ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Judy

    JUDY

    Il 22 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    The Irishman

    THE IRISHMAN

    Il 21 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del Cinema di Cannes - Dal .... [continua]

    Honey Boy

    HONEY BOY

    New Entry - Il 20 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Il 20 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma - Alice nella .... [continua]

    Drowning

    DROWNING

    New Entry - Il 20 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Il 19 Ottobre in anteprima alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre .... [continua]

    The Aeronauts

    THE AERONAUTS

    New Entry - Il 18 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Pavarotti

    PAVAROTTI

    New Entry - Il 18 Ottobre alla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Mamma Mia!

    MAMMA MIA! DOPO 'RADIO AMERICA' DEL COMPIANTO ROBERT ALTMAN, CONOSCIAMO BENE LE DOTI CANORE DI MERYL STREEP, MA QUI, MAMMA MIA! E' PURA DINAMITE CHE ESPLODE, DANZANDO, CON LA COMPLICITA' DEI MITICI 'ABBA'

    "'Mamma Mia!' in fondo è sempre stato un film. Ad esempio, è ambientato su un’isola incantevole, e questo non si può mostrare a teatro. Mi piace pensare che la storia in un certo senso sia ‘schizzata’ fuori dal palco per raggiungere il grande schermo... Il nostro sogno era chiedere a Meryl di interpretare Donna. Sapevamo che sa cantare e che voleva fare un musical. Possiede tutto ciò che si possa desiderare. E’ una di quelle attrici che possono far ridere il pubblico a crepapelle o farlo sciogliere in lacrime. Questo era ciò di cui Mamma Mia! aveva bisogno e noi lo abbiamo trovato in lei... Volevo che ogni canzone fosse raccontata in modo diverso con la macchina da presa. Volevo entrare nelle scene, perché a teatro invece ne ero rimasta sempre all’esterno. Ad esempio in 'Voulez-Vous' mi sono messa proprio al centro della scena e ho espresso il punto di vista di Sophie con la cinepresa".
    La regista Phillida Lloyd

    (Mamma Mia!, UK/USA 2008; commedia musicale; 107'; Produz.: Littlestar Productions/Playtone; Distribuz.: Universal Pictures International Italy)

    Locandina italiana Mamma Mia!

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See FLASH REVIEW by: JORDAN MINTZER, “www.variety.com” here - Voice 'Il giudizio della critica' - International Press
    Trailer

    Titolo in italiano: Mamma Mia!

    Titolo in lingua originale: Mamma Mia!

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2008

    Regia: Phyllida Lloyd

    Sceneggiatura: Catherine Johnson

    Soggetto: Dall'omonimo musical teatrale tradotto in ben otto lingue, visto da 30 milioni di spettatorie rappresentato in 170 città in tutto il mondo.

    Cast: Meryl Streep (Donna)
    Pierce Brosnan (Sam Carmichael)
    Amanda Seyfried (Sophie)
    Colin Firth (Harry Bright)
    Christine Baranski (Tanya)
    Julie Walters (Rosie)
    Stellan Skarsgård (Bill)
    Dominic Cooper (Sky)

    Musica: Martin Lowe

    Costumi: Ann Roth

    Scenografia: Maria Djurkovic

    Fotografia: Haris Zambarloukos

    Scheda film aggiornata al: 08 Settembre 2018

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Donna (Streep) è una madre single e indipendente, che ha cresciuto da sola la vivace figlia Sophie, (Amanda Seyfried), ormai prossima alle nozze, e che ha gestito con successo un piccolo hotel su una splendida isola in Grecia. Al matrimonio di sua figlia, Donna ha invitato anche le sue due migliori amiche: Rosie (Julie Walters), una donna dotata di realismo e senso pratico, e Tanya (Christine Baranski), ricca e pluridivorziata. Entrambe, in passato, avevano fatto parte della sua band musicale, Donna and the Dynamos.
    Tuttavia, anche Sophie ha in serbo delle sorprese.
    La ragazza, che sogna di farsi accompagnare all’altare dal suo vero padre, invita alle sue nozze tre uomini del passato di Donna, che 20 anni prima avevano già visitato questo angolo di paradiso mediterraneo.
    Nel corso di 24 ore magiche e folli, i protagonisti vivranno nuovi amori e riscopriranno antichi sentimenti, nella cornice da sogno di un’isola che sembra offrire infinite possibilità.

