ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Operative-Sotto copertura

    THE OPERATIVE-SOTTO COPERTURA

    New Entry - Dal 4 Marzo in DVD e Blu Ray .... [continua]

    Possessor

    POSSESSOR

    New Entry - .... [continua]

    Things Heard & Seen

    THINGS HEARD & SEEN

    New Entry - (2021 ?) .... [continua]

    News of the World

    NEWS OF THE WORLD

    New Entry - Paul Greengrass torna a dirigere Tom Hanks dopo Captain Phillips - .... [continua]

    The Bay of Silence

    THE BAY OF SILENCE

    New Entry - 2020 (?) .... [continua]

    Ammonite

    AMMONITE

    New Entry - Storia privata della Paleontologa Mary Anning (Kate Winslet) e l'incontro cruciale .... [continua]

    Wild Mountain Thyme

    WILD MOUNTAIN THYME

    New Entry - TURCHIA: Dall'8 Gennaio 2021 .... [continua]

    The Witches

    THE WITCHES

    New Entry - Le streghe sono tornate e questa volta hanno una nuova Strega .... [continua]

    Jungle Cruise

    JUNGLE CRUISE

    New Entry - A confortare l'esordio in una produzione Disney per Jaume Collet-Serra (Unknown .... [continua]

    Cosmic Sin

    COSMIC SIN

    New Entry - Bruce Willis protagonista di un nuovo Sci-Fi dal titolo inquietante di .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Poseidon

    LA TEMPESTA PERFETTA SUL 'POSEIDON' SI APPROSSIMA AL CATACLISMA... DEL FILM, DI UNA NOIA MORTALE!

    "I passeggeri del Poseidon salgono a bordo per festeggiare. E' Capodanno e loro sono ben vestiti e pronti a divertirsi. Hanno tanti progetti per il futuro. Improvvisamente vengono colpiti da un'onda mostruosa e tutto viene capovolto. Gli oggetti pendono dal soffitto, cadendo o strappandosi dai muri, e ci sono perdite di gas, vapore, fumo e fuochi. Immagina che la tua vita cambi completamente in un istante e devi affrontare l'inimmaginabile. Niente è dove dovrebbe essere e sei totalmente disorientato. E' un mondo apocalittico...in una situazione tragica cogli davvero ciò che le persone hanno dentro, senza l'artificio e le normali convenzioni della vita ordinaria. Le decisioni vitali vengono prese in pochi attimi. Quando osservi come la gente reagisce e come si comporta in situazioni estreme ti rendi conto di che stoffa è fatta".
    Il regista Wolfgang Petersen

    (Poseidon, USA 2006; Thriller drammatico avventuroso; 98'; Produz.: Radiant Production/Next Entertainment/Irwin Allen Productions/Synthesis Entertainment.; Distribuz.: Warner Bros Pictures

    Locandina italiana Poseidon

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Poseidon

    Titolo in lingua originale: Poseidon

    Anno di produzione: 2006

    Anno di uscita: 2006

    Regia: Wolfgang Petersen

    Sceneggiatura: Mark Protosevich

    Soggetto: Tratto da un romanzo di Paul Gallico

    Cast: Kurt Russell (Robert Ramsey)
    Josh Lucas (Dylan Johns)
    Richard Dreyfuss (Richard Nelson)
    Emmy Rossum (Jennifer Ramsey)
    Jacinda Barrett (Maggie James)
    Mike Vogel (Christian)
    Mia Maestro (Elena)
    Jimmy Bennett (Conor James)
    Andre Braugher (Capitano Bradford)
    Kevin Dillon (Lucky Larry)
    Freddy Rodríguez (Valentin)
    Fergie (Gloria)
    Kirk B.R. Woller (Capo ufficiale Reynolds)
    Kelly McNair (Emily)
    Gabriel Jarret (Primo ufficiale Chapman)
    Cast completo

    Musica: Klaus Badelt

    Costumi: Erica Edell Phillips

    Scenografia: William Sandell

    Fotografia: John Seale, (A.C.S., A.S.C.)

