ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    New Entry - USA: Dal 13 Dicembre .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (13 Ottobre 2019) - 14. Festa del Cinema di .... [continua]

    Charlie's Angels

    CHARLIE'S ANGELS

    Aggiornamenti freschi di giornata! (13 Ottobre 2019) - Il film è scritto, diretto e .... [continua]

    Black Bird

    BLACK BIRD

    New Entry - Da Dicembre

    "Ero a una cena con Christian Torpe, lo ....
    [continua]

    Military Wives

    MILITARY WIVES

    New Entry - 14. Mostra del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    The Report

    THE REPORT

    New Entry - In Pre-Apertura alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 .... [continua]

    Gli anni più belli

    GLI ANNI PIU' BELLI

    New Entry - Dal 13 Febbraio 2020

    "Con la sua meravigliosa canzone inedita ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La polvere del tempo

    LA POLVERE DEL TEMPO: ECCO LA SECONDA PARTE DELLA TRILOGIA CHE IL REGISTA THEO ANGELOPOULOS DEDICA AL TEMPO E ALLA MEMORIA DOPO 'LA SORGENTE DEL FIUME'

    Dal 1° GIUGNO

    "La storia di un amore cominciato nel 1953 nell’ex-Unione Sovietica. E la storia di viaggi nel mondo e nel grande spazio della storia fino ai giorni nostri. Una valutazione poetica del secolo che è appena finito e una relazione visionaria con il secolo che stiamo ora percorrendo attraverso un amore che sfida il tempo. Esilio, separazione, vagabondaggio, il crollo di ideologie e la costante prova della storia. La figura centrale è quella di una donna. L’Eleni del mito, l’Eleni di tutti i miti, che è desiderata e che desidera l’amore assoluto. Più di sempre, un’elegia sul destino umano".
    Il regista Theo Angelopoulos

    (I skoni tou hronou (The Dust of Time); ITALIA/GRECIA/GERMANIA/RUSSIA 2011; drammatico; 120'; Produz.: Classics s.r.l. con il contributo della Regione Lazio tramite FI.LA.S Spa e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema; Theo Angelopoulos Film Productions/Greek Film Centre con il contributo del Ministero Greco della Cultura; Ert S.A./Nova/ Studio 217 Arscon il contributo del Ministero della Cultura della Federazione Russa; Lichtmeer Film/Filmstiftung Nordhein - Westfalen/Deutscher Filmforderfonds (DFFF)/ARD Degeto ; Distribuz.: Movimento Film - Classic)

    Locandina italiana La polvere del tempo

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: La polvere del tempo

    Titolo in lingua originale: I skoni tou hronou (The Dust of Time)

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2011

    Regia: Theo Angelopoulos

    Sceneggiatura: Theo Angelopoulos con la collaborazione di Tonino Guerra e Petros Markaris

    Soggetto: PRELIMINARIA:

    Passato e presente si intrecciano quando A., regista cinquantenne, si trova a fare parte del film che sta dirigendo, una cronaca della vita tumultuosa e del grande amore dei suoi genitori, Spyros ed Eleni. Gli eventi storici che hanno segnato le loro vite trovano un parallelo negli avvenimenti del presente. Per Spyros ed Eleni era stata la Seconda Guerra Mondiale a separarli dopo che lui era emigrato in America alla ricerca di una vita migliore come musicista, e la guerra civile greca che li aveva tenuti lontani quando lei era finita in Unione Sovietica insieme ad altri esuli politici.

