ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Truth

    THE TRUTH

    New Entry - Film d' Apertura alla 76. Mostra del Cinema di Venezia .... [continua]

    Cats

    CATS

    New Entry - Trasposizione contemporanea del celebre musical di Broadway - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Bohemian Rhapsody

    BOHEMIAN RHAPSODY

    Cinema sotto le stelle 2019 - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 4 Statuette: .... [continua]

    Stanlio e Ollio

    STANLIO E OLLIO

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE - Dalla XIII. Festa del Cinema .... [continua]

    Ma cosa ci dice il cervello

    MA COSA CI DICE IL CERVELLO

    Cinema sotto le stelle 2019 - Nuova commedia per la coppia, di vita e .... [continua]

    Avengers: Endgame

    AVENGERS: ENDGAME

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 24 Aprile

    [continua]

    Book Club - Tutto può succedere

    BOOK CLUB - TUTTO PUO' SUCCEDERE

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE - Dal 4 Aprile

    "A Hollywood, ....
    [continua]

    Il corriere - The Mule

    IL CORRIERE-THE MULE

    Cinema sotto le stelle 2019 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - .... [continua]

    Dolor Y Gloria

    DOLOR Y GLORIA

    Cinema sotto le stelle 2019 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > The Tourist

    THE TOURIST: DAL THRILLER FRANCESE 'ANTHONY ZIMMER' DI SALLE IL REMAKE DI HENCKEL VON DONNERSMARCK CON ANGELINA JOLIE E JOHNNY DEPP

    ANTEPRIMA circuiti 'THE SPACE CINEMA' il 15 DICEMBRE - RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 17 DICEMBRE
    3 Nomination al GOLDEN GLOBE 2011 come 'Miglior Film', 'Miglior Attore' JOHNNY DEPP e 'Miglior Attrice' ANGELINA JOLIE

    Volevo fare un film che diventa una di quelle esperienze in cui ti siedi e ti godi la vita per un paio d’ore.”
    Il regista Florian Henckel von Donnersmarck

    Quando Florian (Henckel von Donnersmarck) mi ha inviato il copione, un insieme di fattori mi ha convinto a prendere parte al progetto. Negli ultimi anni Florian ha letto e rifiutato molti copioni, perciò ero curioso di capire perché questo gli fosse piaciuto. E poi, l’idea che Angelina Jolie fosse coinvolta, non guastava affatto! Volevo fare un thriller di grande intrattenimento. Due attori straordinari, che insieme fanno scintille, e un’ambientazione romantica e suggestiva. Chi non vorrebbe vivere un’avventura a Parigi e a Venezia con Angelina e Johnny?”.
    Il produttore Graham King

    "'Le Vite Degli Altri' è un film bellissimo e intelligente, ma molto drammatico. Quando ci siamo incontrati, Henckel è stato chiaro sul fatto di voler fare un film che traboccasse di lusso e suggestione, qualcosa di coinvolgente dal punto di vista visivo e della storia, ma che non dovesse essere preso troppo sul serio”.
    L'attrice Angelina Jolie

    (The Tourist ITALIA/FRANCIA/USA 2011; Thriller drammatico; 100'; Produz.: GK Films/Spyglass Entertainment/Studio Canal; Distribuz.: 01 Distribution)

    Locandina italiana The Tourist

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: The Tourist

    Titolo in lingua originale: The Tourist

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Florian Henckel von Donnersmarck

    Sceneggiatura: Julian Fellowes, Christopher McQuarrie e Jerôme Salle (revisioni di William Wheeler)

    Soggetto: Remake del thriller francese Anthony Zimmer (2005) di Jérôme Salle che ha visto interpreti protagonisti Sophie Marceau e Yvan Attal.

    Cast: Johnny Depp (Frank Taylor )
    Angelina Jolie (Elise Clifton-Ward )
    Paul Bettany (Acheson)
    Rufus Sewell (Uomo inglese )
    Timothy Dalton (Jones)
    Neri Marcorè (Receptionist Danieli )
    Alessio Boni (Sergente Interpool)
    Daniele Pecci (Agente Interpool)
    Steven Berkoff (Ivan Demidov )
    Christian De Sica (Colonnello Lombardi)
    Nino Frassica (Agente di polizia)

    Musica: Gabriel Yared

    Costumi: Coleen Atwood

    Scenografia: Jon Hutman

    Fotografia: John Seale

    Montaggio: Joe Hutshing e Patricia Rommel

    Effetti Speciali: Dominic Tuohy (supervisore) e Stefano Corridori

    Makeup: Frédérique Foglia, Aya Yabuuchi, Toni G (per Angelina Jolie) e Joel Harlow (per Johnny Depp)

    Casting: Susie Figgis

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Un agente dell'Interpol sfrutta un ignaro turista americano allo scopo di catturare un criminale con il quale in passato aveva avuto una relazione.

