ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Le streghe

    LE STREGHE

    Le streghe sono tornate e questa volta hanno una nuova Strega Suprema (Anne Hathaway). Nel .... [continua]

    Kajillionaire - La truffa è di famiglia

    KAJILLIONAIRE - LATRUFFA E' DI FAMIGLIA

    VINCITORE come 'Miglior Film' ad Alice nella città della Festa del Cinema di .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La fredda luce del giorno

    LA FREDDA LUCE DEL GIORNO: BRUCE WILLIS E SIGOURNEY WEAVER NUOVA COPPIA IN CELLULOIDE SULL'ONDA DELL'ACTION-THRILLER CHE PROMETTEVA DI RIPROPORRE LE ATMOSFERE DEL 'FRANTIC' DI ROMAN POLANSKI... MAGARI!!!

    RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by CHARLES GANT (www.variety.com) - Dal 18 MAGGIO

    "E’ un thriller d’azione su un giovane uomo di nome Will Shaw, un americano che va in vacanza in Spagna con la sua famiglia e scopre che suo padre non è la persona che pensava. Quando la sua famiglia viene rapita, lui scopre la verità sul padre, per poi tentare di salvare la sua famiglia e risolvere la situazione... E’ una persona senza doti particolari, se non il suo coraggio, e deve capire di chi fidarsi e cosa fare, chi deve trovare e, cosa più importante, come salvare la sua famiglia".
    Il produttore Trevor Macy

    "...Nella prima versione della sceneggiatura che ho letto, il personaggio di Henry era più giovane. Invece, in questo modo Henry fornisce alla pellicola una presenza più adulta. Il personaggio di Will è un pesce fuor d’acqua e si ritrova in una situazione che non è preparato ad affrontare...".
    Il regista Mabrouk El Mechri

    (The Cold Light of Day; USA 2012; Action-Thriller; 93'; Produz.: Intrepid Pictures/Film Rites/Galavis Film/Picture Machine/Summit Entertainment; Distribuz.: Moviemax)

    Locandina italiana La fredda luce del giorno

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: La fredda luce del giorno

    Titolo in lingua originale: The Cold Light of Day

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Mabrouk El Mechri

    Sceneggiatura: Scott Wiper e John Petro

    Cast: Bruce Willis (Martin)
    Henry Cavill (Will Shaw)
    Sigourney Weaver (Carrack)
    Jim Piddock (Meckler )
    Rafi Gavron (Josh )
    Caroline Goodall (Laurie Shaw )
    Óscar Jaenada (Maximo)
    Shira Scott (Sally)
    Joseph Mawle (Gorman )
    Emma Hamilton (Dara)
    Roschdy Zem (Zahir)
    Verónica Echegui (Lucia )
    Michael Budd (Esmael )
    Joe Dixon (Dixon)
    Laura Bayonas (Voce)

    Musica: Lucas Vidal

    Costumi: Bina Daigeler

    Scenografia: Beniamin Fernàndez

    Fotografia: Remi Adefarasin

    Montaggio: Valerio Bonelli

    Effetti Speciali: Chris Reynolds (supervisore)

    Casting: Anne McCarthy

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Will Shaw (Henry Cavill), affarista di Wall Street, accompagna la famiglia in vacanza in Spagna. Di ritorno da un’escursione scopre che alcuni uomini decisi a recuperare una misteriosa valigetta, hanno rapito sua madre, suo fratello e la sua fidanzata. Per salvare i propri cari Will viene coinvolto in una cospirazione governativa che lo porterà a scavare nei cupi segreti del padre (Bruce Willis). Sigourney Weaver dovrebbe interpretare uno dei cattivi.

