ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    Aggiornamenti freschi di giornata! (23 Settembre 2019) - FILM di APERTURA alla 14. .... [continua]

    Assassinio sul Nilo

    ASSASSINIO SUL NILO

    New Entry - Dopo il successo di Assassinio sull'Orient Express Kenneth Branagh torna con .... [continua]

    French Exit

    FRENCH EXIT

    New Entry - Questa commedia dark del regista Azazel Jacobs (The Lovers) si ispira .... [continua]

    Le assaggiatrici

    LE ASSAGGIATRICI

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Dal bestseller omonimo di Rosella .... [continua]

    Attraverso i miei occhi

    ATTRAVERSO I MIEI OCCHI

    New Entry - Kevin Costner presta la voce al cane Enzo, protagonista in questa .... [continua]

    Hustlers

    HUSTLERS

    New Entry - Jennifer Lopez spogliarellista a New York secondo la visione 'sportiva' di .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    New Entry - Ecco lo spin-off de Il Grande Lebowski (1998) dei Fratelli Coen .... [continua]

    Il segreto della miniera

    IL SEGRETO DELLA MINIERA

    New Entry - Dal 31 Ottobre

    "Il segreto della miniera è un’opera bella ....
    [continua]

    Grazie a Dio

    GRAZIE A DIO

    New Entry - Una storia vera di pedofilia nell'obiettivo di François Ozon - Dal .... [continua]

    Hope Gap - Le cose che non ti ho detto

    HOPE GAP - LE COSE CHE NON TI HO DETTO

    New Entry - TIFF 2019 - Prossimamente .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Il cavaliere oscuro

    'THE DARK NIGHT/IL CAVALIERE OSCURO': NELL'ATTESO SEQUEL DI 'BATMAN BEGINS' ANCHE HEATH LEDGER, RECENTEMENTE SCOMPARSO, NEL RUOLO DI JOKER

    Il film è dedicato dalla produzione 'Alla memoria' di HEATH LEDGER e CONWAY WICKLIFFE

    "Pensavo che con il primo film avessimo lasciato il mondo di Batman con un 'qualcosa' di interessante e quel finale mi ha suggerito una direzione significativa per poter continuare la storia... Alla fine di ‘Batman Begins,’ avevamo puntato alla minaccia della 'escalation' e cioè che combattendo i signori del crimine della città e minando i loro interessi, Batman potesse provocare una risposta persino maggiore da parte della comunità criminale ed ora tutto ciò è successo. Vi sono delle conseguenze molto negative nella sua crociata a Gotham City".
    Il regista e co-sceneggiatore Christopher Nolan

    "Da un lato, Batman ha iniziato a ripulire Gotham dal crimine e dalla corruzione che da tempo affliggevano la città, ma, ironicamente, il vuoto che ha creato lascia spazio ad un elemento criminale ancora più potente, il quale ritiene di avere l’opportunità di impossessarsi della città".
    Il produttore Charles Roven

    "In ‘Batman Begins’ ci siamo concentrati molto sulle origini del personaggio: come si è evoluto Batman a seguito del trauma subito da Bruce Wayne, le sue paure, la sua rabbia ed, in ultimo, la sua determinazione a combattere il crimine e la corruzione. Ne ‘Il Cavaliere Oscuro,’ Batman è diventato molto conosciuto dalla polizia e dai cittadini di Gotham City, ma mentre alcuni lo considerano un eroe, altri si domandano se non stia facendo più male che bene. E l’arrivo di un nuovo tipo di criminale fa alzare i toni su tale questione...".
    Il produttore Emma Thomas

    (The Dark Night USA 2008; Thriller drammatico tra azione, crimine e mistero; 2h.32'; Produz.: Warner Bros. Pictures/Legendary Pictures/DC Comics/Syncopy; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana Il cavaliere oscuro

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Il cavaliere oscuro

    Titolo in lingua originale: The Dark Knight

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2008

    Regia: Christopher Nolan

    Sceneggiatura: Christopher e Jonathan Nolan

    Soggetto: Storia di Christopher Nolan e David S. Goyer basata sui personaggi dei fumetti pubblicati da DC COMICS. Batman creato da Bob Kane.

