ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sicario

    SICARIO: NUOVO SCENARIO DI VIOLENZA E DEPRAVAZIONE PER DENIS VILLENEUVE. CON EMILY BLUNT, BENICIO DEL TORO E JOSH BROLIN

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    Carol

    CAROL

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    The Sea of Trees

    THE SEA OF TREES

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    A Tale of Love and Darkness

    A TALE OF LOVE AND DARKNESS: DAL ROMANZO AUTOBIOGRAFICO DI AMOS OZ ALL'OPERA PRIMA ALLA REGIA DI NATALIE PORTMAN

    In 'PROIEZIONI SPECIALI' al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - .... [continua]

    Mia madre

    MIA MADRE: NANNI MORETTI PORTA SUL GRANDE SCHERMO LA PROIEZIONE DI UNO DEI PASSAGGI PIU' DRAMMATICI NELLA VITA DI UN UOMO, LA PERDITA DELLA PROPRIA MADRE: SUO ALTER EGO SULLA CELLULOIDE MARGHERITA BUY

    Ancora al cinema - IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes .... [continua]

    Irrational Man

    IRRATIONAL MAN: FILOSOFIA E TRIANGOLO AMOROSO SONO I REGISTRI QUI ALLACCIATI DA WOODY ALLEN, CON JOAQUIN PHOENIX IN SELLA A SERI DUBBI ESISTENZIALI. AD ASSISTERLO NELLA CAVALCATA EMMA STONE E PARKER POSEY

    FUORI CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    The Lobster

    THE LOBSTER: NELLA STORIA D’AMORE NON CONVENZIONALE, AMBIENTATA IN UN FUTURO DISTOPICO DOVE TROVARE UN PARTNER È UNA QUESTIONE DI VITA O DI MORTE, COLIN FARRELL E RACHEL WEISZ, DIRETTI DAL REGISTA GRECO YORGOS LANTHIMOS, QUI AL SUO ESORDIO IN UN LUNGOMETRAGGIO IN LINGUA INGLESE

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    Leviathan

    LEVIATHAN: ANDREY ZVYAGINTSEV (THE RETURN-IL RITORNO) CI PRESENTA IL GIOBBE DELLA CONTEMPORANEITA' NEL NUOVO CALVARIO CHE VEDE L'INDIVIDUO NELLA IMPARI LOTTA CONTRO IL POTERE CORROTTO. E NON SOLO DELLO STATO

    Dal 7 MAGGIO - RECENSIONE - NOMINATION agli OSCAR 2015 come 'MIGLIOR FILM STRANIERO' .... [continua]

    Cake

    CAKE: JENNIFER ANISTON VIRA SUL DRAMMA DOPO DECENNI DI COMMEDIA. AL SUO FIANCO SAM WORTHINGTON ED ANNA KENDRICK, MENTRE LA COMPIANTA MISTY UPHAM NELLE VESTI DI LIZ CI CONSEGNA IL SUO ULTIMO RUOLO COMPIUTO

    In Anteprima Europea al Capri Hollywood 2015 - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 7 .... [continua]

    The Gunman

    THE GUNMAN: SEAN PENN KILLER PENTITO A TU PER TU CON UN PASSATO DIFFICILE DA LASCIARSI ALLE SPALLE, ANCHE PER UN AMORE COME JASMINE TRINCA

    RECENSIONE ITALIANA in ANTEPRIMA e PREVIEW in ENGLISH by GUY LODGE (www.variety.com) - .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Legion

    LEGION: NEL DESERTO DEL MOJAVE UNO SQUALLIDO RISTORANTE DIVENTA L'EPICENTRO DEL RESOCONTO FINALE DELLA TERRA, SECONDO L'ORIGINALE E SORPRENDENTE VISIONE DELL'APOCALISSE DA PARTE DEL REGISTA E SCRITTORE SCOTT STEWART. TRA I PROTAGONISTI DI TALE CATASTROFICO SCENARIO DENNIS QUAID E PAUL BETTANY

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal 12 MARZO


    (Legion USA 2010; Thriller Horror-apocalittico d'azione; 100'; Produz.: Bold Films; Distribuz.: Sony Pictures Releasing Italia)

    Locandina italiana Legion

    Rating by
    Celluloid Portraits:


