE ITALIANA in ANTEPRIMA e PREVIEW in ENGLISH by GUY LODGE (www.variety.com) - .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Come ti spaccio la famiglia

    COME TI SPACCIO LA FAMIGLIA

    Dal 66° Festival del film Locarno - RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG (www.variety.com) - Anteprima nei Circuiti 'The Space' il 20 AGOSTO - Dal 12 SETTEMBRE

    (We're the Millers; USA 2013; Noir Comedy; 110'; Produz.: BenderSpink/New Line Cinema/Vincent Newman Entertainment; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana Come ti spaccio la famiglia

    Rating by
    Celluloid Portraits:

    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Come ti spaccio la famiglia

    Titolo in lingua originale: We're the Millers

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Rawson Marshall Thurber

    Sceneggiatura:

    Cast: Jennifer Aniston (Rose O'Reilly)
    Jason Sudeikis (David Clark)
    Will Poulter (Kenny Rossmore)
    Emma Roberts (Casey Mathis)
    Ed Helms (Brad Gurdlinger)
    Nick Offerman (Don Fitzgerald)
    Kathryn Hahn (Edie Fitzgerald)
    Molly C. Quinn (Melissa Fitzgerald)
    Tomer Sisley (Pablo Chacon)
    Matthew Willig (One-Eye)
    Luis Guzmàn (Poliziotto messicano)
    Thomas Lennon (Rick Nathanson)
    Mark L. Young (Scottie P.)
    Ken Marino (Todd - proprietario dello Strip Club)
    Laura-Leigh (Kymberly)

    Musica: Ludwig Göransson e Theodore Shapiro

    Costumi: Shay Cunliffe

    Scenografia: Clayton Hartley

    Fotografia: Barry Peterson

    Montaggio: Michael L. Sale

    Effetti Speciali: Franco Goss e Morgan McMath Rogers

    Makeup: Erin Keith e Obi Reyes; Angela Levin (per Jennifer Aniston)

    Casting: Lisa Beach e Sarah Katzman

    Scheda film aggiornata al: 07 Gennaio 2015

    Sinossi:

    David Burke (Sudeikis) è uno spacciatore di marijuana e tra la sua clientela annovera cuochi e mamme borghesi ma niente ragazzini – dopotutto, si considera un uomo con scrupoli. Cosa potrebbe andare storto, quindi? Beh, diverse cose. Malgrado tenti di passare sempre inosservato, impara nel peggiore dei modi che nessuna buona azione va impunita quando per aiutare dei teenager locali si trova ad essere aggredito da un gruppo di punkabbestie che gli ruba la ‘roba’ e il contante, lasciandolo in debito pesante con il suo fornitore, Brad (Ed Helms). Per poter rimettere ogni cosa a posto – e soprattutto salvare la pelle – David deve passare allo spaccio di droghe pesanti e si trova, così, a collaborare all’ultima operazione di Brad: un carico in arrivo dal Messico. Coinvolgendo loro malgrado i propri vicini – la cinica spogliarellista Rose (Jennifer Aniston), il suo smanioso ‘cliente’ Kenny (Will Poulter) e la tatuata e astuta teenager Casey (Emma Roberts) – David organizza un piano perfetto: una moglie e due figli finti. A bordo di una lucida roulotte, i “Miller” si dirigono verso il confine meridionale degli USA per un weekend del Quattro Luglio che non potrà che rivelarsi scoppiettante.

    SHORT SYNOPSIS:

    A veteran pot dealer creates a fake family as part of his plan to move a huge shipment of weed into the U.S. from Mexico.

    Commento critico (a cura di FRANCESCA CARUSO)

    A poco più di un mese di distanza dall’uscita statunitense, la Warner Bros. ha il piacere di invitarvi a gustare Come ti spaccio la famiglia, titolo italiano che è tutto un programma.