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    "E' Capodanno e i festeggiamenti hanno avuto inizio a bordo della lussuosa nave da crociera Poseidon, in viaggio nell'Atlantico del Nord. Una delle imbarcazioni più belle nel suo genere, il Poseidon è alta più di un palazzo di venti piani, vanta 800 scompartimenti privati e 13 ponti passeggeri. Questa notte molti degli ospiti della nave si sono riuniti per salutare il nuovo anno in grande stile nella meravigliosa sala da ballo. Sollevano i calici dello champagne mentre il Capitano Bradford (Andre Braugher) fa un brindisi alle festività e la band (diretta da Stacy Ferguson, conosciuta anche come Fergie dei Black Eyed Peas) esegue una sua versione di 'Auld Lang Syne'. Intanto, sul ponte, l'Ufficiale in comando sente che qualcosa non va. Esaminando l'orizzonte vede un'onda anomala; un muro d'acqua alto oltre 45 metri, che sta per abbattersi su di loro. Prova a dirigere la nave lontano dal punto di massimo impatto ma è troppo tardi. L'onda colpisce con una forza colossale, spingendo violentemente la nave a babordo prima di rovesciarla completamente sotto sopra. I passeggeri e l'equipaggio vengono lanciati in caduta libera, schiacciati dalle macerie o trascinati in mare nel momento in cui l'acqua irrompe dalle finestre mandate in frantumi. I sotegni cedono, le condutture del gas si spaccano facendo esplodere fiammelle e spegnere le luci, lasciando vaste zone della nave al buio o nel caos. Come conseguenza poche centinaia di superstiti restano ad accalcarsi nella sala da ballo principale ancora intatta, immobile sotto la superficie dell'acqua. Devono restare uniti, afferma il capitano, ed attendere lì i soccorsi.
    Un uomo, il giocatore d'azzardo di professione Dylan Johns (Josh Lucas), preferisce verificare le possibilità da solo. Ignorando gli ordini, si prepara ad uscire dalla sala da ballo per cercare da solo una via per la salvezza, ma viene trattenuto da Conor (Jimmy Bennett), un bambino di nove anni, che chiede a Dylan di portarlo con sé assieme a sua madre Maggie (jacinda Barrett). Subito dopo si propone Robert Ramsey (Kurt Russell), ansioso di cercare sua figlia Jennifer (Emmy Rossum) e il suo fidanzato Christian (Mike Vogel). Appena un'ora prima alla giovane coppia sembrava un'impresa comunicargli che si erano fidanzati ed ora devono affrontare pericoli ben più gravi. Preoccupato dai legami, Dylan conduce con riluttanza il piccolo gruppo di sopravvissuti verso l'alto attraverso le viscere della nave. Tra coloro che hanno deciso di unirsi al gruppo invece di rimanere ad aspettare ci sono una timida passeggera clandestina (Mia Maestro), un aspirante suicida (Richard Dreyfuss), che ritrova la voglia di vivere e un giovane cameriere che conosce la planimetria della nave (Freddy Rodriguez). Decisi a trovare la strada verso la superficie, essi devono avanzare uniti superando cumuli di rottami, visto che la nave continua ad affondare. Durante questo percorso fatto di arrampicate verso l'alto, vicoli ciechi e strapiombi si formano subito legami. E la fiducia negli altri si rivela essere fondamentale".

    Dal >Press-Book< di Poseidon

    Commento critico (a cura di Patrizia Ferretti)

