ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    AnneFrank - Vite parallele

    #ANNEFRANK - VITE PARALLELE

    In prima visione tv su RAI 1 sabato 23 gennaio 2021 in seconda serata - .... [continua]

    Kitbag

    KITBAG

    New Entry - .... [continua]

    Untitled David O. Russell Project

    UNTITLED DAVID O. RUSSELL PROJECT

    New Entry - Un cast 'iperstellato' nel nuovo progetto ancora senza titolo di David .... [continua]

    Last Looks

    LAST LOOKS

    New Entry - Mel Gibson interpreta un ex poliziotto caduto in disgrazia. .... [continua]

    Women in the Castle

    WOMEN IN THE CASTLE

    New Entry - Daisy Ridley, Kristin Scott Thomas e Nina Hoss nei panni di .... [continua]

    Northman

    NORTHMAN

    New Entry - Nella saga di vendetta vichinga ambientata in Islanda all'inizio del X .... [continua]

    Lucy and Desi

    LUCY AND DESI

    New Entry - Javier Bardem e Nicole Kidman in coppia per ricreare la celebre .... [continua]

    West Side Story

    WEST SIDE STORY

    New Entry - Dal 10 Dicembre .... [continua]

    Made in Italy

    MADE IN ITALY

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - L'esordio alla regia dell'attore inglese James D'Arcy .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Qualche nuvola

    QUALCHE NUVOLA: 'UN GIOCO DI RACCONTI E BUGIE SULLA CRISI DELLE UNIONI E SUL VALORE CHE VIENE LORO ATTRIBUITO'

    RECENSIONE - Dalla 68. Mostra del Cinema di Venezia - Controcampo - Dal 27 GIUGNO

    "'Qualche Nuvola' è una commedia sentimentale. Un gioco di racconti e bugie sulla crisi delle unioni e sul valore che viene loro attribuito. Il film è ambientato a Roma, è un progetto italiano, ma i temi trattati (il matrimonio, il lavoro, gli affetti) lo rendono 'universale'. Ho provato a raccontare Roma come Robert Guédiguian (un esempio tra i tanti) è riuscito a raccontare Marsiglia, con i suoi tipi umani e i suoi mille colori. Ho pensato di riprendere i miei personaggi con un tocco agile per dar valore ai loro semplici sogni. Mi interessa sottolineare i contrasti, raccontare la vivacità di personaggi autentici e le differenze di classe che la attraversano, differenze che ormai non investono più necessariamente l’aspetto economico, ma che si lasciano percepire attraverso sfumature più sottili, gesti, gusti, letture, luoghi frequentati. Intendo mettere in risalto lo spazio in cui i personaggi si muovono, le periferie ultramoderne e un po’ inquietanti, i locali alla moda del centro e i rituali mondani della nuova borghesia. Mi è sembrato che la via giusta passasse per sequenze sottili su dialoghi apparentemente semplici ma che svelano sempre di più di quello che dicono. Lo stile di ripresa contempla pochi primi piani per raccontare le emozioni e lunghi piani sequenza per confondersi col tempo reale. Per mantenere la fluidità delle scene contro i veloci passaggi di sceneggiatura è stato necessario un attento lavoro con gli attori che ha reso spontanee le reazioni. Mi sono sempre piaciuti i film che riescono a introdurre toni ironici in storie di poetica umanità. Ho studiato questi film e ho provato ad usarli come modelli, spero di esserci riuscito".
    Il regista, sceneggiatore e soggettista Saverio Di Biagio

    (Qualche nuvola; ITALIA 2011; Commedia sentimentale; 99'; Produz.: Minollo Film/Bartleby Film/Relief/Dap Italy in collaborazione con Rai Cinema con il sostegno di Roma e Lazio ilm Commission; Distribuz.: Fandango Distribuzione)

    Locandina italiana Qualche nuvola

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Qualche nuvola

    Titolo in lingua originale: Qualche nuvola

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Saverio Di Biagio

    Sceneggiatura: Saverio Di Biagio con la collaborazione di Beba Slijepcevic e con l’aiuto di Massimo De Pascale

    Soggetto: Saverio Di Biagio con la collaborazione di Beba Slijepcevic e con l’aiuto di Massimo De Pascale.

