ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Nest - L'inganno

    THE NEST - L'INGANNO

    New Entry - Dal 14 Maggio on demand su: Sky Primafila, Chili, Google Play, .... [continua]

    Those Who Wish Me Dead

    THOSE WHO WISH ME DEAD

    New Entry - Adattamento cinematografico del romanzo di Michael Koryta diretto da Taylor Sheridan .... [continua]

    I See You

    I SEE YOU

    New Entry - Helen Hunt protagonista in un horror per Adam Randall (iBoy, Level .... [continua]

    Fatman

    FATMAN

    New Entry - I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Nella commedia di Eshom e .... [continua]

    Morgan

    MORGAN

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un essere artificiale a rischio pone un .... [continua]

    L'amico del cuore

    L'AMICO DEL CUORE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 18 Marzo .... [continua]

    Radioactive

    RADIOACTIVE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Il film di Marjane Satrapi è dedicato .... [continua]

    Nomadland

    NOMADLAND

    Oscar 2021 - 6 Nominations: Miglior film; Miglior regista (Chloé Zhao); Miglior attrice (Frances .... [continua]

    Il processo ai Chicago 7

    IL PROCESSO AI CHICAGO 7

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - In streaming online su Netflix dal 16 .... [continua]

    The Mauritanian

    THE MAURITANIAN

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Golden Globes 2021 - VINCITORE di 1 Golden Globe ('Migliore .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La ragazza che giocava con il fuoco

    LA RAGAZZA CHE GIOCAVA CON IL FUOCO: DOPO 'UOMINI CHE ODIANO LE DONNE' RAGGIUNGE LA CELLULOIDE ANCHE IL SECONDO ATTO DELLA TRILOGIA 'MILLENNIUM' DEL COMPIANTO STIEG LARSSON

    (Flickan som lekte med elden SVEZIA 2009; Thriller; 129'; Produz.: Nordisk Film/Sveriges Television (SVT)/Yellow Bird Films/ZDF Enterprises; Distribuz.: BIM)

    Locandina italiana La ragazza che giocava con il fuoco

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: La ragazza che giocava con il fuoco

    Titolo in lingua originale: Flickan som lekte med elden

    Anno di produzione: 2009

    Anno di uscita: 2009

    Regia: Daniel Alfredson

    Sceneggiatura: Jonas Frykberg

    Soggetto: Dal romanzo Flickan som lekte med elden (La ragazza che giocava con il fuoco edito da Marsilio - Collana 'Farfalle') di Stieg Larsson, il secondo della trilogia "Millennium", dopo Uomini che odiano le donne (*).

    TRAMA DEL ROMANZO:

    "Al centro della storia, siamo felici di ritrovare Lisabeth Salander di cui ritroviamo l’impronta originaria, ma che sta soffrendo per amore e che, per espiare questa pena, sta girando il mondo da più di un anno: il suo corpo ha subito delle modifiche, ma il suo carattere è rimasto identico. Non avevo mai capito quale fascino potesse avere un teorema di matematica forse perché quando si studiava matematica non ero abbastanza matura: il teorema protagonista della trama del libro è quello di Fermat (formulato nel 1637; si trovò una soluzione solo nel 1994 grazie al contributo di Andrew Wiles poiché Fermat lo formulò senza fornire la dimostrazione). Lisbeth ha la mente occupata da questo teorema, fino a quando non viene accusata di aver ucciso tre persone, di cui un ragazzo che stava collaborando con 'Millenium' e quindi con Micheale Bloomkvist e che stava scrivendo sul tema del trafficking (prestazioni sessuali a pagamento con ragazze dell’Est, soprattutto provenienti dalla Russia, che si prostituiscono come in una tratta di schiave). Ma il libro prenderà una piega personale, che andrà a scavare nella dimensione individuale, famigliare ed interiore della protagonista: verrà analizzata tutta la sua vita, anche prima di quello che lei chiama sempre, nei suoi pensieri, TUTTO IL MALE. Si dissiperanno così tutte le ombre sulla personalità di Lisbeth. Insieme ai personaggi presenti nel libro precedente, nascono e crescono nuovi personaggi infittendo ancora di più la trama con nuove storie personali. A differenza del primo libro, non ci sono ombre dichiaratamente naziste, ma invece certezze derivate dalla Guerra Fredda, dall’impero sovietico e dalla presenza attiva de servizi segreti: sono elementi molto importanti nella narrazione e si mostra come hanno inciso direttamente sulla vita delle persone...".