    IN ALTRE PAROLE:

    Frank (Johnny Depp) è un turista americano che si trova in vacanza in Italia giusto per lasciarsi alle spalle un passato di sofferenze amorose, del tutto ignaro dall'immaginare che invece proprio questo viaggio avrebbe sconvolto la sua vita. Tutto ha inizio quando conosce Elise (Angelina Jolie), donna tanto travolgente e misteriosa da restarne folgorato. Così, sull'onda di questo incontro, casuale solo all'apparenza, inseguendo una potenziale storia d'amore, Frank si trova ben presto invischiato fino a restarne letteralmente travolto, in una spirale di intrighi e pericoli vari correnti sullo sfondo di una Venezia mozzafiato.

    SHORT SYNOPSIS

    An American Tourist is used by an interpol agent in an attempt to flush out a criminal with whom she once had an affair.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Una pellicola elegante questa versione di The Tourist, di fatto a tutto ‘glamour hollywood’, sia pure garantito dal giovane ma ferreo cianeasta tedesco (che però vive a Los Angeles) Florian Henckel Von Donnersmarck, illustre firmatario di quel capolavoro in celluloide premiato con l’Oscar (ed altri 40 Premi internazionali) che risponde al titolo Le vite degli altri. Con The Tourist, remake del francese Anthony Zimmer (2005) di Jérôme Salle, da tedesco doc Florian aveva le idee ben chiare: voleva prendere le distanze da quella sua perla in celluloide estremamente drammatica per cimentarsi nel puro 'entertainment', mantenendo ovviamente un certo livello di confezione. Così, come ogni 'maitre' pasticcere che si rispetti sa bene quali devono essere gli ingredienti per una ricetta vincente meritevole del tocco complice dello chef, Florian Henckel Von Donnersmarck è sempre stato consapevole del fatto che, trattandosi di una ricetta classica nel genere - dal respiro hitchcock-bondiano con spruzzata

    d’azione tra il serio e il faceto, tra Indiana Jones (e non solo perché anche lui approda a Venezia sia pure per tutt’altri motivi) e Jack Ryan - doveva procurarsi ingredienti di prima qualità per lavorarci bene sopra. Ed ecco la ragione dell’eccellenza di una squadra variamente insignita dall’Academy: dallo sceneggiatore Julian Fellowes (Gosford Park) al produttore Graham King (The Departed), dal compositore James Newton Howard (già nella band di Elton John, Il fuggitivo, Michael Clayton, Il cavaliere oscuro, Blood Diamond, La guerra di Charlie Wilson, Io sono leggenda…) alla costumista Colleen Atwood (Alice in Wonderland, Nine, Public Enemies, Sweeny Todd…, Mission ImpossibleGattacaIl silenzio degli innocenti), di focale importanza in questo caso per il co-protagonismo rivestito dai costumi, in particolar modo di Angelina Jolie. Gran parte del suo ruolo si appunta volutamente su uno sfoggio di variabili sulla punta di diamante di make up, abiti e gioielli di tutto

    effetto, ruolo in cui mostra di crogiolarsi al massimo di un ostentato appagamento. E anche se questo faceva parte dei piani di un sofisticato agente Bond in gonnella, un po’ più di sobrietà non avrebbe certo guastato.

    E’ un bene per chi non ha visto l’originale francese, trovarsi di fronte a questa apprezzabile e abbastanza intrigante rivisitazione, con non pochi colpi di scena, forse prevedibili, più un compiaciuto omaggio al genere che non certo il massimo dell’innovazione: dalle corse sugli scafi nei canali di Venezia, co-protagonista a tutti gli effetti nel glamour e piena di sorprendenti risorse per gli stessi personaggi, a quelle sui tetti che ‘scottano’, soprattutto con implacabili inseguitori alle spalle, motivo hitchockiano questo tra i più omaggiati, scippati, rivisti e corretti in tutte le salse che la celluloide possa annoverare nel susseguirsi degli anni. E si direbbe che persino la conturbante Angelina Jolie - tanto simpatica da

    saltare sia la conferenza stampa che il red carpet passando dal retro, di contro all’amabilissimo collega Johnny Depp di una disponibilità tale da coprire elegantemente anche le sue mancanze - con la bondiana femme fatale Elise, abbia in qualche modo ripensato ad icone del giallo in rosa come Grace Kelly, Kim Novak o Ingrid Bergman. Icone che, d’altro canto, non avevano alcuna necessità di abiti d’autore per apparire squisitamente chic in un glamour prima di tutto comportamentale: l’innata eleganza di uno squisito modo di essere!
    Per parte sua, ed è questa la nostra modesta opinione, Angelina Jolie dà invece l’impressione di non aver ancora raggiunto un equilibrio ottimale con il senso della misura. Il suo ingresso in scena risulta stucchevolmente barocco, esasperatamente falsato sull’onda del mellifluo, controfirmato da un sorrisetto impropriamente 'giocondiano' e tale da non riuscire neppure a controllare più di tanto il caracollìo inevitabile sui vertiginosi tacchi

