ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Tutto il mio folle amore

    TUTTO IL MIO FOLLE AMORE

    New Entry - Il nuovo film di Gabriele Salvatores ispirato ad una storia vera .... [continua]

    Terminator: Destino oscuro

    TERMINATOR: DESTINO OSCURO

    New Entry - Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. James .... [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    New Entry - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 anni dalla sua .... [continua]

    Aladdin

    ALADDIN

    Ancora al cinema - Nella versione live-action del classico Disney (1992) Will Smith nel .... [continua]

    Dolor Y Gloria

    DOLOR Y GLORIA

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Cannes .... [continua]

    John Wick 3 - Parabellum

    JOHN WICK 3 - PARABELLUM

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 16 Maggio

    Si vis ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Onora il padre e la madre

    PHILIP SEYMOUR HOFFMAN ED ETHAN HAWKE FRATELLI LEGATI DA UN RAPPORTO DI ODIO-AMORE NEL NUOVO NOIR DI SIDNEY LUMET: ED E' UNA VERA E PROPRIA DISFATTA FAMILIARE

    "Quando lessi la sceneggiatura ne rimasi affascinato. Pensai che fosse una storia ottima, perché non c'è niente di meglio che un riuscito melodramma, e i continui colpi di scena della storia mi hanno catturato... il melodramma ha applicazioni molto vaste. La storia spinge lo spettatore a mettere da parte lo scetticismo e di rassegnarsi alle oltraggiose circostanze e comportamenti irresponsabili di cui è intriso il film. E’ un melodramma davvero degno di nota, in cui i toni calzanti della storia fanno emergere senza nessun preavviso un susseguirsi di fatti inaspettati. I tempi di reazione sono molto corti e questo
    porta lo spettatore a essere molto partecipe dell'azione. Non c'è tempo per approfondire il background degli attori o per confrontarsi con il loro passato. La narrazione procede con il passo spedito di un treno in corsa, è fredda e la tensione può fendere l'aria. Tutto ciò che non dà un tassello aggiuntivo alla narrazione è superfluo... In molto drammi, la storia è consequenziale all'attore, è l'attore che ne delimita la direzione, la velocità, e l'arrivo. In un melodramma è l'esatto opposto. Sono i personaggi che devono conformarsi alle linee guida della storia e giustificare le loro azioni
    ".
    Il regista Sidney Lumet

    Before the Devil Knows You're Dead USA 2007; thriller; 123'; Produz.: Linsefilm/Michael Cerenzie Productions/Unity Productions; Distribuz.: Medusa)

    Locandina italiana Onora il padre e la madre

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Onora il padre e la madre

    Titolo in lingua originale: Before the Devil Knows You're Dead

    Anno di produzione: 2007

    Anno di uscita: 2007

    Regia: Sidney Lumet

    Sceneggiatura: Kelly Masterson

    Soggetto: 'CELLULOID PORTRAITS' rende Omaggio alla Memoria di PHILIP SEYMOUR HOFFMAN - Dalla II. Festa del Cinema di Roma - 'CELLULOID PORTRAITS' saluta SIDNEY LUMET (Philadelphia, Pennsylvania-USA 25 Giugno 1924 - 9 Aprile 2011) riproponendo all'attenzione collettiva questa sua ultima perla in celluloide.

    Cast: Philip Seymour Hoffman (Andy)
    Ethan Hawke (Hank)
    Albert Finney (Charles)
    Marisa Tomei (Gina)
    Arija Bareikis (Katherine)
    Paul Butler (Detective Barrett)
    Megan Byrne (Infermiera)
    Chris Chalk (Impiegato)
    Leonardo Cimino (William)
    Keith Davis (Inserviente)
    Alex Emanuel (JP)
    Jack Fitz (Arthur)
    Guy A Fortt (Venditore)
    Edwin Freeman (Funzionario)
    Jordan Gelber (Agente)
    Cast completo

