ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Grazie a Dio

    GRAZIE A DIO

    New Entry - Una storia vera di pedofilia nell'obiettivo di François Ozon - Dal .... [continua]

    Hustlers

    HUSTLERS

    New Entry - Jennifer Lopez spogliarellista a New York secondo la visione 'sportiva' di .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    New Entry - Ecco lo spin-off de Il Grande Lebowski (1998) dei Fratelli Coen .... [continua]

    Il segreto della miniera

    IL SEGRETO DELLA MINIERA

    New Entry - Dal 31 Ottobre

    "Il segreto della miniera è un’opera bella ....
    [continua]

    Hope Gap - Le cose che non ti ho detto

    HOPE GAP - LE COSE CHE NON TI HO DETTO

    New Entry - TIFF 2019 - Prossimamente .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Per un pugno di dollari

    LA VERSIONE RESTAURATA DI 'PER UN PUGNO DI DOLLARI' DI SERGIO LEONE CELEBRA IL LANCIO EPOCALE DEL WESTERN ALL'ITALIANA

    'Celluloid Portraits Vintage' - I Bellissimi! - Dalla 64. Mostra del Cinema di Venezia; Di nuovo al Cinema: Dal 19 GIUGNO 2014

    (Per un pugno di dollari ITALIA/SPAGNA/RTF 1964; western; 101'; Produz.: Jolly Film (Italia), Ocean Films (Spagna), Costantin Film (RFT); Distribuz.: Unidis) - (2007: versione interamente restaurata in digitale da Cineteca Nazionale e RIPLEY’S FILM, in collaborazione con UNIDIS JOLLY FILM e SKY Cinema)

    Locandina italiana Per un pugno di dollari

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Per un pugno di dollari

    Titolo in lingua originale: Per un pugno di dollari

    Anno di produzione: 1964

    Anno di uscita: 1964

    Regia: Sergio Leone (Bob Robertson)

    Sceneggiatura: Sergio Leone, Duccio Tessari, Fernando Di Leo, V. A. Catena, Jaime Comas Gil

    Soggetto: Sergio Leone, Victor Andres Catena. Ispirato a Yojimbo (La sfida del samurai) di Akira Kurosawa, 1961 (non dichiarato nei titoli originali).

    Cast: Clint Eastwood (Joe, lo straniero)
    Gian Maria Volonté (come Johnny Wels) (Ramon Rojo)
    Marianne Koch (Marisol)
    José Calvo (Silvanito)
    Joseph Egger (Piripero)
    Antonio Prieto Puerto (Don Benito Rojo)
    Sieghardt Rupp (Esteban Rojo)
    Wolfgang Lukschy (John Baxter)
    Margarita Lozano (Consuelo Baxter)
    Bruno Carotenuto (come Carol Brown) (Antonio Baxter)
    Mario Brega (come Richard Stuyvesant) (Chico)
    Daniel Martín (Josè)
    Nino Del Arco (Jesus)
    Benito Stefanelli (come Benny Reeves) (Rubio)
    Aldo Sambrell (Uomo dei Rojo)
    Cast completo

    Musica: Ennio Morricone (Dan Savio)

    Costumi: Carlo Simi (Charles Simons)

    Scenografia: Carlo Simi (Charles Simons)

    Fotografia: Massimo Dallamano (Jack Dalmas), Federico G. Larraya

    Scheda film aggiornata al: 08 Luglio 2014

    Sinossi:

    “1872: Joe, un americano, arriva a San Miguel, al confine tra il Messico e gli Stati Uniti, dove due famiglie si contendono il predominio, i Rojo e i Baxter. Durante uno scontro, i Rojocatturano Antonio Baxter. Ma Joe rapisce Marisol (una donna ce Ramon Rojo tiene legata a sé con la minaccia di rappresaglie sul figlio) e la consegna, all’insaputa di Ramon, ai Baxter. E così, dopo uno scambio (Antonio viene consegnato al padre, mentre Marisol torna rassegnata da Ramon) si ristabilisce l’equilibrio.
    Dai Rojo si prepara l’assalto ce dovrà eliminare per sempre i Baxter. Joe sembra starci, invece raggiunge la villa in cui è rinchiusa Marisol e la fa fuggire. Joe ritorna poi alla casa dei Rojo e scivola nella sua stanza, ma si trova davanti la canna del winchester di Ramon. I Rojo martellano Joe di colpi: hanno capito il suo gioco e vogliono sapere dove è nascosta Marisol. Joe non parla; con il sangue che gronda dalle ferite, sembra più morto ce vivo, ma trova la forza per fuggire. I Rojo attaccano i Baxter, certi anche che Joe si sia rifugiato lì; l’americano sta invece uscendo dal paese, nascosto in una bara. I Baxter vengono uccisi tutti.
    Joe, in una miniera abbandonata, si sta riprendendo dai colpi ricevuti. Quando viene a sapere che il vecchio Silvanito è in mano ai Rojo, decide di riapparire in paese e si presenta di fronte ai Rojo. Ramon gli spara, ma l’americano continua ad avanzare. Joe fa fuoco rapidamente: tutti i Rojo cadono fulminati intorno a Ramon, miracolosamente illeso. Joe scarica la pistola e la getta a terra: “Quando un uomo con la pistola incontra un uomo con il fucile, quello con la pistola è un uomo morto. Avevi detto così? Vediamo se è vero: raccogli il fucile, carica e spara”. Velocissimo, Ramon raccoglie il winchester, inserisce un proiettile e abbassa la leva…”.

    Dal >Press-Book< di Per un pugno di dollari

    Commento critico (a cura di PAOLO LOMBARDI)

    PRELIMINARIA (Venezia, 23 agosto 2007):

    Per un pugno di dollari, nato come produzione di serie B, diventa rapidamente uno dei più importanti eventi spettacolari nel cinema del dopoguerra e impone alle platee di tutto il mondo il western all’italiana. Sergio Leone vi si conferma autore di un cinema al tempo stesso popolare e ricco di invenzioni formali, come nello straordinario confronto di due temperamenti d’attore: il “freddo” e controllato Clint Eastwood, e il “caldo” e appassionato John Wells, divertito pseudonimo di Gian Maria Volontè. A distanza di oltre mezzo secolo dalla prima presentazione, Per un pugno di dollari torna a ricordarci che il western è “il cinema per eccellenza”, affascinando ogni volta lo spettatore fin dai titoli di testa (splendido esempio di arte pop), dalla colonna sonora di Ennio Morricone, dalle invenzioni di dialoghi divenuti parte di un lessico popolare epico-parodico, da “Al cuore Ramon…” a “Quando un uomo col fucile

    incontra un uomo con la pistola, l’uomo con la pistola è un uomo morto…”

    Il progetto di restauro

    Avviato su proposta di RIPLEY’S FILM, distributore italiano particolarmente sensibile ed attivo sul fronte della promozione e della salvaguardia del cinema italiano, il restauro di Per un pugni di dollari rappresenta un modello innovativo di collaborazione tra un attore di mercato e l’istituzione culturale preposta alla conservazione del cinema italiano: la Cineteca Nazionale. Il terreno d’incontro tra pubblico e privato non ha avuto soltanto una valenza economica decisiva, rendendo possibile la realizzazione di un restauro, obbligatorio per la salvaguardia del capolavoro di Sergio Leone, quanto estremamente costoso. Ma il dialogo sollecitato dalla particolarità tecnica del restauro, ha rappresentato un importante momento di attiva partecipazione e di scambio di competenze tecniche e filologiche che ha notevolmente arricchito, grazie all’accesso a tecnologie d’avanguardia, il know how tecnico di entrambi i partner del restauro. Il restauro

    sarebbe comunque stato oltremodo difficile senza l’attiva collaborazione ed il supporto della UNIDIS JOLLY FILM, produttrice del film e titolare dei diritti, che ha messo a disposizione i preziosi materiali originali del film e senza la collaborazione ed il contributo di SKY Cinema che ha sostenuto, senza esitazione, un progetto particolarmente difficile ed oneroso.