    Trailer

    Titolo in italiano: Legion

    Titolo in lingua originale: Legion

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Scott Stewart

    Sceneggiatura: Scott Stewart e Peter Schink

    Soggetto: PRELIMINARIA: Quando il terrore ha l’aspetto di una vecchia signora

    Il fascino dell’età, si sa, miete sempre le sue vittime e il cinema non poteva sottrarsi ad una simile legge di natura. Il genere horror sembra subire in particolare l’appeal delle vecchie signore, sotto la cui apparenza innocua si celano spesso le assassine più truci. E’ senza dubbio il caso di Gladys, uno dei personaggi più affascinanti di Legion, che attacca senza pietà gli sfortunati avventori di 'Paradise Falls': la graziosa vecchina ha però alle spalle una serie di illustri precorritrici. Dalle due ziette avvelenatrici di Arsenico e Vecchi merletti, passando per la sadica interpretazione dell’indimenticabile Bette Davis in Che fine ha fatto Baby Jane?, ed alla magistrale variazione sul tema di Hitchcock in Psycho, il cammino prosegue fino agli horror di nuova generazione, di cui la sanguinolenta Conchita di Rec è solo uno dei tanti esempi.
    In Legion, all’anziana signora spetta il compito di essere il primo, terrificante contatto dei protagonisti con gli angeli sterminatori, giunti per conto di Dio con il preciso scopo di annientare l’umanità. Riuscireste ad immaginare apocalisse peggiore?

    Cast: Paul Bettany (Michael)
    Dennis Quaid (Bob Hanson)
    Willa Holland (Audrey Anderson)
    Charles S. Dutton (Percy Walker)
    Kevin Durand (Gabriel)
    Lucas Black (Jeep Hanson)
    Tyrese Gibson (Kyle Williams)

    Musica: John Frizzell

    Costumi: Wendy Partridge

    Scenografia: Jeff Higinbotham

    Fotografia: John Lindley

    Montaggio: Steven Kemper

    Effetti Speciali: Ian O'Connor supervisore a Los Angeles)

    Makeup: Art Anthony (supervisore)

    Casting: Rick Montgomery

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Un'apocalisse biblica colpisce la Terra. Un gruppo di estranei rimasti bloccati in una trattoria di una remota area di sosta per camion diventa inaspettatamente l'ultima speranza del genere umano, quando una scoperta incredibile sconvolge gli eventi.

    IN DETTAGLIO:

    In seguito alla frenetica autodistruzione dell'umanità, un piccolo gruppo di persone bloccato ai margini di un posto sperduto, si prepara ad opporre un'ultima resistenza con l'aiuto di un misterioso e potente sconosciuto. Ignari della catastrofe che sta per abbattersi sul pianeta, Bob Hanson (Dennis Quaid), proprietario di un ristorante isolato, e la sua compagna Percy (Charles S. Dutton) decidono di fare una delle
    loro solite passeggiate. Charlie (Adrianne Palicki), la bella cameriera del ristorante, prossima al parto, serve la colazione ad una benestante coppia di periferia, Sandra e Howard (Kate Walsh e Jon Tenney) e alla loro figlia adolescente Audrey (Willa Holland), questi attendono che il figlio di Bob, Jeep (Lucas Black), ripari la loro automobile. Con l'interruzione del segnale televisivo e della linea telefonica, il gruppo realizza di aver perso tutte vie di comunicazione con l'esterno. Nell'attesa di comprendere la ragione del loro isolamento – Un terremoto? Un attacco terroristico? – giunge una donna anziana (Jeannette Miller) che gentilmente ordina una bistecca a Charlie, quando le servono la sua ordinazione l'anziana comincia a sbraitare scioccanti oscenità. In un momento la fragile ed anziana signora genera una forza inumana, sferrando un attacco aggressivo e lasciando Howard gravemente ferito. Un disperato tentativo di fornigli assistenza medica termina quando un impenetrabile stormo di insetti volanti rende il ristorante l'unico luogo sicuro per diverse miglia. Non appena l'amara verità della situazione sembra ormai chiara, uno sconosciuto (Paul Bettany) si unisce a loro, munito di un arsenale di armi rubate. Questo sconosciuto informa Charlie che il suo figlio nascituro è l'unica speranza per l'umanità e che lui è pronto a tutto al fine di proteggerlo. Il mondo sta per diventare un incubo reale per i superstiti dell'umanità, dove carovane di pazzi omicidi arriveranno in cerca di vittime e un esercito di angeli guerrieri intenti alla distruzione totale li seguirà in una unica e terrificante visione della fine dei giorni.

