ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Ricomincio da me

    RICOMINCIO DA ME

    Film di APERTURA in Prima Mondiale al 35. Torino Film Festival - Commedia brillante .... [continua]

    La signora dello zoo di Varsavia

    LA SIGNORA DELLO ZOO DI VARSAVIA

    Uno zoo può rappresentare una via di salvezza, soprattutto quando si è ebrei in tempo .... [continua]

    Ogni tuo respiro

    OGNI TUO RESPIRO

    RECENSIONE - Dal Toronto International Film Festival 2017 e dal 61. BFI London .... [continua]

    Justice League

    JUSTICE LEAGUE

    RECENSIONE - Dal 16 Novembre .... [continua]

    The Broken Key

    THE BROKEN KEY

    Geraldine Chaplin, Rutger Hauer, Christopher Lambert, Franco Nero e Kabir Bedi - nel thriller .... [continua]

    Borg McEnroe

    BORG MCENROE

    RECENSIONE - VINCITORE del Premio del Pubblico BNL alla XII. Festa del Cinema .... [continua]

    50 primavere

    50 PRIMAVERE

    New Entry - Dal 21 Dicembre .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Prince of Persia-Le sabbie del Tempo

    PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO: JAKE GYLLENHAAL VESTE GLI AVVENTUROSI PANNI DI UN PRINCIPE FURFANTE NELLE ESOTICHE TERRE DELL'ANTICA PERSIA

    I più votati!!! Il n° 1 nella Top 20 di CelluloidPortraits 2017 - RECENSIONE - Uscito al cinema il 19 Maggio 2010

    "Il nostro desiderio è di trasportare il pubblico in mondi ancora inesplorati. E l’antica Persia è, tra questi, sicuramente il più bello".
    Il produttore Jerry Bruckheimer

    Mi affascina l’idea che si stia guardando una leggenda vivente. È questa una storia straordinaria e reale, ma che si svolge oltre ogni legge fisica, in un universo irrazionale diverso da come oggi lo intendiamo. Questo è ciò che accade in qesto film”.
    Il regista Mike Newell

    "Tutto è basato sull’intuizione iniziale di Mike Newell e di Jerry Bruckheimer di mantenere la storia ancorata alla realtà. Mike ha ambientato la storia nel VI secolo del regno persiano, attenendosi alla mentalità di allora, dove è verosimile che le persone credessero alla possibilità di trovare un pugnale in grado di far tornare indietro nel tempo".
    L'attore Jake Gyllenhaal

    (Prince of Persia: The Sands of Time USA 2010; avventura fantasy d'azione; 116'; Produz.: Jerry Bruckheimer Films/Walt Disney Pictures; Distribuz.: Walt Disney Studios Motion Pictures)

    Locandina italiana Prince of Persia-Le sabbie del Tempo

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Prince of Persia-Le sabbie del Tempo

    Titolo in lingua originale: Prince of Persia: The Sands of Time

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Mike Newell

    Sceneggiatura: Doug Miro & Carlo Bernard, Jordan Mechner, Boaz Yakin

    Soggetto: Basato sul videogioco Prince of Persia, creato nel 1989 da Jordan Mechner.

    PRELIMINARIA:

    Mechner ha subìto l’influenza di due importanti opere della letteratura persiana: una è la Shahnameh, opera scritta dal grande poeta Ferdowsi intorno all’anno 1000 AD e considerato una storia epica dell’Iran, l’altra è Le mille e una notte, un insieme di racconti risalenti al IX secolo, in cui sono raccolte leggende e storie persiane, indiane ed orientali.. Mechner ha intuito che avrebbe potuto ricostruire un mondo alternativo basato sulle realtà storiche dell’antica Persia, ricreando nuove mitologie, da una cultura che aveva ispirato fantasie per migliaia di anni. Mechner aveva creato un personaggio che sfidava la gravità con le sue abilità acrobatiche, pur mantenendo valide le leggi fisiche...:

    Ero alla ricerca di un universo che non ancora ricreato nei videogiochi. L’alba dei videogiochi è stata un po’ come l’alba del cinema, all’inizio si è cercato di creare un genere, tra spade e sortilegi, in cui poter ritrovare elementi in grado di funzionare in questo innovativo mezzo di comunicazione... Con 'Prince of Persia,' ho voluto creare un personaggio che fosse in carne ed ossa”.
    Il creatore del videogioco Prince of Persia Jordan Mechner

    Locations:

    PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO è stato girato a Marrakesh, Ouarzazate e Erfoud, in Marocco, nonché all’interno di enormi set costruiti nei Pinewood Studios, in Inghilterra. A ricreare l'effetto del vastissimo territorio equivalente al Regno di Persia:

    In un momento in cui la civilizzazione europea era ai suoi inizi, nella potente Persia si creavano, in tutto il vasto regno, enormi città piene di edifici: Persepolis, Baghdad, Susa, Pasargadae, Arg-é Bam, Isfahan. L’impero persiano al suo apice si estendeva dall’Eufrate a ovest, fino al fiume Indo ad est. Dal Cacucaso e dal Mar Caspio a nord fino al Golfo Persico al sud. Oltre all’Iran stesso, l’impero comprendeva quelle che oggi sono le moderne regioni denominate Azerbaijan, Afghanistan, Pakistan, Turkmenistan, Tajikistan, Uzbekistan e la zona occidentale della Turchia, dell’Iraq e le zone limitrofe.

    Cast: Jake Gyllenhaal (Principe Dastan)
    Gemma Arterton (Tamina)
    Ben Kingsley (Nizam)
    Alfred Molina (Sceicco Amar)
    Steve Toussaint (Seso)
    Toby Kebbell (Garsiv)
    Richard Coyle (Tus)
    Ronald Pickup (Re Sharaman)
    Reece Ritchie (Bis)

    Musica: Harry Gregson-Williams

    Costumi: Penny Rose

    Scenografia: Wolf Kroeger

    Fotografia: John Seale

    Montaggio: Mick Audsley e Martin Walsh

    Casting: Susie Figgis

    Scheda film aggiornata al: 20 Luglio 2017

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Epico racconto di avventura ambientato nelle esotiche terre persiane, là dove un principe furfante (JAKE GYLLENHAAL) si unisce con una certa riluttanza ad una misteriosa principessa (GEMMA ARTERTON) e insieme a lei si lancia in una lotta contro le forze oscure per riuscire a custodire un antico pugnale in grado di scatenare le Sabbie del Tempo - un dono degli dei con cui si può tornare indietro nel tempo e il cui possessore potrebbe dominare il mondo.

    IN DETTAGLIO:

    Non è la primogenitura di Dastan ad attribuirgli il titolo di principe. Era il suo destino. Nei panni di un ragazzo nel VI secolo in Persia, uno dei più grandi imperi che il mondo abbia mai conosciuto, il piccolo Dastan era un trovatello di strada, senza genitori e senza un soldo. Minacciato di esser severamente punito dal capo dell’esercito, per aver difeso un giovane sorpreso a rubare una mela, Dastan viene risparmiato e in seguito adottato dal nobile Re Sharaman, che vede in lui un barlume di grandeza. Cresciuto accanto ai figli di Sharaman, Tus (Richard Coyle) e Garsiv (Toby Kebbell), seguendo gli insegamenti saggi e nobili del suo padre adottivo e dello zio prediletto Nizam, Dastan conserva la sua ruvida personalità diventando un forte e giovane guerriero... Dastan, spinto a dimostrare il suo valore, conduce l’attacco ad Alamut, una tranquilla Città Santa che viene segnalata dalle spie come luogo in cui vengono nascoste armi, da fornire ai nemici della Persia. In realtà Alamut nasconde un tesoro ben più importante, le leggendarie Sabbie del Tempo, che danno ai mortali l’abilità di invertire il corso degli eventi.
    Dastan riesce ad impossessarsi dell’antico pugnale dal manico di vetro, la chiave per accedere alle Sabbie del Tempo, ma il Re Sharaman viene assassinato e Dastan è accusato del delitto. A questo punto disperato e desideroso di dimostrare il contrario, il ragazzo si trova a dover stringere una insolita alleanza con Tamina, una giovane e determinata principessa, la cui famiglia è stata custode delle Sabbie del Tempo per secoli e che farà di tutto pur di proteggerle... Dastan e Tamina, che sin dall’inizio sono diversi come l’olio e l’acqua, si trovano ad affrontare molte prove di sopravvivenza in un deserto che non lascia speranze e contro nemici spietati - dall’astuto sceicco Amar (Molina) e il maestro africano lanciatore di coltelli Seso (Steve Toussaint), agli agguati mortali degli Hassansins - addestrati per uccidere con tecniche letali. Ci vorranno tutto il coraggio e le capacità combattive di Dastan, così come l’astuzia di Tamina, per scoprire il vero responsabile della morte del re e per il principe scoprire la vera nobiltà che si cela in lui...