    Cast: Christian Bale (Bruce Wayne/Batman)
    Heath Ledger (Joker)
    Aaron Eckhart (Harvey Dent)
    Michael Caine (Alfred Pennyworth)
    Maggie Gyllenhaal (Rachel Dawes)
    Gary Oldman (Lt. James Gordon)
    Morgan Freeman (Lucius Fox)
    Monique Gabriela Curnen (Det. Ramirez)
    Ron Dean (Wuertz)
    Cillian Murphy (Spaventapasseri)
    Chin Han (Lau)
    Nestor Carbonell (Sindaco)
    Eric Roberts (Salvatore Maroni)
    Ritchie Coster (Chechen)
    Anthony Michael Hall (Mike Engel)
    Cast completo

    Musica: James Newton Howard, Hans Zimmer

    Costumi: Lindy Hemming

    Scenografia: Nathan Crowley

    Fotografia: Wally Pfister

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Batman alza la posta in gioco nella battaglia contro il crimine. Grazie all'aiuto del Luogotenente Jim Gordon e del procuratore distrettuale Harvey Dent, Batman riesce a sgominare le organizzazioni criminali che seminano il terrore nella città. L'alleanza tra Batman, Gordon e Dent sembra dare i suoi frutti, ma ben presto i tre dovranno affrontare una nuova e terribile mente criminale: joker (Heath Ledger).

    IN ALTRE PAROLE:

    Con l’aiuto del tenente Jim Gordon e del nuovo Procuratore Distrettuale, Harvey Dent, Batman vuole debellare per sempre il crimine organizzato di Gotham City. Il trio inizialmente sembra potercela fare, ma presto i tre diventano
    le vittime di un pericoloso malvivente, il Joker, che getta Gotham nell’anarchia e fa sì che il Cavaliere Oscuro si trovi molto vicino ad oltrepassare il confine tra l’essere un eroe e l’essere un semplice giustiziere della notte.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    IL CAVALIERE OSCURO BRILLA DI LUCE PROPRIA CON LA SUA PERLA PIU’ NERA, LO SPIAZZANTE JOKER DEL COMPIANTO HEATH LEDGER, AUTENTICO NERVO PORTANTE DELL’INTERO FILM, DA GIUSTIFICARE LA VOCIFERATA NOMINATION ALL’OSCAR POSTUMA. MA NON SOLO. IL CAVALIERE OSCURO SI IMPONE ALL’ATTENZIONE ANCHE QUALE PICCOLA GRANDE OPERA D’ARTE PER LA SAPIENTE E INTELLIGENTE REGIA DI CHRISTOPHER NOLAN (MEMENTO, INSOMNIA, BATMAN BEGINS, THE PRESTIGE) CHE HA FATTO DEGLI EFFETTI SPECIALI UNA BEN CALIBRATA CASSA DI RISONANZA A PIENO SERVIZIO DEL RILEVANTE SPESSORE UMANO, TALE DA FARCI DIMENTICARE LETTERALMENTE LA FONTE ORIGINARIA DA CUI E’ TRATTA LA PELLICOLA: IL FUMETTO. MA QUESTO NUOVO BATMAN SI PRENDE PURE LA GRANDE RESPONSABILITA’ DI SFUMARE, COMMUOVENDO QUA E LA’, CON PIENA COMPLICITA’ DELLA BELLA SCENEGGIATURA, I CONFINI TRA BENE E MALE, TRA EROE E ANTI-EROE, VERITA’ E FINZIONE

    Già se ne parla quando ancora non è in campo. Alcuni membri della malavita di Gotham City, al

    culmine della sua ‘emergenza crimine’, ne discutono nel bel mezzo dell’assestamento di un ‘colpo’ alla banca. Quanto basta ad intuirne la temibile portata.
    Oltre la maschera, indossata a viva pelle perchè dipinta, un’anima grande e profonda, per quanto indissolubilmente legata all’universo più dark che ci si possa immaginare: un’anima compiaciuta del proprio esser dannata e votata all’unico immenso desiderio di adoperarsi in ogni modo possibile per vedere un mondo annientato, anzi, inghiottito dalle spire infernali provocate, elaborate, e tirate a lucido al massimo del loro potenziale di efficienza, con acume tanto demoniaco quanto geniale.
    Non stiamo certo parlando di colui che avrebbe dovuto essere la ‘prima donna’ del sesto tra i diversi film avvicendatisi negli anni passando per mani diverse, a cominciare da Tim Burton, sul mitico personaggio di Bruce Wayne/Batman, l’uomo pipistrello qui interpretato da Christian Bale, senza infamia e senza lode. Stiamo invece ovviamente parlando della nemesi più

    devastante, agghiacciante e diabolica che si sia mai stata pensata come malefico contraltare di Batman, benefattore dell’umanità non certo senza macchia. Stiamo parlando di quel Joker tragicamente incarnato nel profondo delle viscere da un Heath Ledger doppiamente da brivido, sia per la ‘goticissima’ caratterizzazione del personaggio, sia per la superba performance per la quale non a caso si va già parlando di Nomination all’Oscar postuma alla sua prematura morte reale. La portata di questo suo ruolo ‘d’addio’ è tale da relegare in un cono d’ombra lo stesso Christan Bale-Batman, al punto da farlo risultare quasi strumentale, alla stregua di un pretesto accuratamente congegnato, volto a preparare la strada per l’estensione massima del Male personificato dal Joker
    Potrebbe apparire come un facile omaggio post-mortem al compianto Heath, in realtà si tratta onestamente di una lode sincera devoluta ad una bravura senza pari, per una performance così vera e profonda da lasciarne

