ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Truth

    THE TRUTH

    New Entry - Film d' Apertura alla 76. Mostra del Cinema di Venezia .... [continua]

    Cats

    CATS

    New Entry - Trasposizione contemporanea del celebre musical di Broadway - Dal 25 Dicembre .... [continua]

    Bohemian Rhapsody

    BOHEMIAN RHAPSODY

    Cinema sotto le stelle 2019 - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 4 Statuette: .... [continua]

    Stanlio e Ollio

    STANLIO E OLLIO

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE - Dalla XIII. Festa del Cinema .... [continua]

    Ma cosa ci dice il cervello

    MA COSA CI DICE IL CERVELLO

    Cinema sotto le stelle 2019 - Nuova commedia per la coppia, di vita e .... [continua]

    Avengers: Endgame

    AVENGERS: ENDGAME

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 24 Aprile

    [continua]

    Book Club - Tutto può succedere

    BOOK CLUB - TUTTO PUO' SUCCEDERE

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE - Dal 4 Aprile

    "A Hollywood, ....
    [continua]

    Il corriere - The Mule

    IL CORRIERE-THE MULE

    Cinema sotto le stelle 2019 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - .... [continua]

    Dolor Y Gloria

    DOLOR Y GLORIA

    Cinema sotto le stelle 2019 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Il debito

    IL DEBITO: ANCHE I MIGLIORI AGENTI SEGRETI SI PORTANO DIETRO IL BAGAGLIO DI QUALCHE PRECEDENTE MISSIONE. E ADESSO RACHEL SINGER (HELEN MIRREN) DEVE CONFRONTARSI COL SUO...

    RECENSIONE - Dal 16 SETTEMBRE

    "La storia era intrigante ed interpretata magnificamente. Ho pensato che ci offrisse l‟occasione per ampliarne la scala e il livello di complessità; ho intravisto la possibilità di farne un thriller intelligente, interessante e avvincente per il pubblico internazionale".
    Il produttore Kris Thykier

    (The Debt; USA 2010; Thriller di spionaggio; 114'; Produz.: Mary Films/Pioneer Pictures; Distribuz.: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia)

    Locandina italiana Il debito

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    SEE SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Il debito

    Titolo in lingua originale: The Debt

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2011

    Regia: John Madden

    Sceneggiatura: Jane Goldman, Matthew Vaughn e Peter Straughan

    Soggetto: Adattamento del film israeliano del 2007 Ha-Hov [Il Debito] di Assaf Bernstein & Ido Rosenblum.

    CURIOSITA': The Debt è stato girato a Londra, Budapest e Tel Aviv.

    Cast: Helen Mirren (Rachel Singer)
    Sam Worthington (il giovane David)
    Tom Wilkinson (Stefan)
    Ciaran Hinds (David)
    Marton Csokas (il giovane Stefan)
    Jesper Christensen (Vogel)
    Jessica Chastain (la giovane Rachel Singer)
    Romi Aboulafia (Sarah)

    Musica: Thomas Newman

    Costumi: Natalie Ward

    Scenografia: Jim Clay

    Fotografia: Ben Davis

    Montaggio: Alexander Berner

    Effetti Speciali: Stuart Brisdon (Supervisore); Gabor Kiszelly (supervisore Ungheria)

    Makeup: Daniel Phillips

    Casting: Michelle Guish

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    La storia ha inizio nel 1997, quando agli ex agenti segreti del Mossad Rachel (interpretata dal premio Oscar Helen Mirren) e Stephan (interpretato dal due volte candidato all’Oscar Tom Wilkinson) giunge una scioccante notizia che riguarda il loro ex collega David (Ciarán Hinds, interprete di Tinker, Tailor, Soldier, Spy). Tutti e tre sono venerati da Israele per via di una missione segreta che li ha visti protagonisti nel 1965-1966, quando il trio (interpretato, rispettivamente, da Jessica Chastain [The Tree of Life, The Help], Marton Csokas [Il Signore degli anelli, Dream House], e Sam Worthington [Avatar, Scontro tra Titani) riuscì a rintracciare il criminale di guerra nazista Dieter Vogel (Jesper Christensen di Casino Royale e di Agente 007 - Quantum of Solace), il temuto Chirurgo di Birkenau, a Berlino Est. Mentre Rachel, nel corso della missione, si era trovata a combattere con sentimenti romantici, la rete attorno a Vogel era stata stretta utilizzando lei come esca.
    Correndo grandi rischi, e pagando un considerevole scotto personale, la missione della squadra era stata portata a termine – oppure no? La suspense cresce mentre il film si muove tra presente e passato, con un’azione sorprendente e rivelazioni scioccanti che costringono Rachel ad occuparsi personalmente del problema.

