ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Radioactive

    RADIOACTIVE

    New Entry - Il film di Marjane Satrapi è dedicato alla vita rivoluzionaria e .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Nemico pubblico N. 1 - L’istinto di morte (parte 1)

    NEMICO PUBBLICO N. 1 - L'ISTINTO DI MORTE: LA VERA STORIA DELL'UOMO CHE SI CELA DIETRO L'ICONA DI JACQUES MESRINE, L'ULTIMO DEI GRANDI GANGSTER FRANCESI

    Vincitore ai 'CESAR 2009' di tre Premi: 'Miglior Regista' (Jean François Richet); 'Miglior Attore' (Vincent Cassel); 'Migliore Colonna sonora'.

    "La Marsigliese stava suonando quando mi hanno messo in mano una pistola – la mia mano ha sviluppato il gusto per le pistole. La morte è un’amante fedele che non lascia i suoi innamorati. Se vivi nell’ombra, non ti avvicinerai mai al sole. Non ci sono eroi nel crimine. All’inferno, puoi divertirti davvero. Solo le persone che non si sono annoiate a morte sulla terra possono andarci. Troppe persone si tirano indietro. La mente non muore. La prova è che state pensando a me".
    Jacques Mesrine

    "Molte persone hanno visioni distorte di Mesrine. Lo vedono come una sorta di Robin Hood, oppure lo considerano un assassino; entrambe queste due concezioni sono sbagliate. Condividevamo un punto di vista: mostrare tanto i suoi lati più oscuri quanto quelli maggiormente noti, per non nascondere nulla della sua vita".
    Il regista Jean François Richet

    (L’istinct de mort FRANCIA/ITALIA/CANADA 2008; Thriller biopic d'azione; 110'; Produz.: La Petite Reine/Remstar/Novo Rpi co-prodotto da M6 Films con la partecipazione di Canal+/Tps Star/M6/120 Films/la Region Haute Normandie/Cnc/TeleFilm Canada/ in collaborazione con Uni Etoile 4/Uni Etoile 5/Banque Populaire Image 8/ Cinemage; Distribuz.: Eagle Pictures)

    Locandina italiana Nemico pubblico N. 1 - L’istinto di morte (parte 1)

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Nemico pubblico N. 1 - L’istinto di morte (parte 1)

    Titolo in lingua originale: L’istinct de mort

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2009

    Regia: Jean François Richet

    Sceneggiatura: Abdel Del Raouf Dafri

    Soggetto: Tratto dal romanzo autobiografico di Jacques Mesrine L’Instinct de Mort (Il libro è uscito in Italia con il titolo L'istinto di morte)

    Cast: Vincent Cassel (Jacques Mesrine )
    Cecile De France (Jeanne Schneider)
    Gerard Depardieu (Guido )
    Roy Dupuis (Jean Paul Mercier )
    Gillese Lellouche (Paul)
    Elena Anaya (Sofia )
    Micheal Duchaussoy (padre di Mesrine )
    Myrian Boyer (Madre di Mesrine )
    Florence Thomassin (Sarah)

    Musica: Marcus Trumpp

    Costumi: Virginie Montel

    Scenografia: Emile Ghigo

    Fotografia: Robert Gantz

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Ispirato al romanzo autobiografico di Jacques Mesrine L'Instinct de mort, che scrisse dal carcere poco prima della sua clamorosa evasione, il film di Jean-François Richet segue, con ritmo adrenalinico, l’ascesa di Mesrine da soldato ribelle dell’esercito francese di stanza in Algeria, a spietato criminale nelle strade di Parigi.
    Il primo di due film, intesi come un unico progetto sul personaggio Mesrine (Cassel), getta le fondamenta di quella che sarebbe diventata una lunga sequenza di atti criminosi, che parte con la scena dell’ ‘iniziazione’ di Mesrine all’efferata violenza, durante un interrogatorio a un prigioniero in Algeria. Assetato di potere e in cerca di denaro facile, Mesrine torna in Francia dove trova tutto a portata di mano. Ad ostacolare i suoi piani, ci sarà però Guido (Depardieu) – il boss a capo della criminalità locale. E dopo l’ incontro di Mesrine con la bella e altrettanto spietata Jeanne Schneider (de France), i due che fanno coppia fissa al pari di Bonnie e Clyde, si gettano in una sequela di rapine a mano armata che li porta da Parigi fino a Montreal...

    Dal >Press-Book< di Nemico Pubblico N. 1 - L'istinto di morte

    Nota: Si ringrazia Marianna Giorgi (Ufficio Stampa Eagle Pictures)

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Violenza e tensioni sociali in una ambientazione di rivolta anni 70 molto cara al cinema che in questi ultimi mesi ha saputo farsi medium di memoria presentando varie realtà, dalla Germania, agli Stati Uniti ed ora la Francia.

    Istinto di morte tratteggia in maniera monografica la vita del fascinoso terrorista Jacques Mesrine, a metà fra noir e gangster movie e ne scandaglia con acume e stile le doti di astuzia, fredda pazzia, lealtà e il fascino tipico del ladro gentiluomo.
    Donnaiolo, spaccacuori, responsabile di violenze inaudite, capace sempre di districarsi anche dalle situazioni più complicate, Mesrine vive da protagonista alcuni degli anni di piombo della storia d’Europa, restando egli stesso vittima del braccio altrettanto brutale degli organi di sicurezza e polizia.
    La peculiarità di Mesrine traspare tutta dal film di Richet che abilmente coglie un personaggio che liberamente ha scelto la sua strada seguendo i propri principi, restando uomo d’onore pur praticando

    come scelta prima la violenza, diventando un’icona.
    A metà tra un Lupin, un brutale Robin Hood e un assassino, Mesrine appare una figura complessa di cattivo in cui uno spietato Vincent Cassel si immedesima fino in fondo grazie a scelte di regia illuminate, in cui la tecnica veicola a tutto tondo immagine, ritmo ed emozione.

