ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Eagle Eye

    'EAGLE EYE': SHIA LABEOUF E MICHELLE MONAGHAN PERSEGUITATI TECNOLOGICI

    "L'idea iniziale di Steven (Spielberg) era centrata sull'idea che la tecnologia sia ovunque. Ci circonda – e cosa succederebbe se venisse usata contro di noi? Cosa accadrebbe se la tecnologia che è tutta attorno a noi, che noi amiamo e dalla quale dipendiamo, improvvisamente venisse impiegata in maniera negativa e fuori da qualsiasi controllo?".
    Il co-produttore Pete Chiarelli

    "Il trucco adesso era trovare il modo di ampliare la storia, per creare qualcosa di più complesso e profondo di un semplice film d'azione con inseguimenti ed esplosioni. In pratica si trattava di aggiungere alla storia una prospettiva umana... i personaggi potrebbero vivere in qualsiasi epoca, e il pubblico si può identificare in loro a dispetto della propria origine. Sono solo due persone assolutamente normali che si ritrovano a vivere in circostanze assolutamente straordinarie al di là del loro controllo, che sono obbligati a compiere azioni per loro incomprensibili e, mentre il film si sviluppa, devono capire perché questa strana sorte è toccata proprio a loro – cosa che, allo stesso tempo, fa anche il pubblico".
    Lo sceneggiatore e produttore Alex Kurtzman

    "Non abbiamo idea del perché ci venga detto di fare certe cose, sebbene sappiamo che abbia un significativo potere su di noi, e che siamo in pericolo, e che anche le persone che amiamo lo saranno se non aderiremo alle richieste... Non abbiamo idea da dove venga. Sembra che sia in ogni cellulare o telefono, automobile, schermo dell'aeroporto – ovunque guardiate, lei c'è".
    L'attrice Michelle Monaghan

    (Eagle Eye USA 2008; Thriller drammatico tenologico; 118'; Produz.: DreamWorks SKG/Kurtzman/Orci; Distribuz.: Universal Pictures International Italy)

    Locandina italiana Eagle Eye

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Eagle Eye

    Titolo in lingua originale: Eagle Eye

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2009

    Regia: D. J. Caruso

    Sceneggiatura: Eli Attie, John Glenn

    Cast: Shia LaBeouf (Jerry)
    Michelle Monaghan (Rachel)
    Rosario Dawson (Zoe)
    Michael Chiklis (Callister)
    Anthony Mackie (Scott)
    Billy Bob Thornton (Morgan)
    Eiko Nijo (Guida turistica giapponese)
    Brittany Ishibashi (Amica di Rachel)

    Musica: Bryan Tyler

    Costumi: Marie-Sylvie Deveau

    Scenografia: Thomas E. Sanders

    Fotografia: Dariusz Wolski

    Scheda film aggiornata al: 21 Agosto 2016

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Cosa succederebbe se le tecnologie di cui siamo tutti più o meno schiavi - telefonini, email, computer e marchingegni di ogni sorta - si rivelassero un pericolo per gli esseri umani?
    Succederebbe che due malcapitati come Jerry (Shia LaBeouf) e Rachel (Michelle Monaghan), la mamma single che si ritrova come lui perseguitata da squilli misteriosi, si troverebbero al centro di un complotto di cui ignorano i moventi.

    Nota: Si ringrazia Angelo Lorusso (WayToBlue) per la cortese collaborazione.

    IN ALTRE PAROLE:

    In Eagle Eye Jerry Shaw (LaBeouf) e Rachel Holloman (Michelle Monaghan) sono due estranei che si ritrovano insieme a causa della misteriosa telefonata di una donna che non conoscono. Minacciando le loro vite e le loro famiglie, la donna spinge Jerry e Rachel in una serie di situazioni sempre più pericolose, servendosi della tecnologia di cui noi tutti disponiamo per controllare le loro azioni. Col peggiorare della situazione, queste due persone normalissime diventano i ricercati più inseguiti di tutto il paese, costretti ad unire sforzi e risorse per capire cosa stia succedendo. Lottando per le loro vite, si trasformano in pedine di un nemico senza volto che ha un potere illimitato e riesce a controllare tutto ciò che fanno.

