ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (6 Dicembre 2019) - Dopo quattro anni di attesa Checco .... [continua]

    Il terzo omicidio

    IL TERZO OMICIDIO

    New Entry - Dal 19 Dicembre

    "In primo luogo, volevo rappresentare in modo ....
    [continua]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile personaggio creato e interpretato da .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La casa

    LA CASA: IL CLASSICO HORROR DI SAM RAIMI SI FA 'REBOOT' PER MANO DI FEDE ALVAREZ

    Dal XV. Future Film Festival (Bologna, 12-17 Aprile 2013) - RECENSIONE - Dal 9 MAGGIO

    (Evil Dead; USA 2013; Horror; 91'; Produz.: FilmDistrict/Ghost House Pictures/TriStar Pictures; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana La casa

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOSPIS
    Trailer

    Titolo in italiano: La casa

    Titolo in lingua originale: Evil Dead

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Fede Alvarez

    Sceneggiatura: Fede Alvarez, Diablo Codye e Rodo Sayagues

    Soggetto: Remake de La casa (1981) di Sam Raimi.

    Cast: Jane Levy (Mia)
    Shiloh Fernandez (David)
    Lou Taylor Pucci (Eric)
    Jessica Lucas (Olivia)
    Elizabeth Blackmore (Natalie)
    Phoenix Connolly (Teenager)
    Jim McLarty (Harold)
    Sian Davis (Donna anziana)
    Ellen Sandweiss (Cheryl) (Voce)
    Bruce Campbell (Ash) (Non accreditato)

    Musica: Roque Baños

    Costumi: Sarah Voon

    Scenografia: Robert Gillies

    Fotografia: Aaron Morton

    Montaggio: Bryan Shaw

    Effetti Speciali: Jason Durey (supervisore)

    Makeup: Claire Rutledge

    Casting: Sari Knight e Mandy Sherman

    Scheda film aggiornata al: 28 Maggio 2013

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Cinque ragazzi si riuniscono in una remota capanna di montagna. Mia, che insieme a David ha da poco perso la madre, sembra risentirne di più del fratello, avendo assistito ogni giorno al lento peggioramento della madre in ospedale. La ragazza decide di buttare la poco droga rimastale in un pozzo. Quando uno strano libro, simile al Libro dei Morti viene trovato e letto, questo riporta in vita le anime maligne degli morti sepolti nei boschi vicini e Mia inizia a subire una possessione demoniaca. In successione, tutti i ragazzi subiscono l'identica possessione subita da Mia, tranne uno che dovrà lottare per la sopravvivenza.

    IN DETTAGLIO:

    Mia (Jane Levy), una ragazza la cui vita è segnata dal lutto e dalla tossicodipendenza, chiede al fratello David (Shiloh Fernandez), a Natalie, la ragazza di lui (Elizabeth Blackmore) e agli amici d’infanzia Olivia (Jessica Lucas) ed Eric (Lou Taylor Pucci) di unirsi a lei nel vecchio cottage di famiglia per aiutarla a liberarsi dei suoi demoni. Una volta arrivati sul posto, Mia distrugge davanti a tutti l’ultima dose di droga in suo possesso e giura che smetterà per sempre di usarla.

    I ragazzi scoprono con orrore che qualcuno è entrato nella casa abbandonata e che la cantina è stata trasformata in un grottesco altare circondato da decine di animali mummificati. Poi Eric trova un antico libro e ne resta affascinato. Soggiogato completamente dal misterioso contenuto, legge alcuni passi a voce alta, ignaro delle spaventose conseguenze che sta per scatenare.

    Mentre le sue crisi di astinenza peggiorano, Mia inizia a capire quello che sta succedendo e cerca di fuggire, ma è riportata indietro da una visione terrificante. All’interno del cottage il suo comportamento diventa così violento che i suoi amici devono contenerla. Bloccati da una violenta tempesta, iniziano a rivoltarsi l’uno contro l’altro e, quando la brutalità dei loro attacchi aumenta, David è costretto a compiere una scelta inimmaginabile.