    Cast: Michele Alhaique (Diego)
    Greta Scarano (Cinzia)
    Aylin Prandi (Viola)
    Primo Reggiani (Ivan)
    Giorgio Colangeli (Umberto)
    Pietro Sermonti (Carlo)
    Michele Riondino (Don Franco)
    Antonella Attili (Rita)
    Veronica Corsi (Barbarona)
    Paolo De Vita (Sandro)
    Paola Tiziana Cruciani (Maria)
    Elio Germano (Venditore)

    Musica: Francesco Cerasi; Alessandro Bianchi (Suono di presa diretta)

    Costumi: Ilaria Albanese

    Scenografia: Andrea Audino

    Fotografia: Francesco Di Giacomo

    Montaggio: Marco Spoletini

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Roma fa pensare ai palazzi antichi, alle strade imperiali, ai vecchi quartieri pieni d’incanto. Dire che Diego vive a Roma può essere sviante. Dove vive lui, i turisti non ci passano nemmeno per sbaglio. Diego è nato in uno di quei quartieri popolari ai margini della città, dove puoi scegliere, ma solo tra due strade. La prima è quella del lavoro duro e del sapersi accontentare. La seconda è quella dei piccoli furti, dello spaccio e poi chissà. Diego ha scelto i mattoni, il cantiere, ha scelto di sudare, niente sorprese. Ha scelto Cinzia, perché sono cresciuti insieme, nello stesso condominio, sullo stesso pianerottolo. Per Cinzia la strada da scegliere è una sola, chiara e sicura da quando è bambina: fare figli, sposarsi, accudire la casa. Questo passo, che potrebbe sembrare un fatto privato, non lo è in borgata dove si condivide tutto, anche la vita degli altri. Così una schiera di parenti, amici e vicini di casa si accinge a dare una mano, a commentare, a consigliare e sconsigliare. Tutti insieme per il matrimonio che si deve fare…
    Ma un fuoriprogramma prima o poi deve arrivare. Umberto, suocero di Diego, e Sandro, un vecchio collega, si scontrano con il nuovo padrone e fantasticano su un’ impresa tutta loro. Diego cerca di mediare e attira le simpatie dell’ingegnere, che gli propone un lavoro extra. Viola, la nipote del capo, tanto bella quanto infantile, ha bisogno di restaurare la casa e Diego viste le circostanze non si tira indietro. Viola, appartiene a un altro mondo, vive nel centro storico tra locali e vernissage e la sua vita sembra lontana dalla borgata e dal cantiere dove invece sembrano tutti voler una vita normale, persino Ivan “il Pirata”, il migliore amico di Diego che aveva scelto un’altra strada. Un bacio, che come una frana travolge i due ragazzi, li porta ad abbandonarsi e tutta quella distanza tra Viola e Diego si dissolve in un solo istante. Da una parte la curiosità per ciò che non si conosce, dall’altra la normalità. Ma il matrimonio è ormai cosa fatta, non c’è via di fuga. Bisogna rispondere di sì, questo Cinzia e Diego lo sanno, ma, a volte saper dire un bel no può aiutare. Tocca a Diego rispondere alla fatidica domanda. Può dire di no a tutti quanti? Può distruggere tutto? Cos’altro può cercare? D’altronde, davanti a sé ha avuto sempre due strade: la sua l’aveva scelta da anni. Ha visto fuori dal suo quotidiano e forse saprà dimenticare. C’è qualche nuvola in cielo anche se sta arrivando un’ estate molto calda, sono le nuvole dei dilemmi, delle scelte non ponderate, e delle scelte che qualcuno ha fatto per noi.

    Commento critico (a cura di ROSS DI GIOIA)

    ...CON GARBO E IN PUNTA DI PIEDI...

