ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Criminal

    61a Mostra - CRIMINAL in un imbroglio corale.

    "Ho visto 'Nueve Reinas' e l'ho trovato un bellissimo film del quale si poteva fare una versione americana... Volevo ambientarlo a Los Angeles con un giovane sudamericano e un bianco per la parte dell'uomo più grande, dato che volevo trattare temi razziali e di classe... Mi piaceva l'idea di infondere humour nella sceneggiatura, così da rendere le azioni di questi due divertenti ma anche patetiche. In pratica è un film a due e mi piace che, in un modo un pò perverso, sia un film che racconta l'amicizia tra due uomini. E' stato divertente sfumare tutti. Alla fine, vi chiederete dell'imbroglio: chi truffa chi?"
    Gregory Jacobs

    (USA 2004; thriller commedia-noir; 87'; Produz.: Section Eight; Distribuz.: Warner Bros Pictures Italia).

    Locandina italiana Criminal

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Criminal

    Titolo in lingua originale: Criminal

    Anno di produzione: 2004

    Anno di uscita: 2004

    Regia: Gregory Jacobs

    Sceneggiatura: Gregory Jacobs & Sam Lowry

    Soggetto: Basato sul film Nueve Reinas (Nove regine)

    Cast: John C. Reilly (Richard Gaddis)
    Diego Luna (Rodrigo)
    Maggie Gyllenhaal (Valerie)
    Peter Mullan (William Hannigan)
    Jonhatan Tucker (Michael)
    Enrico Colantoni (uomo amante dei libri)
    Zitto Kazann (Ochoa)
    Michael Shannon (Gene)
    Malik Yoba (Frank Hill)
    Jack Conley (Henry)

    Musica: Alex Wurman

    Costumi: Jeffrey Kurland

    Scenografia: Philip Messina

    Fotografia: Chris Menges

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Prendi un giorno qualunque in un casinò della ‘Down Town Los Angelina’: un giovane messicano, Rodrigo (Diego Luna), si sta adoperando per truffare due cameriere, non senza difficoltà. Quel che non sa è di essere osservato da Richard Gaddis (John C. Reilly), pronto a sorprenderlo entrando in azione nelle vesti di poliziotto che di lì a poco risulteranno ‘truffaldine’. Il ricatto una volta fuori dal locale sorge spontaneo. E’ dunque per caso, o se si preferisce per volontà del destino, che i due si mettono in affari, diventando soci inseparabili di piccole e grandi truffe senza farsi troppi scrupoli. Richard è al momento sprovvisto di partner, mentre Rodrigo, inizialmente diffidente, non ha molta scelta, essendosi impegnato a rimediare i guai del padre per debiti di gioco. Dopo una serie di piccoli imbrogli tirati a segno, i due stanno per prendersi una pausa quando Richard viene convocato da sua sorella Valerie (Maggie Gyllenhaal), in urto con lui a causa del suo tentativo di sottrarre sia a lei che al fratello minore la loro parte di eredità familiare. Lo scopo della chiamata, l’implorante richiesta di un anziano signore spagnolo di parlare con suo fratello Richard, richiesta avanzata prima di avere un collasso a seguito di una scenata per incontrare un ospite vip dell’albergo, il miliardario collezionista William Hannigan (Peter Mullan). Preoccupata di avere problemi per il suo lavoro, Valerie aveva così chiamato tempestivamente il fratello chiedendogli a sua volta di portarsi via l’anziano signore per non rimettere mai più piede nel suo hotel. In attesa dell’ambulanza, parlando con l’anziano signore, di fatto un abile falsario, con un bel colpo in canna, Richard scopre di avere di fronte a sé l’occasione di una vita, e si mette in moto con l’immancabile sostegno dell’amico Rodrigo, ma imbroglio mangia imbroglio e alla fine … chi ha imbrogliato chi?

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    NON UNA COMMEDIA ALL’ITALIANA, MA UN THRILLER COMMEDIA-NOIR A STELLE E A STRISCE, CON UN DEBITO VERSO I POLIEDRICI FILM AMERICANI ANNI SESSANTA-SETTANTA: LABIRINTICO INTRECCIO TRUFFALDINO, TRA DRAMMA SOCIALE, FAMILIARE E UNA COMPLICE AMICIZIA. LA MISCELA DI UN COCKTAIL IRRORATO DI UMORISMO CAUSTICO MA…, CON POCO SELTZ