    NEL CUORE DEL NULLA! UN CASTELLO DI CARTA SENZA STRUTTURA CROLLA SEMPRE SU SE STESSO, SOPRATTUTTO QUANDO ALCUNI DEI CONSUETI E FONDAMENTALI PILASTRI DI UN FILM, I PERSONAGGI/ATTORI, RIMANGONO TUTTI SULLO SFONDO IN UN ANONIMATO ASSOLUTAMENTE DELETERIO, ANZI, DEVASTANTE, PER L'APPROCCIO EMOTIVO DELLO SPETTATORE CON LA STORIA CHE, GIA' DI PER SE', NON AVEVA GRAN CHE DI ORIGINALE. DEL TUTTO ASSENTE - E SE NE SENTE LA MANCANZA - L'EMERSIONE DI UNA PERSONALITA' DI SPICCO. TUTTO QUANTO E' LAMBITO IN SUPERFICIE. NON FA ECCEZIONE LA SCENEGGIATURA, BANALE E TALVOLTA PERSINO RISIBILE. FRANCAMENTE NON SEMBRA NEPPURE UN FILM DI WOLFGANG PETERSEN, MA DI UN SUO ALLIEVO INDISCIPLINATO E POCO ESPERTO, IN GRADO DI FARE SOLO UNA GRAN CONFUSIONE SENZA D'ALTRA PARTE SOLLETICARE IL BENCHE' MINIMO COINVOLGIMENTO. COSA SARA' MAI SUCCESSO? E DIRE CHE PROPRIO PETERSEN DI DIMISTICHEZZA CON QUESTIONI 'MARINE' NE HA DA VENDERE!

    Nonostante la premessa/promessa, scaturita proprio là dove Petersen

    mette in gioco, presentandoli, alcuni dei personaggi ospiti del Poseidon, inaugurando una carrellata di situazioni speculari di certe interrelazioni umane in vista di un logico e auspicabile approfondimento, le aspettative restano disattese fino alla fine del film, davvero scarno da ogni punto di vista e letteralmente privo di emozione. Un cocktail di luoghi comuni, tra cui spicca il paternalismo di un padre, Robert Ramsey (Kurt Russell) nei confronti della figlia Jennifer (Emmy Rossum), nutrito da quel genere di iperprotezionismo e gelosia per il presumibile futuro genero, per il quale avevano già fatto strada Bruce Willis e Liv Tyler in Armageddon, da cui Petersen sembra scippare persino la dinamica conclusiva del rapporto, con il sacrificio eroico del padre a tutto vantaggio del giovane che avrà poi così modo di prendersi cura della figlia. Solo che in Armageddon il motivo veniva lanciato, ripreso, approfondito e portato a maturazione nel corso del film,

    sfruttato poi per il climax finale, e dunque aveva una contestualizzazione ben più idonea e coerente rispetto al caso Poseidon, dove tutto rimane sospeso senza trovare appigli strutturali solidi cui potersi ancorare e far sì che l’ingranaggio della storia, lubrificato a dovere, ruoti senza intoppi scivolando nella giusta direzione. Persino la digressione iniziale sull’acqua e su Poseidone, il grande sovrano in persona, da cui prende nome la grande nave da crociera Poseidon, risulta priva di mordente. Per quanto si tratti di tutt’altra storia, Poseidon dà l’impressione di corteggiare, senza successo, il celebre Titanic (persino nell’avvistamento del problema che causerà la catastrofe oltre che in altri passaggi), risultando ben più povero di questo sia a livello strutturale che narrativo. Con Poseidon Petersen si è negato la possibilità di una storia d’amore coinvolgente o di qualsiasi altra componente climax, limitandosi invece unicamente a quel ‘qualcosa che non va’ foriero della catastrofe, annunciato

    troppo presto e in termini spaventosamente didascalici. E del resto il ritmo, che batte la fiacca fin dall’inizio, non dà cenno di accellerare neppure con il proseguire della storia, di per sé già molto prevedibile essendo un remake de L’avventura del Poseidon del 1972, e giungendo ad una meta sua propria solo al seguito di illustri precedenti. L’idea di focalizzare tutto sulla tragedia non è stata gestita in termini coinvolgenti. Occorreva evidentemente uno sforzo di ben altre proporzioni, a giudicare da quel che traspare dalla confezione proposta, peraltro poco persuasiva anche sul versante degli effetti speciali che, a nostro avviso, dovrebbero esser sempre al servizio di una resa plausibile dell’evento, quanto meno a imitazione della realtà. Altrimenti si sortisce nell’effetto cartoon di genere fantasy. Se poi si lasciano morire, soffocandoli sul nascere, anche quei pochi embrioni di interazione umana che potevano, alimentati adeguatamente, reggere la struttura di questa storia, si

    può solo approdare al cuore del nulla! Ed è proprio un gran peccato perché Wolfgang Petersen, solitamente piuttosto attento all’analisi della natura umana in contesti narrativi anche piuttosto sofisticati, è ben capace di fare di meglio.