    Musica: Carter Burwell

    Costumi: Tina Nigro

    Scenografia: Christopher Nowak

    Fotografia: Ron Fortunato

    Scheda film aggiornata al: 25 Febbraio 2016

    Sinossi:

    IN BREVE:
    Il film, nel genere thriller, segue le vicende di due fratelli che tentano disperatamente di affrontare le terribili conseguenze di un piano che sembrava perfetto e che invece è andato in fumo sfuggendo al loro controllo.
    Avidità. Sensi di colpa. Tradimenti. Vendetta: tutto culmina in un finale mozzafiato.
    E, come dicono gli irlandesi, siamo tutti peccatori. E in quanto tali, è meglio arrivare in Paradiso mezz'ora Prima che il diavolo si accorga che siamo morti.

    IN DETTAGLIO:

    "... BEFORE THE DEVIL KNOWS YOU’RE DEAD è un avvincente thriller che segue le vicende di due fratelli che tentano disperatamente di affrontare le terribili conseguenze di un piano che sembrava perfetto e che invece è andato in fumo sfuggendo al loro controllo.
    Charles e Nanette Hanson hanno cresciuto i loro figli come si deve. Andy, il maggiore è innamorato della bella moglie Gina, e guadagna un superstipendio come dirigente di una grande azienda. Hank, il più giovane, adora la figlia e sta cercando la maniera per poterla iscrivere ad un’esclusiva scuola privata. Ma Andy riesce a mantenere uno stile di vita stravagante e il dispendioso vizio della droga solo attingendo alle casse della sua società e pur amando la moglie, il suo matrimonio vacilla. La società nella quale lavora sta per essere oggetto di un’accurata revisione contabile da parte di un revisore esterno e lui è il responsabile del settore finanziario. La sua vita sta per andare in fumo e lui è disperato. Anche Hank ha i suoi piccoli problemi finanziari. E’ in ritardo con il pagamento degli
    alimenti, beve troppo e ha una relazione… con la moglie del fratello. Andy escogita un piano che dovrebbe risolvere tutti i loro problemi, se non altro quelli economici. Hank rapinerà la gioielleria dei genitori la mattina presto quando in negozio c’è solo la commessa addetta all’apertura. Lei non saprà mai chi è stato a rapinarla, mamma e papà intascheranno i soldi dell’assicurazione, loro venderanno i gioielli rubati e alla fine saranno tutti felici e contenti. Spaventato all’idea di commettere il furto da solo, Hank ingaggia un ladro punk, Bobby, un tizio che vede spesso al pub, il quale sarà l’autore materiale della rapina mentre lui farà il palo in auto. Ma Bobby tira fuori la pistola e quella che si trova davanti non è la commessa … ma Nanette, l’energica madre di Hank e Andy, che è comparsa a sorpresa in negozio a quell’ora per lei insolita. Invece di arrendersi subito al rapinatore, la donna reagisce e resta gravemente ferita mentre Bobby cade a terra morto. E poiché la polizia non sembra fare alcun progresso nelle indagini, Charles inizia a indagare su ciò che è successo fino a quando arriverà a scoprire una devastante verità. Con la madre morta, la famiglia va in pezzi e i terribili segreti che emergono metteranno i fratelli l’uno contro l’altro e il padre contro i suoi stessi figli.
    Avidità. Sensi di colpa. Tradimenti. Vendetta: tutto culmina in un finale mozzafiato.
    E come dicono gli Irlandesi, siamo tutti peccatori. E in quanto tali, è meglio arrivare in Paradiso mezz’ora PRIMA CHE IL DIAVOLO SI ACCORGA CHE SIAMO MORTI".