    IN DETTAGLIO:

    E’ il 1999 e siamo nell’incantevole isola greca di Kalokairi. La nostra avventura romantica inizia nel delizioso hotel mediterraneo Villa Donna, gestito da Donna (Meryl Streep), dalla figlia Sophie (Amanda Seyfried) e dal fidanzato di Sophie, Sky (Dominic Cooper).
    Alla vigilia del suo imminente matrimonio, Sophie spedisce segretamente tre inviti (“I Have a Dream”) indirizzati a tre uomini diversi, uno dei quali potrebbe, a suo avviso, essere suo padre. Partendo da tre città diverse del globo, i tre uomini si mettono in viaggio per tornare sull’isola, dove, 20 anni prima, l’affascinante Donna aveva conquistato il loro cuore.
    Nel frattempo Donna ha un gran daffare per organizzare il suo matrimonio, curando ogni minimo dettaglio, mentre sua figlia accoglie le sue migliori amiche, che saranno le sue damigelle, e subito confessa loro un segreto ‘piccante’: leggendo un vecchio diario di sua madre, ha scoperto che ci sono stati tre uomini nella sua vita, uno dei quali potrebbe essere suo padre: l’uomo d’affari Sam Carmichael (Pierce Brosnan), l’avventuriero Bill Anderson (Stellan Skarsgård) o il banchiere Harry Bright (Colin Firth). Ad insaputa della mamma, Sophie ha invitato tutti e tre questi signori al suo matrimonio (“Honey, Honey”), sperando di riuscire a capire chi di loro è veramente suo padre.
    Sam, Bill e Harry – che fino a quel momento non si conoscono - si incontrano al porto. Il caso vuole che Sam e Harry abbiano entrambi perso il traghetto per Kalokairi, e che Bill offra quindi loro un passaggio sul suo yacht, per ricondurli, senza saperlo, verso la donna che 20 anni spezzò loro il cuore.
    Intanto, sull’isola di Kalokairi, Donna è felice di ritrovare le sue vecchie amiche nonchè ex colleghe della band “Donna and The Dynamos”: la spiritosa Rosie (Julie Walters) e la ricca pluridivorziata Tanya (Christine Baranski), alle quali rivela le sue perplessità rispetto al desiderio della figlia di un matrimonio tradizionale – e – per dirla tutta – del matrimonio in generale.
    Alla Villa, Sophie presenta Tanya e Rosie al suo futuro sposo Sky, e i due fidanzati parlano alle ragazze della loro idea di concepire un sito web per attrarre i turisti nell’isola. Donna rivela la propria difficile situazione finanziaria alle sue amiche (“Money, Money, Money”) mentre le accompagna a visitare la residenza. Perseguitata dai creditori, Donna sogna “il mondo dei ricchi”, e si immagina distesa su uno yacht a rosolarsi al sole, oggetto di dolci coccole e di piccoli lussi. Si risveglia dal sogno quando vede che nel cortile è improvvisamente apparsa una crepa alquanto minacciosa.
    Arrivano i tre uomini e Sophie riesce a farli passare inosservati e a nasconderli nelle loro camere, spiegando loro, con un certo imbarazzo, che la madre è all’oscuro della loro presenza. Quindi li prega di non farsi vedere da Donna perché intende farle una fantastica sorpresa: in fondo sono dei vecchi amici di cui parla “spesso” tanto bene. I tre uomini sentono Donna che lavora nella stanza sottostante per riparare la crepa e giurano a Sophie di non rivelare il loro segreto. Sophie esce dalla finestra… ma un attimo dopo Donna si affaccia dalla botola e si ritrova faccia a faccia con i suoi ex tre amanti, che in realtà non è mai riuscita a dimenticare (“Mamma Mia”), mentre i tre uomini goffamente inventano una serie di scuse per giustificare la loro presenza. Tuttavia Donna è irremovibile: non desidera che i tre restino nell’isola. Visibilmente scossa, confida a Tanya e a Rosie (“Chiquitita”) un segreto che non ha mai rivelato a nessuno: neanche lei sa chi dei tre uomini sia il padre di Sophie. Tanya e Rosie la coinvolgono in uno spiritoso numero musicale per cercare di tirarla su. Donna and The Dynamos ricordano i bei tempi e cantano una canzone a difesa delle donne, in cui esortano alla libertà femminile (“Dancing Queen”).
    Sophie trova i tre uomini a bordo dello yacht di Bill e, mentre ammirano le bellezze dell’isola (“Our Last Summer”) le raccontano di quando sua madre era una ragazza senza pensieri. Al loro ritorno, Sophie vorrebbe trovare il coraggio di rivelare a Sky il suo stratagemma, ma alla fine non ha il cuore di farlo. Sky e Sophie cantano appassionatamente insieme (“Lay All Your Love on Me”), ma vengono interrotti da un gruppo di giovani che fanno irruzione per rapire Sky e portarlo alla festa d’addio al celibato.