    intendere l’alto costo a livello emotivo per riuscire a darle una vita così piena, con tale corpo e tale anima: l’immagine vivente di una follia psicopatica, equidistante dal sarcasmo noir e spietatamente ossessiva determinazione, carica di un’avidità in qualche modo affine all’Hannibal Lecter di Anthony Hopkins: per quel risucchiare una salivazione che pregusta l’infame oggetto del desiderio (gli organi vitali dell’essere umano per Lecter, il caleidoscopio dei martìri da infliggere alle vittime designate per Joker) e per quel nervo attivo, infallibile e inesauribile di genialità diabolica degna delle menti più sagaci affogate nelle anime più nere. Con un pericolosissimo e insidiosissimo punto di forza a loro completo favore: la capacità di far leva sulle contraddizioni umane che sminuiscono, al punto da farla crollare come un castello di carte, la perfezione del Bene.
    Così il Joker di Heath Ledger finisce per costituire il nervo portante del nuovo Batman ma se Il

    cavaliere oscuro può inaspettatamente annoverarsi tra alcuni dei più interessanti capitoli della cinematografia d’autore per la imponente valenza artistica, è chiaro che c’è molto di più di una performance da brivido legata ad un solo personaggio, per quanto dominante. Si tratta della calibratura dei moltissimi elementi congiunti armonicamente tra loro, oltre che a citazioni di classici tematici: a parte quello di base tra il Bene e il Male con una linea di demarcazione un po’ meno netta del solito, c’è poi, ad esempio, la relazione affettiva impossibile dell’eroe-non-eroe, in quanto non privo dei suoi punti deboli, quella che Batman condivide sia con Superman che con Spiderman. Ma non mancano citazioni di classici formali: la voce cavernicola deformata di Batman affine al Darth Vader di Star Wars, o la stessa maschera da clown del Joker, un classico tra i classici plurivalente, tra i più gettonati della cinematografia internazionale datata e non.

    Un uso intelligente degli effetti speciali, fino a generare brani di pura arte, armoniosamente interattivi e persino al servizio del rilevante spessore umano che trasuda da tutta la pellicola grazie anche al concorso di un cast che incarna uno spicchio del gotha attoriale internazionale: da Michael Caine a Morgan Freeman, da Gary Oldman ad Aaron Eckhart, oltre a Maggie Gyllenhaal ed altri.
    Onore al merito della regia di Christopher Nolan (Memento, Insomnia, Batman Begins, The Prestige) per cotanta orchestrazione.

    Così questo Batman odierno, questo Cavaliere oscuro, si ricorderà nel tempo quale piccolo capolavoro cinematografico, di rara bellezza, profondità e realismo, confezionato con sapiente e lucida sensibilità artistica, tale da regalarci alcune tra le più affascinanti, scenografiche, immagini della cinematografia internazionale, là dove il sonoro diventa protagonista assoluto fino ad abbracciare visceralmente lo spettatore e a farlo vibrare all’unisono, coinvolgendolo integralmente, con alcuni passi climax di quell’azione che, una volta tanto,

    dilaga ma non sovrasta. Un sonoro che sa essere imperante ma non soffocante, in quanto domato e ‘istruito’ a dovere per ritirarsi in grande stile e lasciare tutto lo spazio possibile alla profonda umanità, nel bene e nel male, che i vari personaggi abitanti questo nuovo, ammaliatore capitolo della saga ‘Batman’, dispensano generosamente allo spettatore per tutta la sua durata.

    Un film che non si può perdere dunque, e per il quale si fa persino fatica a ricollegarlo al fumetto da cui, di fatto, nasce. Anzi, oserei dire che si finisce per dimenticarci completamente della sua fonte originaria, sacrificata al massiccio, dominante spessore, distribuito con grande equilibrio tra realismo ed arte: tra alcune delle indimenticabili sequenze troneggiano la città di Gotham ripresa da svariate angolature, fedelmente speculari alle soggettive a volo d’uccello dell’uomo pipistrello, mai tanto frustrato e consapevole del suo ‘status’ di ‘anti-eroe’, di contro all’eroismo concreto degli inizi,