    IN DETTAGLIO:

    Quando Will Shaw (Henry Cavill) arriva in Spagna per una vacanza in barca con la sua famiglia, questo giovane uomo d’affari non è di buon umore. Le difficicoltà della sua azienda e il rapporto teso con il rigido padre Martin (Bruce Willis) non fanno che peggiorare le cose. Ma quando la famiglia viene rapita da quelli che si rivelano essere degli agenti segreti impegnati a recuperare una misteriosa valigetta, Will si ritrova a dover scappare. La sua vita viene sconvolta nel momento in cui il padre Martin riappare, rivelando di essere un agente sotto copertura, invischiato in una ragnatela di segreti e bugie che vede protagonisti vari governi. Will deve trovare il modo di salvare la sua famiglia.
    Con i rapitori impegnati nel conto alla rovescia, la polizia spagnola che gli sta con il fiato sul collo per un omicidio che non ha commesso e diversi killer statunitensi alle costole, Will fugge attraverso Madrid, sforzandosi di far luce su questa cospirazione, in un labirinto degno delle antiche strade della città. Di chi si può fidare? Dove si trova la misteriosa valigetta, che sembra essere la chiave per salvare la sua famiglia e riportarla a casa? In cerca di risposte, Will incontra Lucia (Verónica Echegui), una sorellastra che non sapeva di avere e che ha intenzione di aiutarlo. Uniti dalla loro perdita comune, questi fratelli si rivelano un osso duro, ma riusciranno a superare gli ostacoli che incontreranno prima che sia troppo tardi?

    SHORT SYNOPSIS:

    A young American (Cavill) uncovers a conspiracy during his attempt to save his family, who were kidnapped while on vacation in Spain.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    OCCHIO ALLA BEFFA...!!!

    Gli inizi cavalcano una situazione più o meno idilliaca, di lì a poco nella luce 'solare' cominciano ad infiltrarsi alcune nubi che si faranno sempre più numerose e solidali: c'è da giurarci! Da lì ad arrivare al temporale o, per meglio dire, ad una vera e propria burrasca mossa da 'nuvoloni neri e minacciosi' da cui pare davvero impossibile poter svicolare, non passa poi molto. E' questa la struttura 'classica', per così dire, di un thriller, la cui riuscita dipende molto dal naturale equilibrio tra suspense, azione, atmosfere di ambientazione - giocate più o meno sulla tavolozza dei chiaroscuri dominanti tra i due estremi primari del bianco e del nero - e introspezione psicologica, variamente speculare ai cangiantismi ambientali. Pescando nell'eccellenza, il mitico hitchcockiano Frantic (1988) di Roman Polanski risponde tanto egregiamente all'identikit da esser assurto tra i cult degli annali della cinematografia internazionale, là dove gli onori

    al merito della regia, dovevano condividersi con gli anni verdi della carriera attoriale di Harrison Ford, in magica e naturale 'empatia' emotivo-viscerale con gli eventi narrativi e l'anima delle ambientazioni in cui si andava consumando l'intreccio di un rapimento dai contorni alquanto sfrangiati ed offuscati. Faceva il resto, oltre ad una selezione di brani musicali dal fascino intrigante da mandare in visibilio persino le pietre, il manipolo di McGuffin collocati magistralmente nell'intreccio come ciliegine sulla torta dal Maestro Polanski, quel che si dice un guru del thriller: una valigetta dal contenuto non ben precisato che scotta, malintesi a grappolo, scambi apparentemente innocui dai risvolti inquietanti, problemi di comprensione a causa della lingua dato che i protagonisti si trovano in 'vacanza-lavoro' in un Paese straniero, la ragazza giovane e carina che si fa giocoforza alleata nella ansiosa ricerca del/dei familiari inspiegabilmente scomparsi, la discoteca X come ambiente climax di indagini

    private in bilico tra disperazione e risultati precari e via dicendo.