    Commenti del regista

    Riguardo al personaggio Jacques Mesrine:

    "Un uomo d’onore: è la prima cosa che mi viene in mente. Quando dava la sua parola, non importava quali fossero le circostanze, cercava sempre di mantenerla. Un uomo che viveva nei suoi sogni. Un personaggio complesso che fu soprannominato «'’uomo dai mille volti', ognuno dei quali rappresentava una sfaccettatura della sua personalità. E’ molto più divertente lavorare su un personaggio come questo, anche se è più difficile. Sei posseduto. Sto ancora scoprendo e apprendendo cose su di lui. Viveva i suoi sogni ma non viveva di sogni. Apparteneva alla classe media, si è auto-creato attraverso la negazione: con il suo ambiente sociale era arrivato ai ferri corti. Non è il determinismo sociale che lo ha spinto a vivere come un criminale. Non voleva lavorare in una fabbrica, piuttosto andava a cercare i soldi lì dove se ne trovano: nelle banche. Sognava una vita da gangster e così ha plasmato il suo destino. Immaginava di essere un gangster da quando aveva visto i film di Gary Cooper. Probabilmente era rimasto traumatizzato durante la Guerra d’Algeria... Un romantico, un vero romantico che scrisse delle lettere d’amore infuocate a Jeanne Schneider (Cécile de France)... Un vero ribelle. Era una persona che diceva 'no', che diceva, 'non mi piacciono le leggi,
    sono fatte per i ricchi' e 'non mi piace il governo' e 'non mi piacciono le aree di massima sicurezza'... Sognava così la sua vita e i film ne erano una parte importante. Gli sarebbe piaciuto un film sulla sua vita. Spero che riusciremo ad essere all’altezza delle sue aspettative. Era abile nel farsi degli amici. Amava cucinare: rapì un milionario e gli cucinò del coniglio alla cacciatora. E’ finito come un cane. Con o senza preavviso, può uno Stato legale permettersi di fare una cosa del genere?... E’ stato capace di fare di sé una leggenda. E’ un personaggio straordinario. Aveva talento e carisma, perchè sapeva usare i media; mise a segno dei colpi incredibili... Certamente, è una leggenda anche per il modo in cui è morto. Dietro ad essa c’è tutta la dimensione e la complessità del personaggio. Quello che mi interessa è l’emozione che suscita la storia di questo uomo che è morto a pochi chilometri da dove era nato, ucciso nella sua macchina come un cane, a colpi di arma da fuoco
    ".

    Altre voci dal set:

    Il produttore THOMAS LANGMANN:

    Una storia vera

    "Durante la sua vita Jacques Mesrine, l’ultimo dei grandi gangster Francesi, fu dichiarato nemico pubblico numero uno. Finiva costantemente in cima alla lista degli argomenti in tutti i sondaggi di opinione. La sua spettacolare morte – fu ucciso dalla polizia a colpi di pistola sparati da distanza ravvicinata, in pieno centro di Parigi - lo ha reso ancora più leggendario.
    A distanza di trent’anni dalla sua morte, avvenuta nel 1979, il mito di Jacques Mesrine è ancora vivo.
    Oggi, per la prima volta, un progetto ambizioso porterà la sua vicenda sul grande schermo.
    A metà strada tra thriller e biopic, questo film preannuncia grandi dosi di azione e forti emozioni, senza per questo rinunciare alla fedeltà ai fatti realmente accaduti. Lungi dal voler fare di Mesrine un modello o un supereroe, il film descrive il personaggio in tutte le sue complessità, senza tralasciare gli aspetti più oscuri della sua vicenda. Emergerà così, la vera storia dell’uomo che si cela dietro all’icona
    ".

    Links:

    • Vincent Cassel

    • Cecile De France

    1

    Galleria Video:

    Nemico Pubblico N.1 - L'istinto di morte (versione italiana).mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Inception

    INCEPTION: MODERNISSIMO THRILLER AMBIENTATO NEI MEANDRI DELLA MENTE UMANA

    10° Anniversario: nuova uscita al cinema: il 17 Luglio 2020 - RECENSIONE IN ANTEPRIMA .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 22 Luglio .... [continua]

    La sfida delle mogli

    LA SFIDA DELLE MOGLI

    HAPPY 4 Luglio!!! - Al cinema: le uscite della settimana 29 Giugno-5 Luglio: .... [continua]

    Bombshell - La voce dello scandalo

    BOMBSHELL - LA VOCE DELLO SCANDALO

    Al cinema: le uscite della settimana 29 Giugno-5 Luglio: (dal 1° Luglio) - RECENSIONE .... [continua]

    High Life

    HIGH LIFE

    Robert Pattinson, Mia Goth e Juliette Binoche protagonisti in un'avventura Sci-Fi diretta da Claire Denis .... [continua]

    The Turning

    THE TURNING

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dall'11 Agosto

    "Mi è piaciuto interpretare ....
    [continua]

    Tenet

    TENET

    Dal 26 Agosto

    "Partiremo dal punto di vista di un film di spionaggio, ma ....
    [continua]