    In questa frizzante commedia – presentata al 66esimo Festival di Locarno - Rawson Marshall Thurber dirige Jennifer Aniston, Jason Sudeikis e Ed Helms e racconta dello spacciatore d’erba David che, derubato di tutta la merce, deve ripagare il debito al suo capo. Per risolvere la questione il boss gli affida un lavoretto semplice semplice: contrabbandare una partita di marijuana dal Messico agli Stati Uniti. Per non destare sospetti David mette insieme una finta famiglia, proponendo alla spogliarellista Rose di impersonare sua moglie e a Casey e Kenny di essere i loro figli. Saranno i Miller, una normale famiglia americana per un intero week-end.

    Ciò che salta subito agli occhi è la poco convenzionale famiglia rappresentata dai Miller e proprio questo

    predispone lo spettatore ad aspettarsi di tutto. Si è di fronte a un padre spacciatore, una mamma spogliarellista, una ragazza scappata di casa e un diciottenne imbranato e per di più vergine. Nel giro di poco tempo la famiglia male assortita di Rawson Marshall Thurber si comporterà come una vera famiglia, con David che dà consigli paterni a Kenny, Rose che si preoccupa con chi esce Casey e quest’ultima che aiuta Kenny come una sorella. Non sono spinti a stare insieme solo dal denaro, ma anche dalla sensazione di aver trovato il proprio posto nel mondo. Man mano che si passa del tempo con loro si scopre come tutti siano in fondo felici di far parte di questo nucleo familiare.
    Sono delle persone sole, abbandonate a se stesse, che arrivano a comprendersi e a volersi bene, non prima di incappare in situazioni pungenti, divertenti e pericolose. Ci sarà da ridere.

    Le riprese

    sono state effettuate nell’estate del 2012, principalmente in Nord Carolina e per alcune sequenze la produzione si è spostata in New Messico.
    Il film ha ricevuto delle ottime critiche e tra le sequenze che colpiscono e piacciono di più è da segnalare quella in cui Jennifer Aniston si esibisce in uno spogliarello a beneficio dello sguardo maschile, che ne rimane incantato. La cura delle luci e della scenografia rende questa sequenza un videoclip da urlo.
    Inoltre durante i titoli di coda c’è un omaggio nostalgico all’attrice (per chi ha amato la sitcom Friends). Aniston esprime ottimamente la sua Rose: una donna premurosa e dolce, grintosa e che sa cavarsela in ogni situazione.
    Che i suoi ruoli siano il più delle volte spumeggianti ed energici è un dato di fatto, basti pensare a Mia moglie per finta o a Il cacciatore di ex. Ha la capacità di entrare in profondità nei personaggi che interpreta

    e farli suoi. Una bella prova è stata The Good Girl. La sua carriera non ha battute d’arresto, scegliendo in maniera oculata i ruoli e lavorando con partner quali Jim Carrey (Una settimana da Dio), Ben Stiller (…E alla fine arriva Polly), Vince Vaughn (Ti odio, ti lascio, ti…), Adam Sandler (Mia moglie per finta).

    I Miller conquistano lo spettatore conducendolo insieme a loro in un viaggio pieno di insidie, divertimento e buoni sentimenti. Da vedere.

    Secondo commento critico (a cura di JUSTIN CHANG, www.variety.com)

    “We’re the Millers” is about four unfortunate individuals tricked into going on an excruciating road trip in exchange for a hefty payday, a description that is offered here less as plot summary than as a possible explanation for why the actors look so trapped. Probably the worst movie to prominently feature an RV since “RV,” this tiresomely vulgar outing throws together a drug dealer, a stripper, two teens, a testicle-biting tarantula, a gaggle of gun-waving Mexican stereotypes and scarcely a single laugh amid all the ensuing pot-smuggling, booty-shaking, heart-tugging shenanigans. “We’re the Filler” might have been a more apt title for Warners’ mid-August dud, which should run out of B.O. gas once word gets out.

