ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    New Entry - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Ghostbusters: Legacy

    GHOSTBUSTERS: LEGACY

    New Entry - Si tratta del terzo capitolo dell'omonima saga, inaugurata nel 1984 con .... [continua]

    My Salinger Year

    MY SALINGER YEAR

    New Entry - .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Ancora al cinema - Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è ....
    [continua]

    Cena con delitto - Knives Out

    CENA CON DELITTO - KNIVES OUT

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 37. Torino Film Festival .... [continua]

    Spie sotto copertura

    SPIE SOTTO COPERTURA

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Playmobil: The Movie

    PLAYMOBIL:THE MOVIE

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 31 Dicembre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Miracolo a Le Havre

    MIRACOLO A LE HAVRE: QUANDO ARRIVA IL MOMENTO DI RIMBOCCARSI LE MANICHE, LUCIDARSI LE SCARPE E MOSTRARE I DENTI!

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - In PREAPERTURA al 29. Torino Film Festival (25 Novembre-3 Dicembre 2011) - 'Festa Mobile - Gran Premio Torino' - Dal 64. Festival del Cinema di Cannes - 4 Nominations all'European Film Awards 2011 ('Miglior Film', 'Miglior Regia' e 'Miglior Sceneggiatura' a Aki Kaurismäki e 'Miglior Attore' a André Wilms)

    "Non accade spesso che il cinema europeo affronti il tema della sempre più grave crisi economica, politica e soprattutto morale che ha portato alla questione irrisolta dei profughi: persone che arrivano dopo mille difficoltà nell’Unione europea e subiscono un trattamento irregolare e spesso inadeguato. Non ho soluzioni da proporre, ma ho voluto in qualche modo affrontare la questione, anche se in un film che ha poco di realistico".
    Il regista e sceneggiatore Aki Kaurismäki

    (Le Havre; GERMANIA/FRANCIA/FINLANDIA 2011; Dramedy; 93'; Produz.: Pandora Filmproduktion/Pyramide Productions/Sputnik/Yleisradio (YLE); Distribuz.: BIM Distribuzione)

    Locandina italiana Miracolo a Le Havre

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Miracolo a Le Havre

    Titolo in lingua originale: Le Havre

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2011

    Regia: Aki Kaurismäki

    Sceneggiatura: Aki Kaurismäki

    Cast: André Wilms (Marcel Marx )
    Kati Outinen (Arletty )
    Jean-Pierre Darroussin (Monet )
    Elina Salo (Claire)
    Evelyne Didi (Yvette )
    Quoc Dung Nguyen (Chang)
    Blondin Miguel (Idrissa)
    Laïka (il cane Laïka)
    François Monnié (droghiere)
    Roberto Piazza (il piccolo Bob)
    Pierre Étaix (Dottor Becker)

    Costumi: Frédéric Cambier

    Scenografia: Wouter Zoon

    Fotografia: Timo Salminen

    Montaggio: Timo Linnasalo

    Makeup: Valerie Thery-Hamel

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Marcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l’onorevole ma poco redditizio mestiere del lustrascarpe. Abbandonata ogni velleità letteraria, vive felicemente dividendosi tra il suo bar preferito, il lavoro e la moglie Arletty, quando all’improvviso il destino mette sulla sua strada un piccolo profugo arrivato dall’Africa.

    Con Arletty gravemente ammalata e costretta a letto, ancora una volta Marcel deve affrontare il freddo muro dell’indifferenza umana armato solo del suo innato ottimismo e della solidarietà della gente del suo quartiere: ma contro di lui lavora la cieca macchina dello stato occidentale, questa volta rappresentata dalla polizia che lentamente stringe il cerchio intorno al bambino africano.

    Per Marcel è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche, lucidarsi le scarpe e mostrare i denti.

    SHORT SYNOPSIS:

    When an African boy arrives by cargo ship in the port city of Le Havre, an aging shoe shiner takes pity on the child and welcomes him into his home.

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    Dopo il successo a Cannes arriva finalmente nelle sale italiane Miracolo a Le Havre, l’ultimo lavoro di Aki Kaurismaki che riprende il personaggio di Andre Marx, interpretato sempre da André Wilms, de La vie de bohème del lontano 1992. Così il regista finlandese torna a lavorare in Francia e a raccontare e omaggiare quella terra e il suo cinema attraverso la poetica del realismo magico che si fonda con la contemporaneità della cronaca: la violenta e razzista politica nei confronti dell’immigrazione clandestina compiuta in molti Paesi Europei come Italia, Spagna, Grecia e ovviamente Francia.