    Dal >Press-Book< di Before the Devil Knows you're Dead

    Nota: Si ringraziano Valentina Guidi e Mario Locurcio per gli aggiornamenti.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    SE IN ‘ONORA IL PADRE E LA MADRE’ DEL LEGGENDARIO OTTANTAQUATTRENNE SIDNEY LUMET, NON SI PUO’ CERCARE LA NOVITA’, INCARNANDO UN CLASSICO NOIR A TUTTI GLI EFFETTI, NON SI PUO’ NEPPURE AFFERMARE CHE NON SIA UNA PELLICOLA DI GRAN CLASSE, CON UNA SUA FORZA INTRINSECA NEL SUPERLATIVO TRIO ATTORIALE HOFFMAN-HAWKE-FINNEY. MUOVENDOSI SULLE ORME DELLA TRAGEDIA GRECA IN MANIERA AFFINE AL ‘SOGNI E DELITTI’ DI WOODY ALLEN, LUMET SCEGLIE DI PORGERE IL SUO MESSAGGIO SERVENDOSI DELLA PIU’ MODERNA STRUTTURA ANALOGAMENTE GIA’ SPERIMENTATA DAL RECENTE ‘PROSPETTIVE DI UN DELITTO’ DI PETE TRAVIS. SE, COME NEL SOGGETTO ALLENIANO, SI CAPISCE SUBITO CHE VI SARANNO DEVASTANTI CONSEGUENZE, NELLA DISFATTA FAMILIARE DI ‘ONORA IL PADRE E LA MADRE’ SEMBRA CHE, IN DEFINITIVA, QUALCUNO POSSA CAVARSELA, E NON E’ DETTO CHE SIA L’ANELLO PIU’ FORTE

    Before the Devil Knows You’re Dead (Onora il padre e la madre) è al momento l'ultima fatica cinematografica (ma ha già

    in produzione il prossimo film, Getting Out, per il 2009) dell’ottantaquattrenne, Premio Oscar alla Carriera 2005, Sidney Lumet. Quel che si dice una leggenda della celluloide a stelle e strisce. Presentato alla II edizione della Festa del Cinema di Roma, il film non ha nulla di trascendentale. E questo a cominciare dal target strutturale. Vi ricordate il recente Prospettive di un delitto di Pete Travis? Nulla a che vedere sul piano dei contenuti, quanto piuttosto per il modo di porgerli, ruotando uno stesso evento sull’asse di molteplici punti di vista quanti quelli dei personaggi attivi sul campo. Seppure in maniera molto meno frenetica, anzi, usando un montaggio ben più compassato, di fatto, l’andamento scelto da Lumet per raccontare il suo noir sembra concettualmente analogo a quello condotto in Prospettive di un delitto. Arrivati ad un certo punto della storia assisteremo ad un susseguirsi di scatti, simili a delle istantanee, fissati

    sul personaggio in questione, da cui partirà il nuovo punto di vista, e la stessa vicenda sarà esplorata da un’altra angolatura pronta a fornirci ulteriori dettagli sull’insieme.
    Quando si dice che Onora il padre e la madre non ha nulla di trascendentale, intendiamo che non ha nulla di particolarmente innovativo, il che non significa che non funzioni. Invece di cercare la novità Lumet preferisce attingere a fonti classiche, muovendosi sulle orme della tragedia greca che, peraltro, di questi tempi sembra riscuotere un certo successo. Dopo aver visto il Cassandra’s Dream (Sogni e delitti) di Woody Allen, presentato alla 64. Mostra del Cinema di Venezia, il confronto sul nervo contenutistico nasce spontaneo. Lumet e Allen sembrano essere stati difatti ispirati da un’unica tragica ’Mater’, applicata sul registro familiare, in entrambi i casi di marca fraterna: due fratelli simili e diversi tra loro per indole caratteriale, con problemi personali e finanziari, papabili

