ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Dolittle

    DOLITTLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il regista e sceneggiatore Stephen Gaghan (script di 'Traffic' e script .... [continua]

    Judy

    JUDY

    Tra i più attesi!!! - Oscar 2020 - Due Nominations: 'Miglior Attrice' (Renée .... [continua]

    Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 - Dal 30 Gennaio .... [continua]

    Mulan

    MULAN

    New Entry - Dal 25 Marzo .... [continua]

    Emma

    EMMA

    New Entry - Il film segna il debutto sul grande schermo della regista Autumn .... [continua]

    Nightmare Alley

    NIGHTMARE ALLEY

    New Entry - Guillermo del Toro firma la regia del remake di un .... [continua]

    Ava

    AVA

    New Entry - Jessica Chastain assassina per Tate Taylor (Ma, La ragazza del treno) .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    New Entry - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Star Wars: L'ascesa di Skywalker

    STAR WARS: L'ASCESA DI SKYWALKER

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE in ANTEPRIMA - .... [continua]

    Jumanji - The Next Level

    JUMANJI - THE NEXT LEVEL

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Matrimoni e altri disastri

    MATRIMONI E ALTRI DISASTRI: MARGHERITA BUY SEMPRE PIU' ICONA DELLA DONNA NEVROTICA E PASTICCIONA. UN VERO - MA IRRESISTIBILE - DISASTRO! E SE NEI PARAGGI SI AGGIRA ANCHE LUCIANA LITTIZZETTO?

    RECENSIONE - Dal 23 APRILE

    "'Matrimoni e altri disastri' è una commedia, sofisticata ma semplice, che racconta i nostri giorni con ironia, levità, poesia, e, perché no? anche con un po’ di felino sarcasmo. L’ispirazione è la commedia, dalla classica americana degli anni Cinquanta e Sessanta a quella europea contemporanea. 'Matrimoni e altri disastri' è il racconto di un tragicomico mese di preparazione di un matrimonio, ma è, soprattutto, il racconto di un mondo di donne e uomini che si cercano senza capirsi, personaggi fatti di contraddizioni, vivaci e timidi, arroganti e teneri, arrampicatori e romantici, repressi e creativi, imbranati e teutonici, narcisisti e autoironici, tutti vulcanici e spesso involontariamente comici… un’umanità spaesata e allegra in cerca di una direzione, di un futuro. Allo stesso tempo il film è, però, anche una critica affettuosa ad una certa ricca borghesia, chiusa ed auto-referenziale, classista anche quando si dichiara democratica, che si vedrà costretta dagli eventi a reinventarsi, a confrontarsi con la diversità e ad aprirsi al mutamento. Quello che mi spinge a raccontare questa storia è il desiderio di irridere alle barriere ideologiche, sociali e culturali, che impediscono alla società di avanzare in direzione di un vitale sincretismo, e insieme la voglia di divertire il pubblico con cultura, leggerezza e fantasia...".
    La regista Nina Di Majo

    (Matrimoni e altri disastri ITALIA 2010; commedia; 102'; Produz.: RAI CINEMA e ITC MOVIE; Distribuz.: 01 Distribution)

    Locandina italiana Matrimoni e altri disastri

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Matrimoni e altri disastri

    Titolo in lingua originale: Matrimoni e altri disastri

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Nina Di Majo

    Sceneggiatura: Nina Di Majo, Francesco Bruni e Antonio Leotti

    Soggetto: Nina Di Majo, Francesco Bruni e Antonio Leotti.

    Cast: Margherita Buy (Nanà)
    Fabio Volo (Alessandro)
    Luciana Littizzetto (Benedetta)
    Francesca Inaudi (Beatrice)
    Marisa Berenson (Lucrezia)
    Mohammad Bakri (Bauer)
    Massino De Francovich (Neri)
    Italo Dall'Orto (Don Italo)
    Gianna Giachetti (Milena)
    Elisabetta Piccolomini (Chiara)
    Stefano Abbati (Enzo)
    Jarkko Pajunen (Sven)
    Antonio Petrocelli (Renato Andreini)
    Sergio Forconi (Anselmo)
    Laura Pestellini (Zia Iolanda)
    Cast completo

