ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Honey Boy

    HONEY BOY

    New Entry - Il 20 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Il 20 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma - Alice nella .... [continua]

    Drowning

    DROWNING

    New Entry - Il 20 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Il 19 Ottobre in anteprima alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre .... [continua]

    Pavarotti

    PAVAROTTI

    New Entry - Il 18 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    The Aeronauts

    THE AERONAUTS

    New Entry - Il 18 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Scary Stories to Tell in the Dark

    SCARY STORIES TO TELL IN THE DARK

    Il 18 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    Military Wives

    MILITARY WIVES

    Il 18 Ottobre alla 14. Mostra del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    FILM di APERTURA alla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > S. Darko

    S. DARKO: IL SEQUEL DEL CAPOLAVORO DI RICHARD KELLY 'DONNIE DARKO', IL CULT MOVIE CHE HA STREGATO I GIOVANI DI TUTTO IL MONDO

    ANTEPRIMA Medusa Multicinema Livorno

    "Il mio primo pensiero è stato ‘come trovare un senso a livello narrativo?’ Richard Kelly ha lasciato tanti misteri irrisolti ed è una delle cose che ha determinato il successo di Donnie Darko. Piuttosto che fornire la risposta a tutte queste domande, tuttavia, desideravo proseguire l’esplorazione. Ho pensato che sarebbe stato interessante approfondire degli aspetti che erano stati trattati solo superficialmente nel primo film. Inoltre, volevo osservare come la sorellina di Donnie, Samantha, fosse stata coinvolta emotivamente dalla sua morte e dalla disgregazione della sua famiglia. 'S. DARKO' è la storia del suo passaggio all’età adulta... Desideravo rendere omaggio alla pellicola originale e lavorare con le convenzioni che aveva creato, ma allo stesso tempo ribaltarle gli eventi in modo da realizzare qualcosa di unico".
    Lo sceneggiatore Nathan Atkins

    Se questo deve essere il film di Samantha Darko, voglio che Daveigh Chase ritorni nel suo ruolo... Trovo il nostro film meno dark dell’originale. Volevo che Daveigh fosse un po’ Alice nel Paese delle Meraviglie, così abbiamo fatto delle piccole modifiche alla fotografia, riuscendo da alleggerirla”.
    Il regista Chris Fisher

    (S. Darko USA 2009; thriller drammatico tra SciFi e mistero; 103'; Produz.: Newmarket Capital Group/Silver Nitrate Films; Distribuz.: Moviemax)

    Locandina italiana S. Darko

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See 'Short Synopsis' In ENGLISH

    Titolo in italiano: S. Darko

    Titolo in lingua originale: S. Darko

    Anno di produzione: 2009

    Anno di uscita: 2009

    Regia: Chris Fisher

    Sceneggiatura: Nathan Atkins

    Soggetto: PRELIMINARIA:

    Uscita in sordina nel 2001 negli Stati Uniti, la pellicola indipendente Donnie Darko divenne un film culto per un’intera generazione grazie al tam tam che si creò su internet attorno alle domande senza risposta poste dal film e ad i suoi significati più profondi. I fan del film criticarono lo sceneggiatore e regista Richard Kelly in occasione dell’uscita della versione 'director’s cut' con 20 minuti di materiale aggiunto. Insomma, realizzare il sequel di una pellicola con un seguito così entusiasta è stato un compito difficile.