    Il recupero filologico:

    Il restauro di Per un pugno di dollari propone, a distanza di oltre 40 anni, la visione di quella che viene definita prima release, ovvero la originale prima versione cinematografica distribuita nel 1964 che decretò lo straordinario successo del film. Si tratta dunque della versione che nei titoli di testa, fatta eccezione per alcuni, proponeva il cast artistico e tecnico utilizzando gli pseudonimi all’epoca scelti per l’uscita del film (Regia: Bob Robertson [Sergio Leone],…, Fotografia: Jack Dalmas [Massimo Dallamano],…, Montaggio: Bob Quintle [Roberto Cinquini],…, Musica: Dan Savio/Leo Nichols [Ennio Morricone],…, Scenografia, arredamento, costumi: Charles

    Simons [Carlo Simi], per il cast tecnico e Ramon Rojo: John Wells [Gian Maria Volontà, nell’occasione doppiato da Nando Gazzolo],…, Rubio: Benny Reeves [Benito Stefanelli],…, Chico: Richard Stuyvesant [Mario Brega],…, Antonio Baxter: Carol Brown [Bruno Carotenuto], per il cast artistico). I titoli di testa e coda originali, a seguito delle riedizioni successive furono sostituiti con altri riportanti i veri nomi del cast tecnico e artistico.
    Oltre al recupero dei titoli di testa originali del film e alla ricostruzione dell’ultima sequenza del film, il restauro ha consentito di reintegrare nel nuovo negativo una scena perduta nei materiali in circolazione fino a oggi in Italia, un primo piano di Joe (Clint Eastwood), scampato fortunosamente ai banditi, mentre osserva Ramon (Gian Maria Volonté) e i suoi uomini infierire sul malcapitato padrone del saloon (José Calvo), sospettato di averlo aiutato.
    L’intervento di recupero filologico – che ha interessato anche il sonoro del film permettendo di ricostruire

    parti dell’originale colonna musicale, poi rimaneggiata nelle successive riedizioni – non si è limitato semplicemente alla ricostruzione della prima versione del film ma ha interessato la qualità visiva delle immagini e del sonoro originale. Con un paziente lavoro tecnico, e dopo essere passati per numerosi test di prova, si è potuto ottenere una riproduzione pressoché fedele della qualità fotografica e sonora del film. In particolare, grazie alla sperimentazione di pellicole negative e positive Fuji di nuova concezione, è stato possibile saturare la resa cromatica del film riproponendo al pubblico l’originale bellezza fotografica.

    Il restauro delle immagini:

    Il restauro di Per un pugno di dollari è il primo caso italiano di un restauro integrale realizzato con tecnologie digitali d’avanguardia in risoluzione 2K e l’utilizzo di pellicole (Digital Intermediate Fuji 8511 RDI e Positivo Fuji 3521 XD – Extended Density) appositamente studiate per il restauro digitale, la resa ottimale dei colori e per ottenere

    la risoluzione necessaria a garantire un fedele trasferimento delle immagini del film sul nuovo negativo pellicola e riproporre la spettacolare resa fotografica dell’originale.
    Tutto ciò grazie a due anni di test ed esperimenti che hanno visto il lavoro e la collaborazione tecnica di REPLY'S FILM, Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, Digital Film Lab e Fuji, per strutturarsi poi in un progetto di partnership tra Cinema Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, REPLY'S FILM, UNIDIS JOLLY FILM e Sky Cinema.
    Il film è originariamente girato in formato panoramico 35 mm Techniscope comunemente detto 2P (perché il fotogramma occupa soltanto lo spazio tra due perforazioni della pellicola) - un desueto sistema che per ogni immagine utilizzava metà delle dimensioni di un normale fotogramma di negativo 35 mm, successivamente "gonfiato" in Cinemascope in fase di stampa delle copie positive. Il negativo originale del film presentava dunque gravi danni a causa di problemi tecnici

    in fase di sviluppo e delle numerose ristampe per le successive riedizioni cinematografiche, compresa quella in 70 mm. Trattandosi di danni presenti sulla gelatina dell'immagine e dovendo intervenire su fotogrammi così piccoli, non era possibile intervenire adeguatamente se non con tecnologie digitali che permettessero di scansionare e trasferire su memorie digitali in alta risoluzione, tutti i 14.453 fotogrammi del film sottoponendoli a un minuzioso intervento di riparazione e pulizia.
    Particolare cura è stata prestata al grading del film - ovvero alla resa cromatica delle immagini - ottenuta al tempo stesso grazie alla scelta di operare con una risoluzione digitale 2K (che ha raddoppiato tempi e costi di restauro) e con l'impiego delle pellicole sperimentali negative e positive che hanno permesso di saturare i colori e riprodurre, in maniera pressoché fedele, il fascino dei colori originali, in special modo dei rossi e dei neri, delle copie stampate e distribuite nel 1964.
    Come per

    il restauro degli affreschi o dei dipinti, si è proceduto al "distacco" digitale delle immagini dei 14.453 fotogrammi del negativo (l'"originale" di quella particolare opera d'arte che è il film), ripulendo la patina e riparando i danni, restaurandole e trasferendole su un nuovo negativo che manterrà intatta nel tempo l'originaria bellezza e spettacolarità e consentirà di realizzare successive copie del film fedeli all'originale.