    Musica: Carlo Crivelli

    Costumi: Grazia Colombini

    Scenografia: Giancarlo Basili

    Fotografia: Cesare Accetta

    Montaggio: Giogiò Franchini

    Casting: Marita D'Elia

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    La quarantenne Nanà (Margherita Buy) vive a Firenze dove gestisce una piccola libreria insieme all’amica svampita Benedetta (Luciana Littizzetto). Oppressa da una famiglia ultraborghese e delusa da un grande amore finito male, Nanà vive sola con il gatto Marcel e un ospite invadente, uno squinternato filmmaker svedese accampato oramai da mesi nel suo salotto; inoltre dà ripetizioni a Leonardo, intrattabile adolescente moderno, figlio di Benedetta. Da troppo tempo single, Nanà non ha nessuna intenzione di dare una svolta alla propria esistenza. Non vuole arricchirsi affermandosi professionalmente e ha rinunciato a trovare l’uomo della sua vita, pur essendo segretamente innamorata del narcisissimo e avventuroso romanziere Bauer (Mohammad Bakri), che la sfrutta per piccole collaborazioni. Sarà in occasione del matrimonio della giovane sorella Beatrice (Francesca Inaudi), manager impiegata nell’azienda vinicola di famiglia, con il simpatico arrampicatore Alessandro (Fabio Volo), che Nanà dovrà stravolgere le proprie abitudini e distruggere ogni certezza. A partire all’organizzazione delle nozze, assurdamente affidata alla super-single Nanà allergica ai matrimoni, si dipanerà una serie irresistibile di esilaranti situazioni. Colpi di scena imprevisti e scoperte inaspettate porteranno Nanà ad aprire gli occhi sulla propria condizione e a desiderare di cambiarla.

    Dal >Press-Book< di Amori e altri disastri

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Il “diario di Nanà”, poteva essere l’ennesima banale rappresentazione, invece fa apprezzare, mostra, come al giorno d’oggi essere single non sia un’onta ma semplicemente un modo non così diverso di vedere le cose.
    Autoironico, brillante, un film la cui sceneggiatura occhieggia come un gatto, sornione, un occhio che bonario scruta e controlla, si fa punto di riferimento in una piramide di sentimenti e in quel paradosso di figura che Nanà - Margherita Buy interpreta alla perfezione, si cuce addosso con una simpatia fuori dal quotidiano e ne esce totalmente vincitrice.
    Come sempre partecipe, passionale, ma qui quanto mai disinvolta, sfrenata talvolta, rocambolesca scatola di insicurezza che paradossalmente diviene punto di riferimento per gli altri.
    Un film che, attraverso i personaggi mostra varie sfaccettature, valori di una società che pare sciupata ma è solo convulsa e in cui il paradosso sta nei due protagonisti, apparentemente strambi ma infine sensibili e tremendamente appassionati, vividi.
    Un Fabio

    Volo - Alessandro che sembra il più sbruffone di tutti, quello che con le parole sa sempre fare bene e si deve pavoneggiare con la macchina scorrazzando per le vie di Firenze, ma che in fondo al cuore ha troppo spesso giocato a gridare al lupo con se stesso.
    Il suo problema è che ora, quando è serio, non gli crede nessuno.
    E ci pensa Nanà, la figura zia, sorella, figlia, amica, prof mancata, tante cose e in verità nessuna perché anche lei non si è guardata dentro, ma quell’incontro per organizzare il matrimonio cambia la sua vita.
    Incontri e scambi reciproci tutto intorno a lei, un piccolo universo che si rivela essere una selva perché tutti cominciano a contare su di lei, e dentro al quale Nanà si raccapezza alla perfezione andando oltre ogni aspettativa, oltre ai disastri che potevano rovinosamente cadere in macchiettistica rappresentazione e che invece si trasformano in

    un piacevolissimo groviglio.
    Un cast che sembra rappresentare se stesso tanto si addentra nella parte perché nulla appare fittizio, pur negli equivoci e in quel paradosso che regna ma che lascia il segno.