    Commento critico (a cura di ANTONIO CINTI)

    Cosa si può dire di questo film che già non si veda?
    Di per sé si tratta di un film semplice. L’idea di sfruttare una punizione celeste per tornare a un’ipotetica fine del mondo può essere buona ma doveva essere sfruttata meglio; ma proviamo a dirlo in parole semplici.
    Qui si parla di possessioni, di menti deboli soggiogate da un potere più forte, di un Dio stufo della perversione e della malignità delle sue creature, di angeli che attaccano esseri umani come se le forze del male avessero deciso di divorare la terra ma è evidente come a tratti la sceneggiatura non abbia messo in conto alcune cose importanti, e che non hanno a che fare con l’essere credente o meno ma che si limitano a seguire un semplice sistema logico. Sulla Bibbia e sul Vangelo si parla di un Dio di pura bontà, che è perdono, amore e misericordia

    ma anche alcuni passi in cui Gesù stesso afferma che chiunque faccia del male a un bambino, ad una creatura di Dio, l’avrebbe fatto a lui e sarebbe quindi stato punito, eppure in questa pellicola sono i primi ad essere utilizzati come macchine di morte, come menti deboli quando sappiamo che non c’è nulla di più innocente di un bambino.
    Inoltre si parla di un nuovo messia, ma come può Dio far rinascere nuovamente suo figlio (un altro), cercando a sua volta di ucciderlo per mano del suo stesso esercito?
    Parliamo di un angelo che sfida il suo signore per difendere le creature terrene come se fossero sue, dimostrando una bontà superiore a quella del creatore stesso, senza contare del passo più importante, quello che da solo mette tutta la trama del film in crisi: e Dio disse “Non maledirò più il suolo a causa dell’uomo, perché l’istinto del cuore

    umano è incline al male fin dall’adolescenza; né colpirò più essere vivente come ho fatto”.
    Dunque Dio aveva già deciso di non punire più l’uomo, come potrebbe cambiare idea?
    Da non addetto ai lavori, ma da persona che si approccia in modo critico ai testi sacri, non nascondo la perplessità di fronte ad un tale tema e di fronte al modo in cui esso è affrontato. L’ennesima buona idea che poteva essere sfruttata in tutt’altro modo.
    Se vogliamo evitare tuttavia il puro contesto religioso ed analizzare il film per ciò che è, si tratta comunque di una trama ben strutturata e di una pellicola che, pur non facendo sfoggio di effetti speciali di livello elevato, (malgrado la notevole sequenza con l’invasione delle mosche grandi come cavallette), mostra comunque una discreta efficacia nella scelta del dipanarsi degli eventi che a tratti appaiono tuttavia sbrigativi e superficiali anche quando avrebbero potuto essere arricchiti dei

    dettagli necessari a rendere la trama del film fluida e meno lacunosa.
    La vita della coppia con la figlia che si pente delle sue azioni è buona, la mamma che impazzisce anche, il cuoco che ha letto la Bibbia e dà lezioni di teologia e di morale a tutti forse commuove e può dire qualcosa. Si capisce e si entra abbastanza nella vita di Bob, qualcosa di suo figlio Jeep e ci può stare l’incognita del figlio di Charlie ma non si può lasciare un personaggio che arriva in un luogo sperduto nel deserto, fa fuori mezzo esercito di cattivi (?), spara a una vecchia, uccide per la prima volta come se nulla fosse, senza un minimo di sgomento e si sacrifica per salvare un bambino posseduto, senza sapere il motivo per cui è capitato lì.
    In seguito si parla di “esercito di angeli” ma non se ne vede neppure l’ombra, solo

    un branco di esseri posseduti che arrivano addirittura a somigliare a degli squali. Inoltre c’è lo scontro tra i due arcangeli che finisce con il traditore perdonato perché si è dimostrato pietoso e clemente verso l’altro, da un Dio che voleva sterminare…
    Non ci sono un po’ troppi paradossi?
    Per affrontare con serietà o per lo meno dare un senso minimo di credibilità a tali soggetti bisognerebbe forse entrare di più nelle materie teologiche, e forse ripassare i testi sacri senza trascendere in ulteriori interpretazioni che poco hanno a che vedere con il senso vero della religione o della credenza, ma anche con il buon senso, e non ultimo il senso della storia presentata e narrata.
    Se cercate qualcosa di diverso dalle solite storie sulle forze del male, l’idea degli angeli che si affrontano non è cattiva, può farvi passare una serata diversa ma se volete guardare qualcosa di veramente emozionante

    e che vi possa far sentire soddisfatti, vi consiglio di cercare qualcos’altro.