    Dal >Press-Book< di Prince of Persia-Le sabbie del tempo

    Nota: Si ringrazia Giulia Arbace di 'Way to Blue'.

    Commento critico (a cura di ANTONIO CINTI)

    Sottovalutato, semplicemente sottovalutato! Fin dall'arrivo delle prime notizie sulla lavorazione di questo film, già c'erano le prime malelingue che ne parlavano male. So che è molto difficile trovare un solo film derivante da un videogioco che non sia qualcosa di orribile. Molte volte abbiamo visto pellicole che non facevano altro che portare gli spettatori a pensare ai soldi sprecati ma questa volta la cosa è diversa e non perché è un film della Disney o perché parliamo del duo che ha prodotto i Pirati dei Carabi ad averlo sfornato (la Disney per l'appunto e Jerry Bruckheimer), piuttosto perché il film è una vera e propria chicca su tutti i fronti, a partire dalla storia, ma andiamo per gradi.

    Quando il film ha inizio, ci troviamo di fronte a scene girate in uno stile che riguarda perfettamente la realtà del VI secolo di Persia, con ogni suo abito, dettaglio paesaggistico o arma.

    Ogni cosa è stata seguita e, all'occorrenza, prodotto dagli artigiani del Marocco. Si è voluto ricreare qualcosa che non fosse legato semplicemente al videogioco ma che rispecchiasse esattamente quei tempi, in tutto e per tutto. Buona parte delle scene sono state girate con temperature che raggiungevano i 48 gradi, con picchi di 52, sfidando la resistenza di tutta la troupe, senza contare le ore di addestramento di ogni singola comparsa apparsa, soprattutto nelle scene di battaglia, per permettere a tutti di affrontare il terreno difficile.

    Una delle cose più importanti di questo film è stata la ricerca delle persone che potevano dare un'anima vera alla produzione, primo fra tutti Jordan Mechner, l'ideatore del capostipite di questa serie di videogiochi. La sua idea, dal principio, era di creare qualcosa di nuovo, qualcosa che si differenziasse dai soliti videogiochi di spade che a quel tempo iniziavano a fioccare, aggiungendo dei particolari, delle scelte

    che potessero rendere unico Prince of Persia. Ora, a distanza di anni dall'avvento di questa serie, vediamo i frutti di quelle scelte, andando a vedere uno dei pochi film che veramente possono soddisfare chi va al cinema. Non voglio dire che sia il film più bello che sia mai stato girato, tuttavia si vedono mani abili alla ripresa, artisti di grosso calibro che rendono ogni attimo importante, che sorprendono con colpi di scena, rendendo quello che potrebbe essere un finale scontato una sorpresa.

