ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Il segreto della miniera

    IL SEGRETO DELLA MINIERA

    New Entry - Dal 31 Ottobre

    "Il segreto della miniera è un’opera bella ....
    [continua]

    Hustlers

    HUSTLERS

    New Entry - Jennifer Lopez spogliarellista a New York secondo la visione 'sportiva' di .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    New Entry - Ecco lo spin-off de Il Grande Lebowski (1998) dei Fratelli Coen .... [continua]

    Hope Gap - Le cose che non ti ho detto

    HOPE GAP - LE COSE CHE NON TI HO DETTO

    New Entry - TIFF 2019 - Prossimamente .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Tata Matilda e il grande botto

    TATA MATILDA E IL GRANDE BOTTO: EMMA THOMPSON TORNA A VESTIRE I PANNI DELLA MISTERIOSA E 'MAGICA' BAMBINAIA

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 4 GIUGNO

    (Nanny McPhee and the Big Bang, REGNO UNITO/FRANCIA 2010; commedia fantastica; 109'; Produz.: Studio Canal in associaz. con: Three Strange Angels/Universal Pictures/Working Title Films; Distribuz.: Universal Pictures International Italy)

    Locandina italiana Tata Matilda e il grande botto

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Tata Matilda e il grande botto

    Titolo in lingua originale: Nanny McPhee and the Big Bang

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Susanna White

    Sceneggiatura: Emma Thompson

    Soggetto: Tratto dal romanzo di Christianna Brand e Sequel del film Nanni McPhee - Tata Matilda.

    Cast: Emma Thompson (Nanny McPhee)
    Ralph Fiennes (Lord Gray)
    Maggie Gyllenhaal (Mrs. Isabel Green)
    Rhys Ifans (Zio Phil)
    Maggie Smith (Mrs. Docherty)
    Asa Butterfield (Norman)
    Bill Bailey (agricoltore MacReadie)

    Costumi: Jacqueline Durran

    Scenografia: Simon Elliott

    Fotografia: Mike Eley

    Effetti Speciali: Mark Holt (supervisore)

    Makeup: Paula Price

    Casting: Lucy Bevan

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Nanny McPhee (Emma Thompson), la misteriosa bambinaia, torna al lavoro con la sua magia! Questa volta si presenta alla porta di una giovane madre, la signora Isabel Green (Maggie Gyllenhaal) che cerca di mandare avanti la fattoria di famiglia mentre il marito è al fronte. L'intervento di Nanni McPhee sembra necessario dal momento che proprio in quella fattoria a conduzione familiare è scoppiata una disputa tra alcuni bambini viziati del paese e i loro cugini di città...

    IN DETTAGLIO:

    La signora Green è allo stremo delle forze. I suoi tre figli, Norman, Megsie e Vincent, non fanno che litigare, suo marito Rory è al fronte e non si hanno sue notizie da mesi, suo cognato Phil insiste di volere acquistare metà della fattoria di famiglia intestata a Rory e la sua datrice di lavoro, la signora Docherty, si comporta in modo molto strano. Come se non bastasse, i due altezzosi nipoti londinesi, Celia e Cyril Gray, sono arrivati da Londra per passare un periodo non ben precisato alla fattoria e il guardiano del villaggio, il signor Docherty, continua a spaventarla con assurdi discorsi di una fantomatica bomba che potrebbe casualmente pioverle in testa da un momento all’altro. E’ davvero troppo per la signora Green. Lei non lo sa, ma c’è un’unica persona disposta a darle una mano, e questa è Tata Matilda.
    Sfortunatamente, la situazione della signora Green è persino più grave di quanto appaia. Phil insiste di aver trovato un acquirente per la fattoria, uno disposto a pagare bene, ma la verità è che deve trovare i soldi per saldare il debito di gioco contratto con l’ambigua signora Biggles che, a sua volta, ha ordinato alla signorina Topsey e alla signorina Turvey, due malviventi locali, di costringere Phil a farsi cedere la fattoria per pagare il debito di gioco, cosa che, se dovesse accadere, provocherebbe la fine dell’intera famiglia Green.
    Cyril e Celia arrivano alla fattoria nelle prime ore del mattino, mentre la signora Green è fuori per lavoro. I ricchi ragazzini di città e i loro cugini di campagna si odiano e i loro litigi assumono subito proporzioni epocali. Tornata dal lavoro, la signora Green trova la casa nel caos più totale e tenta invano di sedare la lite tra i ragazzi. A un certo punto, sente bussare alla porta. Apre e vede l’inquietante figura di Tata Matilda.
    A Tata Matilda basta lanciare una rapida occhiata agli scalmanati ragazzini per capire che, in quella casa, c’è bisogno di lei. “Quando avrà bisogno di me ma non mi vorrà, io resterò. Quando mi vorrà ma non avrà più bisogno di me, io me ne andrò”, afferma declamando la rinomata frase. Poi, con un colpo di bastone sul pavimento, ordina ai ragazzini di colpire se stessi anziché i cugini. Alla fine, dietro suo ordine, i ragazzini smettono di azzuffarsi e porgono le loro scuse. La prima lezione, smettere di litigare, è terminata.
    Le lezioni di Tata Matilda proseguono anche durante la serata. Di fronte al rifiuto dei bambini di condividere il letto con i cugini – cosa che preferirebbero fare con una capra, una mucca o persino un elefante – la Tata sferra un altro colpo di bastone e non solo li persuade a far posto ai cugini ma anche ad accogliere tutti gli animali appena nominati. La seconda lezione, condividere le cose con gentilezza, è terminata.
    Phil lascia che i maialini scappino dalla fattoria nella speranza di aggravare lo stato di disperazione della cognata e convincerla a vendere la casa. Ma Tata Matilda fa una delle sue magie, costringendo i bambini a collaborare alla ricerca dei maialini e persino a godere della compagnia reciproca. Uniti nello sforzo, i bambini catturano i maialini e li riportano a casa, giusto in tempo per venderli al signor Macreadie, l’agricoltore. Anche la terza lezione, aiutarsi a vicenda, è terminata.
    I cugini iniziano finalmente ad andare d’accordo e la signora Green a trovare un po’ di relax fin quando, un giorno, un telegramma annuncia alla famiglia la drammatica notizia della morte del signor Green durante un’azione di guerra. La famiglia è affranta dal dolore, ad eccezione di Norman, che “sente” che il padre è ancora vivo. Cyril decide di aiutarlo: suo padre, il signor Gray, è “una persona molto influente al Ministero della Guerra” e potrebbe aiutarli a scoprire cos’è accaduto al signor Green – se solo riuscissero ad arrivare a Londra. Di lì a poco, li vedremo sgattaiolare tra i viottoli della campagna inglese a bordo del sidecar di una motocicletta guidata, ovviamente, da Tata Matilda.
    Nel frattempo, Megsie e Celia raggiungono la fattoria dove trovano un biglietto di Norman che le avvisa della partenza e delle ragioni che li hanno spinti ad andare. Le ragazze capiscono di dovere evitare che la signora Green venda la fattoria prima del loro ritorno. Poco dopo arriva anche Phil, con in mano un contratto di vendita e una penna. Le ragazze cercano di tirarla per le lunghe ma il tempo sta per esaurirsi.
    Cyril e Norman si avventurano per raggiungere Londra e l’ufficio dell’autoritario padre di Cyril, il signor Gray che, in un primo momento, respinge la richiesta dei ragazzi. Cyril non demorde e, per la prima volta in tutta la sua vita, decide di affrontare il padre esigendo il suo aiuto. Il signor Gray si convince e accetta di svolgere alcune indagini per conoscere le sorti del signor Green. Le indagini dimostrano che Rory Green non è affatto rimasto ucciso in combattimento ma è bensì disperso e che, cosa molto importante, non esiste alcun telegramma inviato dal Ministero della Guerra. Norman realizza che il perfido zio Phil deve avere falsificato il telegramma: a questo punto il tempo è davvero terminato e lui e il cugino devono immediatamente far ritorno alla fattoria.
    Alla fattoria, Megsie e Celia fanno di tutto per evitare che la signora Green firmi il contratto ma, alla fine, Megsie perde ogni speranza. Non le resta che chiedere aiuto a Tata Matilda e così si mette a sussurrare con fare insistente: “Tata Matilda, abbiamo bisogno di te!”. A quel punto, un cucciolo di elefante – lo stesso che Tata Matilda aveva schierato per impartire la lezione sulla condivisione – compare improvvisamente in cucina. Mentre Phil e la signora Green sono impegnati a parlare, il cucciolo di elefante inizia ad aspirare con la proboscide tutte le penne presenti nella stanza. Le ragazze sono raggianti ma Phil che, in un primo momento appare disorientato, non si lascia scoraggiare e infila un’altra penna nella mano della signora Green. Ogni speranza sembra ormai perduta quando, improvvisamente, dal cielo, si sente un aereo sorvolare la fattoria e sganciare una bomba sul campo d’orzo che circonda la tenuta, esattamente nel punto che aveva previsto il signor Docherty. Il forte tonfo fa si che l’inchiostro si riversi sul contratto rovinandolo definitivamente. La bomba, invece, non esplode.
    I ragazzi arrivano alla fattoria. Qui, Norman spiega alla madre che il signor Green non è morto ma solo disperso. Il signor Docherty sviene al pensiero di dovere disinnescare la bomba e i bambini capiscono di doverlo fare da soli. Alla fine, la bomba viene disinnescata dai ragazzini. La lezione numero quattro, essere coraggiosi, è terminata. Phil viene arrestato, l’orzo viene raccolto grazie a una delle magie di Tata Matilda, i bambini diventano amici e la vita della signora Green diventa più gestibile. Anche la lezione cinque, sull’importanza di avere fede, è terminata e Tata Matilda può lasciare la fattoria.