    Non confondiamo le acque, Criminal non è una commedia all’italiana, è una storia composita tra i cui vari ingredienti spiccano il dramma sociale della Los Angeles dei bassi fondi - un motivo pilota per ben altri due film alla 61a mostra come il Collateral di Michael Mann e La terra dell’abbondanza di Wim Wenders - a contrasto con lo sfarzo dei ceti alti e l’ambizione dei medi (Valerie-Maggie Gyllenhaal) a mirare, atteggiandosi, al raggiungimento delle alte sfere come unico valore di vita.
    Il fine giustifica i mezzi, perciò non si fa scrupolo di far soldi truffando in ogni modo, e senza guardare in faccia

    a nessuno, il protagonista truffaldino numero uno, ma non certo l’unico in questo guazzabuglio di piccoli e grossi imbrogli, Richard Gaddis, personaggio in parte ispirato al personaggio Popeye Doyle di Gene Hackman in Il braccio violento della legge, interpretato da John C. Reilly (Chicago), di fatto il vero mattatore del film. Richard non è affatto scalfito, ad esempio, dall’aver gabbato una vecchietta ingenua e indifesa, e questo malgrado qualche scrupolo di coscienza espresso apertamente dal suo nuovo ‘compagno di truffa’, il giovane messicano Rodrigo (Diego Luna, Y Tu Mama Tambien).
    Ma, come sottolineato dallo stesso regista (Vedi L’intervista), Criminal è anche un dramma familiare, perché Richard, il ‘cattivo’, ha pochi scrupoli anche con il sangue del suo sangue, in nome del denaro, dell’eredità di famiglia appunto, che sta tentando di sottrarre alla sorella e al fratello minore. E ancora, Richard sembra mosso più dall’egoistico interesse di avere una spalla di

    appoggio per coronare con successo i suoi tiri mancini, che per un senso dell’amicizia nel senso comune del termine, anche quando stringe ‘il patto di alleanza’ con Rodrigo, da considerarsi il ‘buono’ per la diversa finalità del suo operato, cercare di aiutare il padre nei debiti di gioco accumulati. Rodrigo è dunque anch’egli facile preda dell’avido Richard, a caccia di opportunità, in questo caso un’opportunità “che il denaro non può comprare”: prendersi come socio di malaffare uno con “la faccia da bravo ragazzo”. Anche se, guardando a fondo, le linee di confine tra bianco e nero, buono e cattivo non sono poi così esattamente demarcate.
    Il terreno selezionato dal regista come campo d’azione dei due protagonisti è comunque tracciato nel solco di un pungente umorismo nero, diramato, con tocco volutamente leggero, sulla duplice sponda del divertimento e del patetismo equamente distribuiti sul piatto della bilancia. Il tutto allineato su un filo

    di tensione che Jacobs non sembra mantenere in maniera costante per tutta la durata del film, un intreccio compresso nell’arco di sole 24 ore. Si registrano alcuni vuoti e cadute di tono in cui la verve si diluisce, in attesa di ricomparire un po’ più tardi. Una sorta di flusso a intermittenza che pare andare al di là della scelta del ritmo cinematografico: più lento nella prima parte in cui i due truffatori svolgono la loro attività micro-criminale senza pressioni di sorta, più frenetico nella seconda, quando hanno invece il tempo contato per concludere un grosso affare. Ciliegina sulla torta il finale a sorpresa che dà senso e valore ai ‘movimenti’ del film ma che forse resta un po’ sacrificato dal termine della storia a ridosso, come un boccone deglutito troppo in fretta per essere gustato a pieno.

    Commenti del regista

    Gregory Jacobs sul film e sui due personaggi protagonisti: “Sapevo fin dal primo momento come volevo strutturarlo. Doveva essere ambientato a Los Angeles, con il latino più giovane e il bianco più grande, perché volevo inserire problemi di razza e di classe nella storia…Anche se ci sono problemi di razzismo, di classe e di segregazione presenti a Los Angeles, non volevo che fosse un film pesante. Apparentemente Richard è un personaggio piuttosto sgradevole, ma mi interessava mostrare che niente è completamente o bianco o nero. Richard può essere spiacevole, ma anche affascinante e seducente. Lo stesso vale per Rodrigo. Non è necessariamente un piacione. Ho voluto inserire un po’ di humor nella sceneggiatura, quindi nei comportamenti dei due protagonisti ci sono aspetti divertenti e patetici… Tutti hanno sfumature di nero e di bianco. Richard è un bastardo, o quasi; Rodrigo è un tesoro, forse; Valerie è la sorella litigiosa, può darsi. Anche dei personaggi secondari, Ochoa, La signora Ochoa, il loro genero, si capisce solo alla fine il ruolo che hanno interpretato. E’ un film scritto per due attori e mi piace il fatto che in un modo un po’ perverso è un film su due amici. Alla fine ti domandi chi stia imbrogliando chi?”.

