ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Duke

    THE DUKE

    New Entry - 2020 .... [continua]

    AnneFrank - Vite parallele

    #ANNEFRANK - VITE PARALLELE

    Helen Mirren ripercorre, attraverso le pagine del diario, la vita di Anne Frank, con l'aiuto .... [continua]

    Zombieland-Doppio colpo

    ZOMBIELAND-DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (13 Novembre 2019) - Dal 14 Novembre .... [continua]

    A Special Relationship

    A SPECIAL RELATIONSHIP

    New Entry - Rachel Weisz indossa i panni di Elizabeth Taylor in un biopic .... [continua]

    Terminator - Destino oscuro

    TERMINATOR - DESTINO OSCURO

    Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. James Cameron torna in veste .... [continua]

    Il segreto della miniera

    IL SEGRETO DELLA MINIERA

    Dal 31 Ottobre

    "Il segreto della miniera è un’opera bella e preziosa che, attraverso ....
    [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Alice nella Città - Dal .... [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La regina dei castelli di carta

    LA REGINA DEI CASTELLI DI CARTA: COSI' ANCHE IL TERZO ATTO DELLA TRILOGIA 'MILLENNIUM' RAGGIUNGE LA CELLULOIDE, IN UNA SORTA DI ECO DEL MITO LETTERARIO

    RECENSIONE - Dal 28 MAGGIO

    (Luftslottet som sprängdes SVEZIA / DANIMARCA / GERMANIA 2009; Thriller; 148'; Produz.: Nordisk Film/Sveriges Television (SVT)/Yellow Bird Films/ZDF Enterprises; Distribuz.: BIM)

    Locandina italiana La regina dei castelli di carta

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: La regina dei castelli di carta

    Titolo in lingua originale: Luftslottet som sprängdes

    Anno di produzione: 2009

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Daniel Alfredson

    Sceneggiatura: Jonas Frykberg e Ulf Ryberg

    Soggetto: Dal romanzo Luftslottet som sprängdes (La regina dei castelli di carta edita in Italia da Marsilio - Collana 'Farfalle') di Stieg Larsson, il terzo della trilogia "Millennium" dopo Uomini che odiano le donne e La ragazza che giocava con il fuoco.

    TRAMA DEL ROMANZO:

    La giovane hacker Lisbeth Salander è di nuovo immobilizzata in un letto d'ospedale, anche se questa volta non sono le cinghie di cuoio a trattenerla, ma una pallottola in testa. È diventata una minaccia: se qualcuno scava nella sua vita e ascolta quello che ha da dire, potenti organismi segreti crolleranno come castelli di carta. Deve sparire per sempre, meglio se rinchiusa in un manicomio. La cospirazione di cui si trova suo malgrado al centro, iniziata quando aveva solo dodici anni, continua. Intanto, il giornalista Mikael Blomkvist è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul terribile passato di Lisbeth ed è deciso a pubblicare su "Millennium" un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l'intero paese. Non ci saranno compromessi. L'ultimo capitolo della trilogia di Stieg Larsson è ancora una volta una descrizione della società contemporanea sotto forma di thriller. Un romanzo emozionante di trame occulte e servizi segreti deviati, che cattura il ritmo del nostro tempo e svela a cosa possono condurre le perversioni di un sistema malato. Una storia che, fedele all'anima del suo autore, narra di violenza contro le donne, e di uomini che la rendono possibile.

    Da: (www.libreriarizzoli.corriere.it/libro/larsson_stieg-la_regina_dei_castelli_di_carta_.aspx?)

    Cast: Michael Nyqvist (Michael Blomkvist)
    Noomi Rapace (Lisbeth Salander)
    Michalis Koutsogiannakis (Dragan Armanskij)
    Anders Ahlbom (Dr. Peter Teleborian)
    Lena Endre (Erika Berger)
    Per Oscarsson (Holger Palmgren)
    Sofia Ledarp (Malin Erikson)
    Jacob Ercksson (Christer Malm)
    Annika Hallin (Annika Giannini)
    Micke Spreitz (Ronald Niedermann)
    Georgi Staykov (Alexander Zalachenko)
    Mirja Turestedt (Monica Figuerola )
    Peter Andersson (Nils Bjurman )

    Musica: Jacob Groth

    Costumi: Cilla Rörby

    Fotografia: Peter Mokrosinski

    Casting: Tusse Lande

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    La giovane hacker Lisbeth Salander è di nuovo immobilizzata in un letto d'ospedale, anche se questa volta non sono le cinghie di cuoio a trattenerla, ma una pallottola in testa. È diventata una minaccia: se qualcuno scava nella sua vita e ascolta quello che ha da dire, potenti organismi segreti crolleranno come castelli di carta. Deve sparire per sempre, meglio se rinchiusa in un manicomio. La cospirazione di cui si trova suo malgrado al centro, iniziata quando aveva solo dodici anni, continua. Intanto, il giornalista Mikael Blomkvist è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul terribile passato di Lisbeth ed è deciso a pubblicare su "Millennium" un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l'intero paese. Non ci saranno compromessi...