    Dal canto loro, Sophie, Donna, Tanya e Rosie organizzano l’addio al nubilato, e si esibiscono in uno spettacolo improvvisato nei panni di Donna and The Dynamos (“Super Trouper”). Sophie è deliziata nel vedere sua madre nelle vesti di ‘rocker’, ma si preoccupa quando la festa è interrotta dall’arrivo di Sam, Bill and Harry. Decide di parlare da sola con ognuno dei tre uomini.
    La giovane sposa approfitta della confusione creata dal ballo delle sue amiche con gli uomini (“Gimme! Gimme! Gimme! [A Man After Midnight]) per parlare con Sam e dei suoi sentimenti per Donna. Quindi passa a Harry, indagando se desidera o meno dei figli. Infine Bill le rivela che Donna aveva ricevuto il denaro da investire nella villa da una sua prozia di nome Sofia, e Sophie immagina che questo potrebbe essere l’origine del suo nome. Trovato! Bill è certamente suo padre! Sophie gli chiede di non tradirla e di mantenere il segreto fino al matrimonio.
    Al settimo cielo, Sophie torna al party. Ma la sua felicità dura poco: Sam e Harry le confessano che forse sono loro i suoi padri e che intendono rivelare il suo segreto (“Voulez-Vous”). Scioccata, Sofia tace e, sopraffatta dalle conseguenze della sua azione, sviene sulla pista da ballo.
    Il mattino seguente, Rosie e Tanya rassicurano Donna che si prenderanno loro cura degli uomini. Donna affronta Sophie, credendo erroneamente che sua figlia intenda cancellare le nozze. Sophie le risponde con rabbia, che l’unica cosa che vuole è evitare di commettere i suoi stessi errori, e fugge via. Donna, turbata, viene avvicinata da Sam, che gli esprime preoccupazioni paterne all’idea che Sophie si sposi così giovane. Donna gli fa una lavata di capo ed entrambi si rendono conto di provare ancora qualcosa l’uno per l’altro (“SOS”).
    Nel frattempo, sulla barca, Bill e Harry stanno per confidarsi i propri segreti ma vengono interrotti da Rosie — che teme di trovare Bill che fa colazione in costume adamitico! Allo stesso modo, l’atmosfera è carica di emozioni sulla spiaggia dove Tanya e il giovane Pepper continuano a flirtare dalla notte prima (“Does Your Mother Know”).
    Mentre i suoi sogni stanno andando in frantumi, e il suo matrimonio è in serio pericolo, Sophie si rende conto che è venuto il momento di dire la verità a Sky e di chiedere il suo aiuto. Il ragazzo si arrabbia quando scopre l’inganno ordito dalla sua fidanzata, e quindi Sophie è costretta a rivolgersi a sua madre e a chiedere a lei il suo sostegno.
    Mentre Donna aiuta sua figlia a vestirsi per il matrimonio, le incomprensioni fra le due donne vengono presto superate e Donna ricorda l’infanzia di Sophie, e rilfette su quanto sua figlia sia cresciuta velocemente (“Slipping Through My Fingers”). In quel momento Sophie decide che è venuto il momento di confidarsi con l’unico genitore che abbia mai conosciuto: sua madre. Mentre lo staff e le damigelle accompagnano Donna e Sophie alla cappella, Sam aspetta nervosamente. Donna fa cenno agli altri di andare avanti per confrontarsi con l’uomo. Tuttavia Donna lo interrompe subito, per rivelargli il profondo dolore che ha provato nel perderlo (“The Winner Takes It All”).
    Dopo l’inizio della cerimonia, Donna non riesce e più a tenere a freno la lingua. Confessa a Sophie che suo padre è fra gli ospiti… ma che potrebbe essere Sam, Bill o Harry. Sophie, anche lei in stato di shock, ammette di averli invitati lei. Tutti e tre gli uomini dichiarano che sarebbero felici di essere il padre di una ragazza così carina. Le sorprese non hanno fine: Sophie chiede a Sky di rimandare la cerimonia e di cogliere l’occasione per fare un viaggio insieme, come hanno sempre desiderato. Sembra quindi che i preparativi siano stati vani, fino a quando però Sam non fa l’ultima, spettacolare mossa, chiedendo la mano di Donna.
    Lei accetta (“I Do, I Do, I Do, I Do, I Do”)!
    Al ricevimento nuziale, Sam canta una canzone per Donna, che ama da 21 anni (“When All is Said and Done” [solo nel film, non nel musical]), e che esorta Rosie a rivelare timidamente a Bill il suo affetto per lui (“Take a Chance on Me”). Tutte le coppie presenti dichiarano i propri sentimenti e magicamente, l’acqua della Fontana di Afrodite inizia a zampillare dalla crepa del cortile di Villa Donna.
    La nostra storia si conclude con Sophie e Sky che dicono addio all’isola per iniziare una nuova vita insieme (“I Have a Dream”), piena di speranza e di promesse.