    Jennifer Aniston and Jason Sudeikis barely shared any screentime in the much funnier “Horrible Bosses,” a situation that has been rather dubiously rectified in this vehicle helmed by Rawson Marshall Thurber (the much funnier “Dodgeball”) and

    written by the dual duos of Bob Fisher and Steve Faber (the much funnier “Wedding Crashers”), and Sean Anders and John Morris (the much funnier “Hot Tub Time Machine,” but also the similarly unfunny “Sex Drive”).

    Sudeikis plays David Clark, a smart-alecky Denver bachelor who makes a living selling marijuana out of his backpack to a largely upper-middle-class clientele. His job gets a lot tougher when he loses $43,000 worth of cash and contraband to local thugs, leaving him at the mercy of his slick, obscenely wealthy supplier (Ed Helms), who orders him to go down Mexico way, pick up his latest shipment and bring it safely across the border — or else. David concludes the only way he’ll make it past the border guards and their pot-sniffing pooches is by renting a motor home and pretending to be a squeaky-clean, all-American family man, passing through on his way home from

    a trip with his wife and kids.

    To pull this off, he’ll need a convincing-looking family, and so with the promise of mucho moolah, he gets his neighbor, down-on-her-luck stripper Rose (Aniston), to pose as his adoring wife — which proves a challenge, since the two can barely stand each other. Casey (Emma Roberts), the surly teenage runaway who agrees to play their daughter, isn’t crazy about them, either. The only one genuinely happy to be along for the ride is their “son,” Kenny (Will Poulter), a sweet, awkward kid who naturally endures the brunt of the pic’s humiliations once the Millers, as they call themselves, fly down to New Mexico and head south of the border.

    These include encounters with the aforementioned spider, necessitating some hideously convincing swollen-scrotum prosthetics, as well as a portly gay cop (Luis Guzman) who demands a bribe in exchange for overlooking the two metric tons of

    marijuana they have stashed aboard their RV. And then there’s Don and Edie Fitzgerald (Nick Offerman and Kathryn Hahn), an ingratiatingly folksy, salt-of-the-earth couple who are on vacation with their daughter (Molly Quinn), and who insist on spending as much time with the Millers as possible.

    Even a premise this stupidly contrived stands a fair chance of working if there are a few decent yuks to be had, but absent any such inspiration, “We’re the Millers” falls back on the sort of lazy but desperate, sexually fixated non sequiturs that have become de rigueur in studio comedies, jabbing repeatedly at the human groin in hopes of eventually hitting something funny. Thus Edie offers up unsolicited information about her odd genital condition, and mispronounces the word “tampon,” a bit of comedic foreplay leading up to a mirthless, cringe-inducing scene in which she and her husband mistake Mr. and Mrs. Miller for a

    couple of swingers.

    Just as misguided is the script’s suggestion that these four mismatched misfits are in fact lonely, hurting individuals who, wouldn’t you know, just need some semblance of a family unit in order to meet their neglected emotional needs. As they shoulder the burden of turning this wannabe-dark comedy into a strained exercise in uplift, the actors become especially sympathetic — none more so than Aniston, who proves far more game than the material deserves, especially when she’s forced to deliver a slow-motion striptease for the benefit of a Mexican drug lord (Tomer Sisley), a weirdly conflicted scene in which the film seems to be pitying, mocking and exploiting her all at once.

    Hahn’s high-pitched squeals and Offerman’s soft-spoken sensitivity come off as more sweet and endearing than creepy in the long run; Roberts is unremarkably sullen, and British thesp Poulter proves a very good sport with his eager-to-please routine.

    As the resourceful jerk who sets everything in motion, Sudeikis brings his usual energetic, fast-talking comic bravado to the party, though David’s snarky one-liners about everything from LeBron James to Bane’s voice in “The Dark Knight Rises” feel hardly worth the actor’s efforts.

    Elsewhere, the pic’s pop-culture references tilt decidedly ’90s, perhaps signaled by the presence of Aniston (“Friends” gets a shoutout in the end-credits bloopers) and borne out by an impromptu but depressingly forced group sing-along to TLC’s “Waterfalls.” Shot in North Carolina and New Mexico, the pic is adequately assembled.

