ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Giugno 2019) - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Giugno 2019) - Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall .... [continua]

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Giugno 2019) - Dal 21 Agosto .... [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    New Entry - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 anni dalla sua .... [continua]

    Terminator: Destino oscuro

    TERMINATOR: DESTINO OSCURO

    New Entry - Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. James .... [continua]

    Tutto il mio folle amore

    TUTTO IL MIO FOLLE AMORE

    New Entry - Il nuovo film di Gabriele Salvatores ispirato ad una storia vera .... [continua]

    Arrivederci professore

    ARRIVEDERCI PROFESSORE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Giugno 2019) - Anteprima all'Italy Sardegna Festival (13-16 giugno) .... [continua]

    Rapina a Stoccolma

    RAPINA A STOCCOLMA

    Dal 20 Giugno .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > L'alba del pianeta delle scimmie

    L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE: JAMES FRANCO PERSONAGGIO CHIAVE PER MEDIARE LA RIBELLIONE DELLE SCIMMIE CONTRO L'UMANITA' NEL 'REBOOT' (RIPENSAMENTO) DI RUPERT WYATT DELLA FAMOSA SAGA NATA NEL 1968 CON IL PRIMO FILM DIRETTO DA FRANKLIN J. SCHAFFNER E INTERPRETATO DA CHARLTON HESTON

    In BLU-RAY (dal 5 GENNAIO 2012) e DVD (dal 26 GENNAIO 2012) - RECENSIONE IN ANTEPRIMA e ENGLISH PREVIEW - Dal 23 SETTEMBRE

    "L’alba del pianeta delle scimmie parla della nostra civiltà che raggiunge un punto di non ritorno. Gli eventi si svolgono attraverso gli occhi di Caesar, uno scimpanzé superintelligente che, da giovane, vede gli umani come esseri capaci di cose grandiose, come l’arte e la ragione. Poi, inizia a vedere il lato oscuro dell’umanità: l’oppressione, la bigotteria e l’ostracismo nei confronti di chi e cosa non comprendiamo".
    Il regista Rupert Wyatt

    "Ne ‘Il pianeta delle scimmie’ originale è la superbia dell’uomo a portare il personaggio del Col. Taylor (interpretato da Charlton Heston) sulla spiaggia, di fronte alla Statua della Libertà e alla realtà sconvolgente del destino dell’umanità. Non è stato un capriccio della sorte o una mutazione a far andare il mondo sottosopra".
    L’autore-produttore Rick Jaffa

    (Rise of the Planet of The Apes; USA 2011; Sci-Fi; 105'; Produz.: Chernin Entertainment/Twentieth Century Fox Film Corporation; Distribuz.: 20th Century Fox)

    Locandina italiana L'alba del pianeta delle scimmie

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: L'alba del pianeta delle scimmie

    Titolo in lingua originale: Rise of the Planet of The Apes

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2011

    Regia: Rupert Wyatt

    Sceneggiatura: Pierre Boulle, Rick Jaffa e Amanda Silver

    Soggetto: Ispirato al romanzo La planete des singes.

    PRELIMINARIA:

    L’alba del pianeta delle scimmie è il primo film 'live-action' nella storia del cinema con un protagonista, dal cui punto di vista è narrata la storia, che è un animale, un essere senziente con qualità simili a quelle umane, in grado di ideare strategie, organizzarle e, alla fine, guidare una rivoluzione, con il quale gli spettatori proveranno un vero legame emotivo. La realizzazione del film è stata impossibile finché la tecnologia inventata per 'Avatar‛, e ora progredita a una nuova dimensione, non è stata in grado di catturare l’idea alla base del film.
    Il lavoro è stato integrato dallo straordinario impegno profuso da Andy Serkis, il maggiore attore a livello mondiale nel campo del performance capture, che arricchisce di sfumature il personaggio di Caesar, conferendogli un’anima raziocinante e un cuore.
    Un altro traguardo innovativo è stato la realizzazione delle riprese degli effetti visivi e del performance capture alla luce del sole, in ambientazioni reali, al di fuori di un teatro di posa controllato. Ciò ha permesso di amalgamare il lavoro di performance capture con le interpretazioni dal vivo, eliminando la barriera tra effetti visivi e live action.
    Oltre a presentare scimmie foto-realistiche ed emotivamente coinvolgenti, l’ambientazione del film è immediatamente riconoscibile agli spettatori. L’alba del pianeta delle scimmie è una storia sulle origini, nel senso più vero del termine. Ambientata al giorno d’oggi a San Francisco e basata sulla realtà, con un mix di scienza e fantascienza, la vicenda prende il via dagli esperimenti d'ingegneria genetica che fanno sviluppare nelle scimmie l’intelligenza e degenera infine in una guerra per la supremazia.