    Cast: Daveigh Chase (Samantha Darko)
    Jackson Rathbone (Jeremy)
    Ed Westwick (Randy)
    Elizabeth Berkley (Trudy)
    Briana Evigan (Corey)
    James Lafferty (Iraq Jack)
    Matthew Davis (Pastor John)
    John Hawkes (Phil)
    Zulay Henao (Baelyn)
    Kristina Malota (Susie Bates)
    Marina Malota (Emily Bates)
    Barbara Tarbuck (Agatha)
    Bret Roberts (Poliziotto O'Dell)
    Ryan Templeman (Mike)
    Nathan Stevens (Jeff)
    Cast completo

    Musica: Ed Harcourt

    Costumi: Amy Jean Roberts

    Scenografia: Alfred Sole

    Fotografia: Marvin V. Rush

    Scheda film aggiornata al: 28 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Il film sarà ambientato nel 1995, sette anni dopo il primo film, quando una ormai adolescente Samantha, ancora turbata per la morte del fratello si ritrova a fare i conti con la famiglia disgregata e un futuro senza prospettive.

    SHORT SYNOPSIS:

    S. Darko takes place in the summer of 1995, seven years after the original film. It follows Donnie Darko's younger sister, Samantha (Daveigh Chase), who, in the wake of his death, has found herself at age 17 with a broken family, mired in feelings of insignificance. She and her best friend Corey (Evigan) set off on a road trip to Hollywood in a bid to 'make it big', but their journey is cut short when their car breaks down unexpectedly, leaving them stranded in a small desert town. When a meteorite happens to crash-land nearby, Samantha is plagued by bizarre visions telling of the universe's end and it appears that their breakdown was part of some grander plan. When she finds out she was actually adopted by the Darkos, and that she is in no way related to Donnie, she must face her own demons and, in doing so, save the world and herself


    IN DETTAGLIO:

    Sette anni dopo gli straordinari fatti raccontati in Donnie Darko, strani ed inspiegabili avvenimenti tornano a turbare la vita di Samantha, la più giovane sorella di Donnie.
    Una nuova inquietante profezia, una serie di eventi misteriosi che sconvolgono lo spazio-tempo e il ritorno del coniglio Frank per annunciare un nuovo conto alla rovescia prima della fine del mondo. 4 giorni, 17 ore, 26 minuti e 31 secondi… il destino del mondo sarà nelle mani di Samantha.

    Sette anni dopo la tragica morte del fratello Donnie, Samantha Darko (Daveigh Chase) soffre ancora per la sua perdita, che mandò in pezzi l’intera famiglia. Con una vita familiare disastrosa alle spalle, Samantha decide di partire con la sua migliore amica, la ribelle Corey (Briana Evigan)che vorrebbe diventare una ballerina professionista, in un viaggio dalla Virginia alla California.
    Quando alla loro macchina si rompe la pompa dell’acqua nei pressi della minuscola Conejo Springs, Sam e Corey rimangono bloccate, in attesa del pezzo di ricambio, nella calda e polverosa cittadina con pochi soldi e nessuno che le possa aiutare. La scatenata Corey fa rapidamente amicizia con il bad boy della città, Randy Holt (Ed Westwick), mentre Samantha è inquieta e non ha nessun interesse a socializzare.
    Il mattino dopo l’arrivo delle ragazze, un meteorite distrugge il mulino di un agricoltore locale, lasciando un enorme cratere.
    Funestata da sogni strani e profetici che si insinuano anche nella sua esistenza cosciente, Samantha cerca qualche risposta nelle persone intorno a lei ma trova solo stereotipi di fanatismo religioso, come Trudy Potter (Elizabeth Berkley), ossessionata da Gesù Cristo e dal Pastore John Mellit (Matthew Davis) della Born Again Church, e superficialità espressa dalle feste di Randy e dei suoi amici e dai sospetti alimentati dalle chiacchiere di una piccola città.
    Sam e Corey hanno uno scontro molto duro che si trasforma in una catastrofe. Senza saperlo, diventano parte di una catena invisibile che le collega a un bambino scomparso, a un veterano della Guerra del Golfo disturbato e ad una pericolosa breccia nella dimensione spazio-temporale. Soltanto un sacrificio estremo riporterà l’universo al tempo e alla situazione ideale, mentre i minuti scorrono inesorabili.

