ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Il capo perfetto

    IL CAPO PERFETTO

    New Entry - Dal 23 Dicembre .... [continua]

    Il sesso degli angeli

    IL SESSO DEGLI ANGELI

    New Entry - Dal 10 Febbraio 2022 .... [continua]

    The Unforgivable

    THE UNFORGIVABLE

    New Entry - Dal 10 Dicembre (Internet) .... [continua]

    Ghostbusters: Legacy

    GHOSTBUSTERS: LEGACY

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 18 Novembre - Si tratta del terzo capitolo dell'omonima saga, .... [continua]

    Encanto

    ENCANTO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 24 Novembre

    "Nel nuovo film d’animazione Disney faccio Camillo, ....
    [continua]

    Il caso Minamata

    IL CASO MINAMATA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla Berlinale 2020 - Johnny Depp .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Frozen River - Fiume di ghiaccio

    FROZEN RIVER - FIUME DI GHIACCIO: DUE DONNE DI DIVERSA NAZIONALITA' SI METTONO IN AFFARI MA BEN PRESTO SI TROVANO DI FRONTE AD IMPREVISTE QUANTO DIFFICILI SCELTE

    Grand Prix al Sundance Film Festival 2008; 2 Nomination all'Oscar 2009: 'Miglior Sceneggiatura Originale' (Courtney Hunt) e 'Miglior Attrice Protagonista' (Melissa Leo)
    FROZEN RIVER - FIUME DI GHIACCIO: Dal 13 MARZO

    "Ho scritto questo film dopo aver scoperto che delle donne nascondono nel bagagliaio delle loro auto clandestini da portare nello stato di New York guidando sul fiume ghiacciato di San Lorenzo per guadagnare soldi per sostenere i propri figli. Il rischio che corrono mi ha spinto a scrivere una storia, non solo sul traffico di irregolari lungo il confine nord, ma anche sulle circostanze di vita che possono portare qualcuno a correre tali rischi. Ciò che ho scoperto è che l’istinto di una madre a proteggere i suoi figli è più forte di qualsiasi confine culturale, politico o economico. Melissa Leo (Ray) e Misty Upham (Lila) incarnano la lotta oscura di donne sole di ogni etnia che vivono sull’orlo del baratro".
    La regista e sceneggiatrice Courtney Hunt

    (Frozen River USA 2008; thriller drammatico; 97'; Produz.: Cohen Media Group/Frozen River Pictures/Harwood Hunt Productions/Off Hollywood Pictures; Distribuz.: Archibald Enterprise Film)

    Locandina italiana Frozen River - Fiume di ghiaccio

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Frozen River - Fiume di ghiaccio

    Titolo in lingua originale: Frozen River

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2009

    Regia: Courtney Hunt

    Sceneggiatura: Courtney Hunt

    Cast: Melissa Leo (Ray Eddy)
    Misty Upham (Lila)
    Michael O'Keefe (Trooper Finnerty)
    Mark Boone Junior (Jacques Bruno)
    Charlie McDermott (T. J.)
    James Reilly (Ricky)
    Dylan Carusona (Jimmy)
    Jau Klaitz (Guy Versailles)
    Michael Sky (Billy Three Rivers)
    John Canoe (Bernie Littlewolf)
    Nancy Wu (Chen Li - ragazza cinese)

    Musica: Peter Golub e Shahzad Ismaily

    Costumi: Abby O'Sullivan

    Scenografia: Inbal Weinberg

    Fotografia: Reed Morano

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Ray Eddy (Melissa Leo), un'americana che vive con i due figli al confine tra Stati Uniti e Canada, si trova in una disastrosa situazione economica dopo l'abbandono di suo marito, fuggito con i soldi necessari a saldare l'acquisto della loro nuova abitazione. Per racimolare un po' di denaro, Ray si mette in società con Lila (Misty Upham), una donna di origine Mohawk che vive di contrabbando e immigrazione clandestina attraverso il fiume St. Lawrence. In breve tempo gli affari per le due donne si mettono bene, tanto che ognuna delle due riesce ad accantonare la somma necessaria a riportare in sesto la propria vita e raggiungere l'obiettivo prefissato. Una serie di imprevisti, però, manda all'aria la loro ultima 'missione' così Ray e Lila, con le autorità canadesi e americane alle calcagna, sono costrette a trovare rifugio presso la riserva dei Mohawk, dove il 'Consiglio della Tribù' le metterà di fronte a difficili scelte.