    SHORT SYNOSPIS:

    Five friends head to a remote cabin, where the discovery of a Book of the Dead leads them to unwittingly summon up demons living in the nearby woods. The evil presence possesses them until only one is left to fight for survival.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    UNA PELLICOLA DI 'CARATTERE' CHE SVELA IL 'MODERN TOUCH' ARTISTICO DEL SUO REGISTA, DA CUI TRASPARE UNA FORMAZIONE IN CELLULOIDE TRA LE PIU' SOLIDE E UN TALENTO NON PROPRIAMENTE A BUON MERCATO

    Remake o reboot? Questo è il dilemma! Il remake, alla lettera 'rifacimento', può essere più o meno fedele all'originale, apportare modifiche all'ambientazione o a qualche personaggio, generare un'attualizzazione della trama. Il 'reboot', alla lettera 'riavvio', prevede un nuovo inizio, con la parziale ma anche totale riscrittura degli eventi avvenuti nella saga originale. Il 'reboot' ha anche uno scopo ben preciso: quello di giocare al 'rilancio', ovvero dare nuovo slancio al soggetto originario, magari di grande successo ma assopito sotto la polvere del tempo. Beh, capirete anche voi come la linea di demarcazione tra queste due 'etichette' sia molto sottile e, personalmente, che da sempre nutro un odio viscerale per le 'etichette' precostituite, soprassederei volentieri, condividendo l'opinione (l'ho già

    detto altre volte) espressa da Sydney Pollack molti anni fa per tutt'altro genere cinematografico, secondo cui ogni pellicola dovrebbe esser giudicata per se stessa, al di là del legame narrativo e/o iconografico con l'eventuale originale di riferimento. Ma dovendo scegliere tra le due, nel caso de La casa dell'esordiente regista uruguayano Fede (Federico) Alvarez (la formazione la dice lunga sul suo raffinato tocco estetico), ispirato all'originale omonimo cult confezionato da Sam Raimi nel 1981 sul sentiero 'classic horror' d'avanguardia per l'innovativo sguardo di ripresa, opterei senz'altro per il 'reboot', anche se questa nuova pellicola rientra nella privilegiata casistica dei 'neonati in celluloide' che vedono il taglio del cordone ombelicale come un evento da festeggiare alla salute di una vita indipendente, e questo a dispetto di un indubbio, importante debito con l'utero materno del proprio soggetto di ispirazione, mai rinnegato, anzi, semmai celebrato con rispettoso omaggio: fattore non di poco conto,

    l'approvazione rilasciata dallo stesso Sam Raimi, qui ora in veste di produttore.

    'Reboot' uguale 'nuovo inizio' dunque. E che inizio! Una vera perla della cinematografia di genere, con cui Alvarez riavvia rapidamente il nastro sull'onda di uno sconcertante rito esoterico di marca 'voodoo'. Una manciata di sequenze che vanno subito ad intessere l'horror con l'anima portante della possessione demoniaca, la cui potenza figurativa tracima però dai bordi del contenitore dei legami affettivi primari più che dagli effetti orrorifici d'obbligo imposti dal genere. Ed è questa la prima pietra, il basamento che dà il là alla nuova casa degli orrori, riattualizzata da Alvarez alla luce di un respiro contemporaneo, là dove il nuovo 'soggiorno-mattatoio' è giustificato dalla volontà di aiutare la protagonista Mia (Jane Levy) - tutti gli interpreti sono stati volutamente scelti tra le frange più anonime dello 'star system' - a disintossicarsi da una pesante ed importante dipendenza dalla droga

    che l'ha già portata ad un passo dalla morte per overdose. Una dolorosa storia familiare alle spalle che ha visto una madre morta in ospedale psichiatrico, un fratello mancato per tanto tempo e con forti sensi di colpa, un manipolo di amici devoti, sono le fosche tinte che tratteggiano il sottotesto degli affetti a sostegno della nuova impalcatura degli orrori che non si fa mancare nulla, proprio nulla! Ma, stranamente, per quanto sia innegabile la familiarità con innumerevoli schegge, ingordamente inzuppate come biscotti in fiumane di emoglobina, il cui splatter in progress paga pegno alle più sanguinolente apparecchiature di Quentin Tarantino, non è il sapore agrodolce del 'clone' a basso costo a disgustarci (è questo lo scopo del genere quando fa centro), ma una paradossale attrazione per questo nuovo cocktail alla 'repellenza', sulla cresta delle più o meno prevedibili manifestazioni da possessione demoniaca, messa in discussione, in verità per pochissimo