    Dal “Press-Book” di Criminal

    Commenti dei protagonisti:

    John C. Reilly a proposito del suo personaggio: “Richard è un vero squalo, uno che fa soldi approfittando delle debolezze altrui. E’ convinto che le regole normali per lui non valgano. Vede la vita come una serie di opportunità e lui è un vero opportunista. E’ eccitante il ruolo di qualcuno così concentrato su quello che vuole. Sai che se ti frapponi tra lui e il denaro sarai spazzato via. Da carica interpretare un personaggio che non ha i soliti problemi della vita quotidiana, come me e te, scrupoli morali o etici… I truffatori sono sempre alla ricerca di qualcuno che abbia un aspetto innocuo, che ispiri fiducia. Richard sa usare Rodrigo a proprio vantaggio”.

    Diego Luna a proposito del suo personaggio: “Rodrigo ha avuto molte più opportunità rispetto a tanti altri latini. E’ nato in America, è andato a scuola e parla bene sia inglese che spagnolo. Ha una famigli amolto unita, una cosa che i latini si sono portati dalla loro patria. Vivono tutti insieme nella stessa casa, genitori, figli, le mogli dei figli e i nipoti. Tutta la famiglia pranza insieme la domenica. Rodrigo non è membro di una gang, sa muoversi in tutti e due i mondi. Vorrebbe essere un bravo ragazzo, ma l’unico modo che conosce per fare soldi è truffare la gente. Nel casinò Richard salva il mio personaggio e solo dopo Rodrigo scopre il perché. Richard è l’artista della truffa che Rodrigo vorrebbe essere. Conosce il suo lavoro, non vuole far male a nessuno e ha una bella macchina: Richard è furbo e sembra fare sempre mille cose insieme. Parla con te e intanto pensa ad altre venti cose. Rodrigo lo ammira e per questo accetta di aiutarlo. Per questo e perché ha bisogno di soldi per aiutare il padre. La differenza tra Richard e Rodrigo è che Rodrigo detesta fare scenate, gridare e far star male la gente. Preferisce truffe morbide, invece Richard adora fare confusione. La verità è che tutti e due amano ciò che fanno, usano solo tecniche diverse. Credo che la parte più difficile della loro vita sia che non possono fare amicizie. Devi piacere alla gente, perché deve fidarsi, ma tu stai fingendo. Alla fine è uno stile di vita triste, deprimente e solitario. Non puoi mai dire la verità perché ti odierebbero, devi sempre nascondere chi sei realmente”.

    Maggie Gyllenhaal riguardo al film e al suo personaggio: “Credo che il titolo del film sia Criminal perchè tutti quelli coinvolti hanno un motivo nascosto, realmente criminale o solo corrotto moralmente. I dettagli di cosa succede durante quelle 24 ore sono meno importanti delle reali intenzioni che nascondono. Eccetto Michael, che è veramente un puro, tutti quelli coinvolti sono calcolatori, furbi, manipolatori e hanno un obiettivo… Per il ruolo di Valerie, Greg avrebbe potuto scegliere una donna gelida e sexy, perché in qualche modo Criminal si rifà a quei film degli anni Quaranta, dove la ‘ragazza sexy’ o ‘la dura’ aveva poco a che fare. Ma lui mi ha permesso di sottrarmi a quel ruolo scontato di ‘femme fatale’. Nello stesso tempo però ho dovuto ammettere che mi sentivo attratta da quei personaggi. Tutti in questa storia hanno un obiettivo, qualcosa che vogliono ottenere. E con lo scorrere del tempo, le loro intenzioni diventano più complicate”.

    Dal “Press-Book” di Criminal

    Links:

    • Gregory Jacobs (Regista)

    • Maggie Gyllenhaal

    • Diego Luna

    • John C. Reilly

    • Peter Mullan

    • Michael Shannon

    • Criminal (Interviste)

    • 'PARLAMI D'AMORE' DI SILVIO MUCCINO: INTERVISTE AL CAST E AL CAST TECNICO (Interviste)

    • IL GANGSTERMOVIE 'NEMICO PUBBLICO-PUBLIC ENEMIES' DI MICHAEL MANN CON L'ISTRIONICO CRIMINALE JOHNNY DEPP E' ALLE PORTE (Anteprime)

    • CRIMINAL: A 25 anni di distanza da 'JFK - Un caso ancora aperto', tornano insieme sul grande schermo KEVIN COSTNER, GARY OLDMAN e TOMMY LEE JONES in un imprevedibile action thriller. Riuscirà una mente 'giusta' a guidare un corpo 'sbagliato' per salvare il mondo? Dal 13 Aprile al cinema (Anteprime)

    1

    Galleria Video:

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]