    IN ALTRE PAROLE:

    Frozen River narra di Ray Eddy, una donna che vive in una roulotte nel nord dello stato di New York. Ray sta per acquistare la casa dei suoi sogni, ma quando il marito, amante del gioco scappa con i soldi, Ray si ritrova sola con i figli e completamente al verde.
    Mentre cerca di rintracciare il marito, incontra Lila Littlewolf, una ragazza Mohawk che vive in una riserva che si trova su entrambi i lati del confine tra gli Stati Uniti e il Canada, che le propone un piano per guadagnare velocemente denaro.
    Ma i rischi sono molti: si tratta del traffico di immigrati clandestini sul fiume ghiacciato San Lorenzo, pattugliato su entrambe le sponde.
    Dato che ha un disperato bisogno di denaro, Ray accetta l’offerta e con riluttanza inizia a collaborare con Lila: lei guiderà l’auto e divideranno i profitti.
    Inizialmente il ghiaccio è ancora spesso, ma mentre i viaggi procedono, il San Lorenzo si assottiglia, e Ray e Lila scopriranno che il traffico d’immigrati ha un costo molto alto.

    Dal >Press-Book< di Frozen River - Fiume di ghiaccio

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Alle radici della parola, la prova che per creare un thriller non occorre inerpicarsi in trame complicate ma attingere dal vero e dalla più pura realtà, come consiglia Tarantino.
    Ma questa volta non ci sono paradossi se non il contrasto tra realtà di una vita vera e difficile, ai margini e di protagoniste autentiche.
    Una storia quotidiana di solitudine e disagio si fa denuncia sociale e, nella normalità dei fatti e per scansione temporale ritmicamente intima, trova il vero spunto per portare all'apice la tensione.
    Un immedesimarsi spontaneamente suscitato perchè la storia di irreale e costruito non ha nulla, mutila di ogni orpello narrativo e tecnico, scarnificata e muta nella sua spietatezza che si fa specchio di un ambiente silenzioso e gelido in cui si ritrova l'anima.
    Il paradosso è qui e da ciò che è selvaggio puro e disperato utilitarismo e atto estremo oltre la legge, dalla ricerca di una condizione migliore

    che sembra non esistere, due donne intrecciano le loro storie e ritrovano i destini in una notte capace con il miracolo del dono di sé agli altri di ridare vita e senso.
    Senza mai scadere nel già visto, la trama acquisisce un nuovo valore e ridà vita e slancio, rinasce il sentimento sopito dal disprezzo e dalle avversità e diviene gesto e fiducia.
    Con un linguaggio più che mai quotidiano, fatto di inquadrature fortemente intimistiche di dettaglio e soggettive simili a tratti ad una camera a mano per i protagonisti, che alterna lunghi campi dove il contrasto e il mutare dei paesaggi innevati vanno a scandire tempi e modi atmosferici e dell'essere attraverso il giorno e la notte, in miriadi di sfumature di ghiaccio.
    Il paesaggio un universo apparentemente semplice che, al pari dei modelli della letteratura nordica, si fa cifra intima dei sentimenti e dà voce espressa al disagio in un finale

    aperto seppur non privo di speranza.