    SHORT SYNOPSIS:

    In 1965, three young Israeli Mossad agents on a secret mission capture and kill a notorious Nazi war criminal. Now, thirty years later, a man claiming to be the Nazi has surfaced in Ukraine and one of the former agents must go back undercover to seek out the truth.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    In questi tempi di crisi torna di gran moda - ma il genere non è mai andato del tutto in pensione - lo spionaggio, in particolar modo all'ombra dell'epoca della tanto chiacchierata Guerra Fredda, & dintorni. Così fa il suo ingresso sulla celluloide Il debito (The Debt) di John Madden (Shakespeare in Love, Proof-La prova), sulla scia, in una sorta di corollario d'appendice, all'originale israeliano di appena quattro anni prima (Ha-Hov diretto nel 2007 da Assaf Bernstein e candidato a ben 4 Israel Academy Awards), affiancato da La talpa (Tinker, Tailor, Soldier, Spy), appena visto in anteprima alla 68. Mostra del Cinema di Venezia per gentile concessione dell'apripista letterario di John Le Carrè che ne ha consentito la labirintica trasposizione cinematografica con tanto di blasonatissimo cast e di fiore all'occhiello: Gary Oldman nel suo ruolo più criptico e introspettivo in assoluto che, peraltro, avrebbe forse meritato la Coppa Volpi per

    la 'Migliore Interpretazione Maschile' più del maniaco depressivo sesso dipendente Michael Fassbender in Shame.

    Nè una storia inedita nè un intreccio del tutto indipendente dunque per Il debito di Madden, eppure pellicola con una sua personalità ed un carattere che si forma e cresce sulle cadenze tipiche del thriller classico, anzi, decisamente hitchcockiano - l'ampio vano scala a chiocciola interno al palazzo con il personaggio di turno in fuga tallonato, questa volta a vista, non è che un esempio tra i vari 'topoi' radicati nei migliori noir - ma non rinuncia a quelle licenze strutturali che vanno a stabilire le giuste distanze dall'originale israeliano.

    Così, a dispetto di chi non ha apprezzato questa ingerenza anglo-americana in territori caldi, là dove sopravvivono ferite non rimarginabili, Il debito riesce ugualmente a tenere alta l'attenzione dall'inizio alla fine, e non solo per l'indiscusso talento di star ultra navigate come Helen Mirren (Rachel da anziana) o

    giovani sorprendenti promesse come Jessica Chastain (Rachel negli anni verdi qui ne Il debito, già in The Tree of Life di Terrence Malick, straordinariamente seducente e magnetica Salome in Wilde Salome di Al Pacino, quanto intensa e determinata detective in Texas, Killing Fields di Ami Canaan Mann). Un personaggio chiave quello di Rachel di cui intuiamo fin dalle primissime battute l'enorme portata di un fardello inesprimibile, ingombrante e top secret finché i fantasmi da un passato alquanto travagliato e complesso, non torneranno a farle visita con l'invito obbligato a saldare un salatissimo conto in sospeso. Così il piano narrativo della realtà presente con Rachel/Mirren si alterna in un montaggio pressante ma fluido sull'onda di reiterati flashback - contrapposto a quello contorto fino all'indecifrabile de La talpa succitata - ad intensi ed inquietanti scorci del passato con Rachel/Chastain. Sullo sfondo una 'missione' ad alto tasso di adrenalina nel corrispettivo di importanza