    Da: (www.wikipedia.org)

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Dopo un avvio in sospeso per il primo episodio cinematografico di quella che oramai è pubblicamente conosciuta, più o meno erroneamente, come “la saga di Millennium”, un netto miglioramento nel secondo che faceva ben presagire per il seguito tutto ritmo, introspezione e analisi trascinante, Alfredsson, (e dire che in Lasciami era riuscito alla perfezione a trasmettere storia e personaggi), nella sua libera interpretazione non riesce a fare meglio nel terzo ed ultimo film della serie.
    Se i libri fossero stati quattro, la rassegnazione a questo punto avrebbe preso il sopravvento.
    Occasione del tutto sprecata quella che invece si poteva prospettare come qualcosa di più che un evento di pubblico dominio, ma che poteva segnare la svolta nel trattamento della trama thriller vista una volta tanto non solo dal punto di vista europeo o americano ma anche tutto nordico, un mondo che si nutre di spazi e tempi e personaggi spesso non troppo

    distanti dalla nostra realtà, ma che possono essere descritti e caratterizzati in modo anche molto diverso.

    La serie di Larsson porta in sé la possibilità di mostrare al mondo gli aspetti oscuri di una società che non esiste solo nel nostro piccolo cosmo mediterraneo o nella cronaca internazionale più conosciuta, ma anche in una società non svelata in tutti i suoi aspetti che è la Svezia.
    Se infatti lo scrittore riesce nei suoi libri a far trapelare tutto questo ed insieme alla denuncia anche i contenuti, la morale, attraverso un fitto numero di personaggi che popolano le vicende e nelle quali ciascuno occupa e tributa una parte importante della storia mettendo a nudo la propria personalità in dettaglio e con espressivo realismo, tutt’altro si può dire della trasposizione cinematografica.
    Il solo secondo episodio pareva infatti avere intrapreso il giusto cammino, ma il terzo e più complesso intrico di vicende si vede invece inciampare

    sul gradino più alto ed importante.
    A cominciare da un’apertura ed una chiusura da noir, con un panorama buio di una Stoccolma che sembra New York, accompagnata da schermo scuro con titoli di coda ed apertura ed una musica greve e pesante, per poi proseguire in parti di vicenda narrate a pezzi nei quali è difficile, per chi non conosce il libro, districarsi ed intravedere il lumicino della verità che resta dietro i fatti.

    L’errore più grossolano è subito percepibile, d’altronde, nella scelta di eliminare in poche scene un personaggio cardine dell’intera storia, togliendo fiato ad una parte di narrazione forte, introspettiva ed estremamente umana che vedeva protagonista Lisbeth bloccata in un letto di ospedale.
    Mancano, e si avverte immediatamente, tutte quelle sensazioni della giovane protagonista alle prese con la consapevolezza di aver il padre-assassino al di là della parete della propria stessa stanza, forse in fin di vita, forse con

    meno danni di lei; manca il dubbio, la riflessione, il rapporto con l’avvocato e con il medico curante ai quali piano piano la reticente Lisbeth va svelando la propria personalità.
    Allora forse ci si aspetta che sia dato spazio all’indagine, ma ci si ritrova in un intricato gioco di personaggi impegnati in dialoghi che vorrebbero svelare le trame ordite ai danni di Millennium di Lisbeth stessa, vorrebbero svelare il suo passato e quello del padre, quello della sezione segreta cresciuta negli anni sessanta in seno ai servizi segreti nazionali, ma nulla di tutto questo arriva, nulla è chiaro per lo spettatore.

    Per chi ha letto il libro invece, il film si trasforma presto in una lenta agonia di tempi che non terminano mai ma che lasciano anche in sospeso più di una questione, a cominciare dal titolo che non viene affatto sfruttato, ma lasciato letteralmente da parte.
    Nessun accenno ai nomi in

    codice, alla fitta rete di interscambi febbrili tramite internet fra Lisbeth, Mikael e il gruppo degli hacker; impossibile arrivare a spiegare i “castelli di carta” senza fare allusione ai “cavalieri della tavola balorda”.
    Blomkvist poi assume in queste vicende un ruolo frenetico quanto inespressivo, e Lisbeth stessa viene relegata ad una parte ripescata di tanto in tanto perché dell’avvincente vicenda che si dipana mano a mano e del suo salvataggio sofferto non c’è nessuna traccia.
    Non entrano nemmeno in scena, (se non per comparse quasi mute, anche di contenuti ed apporti alla storia), le bellissime figure dei detective della polizia, attivamente impegnate da inizio a fine nell’indagine, da Sonja Modig a Monica Figuerola, l’ispettore Bublanski, o all’organico della Milton Security, come Susanne Linder e Dragan Armanskji; e d’altronde sono nulla più che lettere le minacce rivolte ad Erika Berger, perché troppo e troppo in fretta corre la storia, in rapidi salti, tra

    un taglio e l’altro ed un insieme convulso di cuciture a cui fa da contraltare un dilatarsi di tempi estenuante, falsato da un ritmo che non c’è e che con il thriller ha ben poco a che spartire.
    Questo non è proprio il libro scritto da Larsson.

    Links:

    • Noomi Rapace

    • Michael Nyqvist

    Altri Links:

    Sito ufficiale:
    www.lareginadeicastellidicarta-ilfilm.it

    1 | 2

    Galleria Video:

    La regina dei castelli di carta - trailer.flv

    La regina dei castelli di carta - trailer 2.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 1.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 2.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 3.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 4.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 5.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 6.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 7.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 8.flv

    La regina dei castelli di carta - clip 9.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Edward Norton si fa .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 Ottobre 2019) .... [continua]

    Attraverso i miei occhi

    ATTRAVERSO I MIEI OCCHI

    Kevin Costner presta la voce al cane Enzo, protagonista in questa storia che scommette su .... [continua]

    The Irishman

    THE IRISHMAN

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni Servillo in coppia nel nuovo .... [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 anni dalla sua terrificante permanenza .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - RECENSIONE - Dal .... [continua]