ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (19 Ottobre 2019) - Il grande ritorno al cinema di .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a Venezia 76. .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella Città - .... [continua]

    Terminator - Destino oscuro

    TERMINATOR - DESTINO OSCURO

    Ancora al cinema - Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > The Double

    THE DOUBLE: SUL FILO DELLA LAMA DA THRILLER RICHARD GERE INDOSSA I PANNI DI UN AGENTE CIA IN PENSIONE, COLLABORATORE DI UNA GIOVANE RECLUTA DELL'FBI PER RISOLVERE UN MISTERIOSO OMICIDIO. UNA STORIA DI SPIONAGGIO POST GUERRA FREDDA

    RECENSIONE - Dal 9 MARZO

    "Quello che cerchiamo veramente di fare è avere gente cattiva che compia buone azioni o viceversa. Credo che se questa cosa è presente, allora può essere interessante per un attore. È interessante per me come spettatore, e se pensate ai personaggi classici del passato, loro erano cattivi che provavano a fare buone azioni o viceversa. Quindi è una scelta facile per noi e penso che scrivere un buon personaggio voglia dire anche attirare l’attore a interpretarlo".
    Il regista e co-sceneggiatore Michael Brandt

    (The Double; USA 2011; Thriller; 98'; Produz.: Hyde Park Entertainment/Agent Two/Brandt/Haas Productions/Imagenation Abu Dhabi FZ/Industry Entertainment; Distribuz.: Eagle Pictures)

    Locandina italiana The Double

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: The Double

    Titolo in lingua originale: The Double

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Michael Brandt

    Sceneggiatura: Michael Brandt e Derek Haas

    Cast: Richard Gere (Paul Shepherdson)
    Odette Yustman (Natalie Geary)
    Topher Grace (Ben Geary)
    Stana Katic (Amber)
    Martin Sheen (Tom Highland)
    Stephen Moyer (Brutus)
    Tamer Hassan (Bozlovski)
    Randy Flagler (Martin Miller)
    Jeffrey Pierce (Agente Weaver)
    Yuriy Sardarov (Leo)
    Nicole Forester (Molly)
    Ele Bardha (americano)
    Johnny Otto (Agente FBI)
    Jimmy Ortega (Coyote)

    Musica: John Debney

    Costumi: Aggie Guerard Rodgers

    Scenografia: Giles Masters

    Fotografia: Jeffrey L. Kimball

    Montaggio: Steve Mirkovich

    Makeup: Kimberly Jones

    Casting: Kelly Wagner

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Un agente della CIA in pensione Paul Shepherdson (Richard Gere) viene richiamato in servizio dopo il misterioso omicidio di un senatore che porta la firma del leggendario killer sovietico conosciuto come “Cassius”, proprio l’assassino al quale Shepherdson aveva dato la caccia durante la sua carriera. Spinto a occuparsi del caso dal suo ex supervisore, Tom Highland (Martin Sheen), Shepherdson si trova a collaborare con il giovane agente dell’FBI Ben Geary (Topher Grace), il quale ha dedicato la sua tesi di laurea alla ricerca di Cassius da parte di Shepherdson. Costretti a farsi strada attraverso i crimini passati e presenti, i due agenti scoprono che Cassius non può essere la persona che hanno sempre pensato che fosse, e ciò li costringe a riesaminare ogni dettaglio.

    IN DETTAGLIO:

    Il misterioso omicidio di un senatore degli Stati Uniti, dove appare evidente l’implicazione di un assassino sovietico conosciuto con il nome in codice di Cassius, costringe un agente della CIA in pensione, Paul Shepherdson (Richard Gere), ad allearsi con un giovane agente dell’FBI, Ben Geary (Topher Grace), per risolvere il caso. Convinto che Cassius sia morto da tempo, dopo aver passato la sua carriera a dare la caccia sia a lui che ai suoi rivali, Shepherdson accetta il caso seppur controvoglia. L’agente Geary, invece, ha studiato la storia di Cassius sin da prima di iniziare la sua carriera all’FBI. Affascinato dalla figura dell’assassino, Geary ha scritto la sua tesi di laurea sul killer sovietico. A differenza di Shepherdson, Gary crede che Cassius sia tornato e abbia ricominciato la sua scia di omicidi. Mentre Shepherdson e Geary analizzano insieme le scene dei crimini, nuovi indizi vengono svelati: Cassius potrebbe anche non essere la persona che loro credono, e andare all’inseguimento della sua doppia identità potrebbe diventare pericoloso.

    SHORT SYNOPSIS:

    A retired CIA operative is paired with a young FBI agent to unravel the mystery of a senator's murder, with all signs pointing to a Soviet assassin.

    Story kicks off with the mysterious murder of a senator bearing the marks of a Soviet assassin, who was long thought to be dead. To hunt down the killer, a retired CIA operative, who spent his career going toe-to-toe with his Soviet nemesis, is teamed with a young FBI agent.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    VIAGGIO NEGLI IGNOTI MEANDRI DI MENTE E ANIMA DI UN KILLER SERIALE PER UN INCONSUETO THRILLER DI SPIONAGGIO. E MENTRE LA RAFFINATA TESSITURA DI UN FILM, IN CUI NON PASSA INOSSERVATO IL CO-PROTAGONISMO DI UNA SUPERBA FOTOGRAFIA QUALE INTRIGANTE COMPLICE DEL PRISMA PSICOLOGICO DI CERTI COMPLESSI PERSONAGGI, FA ONORE AL DEBUTTO ALLA REGIA DI MICHAEL BRANDT, RICHARD GERE RAGGIUNGE LETTERALMENTE L'ILLUMINAZIONE CON UNO DEI PRISMI INTROSPETTIVI IN CELLULOIDE TRA I PIU' IMPAPABILMENTE CANGIANTI DI TUTTA LA SUA CARRIERA