    Cast: James Franco (Will Rodman)
    Freida Pinto (Caroline Aranha)
    Tom Felton (Dodge Landon)
    Brian Cox (John Landon)
    Andy Serkis (Caesar)
    Tyler Labine (Robert Franklin)
    John Lithgow (Charles Rodman)
    David Hewlett (Hunsiker)
    David Oyelowo (Steve Jacobs)
    Sonja Bennett (donna sulla strada)
    Leah Gibson (Alyssa Williams)
    Chelah Horsdal (Irena)
    Jamie Harris (Rodney)
    Karin Konoval (Maurice)

    Musica: Patrick Doyle

    Costumi: Renée April

    Scenografia: Claude Paré

    Fotografia: Andrew Lesnie

    Montaggio: Conrad Buff IV e Mark Goldblatt

    Effetti Speciali: Colin Decker

    Makeup: Emanuela Daus, Naomi Hirano ed Emma Julia Jacobs

    Casting: Heike Brandstatter, Coreen Mayrs e Debra Zane

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    San Francisco oggi: una serie di esperimenti genetici porta alla creazione di un specie di scimmie super intelligenti e alla conseguente lotta tra loro e gli umani per la supremazia del pianeta.
    Will Rodman (James Franco) è uno scienziato che lavora in una grande società farmaceutica, la Gen-Sys, dove svolge ricerche sulla genetica per sviluppare un virus benigno in grado di ricostituire il tessuto cerebrale danneggiato. L’uomo vuole individuare una cura per l’Alzheimer, malattia da cui è affetto il padre Charles (John Lithgow)...

    SHORT SYNOPSIS:

    An origin story set in present day San Francisco, where man's own experiments with genetic engineering lead to the development of intelligence in apes and the onset of a war for supremacy.

    Commento critico (a cura di ROSS DI GIOIA)

    Lo scienziato Will Rodman (James Franco) lavora per una grande società farmaceutica, la Gen-Sys, la quale sta svolgendo ricerche sulla genetica per sviluppare un virus in grado di ricostituire il tessuto cerebrale danneggiato. Nelle intenzioni di Will c’è la volontà di individuare una cura per l’Alzheimer, malattia da cui è affetto il padre Charles (John Lithgow). Succede però che alla vigilia dell’inizio della sperimentazione umana dell’ALZ-112, un nuovo farmaco promettente e potenzialmente ad alto profitto per la Gen-Sys, le scimmie sulle quali Will sta effettuando i test di laboratorio mostrano un comportamento straordinariamente aggressivo. Si pone quindi uno stop alla ricerca. Non sapendo bene però nel laboratorio come gestire il “post”, Will decide di portarsi a casa un neonato di scimpanzé, Caesar, figlio orfano del primate più promettente della sperimentazione, allevandolo in segreto come se fosse suo. Ma essendo stato esposto all’ALZ-112 quando era ancora nell’utero materno, oltre ad una

    certa intelligenza, Caesar ha in sé anche alcuni comportamenti insoliti per una scimmia. Testardo, Will porta comunque avanti la sua ricerca (a casa), rubando pure dal laboratorio della Gen-Sys alcuni campioni di ALZ-112. Il risultato è che Caesar mostra doti cognitive incredibili, ma c’è anche la regressione dei sintomi dell’Alzheimer che ha colpito Charles. Tuttavia, il giovane scienziato aveva fatto male i conti e quando arriva il momento di aprire gli occhi sugli effetti della sua trasgressione al protocollo di sperimentazione, il danno è ormai fatto…

    Pochi lo sanno, ma quello del Pianeta delle scimmie è da considerarsi praticamente uno dei primi franchising cinematografici moderni della storia. A quello originario, targato 1968, che godeva della paura atavica che la Guerra Fredda portava in sé con l’olocausto nucleare dietro l’angolo a causa dello scontro tra i blocchi sovietici e americani, sono poi seguiti Beneath The Planet Of The Apes (1970), Escape From