    Da: ("www.letterati.net")

    (*) La trilogia Millennium nel mondo ha venduto più di 10 milioni di copie!
    Uomini che odiano le donne è stato il libro più venduto in Europa nel 2008 (al I° posto Khaled Hosseini, autore de Il cacciatore di aquiloni)
    Copie vendute:
    - Uomini che odiano le donne: 850.000, 20 Edizioni.
    - La ragazza che giocava con il fuoco: 600.000, 11 Edizioni.
    - La regina dei castelli di carta: 520.000, 7 Edizioni.

    Cast: Noomi Rapace (Lisbeth Salander)
    Michael Nyqvist (Mikael Blomkvist)
    Annika Hallin (Annika Giannini)
    Per Oscarsson (Holger Plamgren)
    Lena Endre (Erika Berger)
    Georgi Staykov (Alexander Zalachenko)
    Peter Andersson (Nils Bjurman)
    Jocob Ericksson (Christer Malm)
    Sofia Ledarp (Malin Eriksson)
    Yasmine Garbi (Mimmi Wu)
    Johan Kylén (Niedermann)
    Paolo Roberto (Campione di box)
    Tanja Lorentzon (E)

    Musica: Jacob Groth

    Costumi: Cilla Rörby

    Scenografia: Maria Håård e Jan-Olof Ågren

    Fotografia: Peter Mokrosinski

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    La storia in breve:

    Due giornalisti della rivista "Millenium" vengono brutalmente assassinati proprio quando stanno per pubblicare clamorose rivelazioni sul mercato del sesso in Svezia. Sull’arma del delitto ci sono le impronte di Lisbeth Salander, una ragazza che ha alle spalle una storia di comportamenti violenti, considerata pericolosa. Ora Lisbeth è ricercata. Ma sembra che nessuno riesca a trovarla.
    Intanto, il direttore della rivista, Mikael Blomqvist, non crede a quello che dicono i notiziari. Conoscendo Lisbeth, sa che diventa violenta quando ha paura, e cerca in tutti i modi di arrivare a lei prima della polizia. Mentre indaga per ricomporre la trama di un complicato puzzle, Blomqvist si trova a fare i conti con alcuni spietati criminali, tra cui lo spaventoso “gigante biondo” armato di motosega – un omone che non sente il dolore fisico.
    Nel corso delle sue indagini, Blomqvist scopre anche alcuni tragici e dolorosi eventi della vita di Lisbeth: internata in un istituto psichiatrico a 12 anni e dichiarata incapace a 18, la giovane è il prodotto di un sistema ingiusto e corrotto. Ma più che una vittima impotente, Lisbeth è l’angelo vendicatore che si abbatte su chi le ha fatto del male con una collera terrificante nella sua intensità, ma prodigiosa nei risultati.

    Nota: Si ringrazia Francesco Pocchi di 'Way to Blue'

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Riesce bene il secondo capitolo della fortunata serie di Stieg Larsson, in un episodio che dal punto di vista cinematografico acquisisce un suo senso più definito e congeniato rispetto alla precedente esperienza.

    Inserito in maniera più decisa nel genere thriller-poliziesco, La ragazza che giocava con il fuoco indaga in maniera più approfondita la personalità dei protagonisti puntando di più sul lavoro di redazione della rivista "Millennium" e sulla figura cardine di Mikael Blomkvist, privilegiandone il punto di vista e reinterpretando alcuni aspetti della vicenda.
    Da un punto di vista narrativo il risultato appare più limpido e chiaro sebbene non manchino alcuni processi di accostamento per giustapposizione che mettono lo spettatore però perfettamente in grado di unire i particolari dell’indagine e della vicenda, procedendo per analisi di immagini e continui rimandi che, nella creazione dell’intreccio, fluiscono in maniera regolare e senza intoppi molto visibili.