    Per A, è la guerra del Vietnam, che lo costringe a fuggire in Canada, e la caduta del muro di Berlino, che segna la nascita di una nuova era.
    A. stesso era stato concepito il giorno della morte di Stalin, nel breve momento che i suoi genitori avevano potuto passare insieme quando Spyros era andato a Tashkent – illegalmente, sotto falso nome – nella speranza di fare uscire la sua amata di nascosto dall’Unione Sovietica.
    Catturato dalla polizia, Spyros viene arrestato ed Eleni è inviata in Siberia dove ritrova Jacob, l’ebreo tedesco conosciuto a Tashkent, che rimarrà una figura centrale della sua vita e di quella di Spyros. Durante tutte le dure prove che dovrà affrontare, Jacob non la lascerà mai, neanche quando dovrà scegliere se unirsi agli altri ebrei russi diretti a Israele nel 1974 o seguire Eleni a New York dove lei è diretta alla ricerca di Spyros. Scelta amara per Jacob, perché Spyros ed Eleni alla fine si riuniranno. Spyros si era rifatto una vita, che Eleni scopre, ma questo non può tenerlo lontano da lei e la segue a Toronto, dove lei è andata per stare con suo figlio. A. era solo un bambino quando sua madre era riuscita a farlo uscire dalla Siberia e a mandarlo con la sorella di Jacob da suo padre, negli Stati Uniti.
    Anni dopo, a Berlino dove ormai vive, A. accoglie i suoi genitori arrivati dagli Stati Uniti. E’ la prima tappa del loro viaggio verso la Grecia, dove hanno deciso di ritornare. C’è anche un commovente incontro con Jacob, ormai tornato in Germania, che viene a salutarli. I tre camminano per le strade di Berlino, durante i festeggiamenti per il nuovo anno, e ballano al suono della musica. Ma la loro gioia è turbata dall’angoscia per la scomparsa della piccola Eleni, ragazza disperata, figlia di A. che l’ha cercata disperatatamente e senza successo. Quando la polizia riesce finalmente a trovarla, Eleni è appollaiata alla ringhiera di un ponte all’incrocio tra due autostrade.
    E’ la prima volta che vediamo la piccola Eleni ed è sua nonna, l’altra Eleni, che alla fine riesce a convincerla a scendere dalla ringhiera mentre A., sua moglie separata e la polizia guardano la scena impotenti. Ma l’angoscia è stata troppo grande per l’anziana donna, che ha già mostrato segni di malessere. Eleni crolla. Nell’appartamento di A. dove l’hanno portata, Jacob viene a trovarla, ma la trova addormentata. Si svolge l’ultima scena fra i tre. Con Eleni addormentata nella stanza accanto, Jacob e Spyros bevono per l’ultima volta in ricordo dei vecchi tempi a New York. E’ l’ultimo saluto. Un abbraccio commovente e Jacob se ne va. Sulla barca che lo trasporta via nella pioggia, Jacob si avvicina al molo. E’ tormentato dai ricordi del suo recente viaggio della memoria in Polonia, nel campo dove i suoi genitori erano morti, e dall’avere lasciato andare la sola donna che avesse mai amato. Si lascia lentamente scivolare nello spazio vuoto e scompare nelle acque vorticose del fiume. Intanto, nell’appartamento, Eleni si è alzata e sta preparando la tavola, un posto per ognuno dei suoi amati. Chiama Jacob, ma lui non c’è. Alla fine Eleni crolla, con un’espressione serena sul volto.
    Quando A. arriva con il dottore, è troppo tardi. Spyros si avvicina a sua moglie morta, la chiama per nome e le dice che è venuto a prenderla, ma è con la piccola Eleni che attraversa, mano nella mano, la porta aperta del balcone, ed esce sulla strada che si estende di fronte a loro, ariosa e fluida come un acquerello...

    PERSONAGGI PRINCIPALI:

    “A” Un regista americano di origine greca nel pieno di un esaurimento nervoso. “A” sta per dirigere un film sulla sua vita e sulla vita dei suoi genitori. Nel corso del film, cessa gradualmente di vivere nella realtà e diventa parte della realtà fittizia del suo film. E’ in questo universo che vivrà i suoi ultimi giorni con la sua famiglia. In questo “altrove” lui “perderà” sua figlia, Eleni, la prole di una famiglia distrutta, la quale scompare. La sua figura è il legame tra i due “mondi” ed è lei che porta il fardello di un passato oneroso.

    SPYROS Il padre di “A”, è innamorato di Eleni da quando si sono conosciuti una notte durante un ballo vicino al fiume presso Salonicco. Lui parte per gli Stati Uniti e perde i contatti con la donna perché nel frattempo Eleni è stata arrestata per ragioni politiche. Da allora, lui la cerca ovunque. La trova il giorno della morte di Stalin (1953) in un piccolo villaggio nel Kazakhstan ma la polizia sovietica arresta Spyros e manda Eleni in Siberia. E’ grazie a questo incontro che “A” nascerà nove mesi dopo. Di nuovo, perdono i contatti. Quando si ritrovano negli Stati Uniti, vent’anni dopo, Spyros è un uomo sposato ma lascerà sua moglie per Eleni. Classica figura di esule, Spyros non potrà quasi mai vivere con Eleni. Dopo la morte di sua moglie, conclude il film con un’azione che è aperta a diverse interpretazioni: varcherà la soglia dell’appartamento di A tenendo per mano sua nipote Eleni.

