ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Cry Macho

    CRY MACHO

    New Entry - Il novantunenne Clint Eastwood torna dietro e davanti la macchina da .... [continua]

    A White White Day-Segreti nella nebbia

    A WHITE WHITE DAY-SEGRETI NELLA NEBBIA

    New Entry - Il cineasta islandese Hlynur Pàlmason torna sul grande schermo con un’opera .... [continua]

    Sniff

    SNIFF

    New Entry - Helen Mirren femme fatale 'The Spider', al fianco di Al Pacino, .... [continua]

    Dune 2

    DUNE 2

    New Entry - .... [continua]

    Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli

    SHANG-CHI E LA LEGGENDA DEI DIECI ANELLI

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 1° Settembre

    In termini di ciò che verrà dopo ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Il segreto di Vera Drake

    LEONE D'ORO ALLA 61A MOSTRA DI VENEZIA: VERA DRAKE - CRIMINALE INCONSAPEVOLE PER SOLIDARIETA’

    “Non sta a me spiegare Vera Drake. I dilemmi morali che il mio film cerca di porre non si possono risolvere facilmente, e ciascuno di noi deve confrontarsi con questi argomenti con mente aperta e senza perdere la sua salda presa sulla realtà”.
    Mike Leigh

    (GRAN BRETAGNA, 2004; drammatico; 125’; Produz. Thin Man Films; Distribuz. Studio Canal/Bim Distribuzione)

    Locandina italiana Il segreto di Vera Drake

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Il segreto di Vera Drake

    Titolo in lingua originale: Vera Drake

    Anno di produzione: 2004

    Anno di uscita: 2004

    Regia: Mike Leigh

    Sceneggiatura: Mike Leigh

    Cast: Imelda Staunton (Vera Drake)
    Phil Davis (Stan Drake, marito di Vera)
    Adrian Scarborough (Frank Drake, fratello di Stan)
    Daniel Mays (Sid Drake, figlio di Vera e Stan)
    Alex Kelly (Ethel Drake, figlia di Vera e Stan)
    Heather Craney (Joice, moglie di Frank e cognata di Vera e Stan)
    Eddie Marsan (Reg, vicino di casa e futuro cognato dei Drakes)
    Ruth Sheen (Lily, trafficante e intermediaria)
    Peter Wight (ispettore detective)

    Musica: Andrew Dickson

    Costumi: Jacqueline Durran

    Scenografia: Eve Stewart

    Fotografia: Dick Pope

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Nella Londra degli anni Cinquanta si respirano ancora gli effetti devastanti che illanguidiscono i reduci della guerra da poco lasciata alle spalle, con tristi ricordi e una non particolarmente rosea per le classi meno abbienti. L’obiettivo punta su una famiglia operaia, la cui serenità attinge dal sano e profondo legame che la unisce: Vera Drake, impegnata come domestica, il marito Stan, meccanico nel garage del fratello Frank, i due figli Sid ed Ethel, rispettivamente impiegati come sarto e testatrice di lampadine in fabbrica. In un’atmosfera di fatto piena di armonia, Vera, che diverse circostanze mostrano per sua natura di grande affabilità e sempre disponibile ad aiutare gli altri, tra cui occuparsi personalmente della madre inferma, nella ferma convinzione che anche questo rientri nei suoi doveri di solidarietà, per anni aiuta ragazze in difficoltà e per lo più di limitate disponibilità economiche, senza chiedere alcun compenso, a risolvere il problema di gravidanze indesiderate, su segnalazione di una conoscente che al contrario di lei e a sua insaputa chiede puntualmente una ricompensata in denaro.