    La doppia identità dà il ritmo al film fin dai titoli testa: occhieggiando dalla grafica dei caratteri dello stesso titolo, ma non è lei la vera protagonista. In questa 'spy-story' che segna il debutto alla regia dello sceneggiatore (con Derek Haas) di Wanted - Scegli il tuo destino e Quel treno per Yuma Michael Brandt, l'obiettivo non è tenere sul filo del rasoio lo spettatore fintanto che non sono maturi i

    tempi per il colpo di scena finale svelando chi si è nascosto dietro un'identità di copertura, giocando sporco e rilanciando sul suo stesso doppio. Curiosamente, infatti, non passa molto tempo prima che il regista dia avvio alle presentazioni: 'spettatori, occhio che adesso vi presento il criminale doppiogiochista Cassio'. Ma impensabilmente, invece di perdere mordente, The Double accresce suspense e tende sempre più il suo reticolo di fili ad alta tensione, virando sul noir mentre si tamburella sul 'detective movie', on teh road e 'into the office', seguendo il tocco di stile in celluloide anni Settanta-Ottanta (ad esempio Peter Weir con Witmess-Il testimone o Alan Pakula con Presunto innocente, secondo umori condivisi anche da Sydney Pollack che per l'appunto di Presunto Innocente fu il produttore), là dove la raffinata e bella regia di Brandt sembra aver pescato a piene mani: con il generoso ricorso ad intensissimi e intriganti chiaroscuri mentre il

    colore si inchina a dominanti contrasti in bianco e nero, quando non è il nero assoluto a far nascere, mai per intero, superbi scorci in primissimo piano, generosamente 'sgranati' eppur non necessariamente indirizzati ad incastonare volti e sguardi come pietre preziose. Tra questi sovrasta tutto e tutti uno strabiliante Richard Gere (memore del suo precedente Identikit di un delitto), qui letteralmente incarnato nel suo personaggio, agente della CIA in pensione Paul Shepherdson, con cui tira a segno una delle sue più viscerali e sottilmente stratificate performance dell'intera carriera, rendendo vivo e palpabile uno dei suoi più esplosivi caleidoscopi introspettivi in celluloide, in intima, complice, relazione con una fotografia a dir poco regale. Una fotografia che si fa co-protagonista a tutti gli effetti quale strumento elettivo per infiltrarsi nei profondi meandri di mente e anima di chi si sta conducendo il doppio gioco sulla scacchiera di tanti crimini non

    sempre motivati e non sempre chiari in tutte le loro diagrammatiche linee. Crimini di cui, se è piuttosto chiara la dinamica operativa, non sempre lo sono i moventi e la tempistica di ventennali scomparse e improvvise riapparizioni sul campo, rendendo particolarmente torbide le acque che dovrebbero portare alla 'firma' autentica dell'autore.

    Così scopriamo presto che il fascino di The Double - a cui ci siamo avvicinati con una certa riluttanza, fiutando, a torto, una spy story dozzinale, con gli immancabili organi di indagini ad ampio spettro della portata di CIA, FBI e KGB - il suo vero obiettivo, non è tanto quello, canonico e scontato di scovare il doppiogiochista a colpi delle consuete sequenze d'azione con sparatorie multiple, quanto quello di approfondire l'iniziale epidermica conoscenza del killer, fornendo tutte le chiavi di accesso necessarie per giungere alla fine del suo tunnel conscio e inconscio. Un affascinante percorso introspettivo là

    dove intriga l'irresistibile profumo del fiore all'occhiello appuntato sull'autoanalisi psichiatrica a doppio taglio come arma di depistaggio condotta in prima persona dallo stesso killer. Percorso che, avendo sparato presto la sua cartuccia migliore, non si fa d'altra parte mancare i suoi discreti fuochi d'artificio con un intreccio di colpi di scena multipli verso la fine, dopo aver lanciato, strada facendo, piccoli ma acuminati dardi, ora di marca politica, talaltra di natura più, come dire, intimista. Per arrivare a questo punto, guadagnato nel segno di un ammaliante, sinuoso coinvolgimento, ha prevalso il senso della misura: misura sull'azione d'obbligo ma estremamente centellinata perché, appunto strumentale al vero percorso principale e perciò alla stregua di fugaci incursioni di fronda; misura sui pochissimi flashback del personaggio-chiave e misura su personaggi-spalla tra cui spicca il cameo allargato del tenebroso e carismatico Martin Sheen sul filo delle sue elucubrazioni mentali in sospensione;

    e ancora misura sui vezzi metaforici ultra gettonati nella storia del cinema. Come resistere alla rifrazione di immagine su specchio con già iscritta nel proprio DNA la frantumazione, speculare a quella della vita umana?

    Pressbook:

    PRESSBOOK completo in ITALIANO di THE DOUBLE

    Links:

    • Richard Gere

    • Martin Sheen

    • Topher Grace

    • Nicole Forester

    • THE DOUBLE - INTERVISTA al regista e co-sceneggiatore MICHAEL BRANDT e il co-sceneggiatore e produttore DEREK HAAS (Interviste)

    • The Double (BLU-RAY + DVD)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    The Double - trailer

    The Double - trailer HD

    The Double - trailer (versione originale)

    The Double - clip 1

    The Double - clip 2

    The Double - clip 3

    The Double - clip 4

    The Double - clip 5

    The Double - clip 6

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    The Report

    THE REPORT

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Dal Sundance Film Festival 2019; dal .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del Cinema di Cannes - RECENSIONE .... [continua]

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Edward Norton si fa .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 .... [continua]

    The Irishman

    THE IRISHMAN

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni .... [continua]