    Dal >Press-Book< di Mamma Mia!

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    Dal 3 ottobre canteremo anche noi italiani sulle note degli ABBA?!

    Quante volte canticchiamo sotto la doccia o quando ci prepariamo a fare qualcosa che ci piace davvero? Spesso, spero per voi. Ma se è un po’ che questo non accade più, béh, il mio consiglio è di andare a vedere questo film perché ti mette dentro un alone di positività e di gioia alla fine della sua proiezione.

    La trama è esile esile: Sophie, una ragazza che si sta per sposare, vuole scoprire chi è suo padre. Le possibilità sono tre e le invita tutte alle sue nozze, nascondendo, però, la cosa alla madre Donna, direttrice di un piccolo albergo in un’isola greca, dove si svolge la vicenda. Fino a qui nulla di nuovo, anzi, per certi versi la storia sembra molto simile a quella di una vecchia commedia di Melvin Frank del 1968 con Gina Lollobrigida (una delle poche

    produzioni statunitensi a cui l’attrice prese parte) dal titolo Buonasera, signora Campbell. Forse qualcuno ancora se lo ricorda.

    La cosa interessante di Mamma Mia! è, invece, la sceneggiatura di Catherine Johnson (con Phyllida Lloyd, la regista, è l’artefice dell’opera teatrale realizzata quasi dieci anni fa ormai e su cui si basa il film), che lega indissolubilmente la natura degli intrecci con le canzoni degli ABBA (gruppo pop svedese in voga negli anni Settanta), le note sulle quali è costruito il musical. L’operazione in sé risulta ben riuscita e modulata, inglobando negli ambienti e negli eventi alcune venature volutamente kitsch che hanno dato spessore alla citazione evidente del periodo in cui il gruppo musicale era in voga (nonostante la storia sia ambientata nel 1999).