    Detto questo, ci vuole del coraggio per professare una qualche relazione tra La fredda luce del giorno di Mabrouk El Mechri e il Frantic di Roman Polanski. L'unico contatto, per quel che purtroppo abbiamo potuto constatare, è la rapina a mano armata, è proprio il caso di dirlo, dei vari McGuffin in un rimpasto goffo e straziante, adagiato sul letto di una sceneggiatura agonizzante a causa di una sbornia presa a colpi di morbo cartoonistico-televisivo mal assortito e soprattutto mal riuscito, non di rado sul filo del risibile. Francamente sorprende non poco la salita a bordo, sia pure per il risicato lasso di tempo di un mordi e fuggi, di Bruce Willis che, date le circostanze, dava l'impressione di non vedere l'ora di togliersi dall'impaccio più che prendere sul serio un ruolo 'fantasma', autoreferenziale del 'duro a morire' incorporato nel

    DNA. E sorprende ancor di più il coinvolgimento più o meno convinto di Sigourney Weaver, dal basso di un ruolo pieno della cattiva di turno, qui disposta a scendere tanti di quei gradini per intrattenersi fuori tempo massimo nel sottoscala dei clichè e dell'inverosimile! 'Non ti curar di lui ma guarda e passa' è invece l'unico suggerimento che ci viene da offrire allo spettatore in merito ad Henry Cavill, caratterista del nulla tra urli, strepiti, percosse e incidenti d'auto a go-go, forsennate corse emotivamente sterili, tra un caleidoscopio di gaffe di cui si è reso protagonista, con la complicità di regia e sceneggiatura: neppure Superman o l'Uomo Ragno si fanno sbatacchiare tanto senza gravi conseguenze! Stramazzare a terra dall'apice di un palazzo e schivare una parabola televisiva che gli sta piombando giusto dritta sulla testa, di cui peraltro alquanto improbabilmente poteva accorgersi considerata la situazione, non è che una delle

    'bravate' dell''immortale' (o, per meglio dire, di gomma) Cavill. Quanto alle corse dovrebbe farsi dare lezioni dal vecchio Tom (Cruise) per dare animo alle sue fughe, l'uomo per il quale non esiste fuga impossibile e che ben sa come portare a termine emozionando sotto un'incessante pioggia adrenalinica le sue missioni da causa persa, poi immancabilmente stravinte in quel di Hollywood. La fredda luce del giorno non è che una beffa al classico eroe per caso che contempla, com'è noto, l'uomo comune in situazioni in straordinarie. E qui è ancora Harrison Ford ad aver trovato il suo terreno ideale con il Jack Ryan di Patriot Games e Sotto il segno del pericolo fino all'Air Force One in cui l'uomo (Presidente degli Stati Uniti) era un pò meno comune ma con lo stesso eterno diktat in testa e in bocca, portabandiera anche del malcapitato Cavill ne La fredda luce del giorno:

    'salvare la propria famiglia'. Solo che, per fortuna, pur battendo il fruttifero marciapiede del blockbuster, i livelli erano davvero ben altri!

    Secondo commento critico (a cura di CHARLES GANT, www.variety.com)

    An average guy gets caught in the middle of an escalating government conspiracy and must, as usual, trust no one, beat the clock, dodge the bullets and save the day in Madrid-set thriller "The Cold Light of Day." A fall release Stateside for Summit, this defiantly retro midrange programmer is rolling into several Euro territories in April, aiming for some quick B.O. pit stops before being crushed by the juggernauts of summer. In the cold light of day, this undistinguished kidnap-rescue tale is unlikely to warm anyone's balance sheet.

    Young business consultant Will Shaw (Henry Cavill) reluctantly flies from San Francisco to Alicante, Spain, for a vacation on his family's sailboat. Tensions soon become evident between Will and his cultural-attache father, Martin (Bruce Willis), but are smoothed over by Will's peacekeeping mother, Laurie (Caroline Goodall); his younger brother, Josh (Rafi Gavron); and Josh's g.f., Dara (Emma Hamilton). Having swum ashore to

    do some shopping, Will returns to find his family gone, and soon learns they will be executed within 24 hours if a missing briefcase is not delivered to their captors. To nobody's surprise but Will's, Martin's actual job turns out to have scant connection to the arts, and his espionage activities have put his family in jeopardy.