    Commento critico (a cura di Patrizia Ferretti)

    UN ACCATTIVANTE AFFRESCO CON AL CENTRO UN DILEMMA SOCIO-MORALE, UN PERSONAGGIO CHIAVE, UNA STRAORDINARIA PROTAGONISTA E UN CAST CHE LE FA ONORE, CON UN VIZIO DI FORMA

    In questo impeccabile affresco tratteggiato nelle varie stratificazioni sociali dell’ambiente londinese del dopoguerra, dipinto da un consumato regista come Mike Leigh con tinte sfumate su note umoristiche, intimiste sul piano sociale e individuale e drammatiche, si pone un personaggio chiave, quello di Vera Drake cui, per quanto di fatto legato ad un dilemma socio-morale universale come l’aborto, può rivelarsi fuorviante. Con tutta la buona volontà non crediamo di poter riflettere obiettivamente sul dilemma di per sé, attraverso Vera Drake. Non ci riesce proprio di vedere in lei una criminale per quanto di fatto operi in tal senso, in quanto dipinta come del tutto inconsapevole, convinta di far del bene. La sua naturale tendenza a prodigarsi affabilmente e disinteressatamente per il prossimo è più volte

    evidenziata nel film: Vera canticchia frequentemente, e lo fa quando lavora in cucina o quando lavora nelle case in cui fa la domestica, così come mentre prepara i rudimentali strumenti con cui riesce a far abortire le ragazze in difficoltà che si rivolgono a lei. E’ affabile e preoccupata per loro così come per la madre inferma, per i figli, gioiosa con il marito e con i conoscenti. Non c’è un solo momento in cui è possibile coglierla in flagrante con un qualche subdolo lampo nello sguardo. E a questo va ad aggiungersi senz’altro la superba interpretazione dell’attrice protagonista che ha vestito i panni di Vera Drake, costernata e lacerata da sincere lacrime di smarrimento durante l’arresto e il processo che la condanna a due anni e sei mesi di reclusione per aver procurato aborti durante un periodo imprecisato di circa vent’anni.
    Ci sentiamo così naturalmente spinti a provare più

    simpatia per lei che condanna, a non vedervi una persona negativa quanto piuttosto una vittima inconsapevole della trafficante intermediaria sua conoscente che, ben più consciamente e in maniera decisamente subdola, le segnala le ragazze in difficoltà, sotto lauto compenso e a sua insaputa. Vera non pensa nemmeno lontanamente a farsi pagare per quello che fa, e sembra non averlo detto in famiglia non tanto per mentire o nascondere deliberatamente un segreto scomodo, quanto piuttosto per discrezione su questioni di donne. Aspetto che il film di fatto va a rimarcare, inscenando la totale mancanza di responsabilità da parte degli uomini coinvolti, lasciandoli per così dire dietro le quinte, e puntando la m.d.p. sulle decisioni prese in merito unicamente dalle ragazze.
    Se è vero che Vera Drake è il simbolo di migliaia di donne nel mondo che hanno operato o continuano ad operare come lei, come dichiarato dal regista Mike Leigh in

    conferenza stampa, (Cfr. L’intervista), quante di loro sono spinte dalla stessa innocente ingenuità? Davvero Vera Drake incarna un esempio così universale?

    Links:

    • Mike Leigh (Regista)

    • Imelda Staunton

    • Vera Drake (Interviste)

    1

    Galleria Video:

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Dune

    DUNE

    Tra i più attesi!!! - 78. Mostra del Cinema di Venezia (Fuori Concorso, .... [continua]

    Supernova

    SUPERNOVA

    Dalla Festa del Cinema di Roma (15-25 Ottobre 2020) - Dal 16 Settembre

    [continua]

    La ragazza di Stillwater

    LA RAGAZZA DI STILLWATER

    Cannes 2021 - Matt Damon padre disposto a tutto per amore della figlia Abigail .... [continua]

    The Night House - La casa oscura

    THE NIGHT HOUSE - LA CASA OSCURA

    Dal Sundance Film Festival 2020 in prima mondiale - Rebecca Hall protagonista in un .... [continua]

    Il collezionista di carte

    IL COLLEZIONISTA DI CARTE

    Venezia 78. - In Concorso - Dal 3 Settembre .... [continua]

    No Time To Die

    NO TIME TO DIE

    L'ultimo Bond con il volto di Daniel Craig ha come antagonista Rami Malek (Bohemian Rhapsody) .... [continua]

    Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto

    COME UN GATTO IN TANGENZIALE - RITORNO A COCCIA DI MORTO

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 26 Agosto - SEQUEL della commedia .... [continua]