    Dal >Press-Book< di Tata Matilda e il grande botto

    Commento critico (a cura di FRANCESCA CARUSO)

    Il film è indirizzato ai bambini, ma strizza l’occhio anche a un pubblico adulto, per la delineazione di ciascun personaggio, le battute di Cyril, cariche di una comicità irresistibile, per non parlare delle performance che Tata Matilda fa fare ai maialini o l’invenzione giocosa dello strofina – maiali. È un film dove la fantasia occupa gran parte della storia, ma la regista e la sceneggiatrice hanno inserito degli aspetti reali, in cui potersi identificare. La mamma che si divide tra il lavoro, i figli e la casa, che non ha tempo da dedicare a se stessa e prendere un po’ di fiato, sottolinea una situazione comune a molte donne. L’assenza di un genitore o di entrambi è una tematica molto presente nel film, mostrando il punto di vista dei bambini, che ne soffrono la mancanza. La freddezza e la distanza emotiva del padre di Celia e Cyril, rende quest’ultimo intimorito

    dalla figura paterna, chiamandolo signore. Un passo avanti, nella sequenza in cui i due si confrontano, viene fatto alla fine della conversazione quando lo saluta chiamandolo padre. Spesso tenere a distanza i figli, pensando di farlo per il loro bene, li fa sentire messi da parte.

    I tre bambini Green sono amati dalla mamma e dal papà che, per motivi diversi dal primo, è assente da mesi, i bambini aspettano il suo ritorno, raccogliendo i soldi per la marmellata che gli piace tanto e tenendo le lettere come reliquie. Hanno fiducia che tornerà da loro e potranno riabbracciarlo.

    Si è deciso di ambientare il film in un periodo di guerra, che assomiglia agli anni ’40, ma che vuole essere una metafora di tutte le guerre, a detta della stessa produttrice Lindsay Doran. Questo perché si voleva una particolare atmosfera in cui collocare le situazioni e i problemi di questa nuova famiglia. Inoltre,

    facendo questa scelta si è voluto sottolineare come Tata Matilda sia senza età e senza tempo, sempre uguale a come la vediamo nel primo film. Si lascia nel mistero quante famiglie abbia visitato e per quanto tempo, rivelando in questo secondo film più di un ex bambino, ora adulto, che la Tata ha aiutato. In una sequenza Norman e Cyril, come lo spettatore, fanno la conoscenza del sergente Jeffrey, che davanti a Tata Matilda si rivede bambino.

    Tutti gli attori riescono a dar vita ai loro personaggi nel modo migliore: Maggie Gyllenhaal, alle prese con un ruolo diverso dai precedenti, rende bene lo stress della signora Green come pure la sua dolcezza e amore per i suoi figli. Un ruolo più conciso, calzato a pennello, è quello di Ralph Fiennes, che incarna il padre di Celia e Cyril. Il cameo di Ewan McGregor nel finale è tutto da scoprire.

    Tata Matilda e

    il grande botto è un film entusiasmante, divertente e ricco di fantasia, un pizzico commovente, che catturerà i piccini e tutti quelli che amano lasciarsi trasportare dalle emozioni e farsi due sane risate.

    Bibliografia:

    Nella seconda pagina della galleria fotografica sono riportati 2 disegni da stampare e colorare.

    Links:

    • Maggie Smith

    • Ralph Fiennes

    • Maggie Gyllenhaal

    • Rhys Ifans

    • Emma Thompson

    • Asa Butterfield

    Altri Links:

    - Sito ufficiale: nella sezione 'Speciali' troverete l'applicazione virale 'Postcards' per l'invio ai vostri amici di simpatiche cartoline interattive



    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    Tata Matilda e il grande botto - trailer 2.flv

    Tata Matilda e il grande botto - trailer.flv

    Tata Matilda e il grande botto - spot 1.flv

    Tata Matilda e il grande botto - spot 2.flv

    Tata Matilda e il grande botto - clip 'Mrs. Docherty's Shop'.flv

    Tata Matilda e il grande botto - clip 'Nanny Arrives'.flv

    Tata Matilda e il grande botto - clip 'Topse-Turvey'.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Da Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - Dopo Django Unchained si .... [continua]

    Tutta un'altra vita

    TUTTA UN'ALTRA VITA

    Dal 12 Settembre .... [continua]

    Vox Lux

    VOX LUX

    Dalla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Dal 12 Settembre

    "Il mio ....
    [continua]

    It - Capitolo 2

    IT - CAPITOLO 2

    RECENSIONE - Dal 5 Settembre

    "La prima volta che ho interpretato Pennywise nessuno sapeva ....
    [continua]

    Il re leone

    IL RE LEONE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 21 Agosto

    "È una storia davvero molto amata da ....
    [continua]

    La fattoria dei nostri sogni

    LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI

    Tra i più attesi!!! - Realizzare il sogno di una vita si può? Si. .... [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla Festa del Cinema di Roma .... [continua]