    Il restauro della colonna sonora:

    Il restauro della colonna sonora ha presentato problemialtrettanto complessi che per le immagini. La perdita dei magnetici originali della versione italiana che sopravviveva grazie ad un negativo colonna rimaneggiato e utilizzato a più riprese nelle riedizioni, di qualità ottica e sonora piuttosto bassa a causa delle tecnologie d'epoca, ha reso necessario un attento lavoro di ricerca e di verifica di tutti i materiali sonori ancora esistenti. In particolare, per permettere al pubblico di godere nuovamente della splendida colonna sonora del Maestro Ennio Morricone e

    del mix originario, è stato necessario intervenire utilizzando, oltre al negativo ottico della colonna, due set di colonne magnetiche preparate per le edizioni estere del film, ritrovate e trasferite su supporto digitale e gli stereofonici originali delle musiche realizzate dalla RCA e conservati in Germania dalla BMG.
    Il processo di restauro, ulteriormente complicato dalla scoperta di sostanziali differenze tra le varie colonne sonore sopravvissute del film si è risolto solo grazie all'analisi comparativa delle varie versioni con il sonoro di una copia originale del 1964, il che ha obbligato i tecnici a un complesso lavoro di recupero filologico attraverso una vera e propria ricostruzione, scena per scena, del sonoro originale del film. Tutti gli elementi sonori sono stati sottoposti a verifica e preparati, poi puliti e restaurati e infine "rimontati" ed equalizzati, da due montatori e due ingegneri del suono che hanno prestato la loro esperienza e la loro opera per

    oltre due mesi.
    Operato anch'esso interamente con tecnologie digitali, il restauro della colonna sonora è stato realizzato grazie all'intervento congiunto di tecnici italiani e francesi ed è stato finalizzato presso il laboratorio francese Le Diapason.
    Oggi, il negativo colonna restaurato, rende nuovamente possibile apprezzare le qualità sonore originali del film e lo splendido e indimenticabile commento musicale del Maestro Ennio Morricone.

    Dal >Press-Book< di Per un pugno di dollari

    Perle di sceneggiatura

    "Quando un uomo con la pistola incontra un uomo con il fucile, quello con la pistola è un uomo morto. Avevi detto così? Vediamo se è vero: raccogli il fucile, carica e spara".

    Links:

    • Sergio Leone (Regista)

    • Clint Eastwood

    • 64A MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA: RETROSPETTIVA 'WESTERN ALL'ITALIANA', OVVERO 'LA PRIMA ESPRESSIONE DI CINEMA POST-MODERNO' (CineSpigolature)

    • QUEST'ESTATE IL CINEMA VALE TRE VOLTE TANTO UN MITO! TORNA AL CINEMA LA 'TRILOGIA DEL DOLLARO' DI SERGIO LEONE: 'PER UN PUGNO DI DOLLARI' (dal 19 Giugno), 'PER QUALCHE DOLLARO IN PIU'' (dal 3 Luglio), 'IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO' (dal 17 Luglio) (Anteprime)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Per un pugno di dollari - trailer

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il nuovo 'Diavolo veste Prada' .... [continua]

    Tutta un'altra vita

    TUTTA UN'ALTRA VITA

    Dal 12 Settembre .... [continua]

    Vox Lux

    VOX LUX

    Dalla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Dal 12 Settembre

    "Il mio ....
    [continua]

    It - Capitolo 2

    IT - CAPITOLO 2

    RECENSIONE - Dal 5 Settembre

    "La prima volta che ho interpretato Pennywise nessuno sapeva ....
    [continua]

    Il re leone

    IL RE LEONE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 21 Agosto

    "È una storia davvero molto amata da ....
    [continua]

    La fattoria dei nostri sogni

    LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI

    Tra i più attesi!!! - Realizzare il sogno di una vita si può? Si. .... [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla Festa del Cinema di Roma .... [continua]