    E nel vecchio lustrascarpe francese che nasconde un bambino africano in fuga verso la madre a Londra non si può non scovare il cinema di Jacques Tati, Robert Bresson, Julien Duvivier, René Clair, Marcel Carné e la piccola cittadina di Le Havre con il suo porto e le sue strade ricordano Il ponte delle nebbie di quest’ultimo.

    Ma non solo. La pellicola di Kaurismaki è impregnata di cinema francese cosicché il gioco cinefilo si stringe sempre di più nelle sue maglie che ritrova le sue tracce nella poesia di Prevert (non a caso sceneggiatore di Carné). Così Kaurismaki ci regala un’opera di grande valore sotto l’aspetto estetico e sotto quello morale che va al di là della mera citazione del cinema così straordinario che si è concepito e realizzato fra le due guerre perché sfruttando quei toni e quei ricordi filmici, quelle psicologie dei personaggi si fa estremamente odierno. È in questo modo fa del suo film qualcosa di fondamentale. Il passato con tutte le sue citazioni, i suoi omaggi - che diventano concreti nella presenza dei camei del cantante degli anni Settanta “Little Bob”, alias Roberto Piazza, che interpreta se stesso, e nell’iconico Jean-Pierre Leud (l’Antoine Doinel di truffautiana memoria, che si vede anche ne La

    vie de bohème) - e il presente così crudele rendono Miracolo a Le Havre un’opera senza tempo capace di fornire funamboliche sensazioni di amori concreti e purezza d’animo. Ed è proprio grazie a questa universalità e alla doppia cucitura temporale che l’opera si fa indipendente dai suoi predecessori e attualissima nella capacità di gestire il flusso narrativo della storia e quello della cronaca sociale. Protagonista è questo uomo idealista che combatte contro il muro di gomma della polizia francese, dentro la quale però riuscirà a trovare una bontà d’animo inaspettata nell’ispettore di polizia (un grande Darroussin), la raffigurazione di un uomo d’altri tempi, tutto d’un pezzo, ma anche capace di scindere la sua figura di essere umano dalla sua rappresentazione del suo io istituzionale.

    Sullo sfondo umido della cittadina di provincia di Le Havre si consumano tutte le splendide armonie circolari dei miracoli, quelli compiuti dalla gente umile, che richiama

    quel mondo fatto di bettole e botteghe di provincia, della musica malinconica dai ritmi blues e soul. La poesia è la parola d’ordine, il ritmo la sua essenza: Miracolo a Le Havre compie sì un miracolo, quello del cinema. E come nella vita anche nella celluloide i miracoli sono sempre meno.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringrazia Orazio Bernardi (QuattroZeroQuattro)

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di MIRACOLO A LE HAVRE

    Links:

    • Aki Kaurismäki (Regista)

    • MIRACOLO A LE HAVRE - INTERVISTA al regista AKI KAURISMÄKI (A cura di CHRISTINE MASSON) (Interviste)

    • MIRACOLO A LE HAVRE - INTERVISTA al regista AKI KAURISMÄKI (Interviste)

    • Miracolo a Le Havre (DVD)

    1

    Galleria Video:

    Miracolo a Le Havre - trailer

    Miracolo a Le Havre - clip 1

    Miracolo a Le Havre - clip 2

    Miracolo a Le Havre - clip 3

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui 'Miglior Film' - Dal 37° Torino .... [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Tra i più attesi!!! - Nel nuovo adattamento del romanzo di Louisa May Alcott .... [continua]

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Dopo quattro anni di attesa Checco Zalone colpisce ancora, questa volta giocando al raddoppio: come .... [continua]

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    RECENSIONE - Da 72. Cannes - Dal 2 Gennaio

    "Dopo 'Io, Daniel Blake', ....
    [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni .... [continua]

    Jumanji - The Next Level

    JUMANJI - THE NEXT LEVEL

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Star Wars: L'ascesa di Skywalker

    STAR WARS: L'ASCESA DI SKYWALKER

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE in ANTEPRIMA - La celebre saga volge al .... [continua]