    Planet Of The Apes (1971), Conquest of the Planet of the Apes (1972) e Battle for the Planet of the Apes (1973). E non ci dimentichiamo (ma chi vi scrive lo vorrebbe tanto, davvero…) del remake del 2001 diretto da Tim Burton e delle due serie televisive degli anni Settanta (una era a cartoni animati). Ora tocca al regista Rupert Wyatt (The Escapist), su una sceneggiatura di Rick Jaffa e Amanda Silver, rimettere in pista i primati grazie a questa sorta di prequel che viaggia però su una linea temporale del tutto anomala rispetto alla storia che racconta: gli eventi, infatti, si svolgono ai giorni nostri (scelta necessaria per sfruttare gli spunti che la moderna ricerca può offrire) nonostante venga raccontata la genesi della razza di scimmie super-intelligenti che dominerà il nostro pianeta. Il protagonista, James Franco (scelto dopo il siluramento, si racconta, di Tobey Maguire, che voleva intervenire un

    po’ troppo pesantemente nelle scelte artistiche del film), è convincente nel ruolo di uno scienziato ancora smaliziato e impermeabile all’idea fissa del profitto. Si perde forse la connotazione prettamente politica della vicenda, che era la vera chiave di lettura dell’originario Pianeta delle scimmie - la sottintesa condanna ad una società che vuole ad ogni costo ferirsi distruggendo se stessa e le generazioni future e che finisce per soccombere di fronte ad una minoranza che si ribella dopo lo sfruttamento - ma nel complesso L’alba del pianeta delle scimmie è piuttosto godibile e ben realizzato. La tecnica della 'motion capture' utilizzata per dar vita alle scimmie raggiunge qui livelli di eccellenza e anche se si rischia il fumettone a più riprese, resta qualcosa di curiosamente stimolante per tutta la durata del film.

    Secondo commento critico (a cura di PETER DEBRUGE, www.variety.com)

    A curious chance for humans to revel in their own destruction, "Rise of the Planet of the Apes" makes for an impressive, if predictably downbeat prequel to a franchise famous for unhappy endings. Thanks to stunning advances in performance capture technology, director Rupert Wyatt successfully ditches the cumbersome makeup appliances of past chapters, building the story around a cast of photoreal CG simians convincing enough to identify with as characters, rather than just special effects. Though markedly better than 2001's Tim Burton reboot, this apocalyptic entry has a trickier road ahead, relying on positive buzz and sheer spectacle to win over skeptical auds.

    When the first "Planet of the Apes" movie bowed in 1968, Fox's cynical projection of man's future came riding on a wave of nuclear alarmism, arriving just as the Civil Rights movement was in full swing. The political context underlined the allegorical power of the Pierre Boulle novel

    that

    inspired it, raising the question as to whether somewhere in the universe a species more responsible than Man might exist.

    Today, everyone knows the twist -- that the topsy-turvy world the astronauts have returned to was Earth all along -- which is the key element screenwriters Rick Jaffa and Amanda Silver have carried over from the earlier movies, apart from a couple lines recycled for inside-joke appeal (e.g., "Take your stinking paws off me, you damn dirty ape!"). While the film's stock characters and generic story components don't feel especially fresh, the technical elements are so cutting edge that the film could not have existed in such polished form before now.

    Working with actor Andy Serkis and Weta Digital, Wyatt advances the art of motion capture to the point that all of the film's key animal characters -- which include dozens of chimps, a sage old orangutan and one

    incredibly temperamental gorilla --

    demonstrate incredibly detailed personalities that no trained monkey or ape-suited actor possibly could have conveyed.

    The real triumph is Caesar, who will grow up to become the Che Guevara of chimps over the course of the film. So nuanced and specific is Serkis' performance that his digital avatar shows far greater emotional range than any of his human co-stars, even without the aid of dialogue, a coup without which the film's central leap of faith -- that auds would connect so deeply with Caesar they wouldn't mind witnessing the annihilation of their own species -- could have been a disastrous gamble.

    Created in the same downer spirit as the recent "Terminator" prequels, "Rise" rewrites "Apes" lore to provide an alternate history for mankind's extinction, brought about by genetic testing rather than atomic irresponsibility.

    On the live-action side, a charismatic James Franco plays Will Rodman, a San

    Francisco research scientist with a personal stake in

    trying to find the cure for Alzheimer's. His father (John Lithgow) suffers from the disease, and Will thinks he's found a cure in a serum that his employer, Gen-Sys, has been testing on chimpanzees. When one of the test subjects goes ape-wild, the company shuts down the program, forcing Will to violate two major ethical rules: First he takes home the infant Caesar, who has been treated with the formula, and then he carries on testing the unapproved drug on his own dad.