    C'è un particolare da notare in questa produzione, qualcosa che la gente pensa di vedere sempre, senza niente di nuovo e non sono le semplici arti marziali, piuttosto le acrobazie che si utilizzano, cose vere e che non sono frutto di funi o imbracature.
    Quanti sanno cosa sono i Parkour? Sono quei personaggi che molti hanno visto, che saltano per i tetti di case e palazzi facendo acrobazie che

    sembrano impossibili ma che non sono altro che frutto di allenamento. Ultimamente c'è stata una campagna pubblicitaria che ha messo in evidenza questo sport ormai diventato arte, un'attività che aiuta a diventare forti, agili, capaci di superare ostacoli quasi insormontabili. Io li ho visti e vi assicuro che non sono cose da fantascienza ma abilità acquisite e maturate nel tempo. Per questo è stato assunto David Belle, una leggenda del Parkour, nonché suo ideatore, il quale ha sempre sognato di arrivare a inserire questa sua “invenzione” in un film d'azione. Fin dal principio si voleva dare a questo film i caratteri particolari del reale per ciò che riguardava le scene acrobatiche, perché non sembrassero il solito già visto, ecco perché si è optato per qualcosa che andasse contro la legge di gravità ma che non fosse impossibile, il Parkour appunto.

    Un'altra peculiarità di questo film è il cast, formato da personaggi

    che sembrano nati per impersonare questa leggenda della storia dei videogiochi, primo fra tutti Jake Gyllenhaal nel ruolo del giovane Dastan, il quale ha dimostrato maturità, allenandosi continuamente e dimostrandosi capace di essere veramente quel Principe, uscendo dagli stereotipi a cui eravamo abituati. Chi non lo ricorda in Donnie Darko o L'alba del giorno dopo, dove sembrava sempre il tipo di ragazzo semplice che cercava di fare quello che poteva nei limiti del semplice ragazzo di città?! Io stesso ero un po' scettico ma ho dovuto ricredermi, le sue espressioni, le battute di spirito e la capacità di rendere ogni stato d'animo. Semplicemente un vero artista come pochi ce ne sono, senza contare la straordinaria somiglianza con il vero Prince of Persia dei videogiochi: chi ha giocato a Spirito Guerriero me ne darà ragione.
    Inoltre c'è un seguito non indifferente, poiché il cast comprende Sir Ben Kingsley (Gandhi - Slavin, patto

    criminale) e Alfred Molina (Il codice Da Vinci - Spiderman 2, nei panni di Octopus), per non parlare della bellissima Gemma Arterton (Quantum of Solace - Scontro tra Titani).

    Qualche parola, senza dilungarmi troppo va al sistema di ripresa per gli effetti speciali. Sarebbe stato troppo facile fare scorrere la pellicola al contrario nelle scene in cui il tempo scorre al contrario, ecco perché si è passati a qualcosa di innovativo. Chi vedrà il principe in quei tratti ricorderà (avendoci giocato) qualcosa de I due troni ma non è questo il punto e nemmeno le lingue di fuoco degli dei o le tempeste di sabbia e di distruzione che si vedono nella pellicola, quanto piuttosto l'effetto che si è ottenuto riposizionando le telecamere fisse più volte nelle riprese, con enorme dispendio di tempo, facendo ripartire gli attori per venti minuti, fermandoli per due ore per ripetere la procedura e rifacendo la

    scena. Ad ogni spostamento temporale sembra di vedere il riavvolgersi del tempo da dietro più finestre, qualcosa di eccezionale e di complesso, per quanto non sembri.

    Un'ultima cosa da dire è sui sistemi utilizzati per la regia, a cura di Mike Newell, i quali ricordano molto la serie dei videogiochi. Si nota subito, fin dalla prima battaglia il sistema di inquadrature a punti di riferimento nella spiegazione delle strategie, per non parlare degli scorci ad ampio panorama, classici di Assassin's Creed, del quale sembra rendere omaggio. Chi guarderà con attenzione vedrà altri particolari che ho notato ma che non sto qui ad elencare per non diventare oltremodo peso e ripetitivo.