    con cui si inoltra in una urbana passerella sexy, sotto gli avidi occhi dei componenti maschili dell’Interpool, sulle sue tracce fin dalle prime battute. Ma tra ammiccamenti vari, leziose insinuazioni, in un incedere provocatorio da far capitolare anche il più insensibile degli esemplari del sesso forte, la Jolie riesce a riprendere il dominio di sé e si concede alla partecipe macchina da presa di Florian in modo da regalarci degli scorci di ritratto che non possono non qualificarsi come indiscusso inno alla bellezza.

    In tutta questa esplosione di glamour, di tranello in tranello, di equivoco in equivoco, per un thriller inzuppato nella commedia, appunto, degli equivoci, a fare da contraltare c’è l’inconsapevole – ma sarà poi davvero così? – insegnante di matematica Frank, l’uomo comune in situazioni straordinarie che vedremo in grado di ribaltare l’equazione stessa che lo qualifica - ma se come e quando è meglio che lo scopriate da

    soli - personaggio che dà modo a Johnny Depp di tenerci sul filo di lana a colpi di candido spiazzamento e schegge di umorismo (per inciso, per questa trappola di identità giocata al femminile, potrebbe anche venirci in mente il Johnny Stecchino di Roberto Benigni).

    Simpatica e discreta la complicità del made in Italy: dignitosa la partecipazione di Christian De Sica in una delle rare volte che lo possiamo vedere svincolato dal cinepanettone annuale, mentre si può definire umoristicamente delizioso il cameo di Nino Frassica, degno della più genuina commedia all’italiana (oltre che occasione per Johnny Depp/Frank di fare
    un ingresso tra i mercatini di verdura degno del più umoristico Indy). Una complicità partecipata dallo stesso Florian - che tra l’altro conosce perfettamente la lingua italiana - quando mette in bocca ad alcuni personaggi un paio di battute che sprizzano sottile ironia sugli americani, oltre a quella sull’inglese che ama circondarsi

    di russi.

    In questo intrigante percorso si ammicca alla doppia identità anche tramite l’iconografia: l’effigie di Giano - antica divinità degli inizi, materiali e immateriali - fa il suo ingresso in scena come pendente al braccialetto di Elise per poi tornare in prossimità dell’epilogo scolpita in bassorilievo sulla cassaforte. Alla fine, proprio l’effigie di Giano, doppia per sua natura, risulta essere il marchio di fabbrica di storia e personaggi, lo stemma che insignisce questo ‘turista’ non propriamente per caso e la sua fiamma d’amore, per certi versi quasi degni eredi di Diabolik ed Eva Kant.

    Insomma, il film ideale per spassarsela un pò, con doppia soddisfazione da parte dei fan delle due star di punta: Angelina Jolie e Johnny Depp. Da tedesco doc il nostro Florian ha mantenuto la promessa onorando le intenzioni: "Volevo fare un film che diventa una di quelle esperienze in cui ti siedi e ti godi la vita

    per un paio d’ore". Beh, perché no?

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO

    Links:

    • Florian Henckel von Donnersmarck (Regista)

    • Johnny Depp

    • Angelina Jolie

    • Paul Bettany

    • Christian De Sica

    1 | 2

    Galleria Video:

    The Tourist - trailer 2

    The Tourist - trailer

    The Tourist - trailer 2 HD

    The Tourist - trailer 2 HD 1080p

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Men in Black: International

    MEN IN BLACK: INTERNATIONAL

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 luglio .... [continua]

    Spider-Man: Far from Home

    SPIDER-MAN: FAR FROM HOME

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 10 Luglio

    "Mi hanno chiesto per anni se volessi ....
    [continua]

    Roma

    ROMA

    Cinema sotto le stelle 2019 - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 3 statuette: .... [continua]

    Bentornato Presidente

    BENTORNATO PRESIDENTE

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE - Il Presidente Peppino Garibaldi (Claudio Bisio) .... [continua]

    Arrivederci professore

    ARRIVEDERCI PROFESSORE

    Cinema sotto le stelle 2019 - Anteprima all'Italy Sardegna Festival (13-16 giugno) - Johnny .... [continua]

    Green Book

    GREEN BOOK

    Cinema sotto le stelle 2019 - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 3 statuette: .... [continua]

    Aladdin

    ALADDIN

    Cinema sotto le stelle 2019 - Nella versione live-action del classico Disney (1992) Will .... [continua]