ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Hustlers

    HUSTLERS

    New Entry - Jennifer Lopez spogliarellista a New York secondo la visione 'sportiva' di .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    New Entry - Ecco lo spin-off de Il Grande Lebowski (1998) dei Fratelli Coen .... [continua]

    Hope Gap - Le cose che non ti ho detto

    HOPE GAP - LE COSE CHE NON TI HO DETTO

    New Entry - TIFF 2019 - Prossimamente .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Another Year

    ANOTHER YEAR: QUATTRO QUADRI SCANDITI DALLE STAGIONI PER SPACCATI ESISTENZIALI FIRMATI MIKE LEIGH, IL REGISTA BRITANNICO CHE RIPRESENTA L'ATTRICE-FETICCIO (VERA DRAKE) IMELDA STAUNTON

    Dal 63. Festival del Cinema di CANNES (12-23 Maggio 2010) - Il film è dedicato alla MEMORIA del produttore SIMON CHANNING WILLIAMS (1945 -2009) - RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 4 FEBBRAIO

    (Another Year GRAN BRETAGNA 2010; drammatico; 129'; Produz.: Film4/Focus Features/Thin Man Films/UK Film Council; Distribuz.: BIM Distribuzione)

    Locandina italiana Another Year

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Another Year

    Titolo in lingua originale: Another Year

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2011

    Regia: Mike Leigh

    Sceneggiatura: Mike Leigh

    Cast: Jim Broadbent (Tom)
    Imelda Staunton (Janet)
    Lesley Manville (Mary)
    Ruth Sheen (Gerri)
    Peter Wight (Ken)
    Oliver Maltman (Joe)
    David Bradley (Ronnie)
    Karina Fernandez (Katie)
    Martin Savage (Carl)
    Michele Austin (Tanya)
    Phil Davis (Jack)
    Stuart McQuarrie (collega di Tom)

    Musica: Gary Yershon

    Costumi: Jacqueline Durran

    Scenografia: Simon Beresford

    Fotografia: Dick Pope BSC

    Montaggio: Jon Gregory ACE

    Makeup: Christine Blundell

    Casting: Nina Gold

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Primavera, estate, autunno e inverno. La famiglia e l'amicizia. Amore e comfort. Gioia e dolore. Speranza e disperazione. Fraternità. La solitudine. Una nascita. Una morte. Il tempo passa... Quattro stagioni, un anno di vita di diversi personaggi che ruotano intorno a Gerri e Tom, una coppia felice cui la vita ha regalato tutto: loro figlio Joe, gli amici Mary e Ken, il fratello di Tom, Ronnie, e altri ancora. Ma se la vita dei due coniugi appare perfetta, lo stesso non si può dire per gli altri.

    IN DETTAGLIO:

    In primavera Gerri, moglie felice e psicologa, e suo marito Tom, geologo, coltivano con amore il loro lotto di terra. Si prendono cura anche di Mary, una collega di Gerri che beve troppo e si lamenta della sua disastrosa vita sentimentale. Gerri e Tom hanno un buon rapporto col figlio trentenne, Joe, che però è insoddisfatto perché tutti i suoi amici si sposano, mentre lui non ha ancora trovato una compagna.

    In estate, da Londra arriva Ken per passare un fine settimana con Gerri e Tom. Ken lavora in un ufficio di collocamento a Hull, ed è un amico di infanzia di Tom, cresciuto come lui a Derby. Si ubriaca spesso, e si lamenta della sua vita disperata e solitaria. Il giorno dopo, mentre Gerri si gode il sole nel suo orto, Tom, Jen, Joe e un vicino di casa si concedono una partita a golf. Segue una festa con grigliata. Mary arriva tardi e agitata, a bordo della sua auto di seconda mano che ha appena acquistato. E’ gelida con Ken che le fa una corte innocente e romantica, mentre flirta in modo fin troppo aggressivo e spregiudicato con Joe, più giovane di lei di una decina d’anni.

    In autunno, tornando dall’orto Gerri e Tom trovano una gradita sorpresa di Joe che li aspetta a casa con la sua nuova compagna, Katie, nascosta dietro una porta. Katie è una consulente del lavoro, e Gerri e Tom ne sono subito conquistati. Ma Mary, che era già stata invitata a prendere un tè, si mostra subito gelosa e ostile verso la ragazza, ed è estremamente sgarbata. Il suo comportamento lascia di sasso perfino Gerri e Tom, che di solito sono bendisposti e accomodanti con lei.

    In inverno, Gerri, Tom e Joe vanno a Derby al funerale della moglie del fratello maggiore di Tom, Ronnie. Il figlio di Ronnie, Carl, arriva tardi al crematorio, e ha un atteggiamento aggressivo e ostile. Una volta a casa, Ronnie è polemico col padre e con Tom e Joe. Prima fa scappare tutti i presenti dalla veglia funebre, e poi lascia la casa infuriato. Gerri e Tom tornano con Ronnie a Londra. Mentre sono nell’orto, Mary arriva senza alcun preavviso e molto agitata. Beve tè e fuma sigarette a ripetizione, sotto gli occhi di Ronnie che la guarda incuriosito. Dal canto loro, Gerri e Tom non sono affatto contenti di vederla, perché aspettano Joe e Katie a cena. Ma in un momento di sconforto Mary si scusa, e Gerri la invita a restare, anche se un po’ a malincuore. Intorno al tavolo della cena, Gerri e Tom rievocano i vecchi tempi, quando erano giovani e giravano il mondo in sacco a pelo, Joe e Katie non vedono l’ora di partire per il loro prossimo viaggio a Parigi, Ronnie si gode in silenzio la birra e la cena, e Mary fa i conti con il vuoto e la tristezza della vita che passa.