    In poche parole un film da vedere e da apprezzare per quello che è, per la cura del dettaglio e per rendere soprattutto omaggio a chi veramente ci ha messo il cuore. Come dico sempre, mettete da parte i pregiudizi, rovinano solo

    ciò che può essere qualcosa di veramente bello, godetevi due ore di relax e divertimento.

    Commenti dei protagonisti:

    L'attore BEN KINGSLEY (Nizam):

    "Ciò che mi ha attirato della storia è il messaggio di fondo che ognuno ha un grande potenziale nascosto. E credo che ciò sia ben chiaro in questo film, soprattutto per i giovani, rendersi conto che, sebbene si sia ragazzi di strada, ciò non significa che il proprio potenziale è inferiore a quello di un ragazzo di palazzo. Il nostro film è un’attenta analisi delle capacità di un giovane che diviene adulto e delle scelte che è chiamato a fare".

    Bibliografia:

    - Nella quarta, quinta e sesta pagina della galleria fotografica sono riportate immagini ad alta risoluzione per piccoli poster

    - Nelle pagine della galleria fotografica anche le immagini della Première di Londra e della Première di Mosca

    Pressbook:

    PRESSBOOK Completo in ITALIANO di PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO

    Links:

    • Mike Newell (Regista)

    • Jake Gyllenhaal

    • Ben Kingsley

    • Alfred Molina

    • Gemma Arterton

    • PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO - INTERVISTA IN ANTEPRIMA all'attore protagonista JAKE GYLLENHAAL (Interviste)

    • PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO - INTERVISTA IN ANTEPRIMA al produttore JERRY BRUCKHEIMER (Interviste)

    • PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO - INTERVISTA IN ANTEPRIMA all'attrice GEMMA ARTERTON (Interviste)

    • PRINCE OF PERSIA-LE SABBIE DEL TEMPO - INTERVISTA in ANTEPRIMA all'attore BEN KINGSLEY (Interviste)

    1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20

    Galleria Video:

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - trailer.flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - trailer 2.flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - trailer (versione originale).flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - trailer HD (versione originale).mp4

    Prince of Persia-Le sabbie del tempo - featurette 'I protagonisti introducono il principe Dastan' (versione originale sottotitolata).flv

    Prince of Persia-Le sabbie del tempo - nuova featurette 'I protagonisti introducono i luoghi delle riprese' (versione originale sottotitolata).flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - featurette 'Parkour e azione' gli allenamenti dei protagonisti (versione originale sottotitolata).flv

    Prince of Persia-Le sabbie del tempo - altra featurette 'I protagonisti parlano del potere del pugnale' (versione originale sottotitolata).flv

    Prince of Persia-Le sabbie del tempo - nuova featurette 'Jake Gyllenhaal e Gemma Arterton parlano dei loro personaggi' (versione originale sottotitolata).flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - featurette 'Parkour e azione' gli allenamenti del giovane Dastan (versione originale sottotitolata).flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - clip 'Trappola di sabbia'.flv

    Prince of Persia - Le sabbie del tempo - clip 'Attaccheremo all'alba'.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Detroit

    DETROIT

    Tra i più attesi!!! - Dalla XII. Festa del Cinema di Roma - .... [continua]

    Il domani tra di noi

    IL DOMANI TRA DI NOI

    Tratto dal romanzo omonimo di Charles Martin e diretto da Hany Abu-Asad il film vede .... [continua]

    Il libro di Henry

    IL LIBRO DI HENRY

    Dal 23 Novembre .... [continua]

    L'uomo di neve

    L'UOMO DI NEVE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Martin Scorsese .... [continua]

    Vittoria e Abdul

    VITTORIA E ABDUL

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dalla 74. Mostra del Cinema di Venezia .... [continua]

    La ragazza nella nebbia

    LA RAGAZZA NELLA NEBBIA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Per il suo debutto alla regia, lo scrittore .... [continua]

    Thor: Ragnarok

    THOR: RAGNAROK

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 Ottobre

    "Credo che ....
    [continua]