    Commenti del regista

    CORTNEY HUNT a "THE HOLLYWOOD REPORTER":

    "Alla scuola di cinema ho spesso sentito gente che si lamentava che nei film diretti da donne manca l’avventura, e questo mi mandava fuori di testa, afferma Courtney Hunt. Sono cresciuta con una mamma single che lavorava e lottava per studiare, e francamente, pagare l’affitto era un’avventura. Mi è venuta l’idea per 'Frozen River' quando ho scoperto il traffico di clandestini lungo il confine canadese mentre facevo visita alla famiglia di mio marito nello stato di New York. Quando ho scoperto che alcune delle donne native americane portavano i clandestini nascosti nel bagagliaio dell’auto attraversando il fiume San Lorenzo ghiacciato, sono rimasta affascinata.
    Ho scritto la sceneggiatura con calma, quando ho sentito che conoscevo abbastanza bene i personaggi. Poi, James Schamus portò '21 Grammi – il peso dell’anima' a questo piccolo festival nel mio paese e ho incontrato Melissa Leo. Io sono timida, ma la sua interpretazione in quel film era stata così magnifica che sono andata da lei e gliel’ho detto. Le ho mandato un copione e lei ha accettato di fare il cortometraggio 'Frozen River'. Sia Melissa che Misty Upham erano così avvincenti nel corto che non avrei potuto immaginare di fare il film senza di loro. E loro sono rimaste con me.
    Mi piacciono i personaggi che non suscitano subito simpatia e che vivono ai margini della cultura. Mi piace vivere con loro nell’intimità di un cinema, abbastanza a lungo per capirli, se non addirittura imparare ad amarli. Sto pensando a film come 'Central do Brasil', 'La rabbia giovane', 'Alice non abita più qui' e 'Le notti di Cabiria'.
    Ho adorato 'Babel', ho adorato 'Crash', qualsiasi cosa sconvolga i punti di vista. Il mondo oggi è così complesso – e io credo che in quanto americani ce ne stiamo rendendo conto solo ora – e i film sono un mezzo potente per conoscere la gente che si trova oltre i nostri confini, che siano nazionali, economici o culturali
    ".

    Links:

    • Melissa Leo

    • Misty Upham

    1

    Galleria Video:

    Frozen River - Fiume di ghiaccio (Versione Italiana).mov

    Il giudizio della critica

    The Best of Review

    QUENTIN TARANTINO:

    "Uno dei thriller più emozionanti di quest’anno. Mi ha tolto il fiato e a un certo punto durante l’ultima ora, ha stretto il mio cuore in una morsa e ha stretto quella morsa fino all’ultima immagine. Una magnifica rappresentazione dell’America".

    International Press

    INDIEWIRE:

    "Nel debutto di Courtney Hunt, cupo e pieno di suspense, la grande attrice Melissa Leo domina il film colpendoci con la sua splendida interpretazione nel ruolo della protagonista. Con una prospettiva sia globale che locale, la pellicola si assicurerà l’interesse dei festival e dei distributori".

    VARIETY:

    "La Hunt e il direttore della fotografia riproducono i viaggi sul fiume ghiacciato con una tensione straziante. L’interpretazione intensa della Leo rivela tutto il dolore, la sofferenza e la speranza del personaggio".

    Italian Press

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Spencer

    SPENCER

    Tra i più attesi!!! - Da Venezia 78 - (Concorso) - Kristen Stewart .... [continua]

    L'uomo dei ghiacci-The Ice Road

    L'UOMO DEI GHIACCI-THE ICE ROAD

    Dal 2 Dicembre .... [continua]

    Caro Evan Hansen

    CARO EVAN HANSEN

    16. Festa del Cinema di Roma-Alice nella città (14-24 Ottobre 2021) - Nell'adattamento cinematografico .... [continua]

    Mosse vincenti

    MOSSE VINCENTI: PAUL GIAMATTI AVVOCATO SCALCINATO E ALLENATORE DI WRESTLING DI UNA SQUADRA LICEALE PER IL REGISTA DE 'L'OSPITE INATTESO' THOMAS MCCARTHY

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 29. Torino Film Festival (25 .... [continua]

    The French Dispatch

    THE FRENCH DISPATCH

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Da Cannes 2021 - In CONCORSO .... [continua]

    La canzone della vita - Danny Collins

    LA CANZONE DELLA VITA - DANNY COLLINS

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - In DVD e Blu-RAY dal .... [continua]

    Il nemico invisibile

    IL NEMICO INVISIBILE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 9 LUGLIO

    Evan Lake: [parlando ....
    [continua]