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    Geniale nella scrittura Mike Leigh. Raccontare la storia di una coppia borghese di mezz’età, vetrina di una vita ovattata e regolata dallo scandire delle stagioni, nella cui vita in realtà non succede nulla, con lo scopo di raccontare, invece, le vite di tutti coloro che ruotano intorno a loro, personaggi poveri, tristi e infelici, in particolare Mary, una donna sola e sfiorita con la passione per i liquori, dimostra grande consapevolezza del materiale narrativo a disposizione. Dopo la parentesi sardonica di Happy Go Lucky - La felicità porta fortuna, il regista inglese torna ai toni dei suoi film più memorabili, come Tutto o niente, Dolce è la vita e soprattutto il suo capolavoro Segreti e bugie. Another Year, accolto freddamente all’ultimo festival di Cannes, mette in luce l’ingresso di una serie di personaggi nella vecchiaia. La prima, quella più dura del cosiddetto giro di boa della mezza età, dove la

    solitudine e la malinconia porta alla dolorosa consapevolezza che tutto il meglio è lasciato alla spalle. Con i consueti rimpianti e pentimenti delle scelte fatte durante i percorsi della propria esistenza. Un altro anno - nella vita di Mary, una donna, raccontato attraverso le consuete quattro stagioni della primavera, dell’estate, dell’autunno e dell’inverno - che non è nemmeno la protagonista del film, ma lo diventa catturando l’intera linea della narrazione. L'inconsistente vita della donna ruota intorno a quella di una coppia di mezz’età, Tom e Gerri, ingegnere geologo lui e psicologa lei, conduttori di una vita cadenzata, che si contornano, come dicevamo, di amici e famigliari la cui esistenza non scorre altrettanto positivamente. E qui entra in scena l’ipocrisia della società dipinta da Leigh, dove questi due personaggi si fanno propugnatori di sentimenti d’amicizia salvo poi rinnegarli quando si devono mettere in pratica davvero.

    È una scrittura ricca quella di

    Leigh, corposa di dettagli intrisi di sentimenti quotidiani, vite vissute in una realtà lacerante, anche se non rinuncia a qualche difetto di forma lasciando 'aperti' personaggi che non trovano una conclusione, buttati là e vagamente accennati, come quello di Janet (un cameo strepitoso di Imelda Staunton), una paziente di Gerri, che non trova le parole per dipingere il suo malessere interiore, che apre il film e non lo conclude come dovrebbe essere in una forma narrativa circolare di cui si dava adito all’inizio, o quello di Ken, la cui solitudine pari a quella di Mary viene descritta in tutta la sua decadenza, ma resta fine a se stessa, è solo un altro disperato nella marea di personaggi che fanno da giostra intorno a Tom e Gerri, che sembrano nutrirsi vampirescamente di questi silenzi e tragedie sottese, forse per dimostrare a se stessi quanto la loro vita sia piena e ricca.

    Ma Leigh, in generale, non lascia spazio a consolazioni, regalando un finale assolutamente meraviglioso nella sua desolante crudeltà, dove la macchina da presa si ferma silenziosa sul volto della protagonista non protagonista, Mary, quando le chiacchiere diventano sempre più un cicaleccio sullo sfondo e la consapevolezza del proprio tramonto si insinua piano piano attraverso una macchina da presa che punta dritta sul volto della donna. In maniera impietosa e senza sconti. Un film notevole, nonostante le sbavature nelle scelte di scrittura, forse rese necessarie dalla coralità del film. Leigh come sempre si contorna dei suoi fedeli interpreti, tutti perfetti nel rendere i limiti del proprio essere individui comuni. Lode a Lesley Manville, una memorabile Mary da Oscar (che purtroppo non ha ricevuto neppure la nomination!).

    Pressbook:

    PRESSBOOK di ANOTHER YEAR in ITALIANO

    Links:

    • Mike Leigh (Regista)

    • Imelda Staunton

    • Jim Broadbent

    1

    Galleria Video:

    Another Year - trailer

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Tutta un'altra vita

    TUTTA UN'ALTRA VITA

    Dal 12 Settembre .... [continua]

    Vox Lux

    VOX LUX

    Dalla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Dal 12 Settembre

    "Il mio ....
    [continua]

    It - Capitolo 2

    IT - CAPITOLO 2

    RECENSIONE - Dal 5 Settembre

    "La prima volta che ho interpretato Pennywise nessuno sapeva ....
    [continua]

    Il re leone

    IL RE LEONE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 21 Agosto

    "È una storia davvero molto amata da ....
    [continua]

    La fattoria dei nostri sogni

    LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI

    Tra i più attesi!!! - Realizzare il sogno di una vita si può? Si. .... [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Da Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - Dopo Django Unchained si .... [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla Festa del Cinema di Roma .... [continua]