    ELENI Poco dopo il ballo presso il fiume con Spyros e la partenza di lui per l’America, Eleni viene arrestata. Riesce a fuggire di prigione e cerca rifugio in Unione Sovietica. E’ lì che la ritrova Spyros dopo averla cercata per tre anni. Dopo il suo arresto nel Kazakhstan e la sua separazione da Spyros, dalla Siberia in cui è stata esiliata, vede “A”, il giovane figlio nato in seguito all’incontro con Spyros quella notte in Kazakhstan, in partenza per Mosca. Eroina di una tragedia greca, lei è la figura emblematica del film e la sua morte sembra essere l’ultimo respiro di una storia collettiva di episodi dolorosi e di tribolazioni.

    JACOB Ebreo tedesco, amico di Spyros, innamorato di Eleni fino alla fine della vita, è anche condannato, non a vivere da solo ma, peggio, a vivere con colei che non può avere. Compagno di Eleni per molto tempo, l’accompagna ovunque, solo per vederla alla fine riconciliarsi con Spyros. Il ballo finale segna la sua decisione di uccidersi. Quando si tuffa nell’acqua del fiume, si lascia alle spalle solo un ombrello: un segno oscuro, un segno di solitudine; Jacob scompare proprio come era vissuto: da solo.

    Cast: Willem Dafoe (A)
    Bruno Ganz (Jacob)
    Michel Piccoli (Spyros)
    Irene Jacob (Eleni )
    Christiane Paul (Helga)
    Reni Pittaki (Compositore)
    Kostas Apostolides (Segretario del partito)
    Alexandros Milonas (Uomo sul treno)
    Norman Mozzato (Manager Hotel)
    Alessia Franchin (Assistente “A” )
    Valentina Carnelutti (Impiegata Hotel)
    Tiziana Pfiffner (Piccola Eleni)
    Chantel Brathwaite (Amica della piccola Eleni)
    Herbert Meurer (Medico)

    Musica: Eleni Karaindrou; Marinos Athanasopoulos e Jerome Aghion (suono); Kostas Varibopiotis (missaggio del suono)

    Costumi: Regina Khomckaya, Francesca Sartori e Martina Schall

    Scenografia: Andrea Crisanti e Dionisis Fotopoulos

    Fotografia: Andreas Sinanos a.f.c.

    Montaggio: Yiannis Tsitsopoulos e Giorgios Chelidonides

    Makeup: Vittorio Sodano

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    A., un regista americano di origine greca, ritorna negli studi cinematografici di Roma per continuare a girare un film che aveva interrotto per ragioni sconosciute. Il film è la storia dell’amore di una donna, sua madre, per i due uomini che amò fino alla fine e che l’amarono fino alla fine. I personaggi nel film si perdono e si ritrovano, cercandosi in un viaggio nello spazio, nel tempo e nei grandi eventi dell’ultima metà del XX secolo in Siberia, nel Kazakhistan del nord, in Italia, in Germania, in America. Dalla morte di Stalin, lo scandalo Watergate e il Vietnam fino alla caduta del muro di Berlino, la nuova era e l’abbandono traumatico del sogno di un mondo migliore al volgere del secolo. Come in un sogno, A. ricorda persone e avvenimenti del passato e li rivive dolorosamente nel presente. In una Berlino abbandonata all’alba del XXI secolo, la neve cade silenziosamente sul tempo passato e sul tempo che sta passando.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano lo Studio PUNTOeVIRGOLA e Inter Nos Web Comunications.

    Pressbook:

    PRESSBOOK in ITALIANO de LA POLVERE DEL TEMPO

    Links:

    • Willem Dafoe

    • Bruno Ganz

    1

    Galleria Video:

    La polvere del tempo - trailer

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Le verità

    LE VERITA'

    Già Film d' Apertura alla 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - .... [continua]

    Gemini Man

    GEMINI MAN

    Dramma d'azione Sci-Fi diretto da Ang Lee (I Segreti di Brokeback Moutain, Vita di Pi), .... [continua]

    Non succede, ma se succede...

    NON SUCCEDE, MA SE SUCCEDE...

    Charlize Theron e Seth Rogen per la prima volta insieme nella commedia di Jonathan Levine .... [continua]

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Da Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo Django .... [continua]

    Yesterday

    YESTERDAY

    Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 Settembre .... [continua]

    Rambo: Last Blood

    RAMBO: LAST BLOOD

    Trentasette anni dopo il primo film, arriva il quinto capitolo del franchise cult con cui .... [continua]