    In the background, a rocket takes off aimed for Mars, ostensibly carrying the series' Charlton Heston/Mark Wahlberg character onboard, while events on Earth veer toward the cataclysmic. Considering how explicit earlier "Apes" installments were about their politics, "Rise" seems more than a little confused about the statement it wants to make. The film lets Will off the hook for

    engineering a deadly virus with the potential to wipe out

    mankind, while focusing blame on his Wall Street-minded boss (David Oyelowo), whose greed allows the animal testing to continue.

    The story is angled such that we identify with Caesar and view every human character except those directly invested in his well-being -- namely Will, his father and veterinarian girlfriend (Freida Pinto) -- as deserving of the fate that awaits them. Most loathsome are the cruel and unusual animal-control officers (Brian Cox and Tom Felton) who tear Caesar away from his human family, turning "Rise" into a sort of simian "Shawshank Redemption" as the chimp plots his escape (which might explain why "The Escapist's" Wyatt got the directing gig).

    Patrick Doyle's insistent score clearly sympathizes with the pic's climactic ape uprising, memorably staged on the Golden Gate Bridge. "Rise" was made at considerable expense, and the results shows at all levels

    of the production, with few shortcuts taken in scenes that combine CG and

    live-action elements.

    Pressbook:

    PRESSBOOK in ITALIANO di L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE
    La tecnologia della neozelandese WETA DIGITAL utilizzata per gli effetti speciali digitali del film

    Links:

    • James Franco

    • Brian Cox

    • Andy Serkis

    • David Oyelowo

    • John Lithgow

    • Freida Pinto

    • L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE - INTERVISTA ad ANDY SERKIS (Interviste)

    • L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE - ALTRA INTERVISTA ad ANDY SERKIS (Interviste)

    • L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE - INTERVISTA ad DAVID OYELOWO (Interviste)

    • L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE - ALTRA INTERVISTA ad DAVID OYELOWO (Interviste)

    • DAL 23 SETTEMBRE CI ATTENDE UN NUOVO GIORNO CON 'L'ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE' DI RUPERT WYATT, IL 'REBOOT' DELL'ORIGINALE SAGA DEL 1968 DI FRANKLIN J. SCHAFFER CON CHARLTON HESTON. NELLA ODIERNA VERSIONE A FARE DA INTERMEDIARIO NELLO SCONTRO PER LA SUPREMAZIA TRA SCIMMIE E UMANI LO SCIENZIATO JAMES FRANCO (Anteprime)

    • L'alba del pianeta delle scimmie (BLU-RAY + DVD)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    L'alba del pianeta delle scimmie - trailer 2

    L'alba del pianeta delle scimmie - trailer

    L'alba del pianeta delle scimmie - super trailer (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - clip 1

    L'alba del pianeta delle scimmie - clip 2 con una breve introduzione di Andy Serkis 'Caesar' (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - clip 3 con una breve introduzione di Andy Serkis 'Caesar' (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - clip 'Non vi avvicinate'

    L'alba del pianeta delle scimmie - clip 'Ape Escape'

    L'alba del pianeta delle scimmie - videointervista al regista Rupert Wyatt (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - videointervista all'attore Andy Serkis 'Caesar' (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - videointervista al supervisore degli effetti visivi Dan Lemmon (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - spot 1 (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - spot 2 (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - Featurette Story (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - Featurette Weta (versione originale sottotitolata)

    L'alba del pianeta delle scimmie - il video virale sull’intelligenza delle scimmie 'Le scimmie e i test sull'intelligenza umana' (versione originale sottotitolata)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    I morti non muoiono

    I MORTI NON MUOIONO

    72. Cannes - Dal 13 Giugno .... [continua]

    X-Men: Dark Phoenix

    X-MEN: DARK PHOENIX

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 6 Giugno

    "La saga di Fenice Nera è una ....
    [continua]

    Juliet, Naked - Tutta un'altra musica

    JULIET, NAKED-TUTTA UN'ALTRA MUSICA

    Dal Sundance Film Festival 2018 - Tratto dall'omonimo romanzo di Nick Hornby, ecco una commedia .... [continua]

    Aladdin

    ALADDIN

    Ancora al cinema - Nella versione live-action del classico Disney (1992) Will Smith nel .... [continua]

    Dolor Y Gloria

    DOLOR Y GLORIA

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Cannes .... [continua]

    John Wick 3 - Parabellum

    JOHN WICK 3 - PARABELLUM

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 16 Maggio

    Si vis ....
    [continua]

    Pokémon Detective Pikachu

    POKÉMON DETECTIVE PIKACHU

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 9 Maggio

    "Sono davvero ....
    [continua]