    IN DETTAGLIO:

    Al National Military Command Center del Pentagono, il Segretario della Difesa Geoff Callister deve prendere una decisione cruciale: se bombardare o meno un bersaglio importante,un terrorista afgano ricercatissimo. Senza che l'identità dell'uomo sia confermata, il Presidente ordina di attaccare quello che sembra essere un funerale. L'attacco genera una grande animosità nei confronti degli Stati Uniti da parte dei terroristi d'oltreoceano, oltre ad una possibile minaccia interna. . .
    A Chicago, un 23enne fannullone di nome Jerry Shaw (Shia LaBeouf), che lavora nel negozio Copy Cabana, viene improvvisamente richiamato a casa – il suo gemello identico, Ethan, un addetto alla pubbliche relazioni dell'aeronautica militare e motivo di grande orgoglio per la sua famiglia, è rimasto ucciso in un incidente d'auto .
    Allo stesso tempo, Rachel Holloman (Michelle Monaghan), una madre single, manda suo figlio Sam di 8 anni a Washington, D.C., per esibirsi con la banda della sua scuola al Kennedy Center – è la prima volta che si separano. Durante una serata fuori con le amiche, riceve un’inquietante telefonata: una strana donna di nome Rachel l'ha contattata al cellulare dicendole di seguire alla lettera le sue istruzioni senza farne parola con nessuno altrimenti Sam – che improvvisamente appare su una serie di schermi televisivi dall'altro lato della strada – verrà ucciso.
    Una volta rientrato a Chicago, Jerry scopre che il suo conto in banca abitualmente vuoto contiene adesso 750 mila dollari, e che il suo appartamento a malapena ammobiliato adesso è zeppo di apparecchi e strumenti da utilizzare per attentati terroristici fai-da-te. Anche lui riceve una chiamata dalla stessa donna misteriosa che lo avverte di scappare altrimenti verrà arrestato. Ma prima che possa fuggire, viene catturato.
    In una stanza per gli interrogatori dell' FBI, l'agente Thomas Morgan (Billy Bob Thornton) interroga il giovane, che sostiene di essere stato incastrato. Rimasto solo in un ufficio, Jerry viene nuovamente contattato dalla donna, che lo libera spaccando il vetro della finestra servendosi di una gru per costruzioni in uso nell'edificio accanto.
    Viene condotto dalla donna ad una Porsche Cayenne – dove Rachel, che lui non ha mai incontrato prima, lo sta aspettando. Sospettosi uno dell'altro fin dall'inizio, si rendono presto conto di essere entrambi alla mercè di questa voce senza un corpo, che controlla ogni loro mossa, e sembra avere un potere assoluto sui loro destini.

    Dal >Press-Book< di Eagle Eye

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Un intrigo internazionale di ossessioni postmoderne dove la tecnologia investe le vite in maniera sempre più totalizzante e diventa fobia.
    Attingendo da scenari realistici di lotta al terrorismo e a ben collaudati moduli del genere spionaggio, il film apre una fitta trama di eventi in cui il più semplice ed insignificante cittadino è preda guidata e pilotata da una voce misteriosa.
    Interessante il parallelo contemporaneo che richiama alla mente l’Hitchcock de L’uomo che sapeva troppo, con la citazione colta del campo arato e sterrato che si perde a vista d’occhio mentre il protagonista corre a perdifiato.
    Solo che qui non ci sono aerei ad attaccare, ma una rete di gru e comandi automatizzati dagli effetti talmente esasperati da sembrare inverosimili.
    A parte il tentativo di far crescere i personaggi e con essi la suspense della storia, (grazie anche ad un discreto livello di recitazione degli interpreti), rimane la peculiarità delle riprese, tra soggettive, verticali