    Commenti del regista

    "'Matrimoni e altri disastri' è una commedia, sofisticata ma semplice, che racconta i nostri giorni con ironia, levità, poesia, e, perché no? anche con un po’ di felino sarcasmo. L’ispirazione è la commedia, dalla classica americana degli anni Cinquanta e Sessanta a quella europea contemporanea.
    'Matrimoni altri disastri' è il racconto di un tragicomico mese di preparazione di un matrimonio, ma è, soprattutto, il racconto di un mondo di donne e uomini che si cercano senza capirsi, personaggi fatti di contraddizioni, vivaci e timidi, arroganti e teneri, arrampicatori e romantici, repressi e creativi, imbranati e teutonici, narcisisti e autoironici, tutti vulcanici e spesso involontariamente comici… un’umanità spaesata e allegra in cerca di una direzione, di un futuro. Allo stesso tempo il film è, però, anche una critica affettuosa ad una certa ricca borghesia, chiusa ed auto-referenziale, classista anche quando si dichiara democratica, che si vedrà costretta dagli eventi a reinventarsi, a confrontarsi con la diversità e ad aprirsi al mutamento. Quello che mi spinge a raccontare questa storia è il desiderio di irridere alle barriere ideologiche, sociali e culturali, che impediscono alla società di avanzare in direzione di un vitale sincretismo, e insieme la voglia di divertire il pubblico con cultura, leggerezza e fantasia. Il matrimonio del titolo, quello tra Alessandro (Volo) e Beatrice (Inaudi), viene assurdamente affidata all’ultra-single Nanà (Buy), allergica alle cerimonie nuziali, ed all’odiato futuro genero: da qui si dipanerà una serie irresistibile di esilaranti situazioni e colpi di scena. Lo svelamento di foschi segreti riguardanti la famiglia, la scoperta da parte di Nanà dell’amore consumato tra la sorella Beatrice e lo scrittore Bauer, porteranno Nanà ad aprire gli occhi sulla propria condizione e a desiderare di cambiarla… Durante la preparazione di questo matrimonio si vedranno intellettuali sessantenni perdutamente innamorati di trentenni, quarantenni single e misantrope innamorarsi di tecnologici venticinquenni, famiglie allargate in cui la coppia genitoriale in realtà è un terzetto, tipi umani che dovrebbero odiarsi diventare grandi amici, apparenti grandi amori, che dati i presupposti dovrebbero dimostrarsi finti, rivelarsi genuini, avidi arrampicatori, che dovrebbero confermarsi cinici, dimostrarsi ingenui e romantici, intellettuali progressisti, che dovrebbero essere aperti alle diversità, dimostrarsi chiusi impauriti e conservatori, per poi nuovamente riscoprirsi confusi e curiosi... Non esistono in questa storia finali chiusi per i personaggi, la regia suggerisce direzioni, traiettorie, non vuol stigmatizzare epiloghi sicuri. Il futuro è aperto. Comunque una certezza c’è: se avevate dubbi estingueteli pure, il matrimonio citato nel titolo, quello tra Alessandro e Beatrice, si fa. Il film è circolare, parte proprio da lì, dalla cerimonia in chiesa, e con la festa si conclude. Credo che quello lo spettatore si chiederà, dopo aver assistito a questo entropico girotondo, sia: ma com’è possibile che le cose siano al tempo stesso giuste e sbagliate, o comunque come può essere che vadano bene e male al tempo stesso? Quello che noi uomini comuni spesso non capiamo, a mio modesto avviso, è proprio la natura a volte fraudolenta della vita, questo suo essere una strana somma tra la necessità che governa alcune nostre azioni, il codice morale di ognuno di noi che guida verso un mondo più giusto, la contraddizione tra queste due cose, (quando mai le persone conducono una vita senza contraddizioni tra quello che dicono e quello che fanno?), il caso, che, comunque, fa la sua parte, e le regole sociali che giocano il loro ruolo e che, comunque, mutano col mutare dei tempi. E allora cosa resta da fare all’uomo per cercare in qualche modo di indirizzare la propria vita? Per sentirsi artefice della propria esistenza? Forse ciò che si può fare è solo cercare di metterci dentro quello che di più genuino e puro si sente e prova, il risultato non ci è dato di conoscerlo, ma le emozioni sì, quelle vere, aiutano. E questo è ciò di cui si narra in 'Matrimoni e altri disastri'
    ".

    Links:

    • Margherita Buy

    • Francesca Inaudi

    • Luciana Littizzetto

    • MATRIMONI E ALTRI DISASTRI - INTERVISTA all'attrice MARGHERITA BUY (Interviste)

    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    Matrimoni e altri disastri - trailer.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Figli

    FIGLI

    RECENSIONE - Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea nell'ultimo film di Mattia Torre - Dal 23 .... [continua]

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    Il quasi novantenne regista Clint Eastwood scova e pone sotto i riflettori un clamoroso caso .... [continua]

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    RECENSIONE - Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui 'Miglior Film' - Dal [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Tra i più attesi!!! - Nel nuovo adattamento del romanzo di Louisa May Alcott .... [continua]

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Dopo quattro anni di attesa Checco Zalone colpisce ancora, questa volta giocando al raddoppio: come .... [continua]

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    RECENSIONE - Da 72. Cannes - Dal 2 Gennaio

    "Dopo 'Io, Daniel Blake', ....
    [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni .... [continua]