    Tutto, in questa pellicola, dalle solari scenografie di Maria Djurkovic alle iridescenti note musicali, è costruito per un fine ludico e leggero. Non c’è modo

    di riflettere, e non provateci neanche, ma solo di divertirsi al suono e ai movimenti gioviali e cristallini degli interpreti che cantano e danzano. E per questo motivo, risulta stupido da parte dei distributori italiani far uscire un film totalmente estivo in autunno, considerato anche che quasi tutti gli altri paesi del mondo l’hanno fatto uscire negli scorsi mesi. Meryl Streep, come al suo solito, si rivela eccellente padrona di casa (in questo caso di uno sgangherato albergo!) ed è, infatti, il traino principale delle quasi due ore di intrattenimento. Non sta ferma un attimo. Canta, salta, balla e si muove con l’agilità manco di una dodicenne e tutto questo probabilmente le frutterà una nomination ai prossimi Golden Globe nella categoria musical/commedia. Ovviamente, a lei sono stati riservati i numeri più belli e interessanti da un punto di vista musicale e coreografico, e raggiunge l’impossibile quando divide la scena con

    la sorprendente Julie Walters e la veterana, in fatto di canti e balli delle scene teatrali, Christine Baranski (le amiche di vecchia data venute appositamente per il matrimonio). Non perdete i titoli di coda, c’è di che restare esterrefatti. Dal tre ottobre orde di “pazzi” usciranno dalle sale a suon di musica? Vedremo se Mamma Mia! riuscirà a far cambiare idea ad un popolo storicamente refrattario a questo genere cinematografico (si consideri che in Italia la maggior parte dei più importanti musical americani del grande schermo sono stati dei flop), mentre in patria sta raccogliendo una vera fortuna di incassi.

    Pressbook:

    PRESSBOOK Completo in ITALIANO di MAMMA MIA!

    Links:

    • Meryl Streep

    • Colin Firth

    • Amanda Seyfried

    • Pierce Brosnan

    • Stellan Skarsgård

    • Dominic Cooper

    • MAMMA MIA! - INTERVISTA all'attrice MERYL STREEP (A cura dell'inviato ERMINIO FISCHETTI) (Interviste)

    • THE IRON LADY - INTERVISTA alla sceneggiatrice ABI MORGAN (Interviste)

    • MAMMA MIA! IN CELLULOIDE. DA BROADWAY AL GRANDE SCHERMO CON MERYL STREEP COME PALADINA GIOIOSA: UNA DINAMITE CHE ESPLODE, CANTANDO E DANZANDO (Anteprime)

    1 | 2

    Galleria Video:

    Mamma Mia! - trailer

    Mamma Mia! - trailer 2

    Mamma Mia! - trailer (versione originale)

    Il giudizio della critica

    The Best of Review

    International Press

    FLASH REVIEW by: JORDAN MINTZER, “www.variety.com

    Take a Chance on Me” may be one of its most celebrated songs, but little risk is actually involved in “Mamma Mia!,” a predictably glossy screen adaptation of the Abba-scored musical. The pic uses virtually the same creative team behind the stage original - topped by helmer Phyllida Lloyd, making her film bow - but subs in bigscreen names like Meryl Streep and Pierce Brosnan for the leads and adds lush Greek exteriors. But the island-set tale of a young bride-to-be looking for dad offers little else that differs from the stage version and, since its grosses have exceeded $2 billion, why should it? To borrow another song title, Universal should reap reasonable “Money, Money, Money” in all territories.

    Italian Press

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Il mio profilo migliore

    IL MIO PROFILO MIGLIORE

    Dalla Berlinale 2019 - Juliette Binoche si sente libera di sondare un personaggio sofisticato e .... [continua]

    The Informer - Tre secondi per sopravvivere

    THE INFORMER - TRE SECONDI PER SOPRAVVIVERE

    Dal 17 Ottobre .... [continua]

    Joker

    JOKER

    VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    In Pre-Apertura alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - Ecco .... [continua]

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Ancora al cinema - Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Ancora al cinemaDa -Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - .... [continua]