    Non si fa ricorso ad artifici di trama e questo

    è apprezzabile per coloro che restano legati all’andamento senza dubbio più ricco della versione stampata, tuttavia se il primo episodio era stato capace di presentare a tuttotondo il personaggio protagonista di Lisbeth Salander, questo secondo riadattamento dal romanzo di Larsson risulta forse mettere in secondo piano, quasi in ombra, la psicologia, i gesti, la ricerca condotta di fatto dalla protagonista, privilegiando invece il punto di vista di Blomkvist.
    Scelta che tuttavia non mette a disagio lo spettatore, messo in tutto e per tutto nella condizione di leggere trama e intreccio in maniera lineare e priva di salti logico-narrativi.

    Anche il cast aumenta di spessore e ne guadagna in credibilità, con scelte di volti che più si attagliano a tempi, luoghi, ambientazione e ruoli.
    Meno hollywoodiano del primo, il secondo capitolo mostra in particolare nel finale il suo “essere nordico” nei caratteri psicologico-percettivi dell’ultimo segmento della vicenda ed inserisce sequenze di dramma ed azione

    fra le più belle viste nel cinema di azione; nessun cliché e nessuna forzatura di troppo, si tratta infatti delle scene che più restano fedeli alla versione stampata e che finalmente mostrano in tutto e per tutto la Lisbeth che lo spettatore-lettore ha atteso per tutta la durata del film.

    Nella non facile impresa di creare un tessuto unico e fluido fra i tre episodi della serie, è ben riuscita anche la scelta di inserire piccoli ma efficaci rimandi fra il dipanarsi di una vicenda e il sopraggiungere di un’altra e l’unica pecca è forse quella di non aver sfruttato con maggiore decisione l’importanza ai fini della storia dell’indagine sul traffiking condotta da Svensson che avrebbe potuto meglio portare al filo diretto con la posizione di Lisbeth nei confronti del suo passato e, nella relazione da lei stabilita con il presente, introdurre le importanti figure dell’ispettore Bublanski e dell’agente Sonia Modig.

    Bibliografia:

    Sito ufficiale: www.laragazza chegiocavaconil fuoco.it

    Links:

    • Noomi Rapace

    • Michael Nyqvist

    • LA RAGAZZA CHE GIOCAVA CON IL FUOCO - INTERVISTA all'attore MICHAEL NYQVIST interprete di Michael Blomqvist nell'intera trilogia (Interviste)

    1

    Galleria Video:

    La ragazza che giocava con il fuoco - trailer.flv

    La ragazza che giocava con il fuoco - clip 1.flv

    La ragazza che giocava con il fuoco - clip 2.flv

    La ragazza che giocava con il fuoco - intervista a Michael Nyqvist.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Blood Father

    BLOOD FATHER

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 69. Festival del Cinema di .... [continua]

    Una stagione da ricordare

    UNA STAGIONE DA RICORDARE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Nel dramma sportivo 'in Memoriam' di 'Line' anche Helen .... [continua]

    The Song of Names - La musica della memoria

    THE SONG OF NAMES-LA MUSICA DELLA MEMORIA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal SAN SEBASTIÁN 2019 - Clive Owen .... [continua]

    Era mio figlio

    ERA MIO FIGLIO

    New Entry - RECENSIONE .... [continua]

    Land

    LAND

    Dal Sundance Film Festival 2021 - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Debutto alla regia per .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: 6 Nominations: 'Miglior Film Drammatico'; 'Miglior Attore in .... [continua]

    Sound of Metal

    SOUND OF METAL

    RECENSIONE - Oscar 2021: 6 Nominations: 'Miglior Film Drammatico; 'Miglior Attore Protagonista' a Riz .... [continua]