    Commenti del regista

    Una grande sfida: "All'inizio del film ci sono migliaia di persone, poi centinaia, e poi solo una manciata mentre tutto diventa più angusto e più intimo... Se qualcuno si aggrappa a te puoi salvarlo oppure magari lui può tirare giù te. A che punto decidi di lasciarlo andare? In entrambi i casi è un momento terribile e niente sarà più lo stesso".

    Quale rapporto c'è tra questo Poseidon e il film del 1972 L'avventura del Poseidon diretto da Ronald Neame che lo ha preceduto?

    "Abbiamo preso in prestito l'idea di un transatlantico lussuoso con migliaia di persone a bordo, colpito da un'onda anomala nella notte di Capodanno. E poi abbiamo cominciato dal nulla con una sceneggiatura completamente nuova e originale, con personaggi contemporanei. La nostra storia è in questi personaggi, in quello che provano come individui e come gruppo, e nel modo nel quale si conclude il loro viaggio".

    Commenti dei protagonisti:

    JOSH LUCAS (Dylan Johns): "Penso che abbiamo sentito tutti un senso di responsabilità nel rappresentare questa esperienza e nel mostrare realmente cosa siano paura, dolore e claustrofobia. C'è stato un momento in cui emergevo dall'acqua per respirare in uno spazio sopra di me alto circa tre centimetri e sono andato davvero nel panico. Ero davvero felice all'idea che si trattasse di un set cinematografico... Il gruppo si ritrova diviso mentre attraversa il corridoio nel quale una perdita d'olio genera fondamentalmente un lago di fuoco, e il mio personaggio deve saltare in questo lago e nuotare sotto di esso con una manichetta antincendio per creare un collegamento tra le due parti. Dovevo riemergere in un punto preciso ed era molto caldo e spaventoso... (e, a proposito del suo personaggio, lo classifica) "... un imbroglione, forse non del calibro di uno di quelli che giocano a Las Vegas ma abbastanza bravo da fare soldi a spese delle persone in crociera che abbiano bevuto qualche drink. Non è un tipo cattivo, ma neanche un eroe. Vuole solo andarsene per la sua strada, badare innanzitutto a se stesso, non preoccupandosi degli altri"

    KURT RUSSELL (Robert Ramsey): "(il film)Ti permette di conoscere queste persone senza che ti venga detto esplicitamente chi siano. Ramsey è stato un vigile del fuoco che è diventato sindaco di una grande città. Ha divorziato da poco e non riveste più la sua carica e, per ironia della sorte, sta facendo questa crociera per sfuggire ad una situazione che lo fa sentire davvero sotto pressione".

    Altre voci dal set:

    Il produttore AKIVA GOLDSMAN: "La storia ci colpisce nelle nostre paure primordiali - il fuoco, l'annegamento, la caduta, l'essere intrappolati, il sentirsi inermi".

    Il produttore MIKE FLEISS: "Anche se non hai mai pensato di mettere piede su una nave, ci sono delle situazioni di grande pericolo che potrebbero coglierti ovunque. E' un film di mostri, ma in questo caso il mostro è l'acqua che dà loro la caccia fino alla fine. Era nelle intenzione di Wolfgang (Petersen) inserire il maggior numero possibile di elementi di paura nella storia".