    prima dei deragliamenti e virate del caso verso il Male - qui nessun eroe è perfetto, è soprattutto ‘umano’ a tutto tondo - di Harvey Dent/Due facce, incarnato da uno straordinario Aaron Eckart.
    Ancora da brivido poi, il volto di Joker che affiora dall’oscurità completa della cella in cui è momentaneamente imprigionato - come non commuoversi oggi di fronte a dei primi e primissimi piani così viscerali? - ma colpiscono altresì numerosi altri brani di estetica cinematografica tra cui, persino il Batman che si allontana sfrecciante sulla moto scorporata dall’auto, in tutta l’elegante portata del suo svolazzante mantello nero. Più che fotogrammi sembrano ‘quadri dinamici’, con le loro intrinseche ‘linee forza’, tali da far quasi venire la tentazione di assimilarli, quali figli ereditari, alla storica corrente d’arte del ‘futurismo’.

    La sceneggiatura poi, eguaglia la levatura del prodotto. Si può persino rischiare la commozione, in alcuni passi, prima di arrivare al

    naturale climax finale, quando la voce fuori campo di Gordon (Gary Oldman) ridefinisce i contorni del personaggio Batman, un anti-eroe con la responsabilità di offrire alla gente, in quei frangenti, un qualcosa che va oltre la stessa verità, perchè: “a volte la verità non basta, a volte la gente merita qualcosa di più…”. E Batman accetta così il suo nuovo ruolo, appuntato nella ’finzione’ di una caccia ordita per ‘convenzione’, ma ‘necessaria’ per il bene collettivo: “Perché Batman è l’eroe di cui si ha bisogno, ma non adesso. Perché lui non è un eroe, è un guardiano silenzioso che vigila su Gotham. E’ un cavaliere oscuro”.

    Commenti del regista

    A proposito del più pericoloso tra i nemici - la nemesi peggiore di Batman, ovvero, "un demonio
    maniacale e senza scrupoli conosciuto con il nome di Joker" (Heath Ledger):

    "Il Joker è l’ultimo criminale dello schermo. A modo suo, il Joker è un’icona tanto quanto 'Il Cavaliere Oscuro', e questo offre a noi sia un’opportunità sia una sfida di esplorare il punto di vista distorto del personaggio. Ma volevamo anche creare un delinquente che, caratteristico e oltraggioso come lui, provenisse comunque dalla realtà. Nel mantenere il tono che avevamo assunto in ‘Batman Begins,’ lo abbiamo raffigurato come un tipo piuttosto serio, nonostante il suo nome fosse Joker. Infatti, abbiamo iniziato a pensare al Joker come ad una forma estrema di anarchico - una forza basata sul caos, un criminale senza scopi che non è alla ricerca di nulla e quindi non può essere compreso.
    Non è solo una massiccia forza distruttrice, ma si delizia della sua natura omicida e questo è uno spettacolo certamente terrificante... Man mano che la sceneggiatura prendeva forma, abbiamo iniziato ad analizzare l’effetto che un uomo avrebbe potuto avere su una intera popolazione, i modi in cui avrebbe potuto alterare gli equilibri per le persone, i modi in cui avrebbe potuto rubare loro le regole, l’etica, ciò in cui credevano, la loro umanità e ritorcere tutto contro di esse. Si può sostenere che sono cose che si vedono anche nel mondo in cui viviamo e che mi hanno portato a pensare che l’anarchia e il caos, ed anche la minaccia di anarchia e di caos - siano tra le cose più spaventose che la società si trovi ad affrontare, soprattutto ai nostri giorni
    ".

    Links:

    • Christopher Nolan (Regista)

    • Christian Bale

    • Morgan Freeman

    • Heath Ledger

    • Aaron Eckhart

    • Maggie Gyllenhaal

    • Michael Caine

    • Cillian Murphy

    • Gary Oldman

    • Il cavaliere oscuro (BLU-RAY)

    1

    Galleria Video:

    The Dark Night in lingua originale.mov

    Il cavaliere oscuro (Versione Italiana).mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    Yesterday

    YESTERDAY

    Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 Settembre .... [continua]

    Rambo: Last Blood

    RAMBO: LAST BLOOD

    Trentasette anni dopo il primo film, arriva il quinto capitolo del franchise cult con cui .... [continua]

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il nuovo 'Diavolo veste Prada' .... [continua]

    Tutta un'altra vita

    TUTTA UN'ALTRA VITA

    Dal 12 Settembre .... [continua]

    Vox Lux

    VOX LUX

    Dalla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Dal 12 Settembre

    "Il mio ....
    [continua]

    It - Capitolo 2

    IT - CAPITOLO 2

    RECENSIONE - Dal 5 Settembre

    "La prima volta che ho interpretato Pennywise nessuno sapeva ....
    [continua]