    As the plot unravels and the action shifts to Madrid, Will meets his father's duplicitous boss, Carrack (Sigourney Weaver); is repeatedly shot at by agency muscle Gorman (Joseph Mawle); and must go on the run when he's wanted by local law enforcement for the killing of a cop. Hooking up with pretty, feisty Lucia (Veronica Echegui, "The Bunny and the Bull"), Will must evade capture and turn the tables on his many tormentors.

    Despite a muscled physique that likely helped him get cast as Theseus in "Immortals" and Superman in the upcoming "Man

    of Steel," Cavill reasonably convinces as a jittery civilian who fumbles with a gun. But due to a lightly sketched character courtesy of screenwriters Scott Wiper and John Petro, plus the thesp's relatively modest charisma and inexpressive range, Will isn't an especially memorable protag, despite being present in every minute of the pic's brisk running time.

    French director Mabrouk El Mechri ("JCVD") to some degree exploits the Spanish setting to deliver a fresh context for achingly familiar material. However, with much of the action occurring on streets at night and a climactic shootout unfolding in a multistory parking structure, the pic doesn't get the most value out of its location lensing. A segment set inside a Madrid nightclub, whose owner (Oscar Jaenada) accommodatingly lends his security team to help Lucia and Will set a trap for one of their adversaries, at least feels authentically southern European.

    Since the storyline ultimately

    involves two countries' foreign agencies acting with murderous impunity within the jurisdiction of a third, "The Cold Light of Day" coincidentally resonates with current covert actions by Israel and Iran over Iran's nuclear program. Nevertheless, the film's plot lacks credibility at many levels, and its mechanics are barely supported by character motivation. In the thinly conceived role of Carrack, Weaver gives one of her less convincing and committed perfs.

    Tech credits are pro, with the inky blacks of Remi Adefarasin's high-contrast lensing repping a notably stylish assist. The generic score, courtesy of composer Lucas Vidal ("The Raven"), is unremarkably ever-present, albeit frequently drowned by the screeching tires and crunching metal offered by a busy foley department.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de LA FREDDA LUCE DEL GIORNO

    Links:

    • Sigourney Weaver

    • Bruce Willis

    • Caroline Goodall

    • Henry Cavill

    • Roschdy Zem

    1 | 2

    Galleria Video:

    La fredda luce del giorno - trailer

    La fredda luce del giorno - trailer (versione originale) - The Cold Light of Day

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Bansky-L'Arte della ribellione

    BANSKY-L'ARTE DELLA RIBELLIONE

    USCITA ANNULLATA - New Entry - Storia di Banksy, dalle origini in una sottocultura .... [continua]

    The Specials-Fuori dal comune

    THE SPECIALS-FUORI DAL COMUNE

    USCITA ANNULLATA - 15. Festa del Cinema di Roma, 15-25 Ottobre 2020 - Alice .... [continua]

    The Secret - Le verità nascoste

    THE SECRET - LE VERITA' NASCOSTE

    RECENSIONE - Nel thriller di Yuval Adler (Bethlehem, The Operative) Noomi Rapace (trilogia 'Millennium') torna .... [continua]

    La vita straordinaria di David Copperfield

    LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD

    RECENSIONE - Dal London Film Festival 2019 - Rilettura inedita del celebre romanzo dickensiano, attraverso .... [continua]

    Greenland

    GREENLAND

    Gerard Butler torna a lavorare con il regista Ric Roman Waugh, dopo il successo di .... [continua]

    Tenet

    TENET

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Tra i più attesi!!! - Di nuovo al .... [continua]

    Bird Box

    BIRD BOX

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Sandra Bullock, Sarah Paulson e John Malkovich, .... [continua]