    Il produttore DUNCAN HENDERSON: "L'equipaggio di 'Das Boot' era composto da militari e i pescatori de 'La tempesta perfetta' erano professionisti con esperienza nella navigazione così, anche se non erano preparati alle circostanze orribili che si trovano ad affrontare, in fondo ci si trovano avendo una certa percezione del rischio. Ma il Poseidon è una nave da crociera. Questi sono turisti come te e me. Non solo la portata di questa tragedia è molto maggiore, ma essa colpisce un gruppo di persone che non sono preparate affatto a prevederla o ad affrontarla".

    Lo sceneggiatore MARK PROTOSEVICH: "... i disastri sono estremamente egualitari. Non importa che tu sia giovane o vecchio, che tu sia il più ricco del mondo o che lavori in cucina; in questa cosa sari assieme a tutti gli altri. Questo tipo di crisi fa emergere l'essenza di ciascuno di noi, la parte migliore e la parte peggiore. I rapporti vengono messi alla prova e i legami affettivi possono risultarne rafforzati o danneggiati. Se qualcuno che ami mostra vigliaccheria non lo dimenticherai mai, ma se è disposto a rischiare la vita per la salvezza degli altri, anche questo non verrà dimenticato. L'eroismo potenziale è in ciascuno di noi; scegliere se agire o meno in conformità ad esso è ciò che definisce quello che siamo".

    Bibliografia:

    "www.poseidonfilm.it"

    Links:

    • Wolfgang Petersen (Regista)

    • Kurt Russell

    • Richard Dreyfuss

    • Emmy Rossum

    • Mia Maestro

    • PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO: IL LADRO DI FULMINI - CONFERENZA STAMPA VIRTUALE ad ATENE con gli attori LOGAN LERMAN, BRANDON T. JACKSON, ALEXANDRA DADDARIO e JAKE ABEL (Interviste)

    • PERCY JACKSON AND THE LIGHTNING THIEF (PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO: IL LADRO DI FULMINI) - INTERVIEW (Integral English Version) to actors from ATHENS (GREECE) (Interviste)

    • PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO: IL LADRO DI FULMINI - PRESS CONFERENCE & DINTORNI con il regista CHRIS COLUMBUS (Interviste)

    1

    Galleria Video:

    Poseidon.mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Forrest Gump

    FORREST GUMP

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - 'Celluloid Portraits Vintage' - .... [continua]

    The Terminal

    61a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica - Lido di Venezia - Tom Hanks è l’inossidabile perno della nuova “commedia umana” spielberghiana

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - Steven Spielberg si ispira ad .... [continua]

    La guerra di Charlie Wilson

    TOM HANKS PATRIOTTICO E SOLIDALE DEPUTATO TEXANO AI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA. AL SUO FIANCO, IL COLLEGA AGENTE CIA PHILIP SEYMOUR HOFFMAN E L'AMICA JULIA ROBERTS. MIKE NICHOLS LI SOSTIENE CON IL SUO COCKTAIL DI UMORISMO, INTELLIGENZA E SENSIBILITA'

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - 'CELLULOID PORTRAITS' rende Omaggio .... [continua]

    Captain Phillips - Attacco in mare aperto

    CAPTAIN PHILLIPS-ATTACCO IN MARE APERTO: ISPIRATO AL PRIMO VERO DIROTTAMENTO DI UNA NAVE DA CARICO STATUNITENSE IN DUECENTO ANNI DI STORIA NAVALE. TOM HANKS VESTE I PANNI DEL CAPITANO RICHARD PHILLIPS PER PAUL GREENGRASS

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - 3 NOMINATIONS ai GOLDEN .... [continua]

    Saving Mr. Banks

    SAVING MR. BANKS: TOM HANKS DIVENTA WALT DISNEY PER JOHN LEE HANCOCK IN UNA STORIA CHE RACCONTA IL SUCCESSO DI MARY POPPINS A DISPETTO DELLA SUA RECALCITRANTE AUTRICE PAMELA L. TRAVERS (EMMA THOMPSON)

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - RECENSIONE ITALIANA IN ANTEPRIMA e .... [continua]

    Sully

    SULLY

    Seconde visioni - Cinema sotto le stelle: 'The Best of Summer 2017' - .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    New Entry - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 16 Aprile .... [continua]