    per entrare di diritto nella categoria dei falliti che, in qualche modo, arrivano a stipulare un ‘patto col diavolo’, ai danni dei propri genitori, di contro ad un tornaconto personale, considerato indispensabile per risanare situazioni ormai sull’orlo della banca rotta. Stesso movente dunque, legato al denaro, che porterà le rispettive coppie fraterne, non sull’orlo, ma decisamente sul fondo di un infernale e funereo baratro. Anche se, nel caso di Onora il padre e la madre, a dire il vero, c’è qualcuno che, non certo per meriti particolari, in qualche modo sembra cavarsela.
    In entrambi i film si intravede la stessa amara morale: piuttosto che attingere in ogni modo a fonti altrui, costi quel che costi, ognuno deve riuscire a camminare con le proprie gambe e cercare di cavarsela da solo, evitando di dare la colpa delle proprie malefatte a incomprensioni varie e al mancato sostegno da parte della famiglia. Ma

    una bella differenza tra le due pellicole c’è, a parte le ovvie varianti che tratteggiano due storie simili, ma anche diverse malgrado l’affinità nel nervo centrale del soggetto. Il cast alleniano di Sogni e delitti con la coppia Colin Farrell - Ewan McGregor, non brillava né per ritmo né per interesse. Nel caso di Onora il padre e la madre di Sidney Lumet, la coppia Philip Seymour Hoffman - Ethan Hawke, buca letteralmente lo schermo. Certo che questo Hoffman non sbaglia un colpo, incarnando in maniera sempre più calzante un vero e proprio mostro sacro della recitazione. I personaggi ‘oscuri’ e pesanti in complessità non gli fanno certo difetto e riesce sapientemente ad essere sempre e comunque perfettamente padrone di ogni situazione e di ogni sfumatura introspettiva più o meno apertamente dichiarata. E qui gli tiene testa Ethan Hawke, nei panni di un personaggio in qualche modo ben più fragile

    e senza un baricentro preciso. Più sconsideratamente debole che cinico, più farfallone e farfuglione inconcludente e fallimentare che persona in grado di prendere decisioni serie in prima persona. Perciò, se capita che il fratello maggiore (Hoffman), per quanto devastato da una vita decisamente fuori binario, indichi una via d’uscita, sebbene lapalissianamente fuori da ogni legittima comprensione, si può far finta di tergiversare per un po’, ma non si può declinere l’invito.
    Che dire, un classico noir con tutta la forza di un vento in poppa di gran portata, quello sospinto dall’egregio trio attoriale Hoffman-Hawke-(Albert)Finney, nonché da una regia abile e sapiente, degna del miglior Lumet.

    Links:

    • Sidney Lumet (Regista)

    • Ethan Hawke

    • Philip Seymour Hoffman

    • Marisa Tomei

    1

    Galleria Video:

    Onora il padre e la madre - trailer

    Onora il padre e la madre (versione originale).mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La mia vita con John F. Donovan

    LA MIA VITA CON JOHN F. DONOVAN

    Cast stellare per Xavier Dolan: ad affiancare la star de Il trono di spade Kit .... [continua]

    Atto di fede

    ATTO DI FEDE

    Dal 27 Giugno

    "Spesso nei film i ritratti delle persone di fede sono poco ....
    [continua]

    Arrivederci professore

    ARRIVEDERCI PROFESSORE

    Anteprima all'Italy Sardegna Festival (13-16 giugno) - Johnny Depp professore di 'sregolatezze' questa volta per .... [continua]

    Rapina a Stoccolma

    RAPINA A STOCCOLMA

    Dal 20 Giugno .... [continua]

    Beautiful Boy

    BEAUTIFUL BOY

    RECENSIONE - Dalla XIII. Festa del Cinema di Roma - Un padre (Steve Carell) .... [continua]

    I morti non muoiono

    I MORTI NON MUOIONO

    72. Cannes - Dal 13 Giugno .... [continua]

    X-Men: Dark Phoenix

    X-MEN: DARK PHOENIX

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 6 Giugno

    "La saga di Fenice Nera è una ....
    [continua]