    tempo, da possibili disturbi psichiatrici o effetti collaterali di crisi di astinenza dalla mancata assunzione di droga. Ma ai dubbi è riservata una frazione di tempo irrilevante prima che il caleidoscopio degli orrori domini le scene, talmente accurato e variegato ad arte, a parte alcune schegge impazzite di surreale (tra cui ad esempio lo strappo della mano di Mia da sotto l'auto), da esercitare sullo spettatore un appeal fascinatorio che non lascia tregua, non consente distrazioni neppure per le scene più truculente: perché nel momento in cui stiamo giusto pensando di distogliere lo sguardo, proprio sul limitare del non tollerabile, l'occhio implacabile eppur 'romanticamente filtrato' della m. d. p. di Alvarez si sposta all'istante su qualcosa di assolutamente tollerabile che attira di nuovo la nostra attenzione. Così restiamo ancora lì, inconsultamente attratti fino a scoprirci - con lo stupore di chi non è certo un fan del genere - persino

    ammirati. E' difatti l'ammirazione a rapirci sullo scenario che, sui titoli di coda, si offre al nostro sguardo ormai assuefatto ai litri di emoglobina che ci hanno investito a più riprese e che ci sono letteralmente piovuti addosso per l'effetto di un fenomeno 'metereologico' impensabile se non sulle sponde delle bibliche piaghe d'Egitto e affini. E' lo scenario degno di una installazione di video-arte contemporanea, in cui protagonisti assoluti restano il sangue e il fuoco, i due elementi chiave per un tripudio di metafore e simbolismi che si rincorrono sul binario immaginario dell'ancestrale memoria che incontra e condivide lo spazio del nostro tempo. E' con questo pseudo piano-sequenza di rara bellezza e potente portata figurativa che il moderno artista Alvarez consegna alla cinematografia odierna la sua visione immaginifica dell'Inferno, ammiccando all'orizzonte di una purificazione possibile.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di LA CASA

    Links:

    • Fede Alvarez (Regista)

    • Jessica Lucas

    • Lou Taylor Pucci

    • Bruce Campbell

    • Shiloh Fernandez

    • Jane Levy

    • Elizabeth Blackmore

    • Ellen Sandweiss

    • CALICO JOE - JOHN GRISHAM E IL SUO RAPPORTO COL CINEMA (A cura di FRANCESCA CARUSO) (CineSpigolature)

    • HARRY POTTER (A cura di MARTA SBRANA, Canada) (Personaggi)

    • UNA SCONFINATA GIOVINEZZA - INTERVISTA al regista, soggettista e sceneggiatore PUPI AVATI (Interviste)

    • OMAGGIO AD ERMANNO OLMI IN OCCASIONE DEI SUOI 80 ANNI... - INTERVISTA al regista ERMANNO OLMI (A cura di Don FRANCO PATRUNO)(*) (Interviste)

    • DARK SHADOWS - INTERVISTA al regista TIM BURTON (Interviste)

    • NELLA CASA - INTERVISTA al regista FRANÇOIS OZON (Interviste)

    • LA CASA - INTERVISTA al regista FEDERICO ALVAREZ (Interviste)

    • LA CASA- VIDEO-INTERVISTA al regista FEDE ALVAREZ e al produttore SAM RAIMI (Interviste)

    • I SEGRETI DI OSAGE COUNTY - INTERVISTA al regista JOHN WELLS (Interviste)

    • LE MERAVIGLIE - INTERVISTA alla regista ALICE ROHRWACHER (Interviste)

    • X. Festa del Cinema (Roma, 16-24 Ottobre 2015) - DAL 12 AL 15 OTTOBRE, LE PREAPERTURE DELLA DECIMA EDIZIONE: PROIEZIONI E INCONTRI DALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA AL MAXXI FINO ALLA CASA DEL CINEMA (Speciali)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    La casa - trailer 2

    La casa - trailer

    La casa - trailer (versione originale) - Evil Dead

    La casa - spot 'Andrà tutto bene'

    La casa - clip 'Morirete questa notte'

    La casa - clip 'E' qui nella casa, adesso'

    La casa - clip 'E' sotto la doccia'

    La casa - intervista video al regista Fede Alvarez ed al produttore Sam Raimi (versione originale sottotitolata)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e lan McKellen recitano .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (7 Dicembre 2019) - Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Western Stars

    WESTERN STARS

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tratto dall’omonimo album uscito nell’estate del .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Midway

    MIDWAY

    Quelli che... ci fermano a TRAILER e CLIP - Al pubblico l'ardua sentenza - .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella .... [continua]