    Pressbook:

    PRESSBOOK Completo in ITALIANO di COME TI SPACCIO LA FAMIGLIA

    Links:

    • Kathryn Hahn

    • Jennifer Aniston

    • Molly C. Quinn

    • Ed Helms

    • Jason Sudeikis

    • Luis Guzmàn

    • Emma Roberts

    • Will Poulter

    • Nick Offerman

    • Tomer Sisley

    • Matthew Willig

    • Mark L. Young

    1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

    Galleria Video:

    Come ti spaccio la famiglia - trailer 2

    Come ti spaccio la famiglia - trailer

    Come ti spaccio la famiglia - trailer (versione originale) - We're the Millers

    Come ti spaccio la famiglia - spot 'Problemi reali'

    Come ti spaccio la famiglia - spot 'Noi non siamo imparentati!'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Tomorrowland - Il mondo di domani

    TOMORROWLAND - IL MONDO DI DOMANI: DOPO 'GRAVITY' DI ALFONSO CUARON, GEORGE CLOONEY FA IL BIS, ABBRACCIANDO ANCORA IL GENERE SCI-FI, QUESTA VOLTA GUIDATO DA BRAD BIRD ('MISSION IMPOSSIBLE - PROTOCOLLO FANTASMA')

    Dal 21 MAGGIO - PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG (www.variety.com)

    "Ogni ....
    [continua]

    Il racconto dei racconti - Tale of Tales

    IL RACCONTO DEI RACCONTI - TALE OF TALES: UN GRANDE AFFRESCO IN CHIAVE FANTASTICA DEL PERIODO BAROCCO RACCONTATO DA MATTEO GARRONE ATTRAVERSO LE STORIE DI TRE REGNI E DEI LORO RISPETTIVI SOVRANI (SALMA HAYEK VINCENT CASSEL E TOBY JONES)

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    Mad Max: Fury Road

    MAD MAX: FURY ROAD - UNA SORTA DI PREQUEL-REBOOT DELLA TRILOGIA ORIGINALE DI MAD MAX CRONOLOGICAMENTE COLLOCABILE TRA IL PRIMO E IL SECONDO ATTO DELLA SAGA

    68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - FUORI CONCORSO (il 14 .... [continua]

    Run All Night - Una notte per sopravvivere

    RUN ALL NIGHT-UNA NOTTE PER SOPRAVVIVERE: 'L'ETERNO INSEGUITORE' LIAM NEESON ED HARRIS IN UNA CLASSICA REGOLAZIONE DI CONTI IN SALSA NOIR PER JAUME COLLET-SERRA

    Ancora al cinema - RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG .... [continua]

    Adaline - L'eterna giovinezza

    ADALINE - L'ETERNA GIOVINEZZA: UN INCIDENTE PER MORIRE, UN FULMINE PER RESUSCITARE. SOLA E IMMORTALE, L'ADALINE DI BLAKE LIVELY SCOPRIRA' COME PER AMORE SI POSSA DESIDERARE DI INVECCHIARE E MORIRE DI NUOVO. NEL CAST ANCHE HARRISON FORD ED ELLEN BURSTYN

    Ancora al cinema - RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG .... [continua]

    Avengers: Age of Ultron

    AVENGERS: AGE OF ULTRON - I SUPEREROI SONO TORNATI

    Ancora al cinema - RECENSIONE ITALIANA IN ANTEPRIMA e PREVIEW in ENGLISH by .... [continua]

    Ritorno al Marigold Hotel

    RITORNO AL MARIGOLD HOTEL: JOHN MADDEN CON GLI ALTRI TORNANO AL MARIGOLD HOTEL PORTANDOSI DIETRO DELLE NEW ENTRY COME RICHARD GERE, DAVID STRATHAIRN E TAMSIN GREIG

    RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by PETER DEBRUGE (www.variety.com) - Dal 30 .... [continua]