    Dal >Press-Book< di S. Darko

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    IN PRIMO PIANO SU UNA ’GIOVENTU’ BRUCIATA’ IN CERCA DI SPERANZA E DI UN FUTURO POSSIBILI, SAMANTHA DARKO, LA SORELLA DEL DEFUNTO DONNIE. IL NUOVO REGISTA CHRIS FISHER SEGUE LE ORME, RIMARCANDONE FIN TROPPO I CONTORNI, DELL’IDEATORE DELL’’UNIVERSO DARKO’ RICHARD KELLY, MA NEL TENTATIVO DI RENDERGLI OMAGGIO APPROFONDENDO I MISTERI DA LUI LASCIATI IN SOSPENSIONE, SCADE NEL DIDASCALICO, NELL’ELEMENTARIETA’ DEL MESSAGGIO ESISTENZIALISTA, AFFIDANDOSI AD UNA COMMISTIONE DI STILI E GENERI NARRATIVI E VISIVI, OSTINANDOSI A SPIEGARE LA’ DOVE SAREBBE STATO MEGLIO RISPETTARE IL FASCINO E LA PROFONDITA’ DELL’IRRISOLTO.

    L’’Universo Darko è tornato’, in una dimensione, se possibile, più ‘frastornata’ che mai, nel tentativo di omaggiare con tutti gli onori il precedente Donnie Darko diretto dall’ideatore Richard Kelly e assurto da internet al grande schermo agli scranni di gloria in celluloide. Visionario, originale fin nella colonna sonora, di quelle che non si dimenticano, Donnie Darko ha aperto il varco ad un genere

    dal tocco talmente singolare che un sequel poteva essere affrontato solo dallo stesso Kelly. Con S. Darko che dunque già parte ‘in seconda’, il nuovo regista chiamato in causa, l’indipendente ‘scifi horror’ Chris Fisher (Dirty) si è dichiaratamente preoccupato, avendo accettato l’incarico di cotanto ‘ingombrante’ sequel, di come riuscire a mixare l’amato ‘universo Darko’ ad altre componenti narrative in grado di sorprendere lo spettatore. Ovvio che la proposta si profilasse tanto allettante quanto insidiosa, sia pur vista dall’occhio di un già apprezzato cineasta al ‘Sundance Film Festival’ come il californiano Fisher, a quanto pare ansioso di proseguire sul binario dell’esplorazione profonda del lato oscuro della vita, espandendo i propri orizzonti verso i generi dell’horror, della suspense e della fantascienza. Ed evidentemente ha colto in S. Darko l’opportunità per dimostrarlo.

    Con S. Darko Fisher sceglie di rendere protagonista l’universo giovanile nel pieno del suo target ‘sgangherato’, intriso di rabbia e di belle

    speranze per un futuro con un senso logico soprattutto sul piano morale esistenziale.
    In questo universo giovanile emerge protagonista assoluta la sorella del defunto Donnie Darko, Samantha (Sam) - la bambina di dieci anni che ora ritroviamo diciottenne ancora interpretata dalla stessa Daveigh Chase (The Ring) - che con l’amica Corey (Briana Evigan, Step Up 2 - La strada per il successo), intraprende un viaggio alla conquista di un futuro possibile. Tutto il percorso, a cominciare da questo momento, che è poi ciò che incarna il corpo centrale del film, pullula di ‘stereotipi’ e si nutre di una commistione di stili alla stregua del ‘patchwork’: le due ragazze in fuga dall’ordinario ricalcano le antesignane Thelma & Louise, persino nell’incontro con il bullo di turno e nella sfrontatezza comportamentale e lessicale come maschera di profonde insicurezze personali.