    dall’alto e dal basso ad imprimere il marchio e il ritmo ad un film che per molti versi appare sospeso tra plausibile tentativo di realismo e fugace banalità; mancando per molti tratti di verosimiglianza, ostinatamente si perde nello pseudo-fantascientifico esasperando le fobie tecnologiche del web nel nostro secolo e trasformandole in una ipotesi di totale controllo sulla vita del libero cittadino, ora posto sotto la sorveglianza di una rete di “occhi di aquila” più che mai rapaci.
    In un contesto in cui appare già visto anche il tema della macchina che prende il sopravvento sull’uomo, non manca il lieto fine con tanto di inno nazionale e stereotipi americanissimi.

    Commenti del regista

    C'era sempre la pressione legata al fatto che questa era una storia ideata che Steven (Spielberg) aveva ideato e covato per diversi anni. Ma lui è riuscito a mettermi veramente a mio agio. Mi ha detto che era importante che ogni filmaker sentisse suo il progetto che dirigeva. Mi ha detto ‘Desidero che tu prenda questa idea e la tratti come se fosse tua’. Mi ha concesso piena fiducia. E' stata la collaborazione più perfetta di tutta la mia carriera".

    A proposito del personaggio di SHIA LABEOUF, Jerry:

    "E' uno che si gode la libertà e che crede che non sia necessario frequentare l'università e poi fare quello che la società ha programmato per te. Al momento è alla ricerca di se stesso e sta cercando di capire cos'è che vuole veramente dalla vita – è l'esatto opposto del suo gemello".

    A proposito del personaggio di MICHELLE MONAGHAN, Rachel:

    "E' una situazione di assoluta impotenza per lei. Io non vorrei trovarmi ad avere a che fare con una madre alla quale hanno sottratto il figlio".

    Riguardo ad entrambi:

    "Se fosse stato un film d'azione degli anni Ottanta, ovviamente, sarebbero finiti a letto insieme a metà film, mentre le pallottole gli fischiavano tutto attorno. Ma la loro relazione si basa sul rispetto reciproco che hanno guadagnato l'uno per l'altra. Non si è trattata di una scelta cosciente quella di non farne una storia d'amore. Volevo solo che la storia si svolgesse in maniera naturale".

    Commenti dei protagonisti:

    SHIA LABEOUF (Jerry) A proposito del suo personaggio:

    "Quando lo incontriamo per la prima volta, naviga proprio in pessime acque. E' una specie di fallito in una famiglia di gente in carriera. Il suo gemello è il ragazzo perfetto, con una vita facile e perfetta, brillante, efficiente, affidabile e arrivato –praticamente l'esatto opposto di Jerry".

    MICHELLE MONAGHAN (Rachel) sul suo personaggio, Rachel:

    Lei cerca solo di cavarsela giorno per giorno con suo figlio, mentre lavora duramente... esce dal bar per rispondere al cellulare. Crede che a chiamarla sia suo figlio ma la voce dall'altro capo è quella di una donna che le chiede ‘Cosa saresti disposta a fare per salvare la vita a tuo figlio?’ Ovviamente io non ho la più pallida idea di cosa voglia dire, e resto completamente strabiliata... L'idea di vedere tuo figlio su un treno, mentre pensavi che fosse al sicuro e invece improvvisamente ti rendi conto che non è così, è agghiacciante".

    Altre voci dal set:

    Il produttore ALEX KURTZMAN:

    "C'è un livello di giocosità nel tutto. Chiunque sia la persona dietro a questo mistero, lei li controlla senza dir loro niente di più di quello che è dato loro sapere in questo o quel particolare istante. Pertanto ai loro personaggi sono richiesti degli enormi balzi nel vuoto. Non sanno infatti cosa accadrà loro un attimo dopo".

    Links:

    • Shia LaBeouf

    • Rosario Dawson

    • Anthony Mackie

    • Michelle Monaghan

    • Billy Bob Thornton

    • Brittany Ishibashi

    1

    Galleria Video:

    Eagle Eye (versione italiana).mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]