    Roma. Ai margini di un quartiere popolare vive Diego (Michele Alaique), un giovane assennato e con i piedi per terra, il quale ha due grandi passioni: il proprio mestiere - fa il muratore ed è molto stimato dal datore di lavoro - e la sua amata ragazza Cinzia (Greta Scarani). I due sono cresciuti insieme, fianco a fianco, nello stesso condominio e perfino sullo stesso pianerottolo. La loro è quindi diventata, negli anni, una sorta di relazione a “maglie larghe”, dove parenti e amici di entrambi sono entrati in pianta stabile per fare e disfare su qualunque argomento. E tutti insieme, più o meno appassionatamente, si buttano a capo fitto nel matrimonio da organizzare, l’evento che unirà i due come destino vuole, facendo di Diego un marito/padre/lavoratore da manuale, e di Cinzia una moglie/madre di altrettanto livello. Ma visto che i piani sono fatti

    per essere sconvolti, ecco che il fuoriprogramma ha il nome e le fattezze di Viola (Aylin Prandi), la nipote del capo. Bella e infantile, la ragazza vive in un grazioso appartamento nel centro storico che deve essere ristrutturato e Diego, per guadagnare qualche soldo in più e far fronte alle spese per il matrimonio imminente, accetta il lavoro extra offerto dal capo, finendo per essere catapultato in un mondo fatto di locali e vernissage, lontano dalla borgata e dal cantiere e, soprattutto, da una strada che il ragazzo aveva scelto tanti anni prima...

    Opera prima di Saverio Di Biagio, Qualche nuvola legge due diversi mondi: nel primo c’è l’esistenza di una borgata romana, con due famiglie unite tra loro grazie all’amore che a loro volta unisce due ragazzi comuni, facendo così di qualunque complicazione o dubbio una condivisione insita tra genitori, parenti e amici; nella seconda, invece, viene fuori l’anima di

    due ragazzi divisi tra le ansie e le incertezze tipiche di una futura sposa - il ristorante giusto, il corredo adatto ad una casa e una vita da vivere in due - e i dubbi che all’improvviso investono lui, il quale lascia che siano gli altri a prendere le decisioni importanti, salvo accorgersi che sta “mancando” di qualcosa e che il suo sogno non collima più con quello che fino a quel giorno ha faticato tanto per rendere reale. Preso infatti in un vortice con epicentro eventi di vario genere e la vita abbagliante del centro storico della città - che fa di per sé un mondo a parte - Diego si trova all’improvviso di fronte a sé qualcosa di nuovo: una persona con emozioni, idee ed opinioni, che chiede (proprio a lui) di esprimere emozioni, idee ed opinioni. Una commistione che può facilmente generare una bomba ad orologeria

    che il film racconta con garbo e in punta di piedi, rendendo credibili personaggi assolutamente reali, trattando argomenti importanti e della vita di tutti i giorni. Quel che manca, semmai, è un guizzo di coraggio registico che lasci una traccia nella memoria e nelle emozioni tale da elevare il film dalla classica media di quasi la totalità delle commedie romantiche con innesti di realtà che vengono prodotte in Italia, sintetizzabile nel commento: “un film carino”.

    Pressbook:

    PRESSBOOK in ITALIANO di QUALCHE NUVOLA

    Links:

    • Elio Germano

    • Michele Riondino

    • Greta Scarano

    1 | 2

    Galleria Video:

    Qualche nuvola - trailer

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Lo stato della mente

    LO STATO DELLA MENTE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal Toronto International Film Festival (anteprima mondiale il .... [continua]

    The Midnight Sky

    THE MIDNIGHT SKY

    Tra i più attesi!!! - George Clooney torna a regia e recitazione con un .... [continua]

    The Prom

    THE PROM

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Meryl Streep e Nicole Kidman protagoniste e .... [continua]

    Let Them All Talk

    LET THEM ALL TALK

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Negli USA il film debutta su HBO Max il 10 .... [continua]

    Elegia americana

    ELEGIA AMERICANA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Drammatico affresco in cui Ron Howard dipinge la crisi .... [continua]

    Uno di noi

    UNO DI NOI

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Diane Lane e Kevin Costner tornano a far coppia sul grande .... [continua]

    Il concorso

    IL CONCORSO

    RECENSIONE - Keira Knightley e Gugu Mbatha-Raw protagoniste del film leggero e vivace di Philippa .... [continua]