    E’ dunque su lei, su Sam, segnata indelebilmente dal tragico evento familiare ed erede del sonnambulismo

    visionario e preveggente del fratello Donnie (per lui sarebbe più corretto parlare di premonizione piuttosto che di preveggenza), che la regia punta il tutto e per tutto, cavalcando peraltro il ‘sexy touch’ della graziosa interprete. Eppure, evidentemente sotto l’ingombrante e schiacciante fardello del target di tutta eleganza ereditato dal film precedente, il nuovo regista Fisher si è posto l’obiettivo sbagliato: cercare a tutti costi di approfondire i misteri, i viaggi temporali e gli universi che si incrociano sulla quarta dimensione seminati da Richard Kelly. Così Fisher ha finito per sfrondare, fino a denudarlo, l’universo Darko originale, la cui magica ricchezza molto doveva proprio al fascino dell’irrisolto, lasciato deliberatamente ‘in sospensione’, dato che in materia di occulto e affini non è detto che debba essere tutto così chiaro e limpido. Fisher è dunque caduto nel tranello del voler esplicitare e rimarcare, fino a raggiungere il ‘didascalico’. E non si dice solo

    delle battute finali, occasione per tirare le fila, come in una elementare lezioncina, con una carrellata dei personaggi che ammicca al proseguo delle loro esistenze.

    La sceneggiatura del film sembra poi imperniata su una sorta di abbecedario, peraltro piuttosto ‘scarno’, di massime esistenzialiste, destinate a restare orfane ad oltranza di una qualche riflessione meno ‘liquida’. Da qui emergono le ottiche contrapposte di chi vede ‘la vita come uno schifo di percorso con lo scopo di giungere all’approdo finale della morte’ e di chi ne coglie l’essenza ‘ciclica’ in un perenne ‘rinnovamento’, per cui si arrivano a superare anche gli eventi più tragici, ci risvegliamo e nasciamo di nuovo - che è poi il ‘messaggino’ globale del film affidato alle parole di Sam. Ma il personaggio sacrificale, stagliato sull’orizzonte di falsi profeti, sul dilagare di credo religiosi vacillanti o virati sui binari del fanatismo, colui cui tocca immolarsi per la salvezza

    del pianeta, non sarà Sam, che incarna invece il simbolo della rinascita.

    E così, passando per il piccolo schermo come passaggio di comunicazione nella cosiddetta ‘quarta dimensione’ - Poltergeist docet - cui si riallaccia l’ormai inflazionata e gettonatissima idea della ‘superficie liquida’ - presente pure in Donnie Darko - tra schegge ‘gotico/dark’ lambite da gocce horror, tra ‘ralenti’ e ritmi accelerati, ‘flashback’ e ‘forwards’, sorvolate di volte celesti o vorticosi inabissamenti in buchi neri ultradimensionali, in un reiterato andirivieni tra fuori e dentro la realtà, seguendo come un filo di Arianna quel famoso cordone ombelicale che fluisce dalle viscere di chi desidera ‘portarsi oltre’, Sam riuscirà a prendere il suo ‘treno dei desideri’, quell’autobus che riporta tutto sul binario della normalità: quel quotidiano, ordinario, quieto vivere, con cui si torna sempre a dover fare i conti ogni giorno - “Ci svegliamo e ricominciamo da capo” - fedeli all’impegno preso con se

    stessi, di guardare avanti, lasciandoci il passato alle spalle.

    Bibliografia:

    Sito ufficiale: www.mtv.it/sdarko

    Links:

    • Daveigh Chase

    • John Hawkes

    • Jackson Rathbone

    1

    Galleria Video:

    Trailer by 'YOUTUBE'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Il mio profilo migliore

    IL MIO PROFILO MIGLIORE

    Dalla Berlinale 2019 - Juliette Binoche si sente libera di sondare un personaggio sofisticato e .... [continua]

    The Informer - Tre secondi per sopravvivere

    THE INFORMER - TRE SECONDI PER SOPRAVVIVERE

    Dal 17 Ottobre .... [continua]

    Joker

    JOKER

    VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    In Pre-Apertura alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - Ecco .... [continua]

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Ancora al cinema - Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Ancora al cinemaDa -Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - .... [continua]