    Links:

    • Dennis Quaid

    • Paul Bettany

    • Tyrese Gibson

    • Kevin Durand

    Altri Links:

    - Sito ufficiale: www.legion.it
    - Fan page su Facebook: "www.facebook.com/pages/Legion/262700292343?ref=ts&v=wall"
    - Game online: "www.sonypictures.net/movies/legion/game/"

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Legion - trailer.flv

    Legion - trailer HD.mp4

    Legion - trailer (versione originale) - Legion.flv

    Legion - trailer HD (versione originale) - Legion.mp4

    Legion - spot.flv

    Legion - clip 1.flv

    Legion - clip 2.flv

    Legion - clip 3.flv

    Legion - clip 4.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Tomorrowland - Il mondo di domani

    TOMORROWLAND - IL MONDO DI DOMANI: DOPO 'GRAVITY' DI ALFONSO CUARON, GEORGE CLOONEY FA IL BIS, ABBRACCIANDO ANCORA IL GENERE SCI-FI, QUESTA VOLTA GUIDATO DA BRAD BIRD ('MISSION IMPOSSIBLE - PROTOCOLLO FANTASMA')

    Dal 21 MAGGIO - PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG (www.variety.com)

    "Ogni ....
    [continua]

    Il racconto dei racconti - Tale of Tales

    IL RACCONTO DEI RACCONTI - TALE OF TALES: UN GRANDE AFFRESCO IN CHIAVE FANTASTICA DEL PERIODO BAROCCO RACCONTATO DA MATTEO GARRONE ATTRAVERSO LE STORIE DI TRE REGNI E DEI LORO RISPETTIVI SOVRANI (SALMA HAYEK VINCENT CASSEL E TOBY JONES)

    IN CONCORSO al 68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - [continua]

    Mad Max: Fury Road

    MAD MAX: FURY ROAD - UNA SORTA DI PREQUEL-REBOOT DELLA TRILOGIA ORIGINALE DI MAD MAX CRONOLOGICAMENTE COLLOCABILE TRA IL PRIMO E IL SECONDO ATTO DELLA SAGA

    68° Festival del Cinema di Cannes (13-24 maggio 2015) - FUORI CONCORSO (il 14 .... [continua]

    Run All Night - Una notte per sopravvivere

    RUN ALL NIGHT-UNA NOTTE PER SOPRAVVIVERE: 'L'ETERNO INSEGUITORE' LIAM NEESON ED HARRIS IN UNA CLASSICA REGOLAZIONE DI CONTI IN SALSA NOIR PER JAUME COLLET-SERRA

    Ancora al cinema - RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG .... [continua]

    Adaline - L'eterna giovinezza

    ADALINE - L'ETERNA GIOVINEZZA: UN INCIDENTE PER MORIRE, UN FULMINE PER RESUSCITARE. SOLA E IMMORTALE, L'ADALINE DI BLAKE LIVELY SCOPRIRA' COME PER AMORE SI POSSA DESIDERARE DI INVECCHIARE E MORIRE DI NUOVO. NEL CAST ANCHE HARRISON FORD ED ELLEN BURSTYN

    Ancora al cinema - RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by JUSTIN CHANG .... [continua]

    Avengers: Age of Ultron

    AVENGERS: AGE OF ULTRON - I SUPEREROI SONO TORNATI

    Ancora al cinema - RECENSIONE ITALIANA IN ANTEPRIMA e PREVIEW in ENGLISH by .... [continua]

    Ritorno al Marigold Hotel

    RITORNO AL MARIGOLD HOTEL: JOHN MADDEN CON GLI ALTRI TORNANO AL MARIGOLD HOTEL PORTANDOSI DIETRO DELLE NEW ENTRY COME RICHARD GERE, DAVID STRATHAIRN E TAMSIN GREIG

    RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by PETER DEBRUGE (www.variety.com) - Dal 30 .... [continua]