    e grado di rischio che mette in gioco approcci, intendimenti e risvolti politico-etici diversi, talora contrapposti, là dove il senso di giustizia si intesse con la vendetta, così come pure il cinismo rischia di soffocare una pietà destinata ad andare sprecata, a cadere del vuoto che abita la mostruosità fatta persona: l'ingrato ruolo è toccato a Jesper Christensen con il criminale nazista Vogel, il famigerato 'chirurgo di Birkenau' celato sotto le mentite spoglie di ginecologo. E saranno sufficienti un paio di sequenze, con quelle parole sgradevolmente untuose e micidialmente affilate come pugnali, a tracciare un profilo indelebile del personaggio tanto quanto della gravità di quegli stessi risvolti che hanno scritto col sangue alcune delle più tragiche pagine di storia. E gli inserti in lingua originale tedesca sottotitolati, quando rigore documentaristico non ha richiesto il russo ucraino, conferiscono particolare rispetto al meritato spessore espressivo:

    "Voi ebrei non avete mai saputo uccidere,

    solo morire!... Perché credi che sia stato così facile sterminarvi? Per la vostra debolezza... Non uno su mille ha pensato di resistere... E' lì che ho capito che non avevate il diritto di vivere". E qui Madden, con il vomito di Rachel collocato nel fotogramma successivo, di fatto dettato da altre ragioni, non sa resistere di fronte all'opportunità di apostrofare simili 'oscenità' con l'illusione-allusiva di una reazione conseguente del tipo causa-effetto. Dispiace solo che la sintesi efficace delle dinamiche interattive anche con i 'compagni di missione e di vita' (David-Sam Worthington e Ciaràn Hinds, e Stefan-Marton Csokas e Tom Wilkinson), il buon livello di suspense e tensione sostanziale che ben giustifica scelte e modi di sentire contrapposti, risultino macchiate di qualche ingenuità di rappresentazione scenica, come argomentare in auto quasi ci fosse il pilota automatico o dotare di abilità e forza da combattimento il vecchio Vogel, ritratto quasi coetaneo della

    Rachel anziana, quando nel loro passato si era evidenziata una discreta differenza di età. I soliti miracoli della magica celluloide! Ma quella lettera lasciata sul letto da Rachel/Mirren per il giornalista ha la cristallina nitidezza di una pagina catartica che finisce per lavare e portarsi via anche quelle poche impurità, ininfluenti su spessore e intensità dei chiaroscuri narrativi di genere.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de IL DEBITO

    Links:

    • John Madden (Regista)

    • Helen Mirren

    • Sam Worthington

    • Tom Wilkinson

    • Ciaran Hinds

    • Jessica Chastain

    • IL DEBITO - INTERVISTA alla Prof.sa SIMONA COLARIZI, docente di Storia Contemporanea presso l'Università ‘La Sapienza’ di Roma (Interviste)

    Altri Links:

    - Pagina Facebook
    - Pagina Twitter

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Il debito - trailer

    Il debito - trailer HD

    Il debito - spot 'Justice'

    Il debito - spot 'Single Mistake'

    Il debito - spot 'Nazi Hunters'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Men in Black: International

    MEN IN BLACK: INTERNATIONAL

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 25 luglio .... [continua]

    Spider-Man: Far from Home

    SPIDER-MAN: FAR FROM HOME

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 10 Luglio

    "Mi hanno chiesto per anni se volessi ....
    [continua]

    Roma

    ROMA

    Cinema sotto le stelle 2019 - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 3 statuette: .... [continua]

    Bentornato Presidente

    BENTORNATO PRESIDENTE

    Cinema sotto le stelle 2019 - RECENSIONE - Il Presidente Peppino Garibaldi (Claudio Bisio) .... [continua]

    Arrivederci professore

    ARRIVEDERCI PROFESSORE

    Cinema sotto le stelle 2019 - Anteprima all'Italy Sardegna Festival (13-16 giugno) - Johnny .... [continua]

    Green Book

    GREEN BOOK

    Cinema sotto le stelle 2019 - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 3 statuette: .... [continua]

    Aladdin

    ALADDIN

    Cinema sotto le stelle 2019 - Nella versione live-action del classico Disney (1992) Will .... [continua]